Post in evidenza

URGENTE APPELLO AI GRUPPI STABILI ITALIANI: comunicateci conferme o variazioni alle vostre Messe

ABBIAMO URGENTE BISOGNO DEL VOSTRO AIUTO!  Viste le ultime notizie sulla CEI e sulle risposte dei Vescovi  sul Summorum Pontificum i...

giovedì 22 ottobre 2020

Uno tsunami sulla Chiesa le gravissime parole del papa sulle coppie omosessuali. Parole che non trovano fondamento nel magistero. Anzi.

Come titola anche La Nuova Bussola: le parole del Papa sulle unioni civili e sull'invocata legge che ne riconosca i diritti di famiglia sono uno tsunami che si è abbattuto su una Chiesa già fortemente disastrata e alla deriva morale e teologica. 
Un disastro! Tutti ormai sembrano sovvertire l'ordine naturale/divino. E pure il Papa ora lo fa espressamente, durante un'intervista ufficiale (se pur del 31 maggio 2019). Inaudito (si veda qui il nostro post di ieri con la notizia shock).
Un cataclisma morale che sta già rimbalzando in ogni parte del mondo e che provocherà 
Proponiamo alcuni articoli a commento - anche severo - sulle dichiarazioni del Papa uscite ieri circa la sua accorata difesa dei diritti civili delle unioni di fatto (leggasi: coppie gay) a cui egli contro ogni dottrina e ragione, riconosce i diritti alla "famiglia". 

- Unioni omosessuali / L’errore di Bergoglio, l’applauso del mondo e lo scoramento dei figli della Chiesa (nel giorno in cui ricordiamo san Giovanni Paolo II), di Aldo Maria Valli, 22.10.2020

- Shock Papa e coppie gay: frasi sconcertanti ma il fedele è obbligato a pensare il contrario. di Stefano Fontana, su La nuova Bussola Quotidiana, 22.10.2020

In merito all'intervista in spagnolo (prima tagliata, poi ripristinata) inserita nel corto su "Francesco" presentato alla Festa del Cinema di ieri 21.10.2020 (in cui il papa ha dichiarato espressamente di essersi battuto per avere leggi civili che riconoscano i diritti delle coppie di fatto,; per vederla si clicchi qui su LA STAMPA), ci sono anche dei "misteri" denunciati da Zambrano di La Nuova Bussola Quotidiana 22.10.2020.

Non poteva poi mancare il tweet entusiasta di padre J. Martin SJ. che negli USA ha già rilasciato dichairazioni, interviste alla CNN "Il papa ha lanciato un forte segnale: egli non solo 'tollera' le coppie gay ma le supporta". 


Ah, ovviamente, al Papa, non solo stanno arrivando i plausi di tutto il mondo LGTB e dei suoi sostenitori, ma gli è stato anche conferito il premio "Kinéo Movie for Humanity Award", (assegnato a chi promuove temi sociali e umanitari) che gli sarà consegnato dopo la proiezione di un nuovo film-documentario ("Francesco") che gli verrà consegnato oggi 22.10.2020 (memoria, ironia della sorte di San Giovanni Paolo II)  (Qui Vatican Insider).   

Cosa dobbiamo aspettarci ora? Cosa dobbiamo fare? Cari lettori, ci facciamo anche noi le vostre stesse domande, ma credeteci, non sappiamo cosa dire, se non di pregare per la Santa Chiesa di Dio. 
Roberto



8 commenti:

  1. L' omosessualità nel mondo occidentale fa parte della natura umana. La contrastano tutte le religioni integraliste: islamica e cattolica. Siete in buona compagnia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'omosessualità fa parte della natura umana come le altre malattie, per questo va combattuta.

      Elimina
  2. Dico solo che, oltre a esserci un chiarimento, che avverrà secondo me in tempi non troppo lunghi, la chiesa deve fare i conti apertamente con la problematica delle persone con tendenze omosessuali. Buttare qualche frase qui e là, dire e non dire, genera confusione. Purtroppo, anche a causa del fatto che buona parte del clero oggi è omosessuale (inutile nascondersi) e il libro Sodoma di Martel spiega molto bene tutto ciò, la questione non vuole essere affrontata. Basti guardare al "sinodo" sul problema degli abusi sessuali nel clero. Il tema dell'omosessualità si è volutamente sottaciuto, quando la maggioranza degli abusi è avvenuta e avviene su soggetti maschi. Perché? Finché non si affronterà in maniera chiara tutto ciò, regnerà il caos.
    Mio modesto parere, credo che il Papà abbia voluto dire due cose: 1) che gli omosessuali non debbano essere cacciati dalle loro famiglie d'origine
    2) che una legge sulle unioni civili può servire ad evitare discriminazioni. È la logica del "male minore", derivante dalla "casistica" o "casuistica", di cui i gesuiti furono dei forti sostenitori. Comunque, data la portata di tutto ciò, credo ci sia a breve un chiarimento

    RispondiElimina
  3. Sui gay e sugli immigrati non lo seguo neanche io che in genere lo difendo. A meno che non sia una tattica per riportarli in Chiesa e purificarli come anche accettare i saraceni dalle barche affinché non ci sia terrorismo a Roma. Non so, ma è evidente che c'è qualcosa dietro.

    RispondiElimina
  4. Il Papa ha pronunziato quelle parole sapendo benissimo che i cattolici, sia il clero che i laici, le avrebbero accolte con entusiasmo, tranne i soliti quattro gatti, e che sarebbero state di aiuto per l'approvazione della legge che sappiamo.
    C'è ben poco da fare. Facciamo finta di niente e cerchiamo di conservare la Fede con la recita del S. Rosario.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rosicata delle 15:57 del bergogliano deluso. Pensavi veramente che a livello dottrinale Bergoglio avrebbe cambiato qualcosa? LOL

      Elimina
  5. https://it.aleteia.org/2020/10/22/papa-francesco-valentina-alazraki-evgeny-afineevsky-omosessuali/?fbclid=IwAR2G9QGjS8kt_S_mSRdBxjQbr4DfTGskgv_uVywcqgizUTsefT31gLm9Toc

    RispondiElimina
  6. ma perché, collegialità e libertà religiosa trovano dei fondamenti nel magistero?

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.