Post in evidenza

Clamoroso: il Pellegrinaggio a Chartres in diretta TV (olte che su YouTube) #NDC2024 #pentecoste2024 #pentecoste

SEGUI LA DIRETTA Qui sul canale YouTube di Notre Dame de Chretienté tutte le varie dirette.  - sabato 18 maggio a partire dalle ore 6:00 la...

lunedì 13 febbraio 2023

USA, Super Bowl 2023: i Kansas City Chiefs vincono grazie ad un calcio del cattolico tradizionalista (fedele della FSSP) Harrison Butker

Butker mentre calcia il lancio della vittoria 
(foto NYpost)
Ieri si è disputato l'incontro del LVII Super Bowl del 2023, che è la finale del campionato della National Football League, la Lega professionistica statunitense di football americano.

Leggiamo su Sky Sport che "i Kansas City Chiefs hanno vinto conquistano il Super Bowl battendo a Glendale i Philadelphia Eagles con il punteggio di 38-35. Decisivo un calcio piazzato a 8 secondi dalla fine di Butker.", uno dei kicker più affidabili della NFL.

Quindi i Chiefs vincono grazie al loro kicker #7 Harrison Butker. Qui su New York Post di oggi si può leggere un articolo sulle sue azioni decisive. 

Perchè MiL, vi chiederete, fa un post sul Super Bowl? 
Perchè a segnare il punto decisivo della vittoria è un atleta cattolico (tradizionalista), di cui avevamo già parlato qui il nostro post del 2021 (in cui si vede anche il video in cui racconta la sua conversione grazie al rito tradizionale). 

Butker è un ragazzo, marito e 
padre di famiglia, sportivo che da quando ha scoperto la fede (grazie appunto) alla Messa Tradizionale, frequenta  la parrocchia di San Michele Arcangelo di Leawood, e quella di saint Mary’s a Indipendence (Missouri), la più antica chiesa cattolica della diocesi di Kansas City-St Joseph
 curata dalla Fraternità di San Pietro (FSSP), dove fa anche il chierichetto/accolito.

Qui il profilo Twitter di Harrison Butker e qui quello Instagram: un giovane uomo, etero, timorato di Dio, sportivo che non sembra affatto "triste" nè si può definire certo un "indietrista", o "un pelagiano pio" pizzi e merletti, e tanto meno un cattolico "da pasticceria" (il football americano, è risaputo, non è certo un gioco per signorine). 
E come lui, sono tantissimi altri fedeli cattolici sparsi per tutto l'orbe, che il Papa però ha voluto punire iniquamente con il Traditionis Custodes. 

Chissà cosa diranno a S. Marta e al Dicastero del Culto Divino, proprio ora che starebbero per arrivare altre terribili restrizioni a danno dei fedeli cattolici "tradizionalisti"? 

Complimenti Butker! Go Buttkicker7!


Roberto 

14 commenti:

  1. Mandate Butker da papa Francesco per testimoniare la sua fede grazie alla conversione dovuta alla messa tridentina...il papa accoglie tutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È Dio che converte, servendosi di molteplici elementi.
      Non scadiamo nel superstizioso.

      Elimina
    2. scusa, non vorrei fraintendere, ma se non ricordo male la S. Messa CATTOLICA è l'opera di Dio per eccellenza, "l'elemento" più potente a cui ci è dato partecipare e del quale possiamo beneficiare "ad utilitatem quoque nostram totiuscque Ecclesiæ Suæ Sanctæ". Dove sia la superstizione non lo vedo.... ma non sono un buon teologo...

      Elimina
    3. Uno si può convertire andando a Messa così come salendo sul treno.
      Implicare che si è convertito A MOTIVO della Messa tradizionale, come a dire che a quella ordinaria non si sarebbe convertito, è superstizione.

      “Attribuire alla sola materialità delle preghiere o dei segni sacramentali la loro efficacia, prescindendo dalle disposizioni interiori che richiedono, è cadere nella superstizione” (CCC 2111)

      Elimina
    4. Ho smesso di andare ad entrambe le messe. Ritengo che nel momento attuale rifugiarsi nella preghiera personale e nelle regole morali di sempre sia la cosa migliore. Si evita lo svilimento irriverente della nuova messa e si evita il sentirsi gli eletti a causa della nuova. Attendo il mio giudizio da umile peccatore sperando di non andare all'inferno.

      Elimina
  2. Non mi faccio certo meraviglia che questo atleta sia padre, marito, etero e uomo timorato di Dio. Dalle "nostre parti" un uomo è esattamente questo!!! Le eccezioni alla regola andrebbero cercate altrove... :-)))
    Comunque, pur non essendo io un appasionato di football americano, non posso che compiacermi dei conseguimenti sportivi e personali di questo fratello: FORZA BUTKER, FAGLI VEDERE CHI SIAMO!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fagli vedere chi siamo a chi?
      Poi non ho capito…giocavi pure tu?

      Elimina
  3. Ma ché....Bergoglio accoglie solo massoni, abortisti, deviati e anticlericali. Se va Butker lo addita come fondamentalista e bigotto.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ho fiducia nel papa della misericordia

      Elimina
    2. Questa cattiveria gratuita contro Papa Francesco era proprio da approvare?

      Elimina
    3. Da approvare non saprei,ma sulla grattuità ho molti dubbi. Bergoglio è sempre stato un uomo divisivo ,amato ed odiato in ugual misura .Purtroppo per lui ed anche per la Chiesa è diventato Papa ed ha un potere enorme ed insindacabile......

      Elimina
    4. Papa Francesco (non “Bergoglio”!) è percepito divisivo solo di chi pensa che la chiesa sia cattolica solo quando dice quello che vuole sentirsi dire lui.
      Io con Papa Francesco mi trovo benissimo, così come mi trovavo benissimo con Papa Benedetto e S. Giovanni Paolo II.
      Invece c’è chi vuole dimostrarsi migliore degli altri criticando maggiormente il Santo Padre, salvo poi presentarsi col collo torto e la lacrimuccia a fare la comunione in ginocchio!

      Elimina
  4. Risposte
    1. La misericordia traspare dal volto sereno e pensoso di Francesco.Mai una risata sguaiata,una minaccia,un cattiveria.Accoglie sempre tutti ed è sempre comprensivo ed accomodante con tutti .Non abusa mai della carica che ricopre ed esercita il potere con somma umiltà e mitezza .Sarà per questo che non ha nemici........

      Elimina

AVVISO AI LETTORI: Visto il continuo infiltrarsi di lettori "ostili" che si divertono solo a scrivere "insulti" e a fare polemiche inutili, AVVISIAMO CHE ORA NON SARANNO PIU' PUBBLICATI COMMENTI INFANTILI o PEDANTI. Continueremo certamente a pubblicare le critiche ma solo quelle serie, costruttive e rispettose.
La Redazione