Post in evidenza

URGENTE APPELLO AI GRUPPI STABILI ITALIANI: comunicateci conferme o variazioni alle vostre Messe

ABBIAMO URGENTE BISOGNO DEL VOSTRO AIUTO!  Viste le ultime notizie sulla CEI e sulle risposte dei Vescovi  sul Summorum Pontificum i...

domenica 7 giugno 2020

Cittadini di serie A e di serie B? Le manifestazioni "laiche" non infettano mentre la processione del Corpus Domini è pericolosamente contagiosa!


Il Quotidiano La Repubblica ha diffuso questa foto scattata ieri a Bologna dall'alto di Piazza Maggiore e di piazza Nettuno  che mostra "alcune migliaia" di partecipanti giustissimamente decisi a ribadire, ancora una volta, la loro contrarietà verso ogni forma di razzismo e di discriminazione razziale.

La didascalia de La Repubblica  dice:"Tutti in silenzio per gridare la rabbia e il dolore per la morte di George Floyd, l'afroamericano deceduto durante un controllo di polizia a Minneapolis. Mascherine sui volti e le scritte "Vogliamo respirare", "Say their name"; infine un lunghissimo applauso. Alcune migliaia di persone hanno manifestato così in piazza Maggiore e in piazza Nettuno a Bologna, contro il razzismo e ogni forma di
violenza. Tra i partecipanti al flash mob, organizzato tra gli altri da Arci Ritmo Lento, Amici di Piazza Grande, Link e Coalizione Civica, tantissimi giovani, richiedenti asilo, bambini e anziani. Dopo danze e canzoni, sono stati scanditi anche i nomi degli altri afroamericani vittime di violenza Breonna Taylor, Tony McDade e Ahmaud Arbery

Due giorni fa la portavoce dell'Oms Margaret Harris aveva invece ribadito "che è necessario proteggere se stessi e gli altri. ... Non è finita. Non sarà finita fino a quando non ci sarà più il virus in nessuna parte del mondo" (Cfr. La Stampa QUI )

Ma il nobilissimo e cristianissimo antirazzismo  è diventato, come al solito, un   pretesto per attaccare il Presidente USA Trump prima delle elezioni presidenziali... ( leggere  QUI e QUI

Dopo aver veduto la foto del mega raduno in piazza Maggiore e in piazza Nettuno di Bologna, ovviamente autorizzato dalle Autorità di competenza, ci chiediamo perchè la tradizionale  processione eucaristica del Corpus Domini è stata annullata "in toto" dai Vescovi italiani pur essendo l'unica "obbligatoria"  ( fatta eccezione per la città di  Rovereto - Tn- dove all'inizio dello scorso mese di gennaio  la processione era stata già cassata  come si evince dalle pubblicazioni parrocchiali) .
A causa delle ben note, reali problematiche infettive  provocate dalla terribile pandemia del coronavirus, ancora in corso, i Vescovi della CEI  hanno infatti deciso che Domenica 14 giugno, festa esterna del Corpus Domini,  al termine delle Messe dopo una breve adorazione  ci sarà solo la benedizione eucaristica. 
Non viene cioè permesso ai fedeli di pregare Gesù Sacramentato per le  vie delle proprie città e paesi anche se in una forma necessariamente più semplice onde prevenire e contenere ogni possibile contagio del virus.
Le tante organizzazioni giovanili e di volontariato, che  stanno encomiabilmente svolgendo il ruolo di servizio d'ordine e igienico per le Messe festive, sarebbero state in grado di assicurare il rispetto delle distanze di sicurezza dei sacerdoti , dei ministranti e delle confraternite che avrebbero partecipato  alla processione eucaristica seppur in forma ridotta.

"Ringraziamo" ancora una volta i Vescovi della CEI per fa fiducia che hanno riposto nei confronti dei fedeli, dei giovani, delle confraternite e delle strutture parrocchiali e diocesane.
AC

Fonte della foto e della didascalia: La Repubblica QUI


AGGIORNAMENTO 8 giugno 2020  ore 9:33

Ci hanno informato da Bologna che i partecipanti alla manifestazione contro il razzismo in piazza Maggiore e in piazza Nettuno, a cui si riferisce la foto de La Repubblica, erano muniti di mascherine e stavano a distanza l'uno dall'altro a norma di legge
Bene! Avendolo  intuito e confidando nel buon senso civico dei partecipanti, ne eravamo sicuri!
Anche  noi cattolici per la processione del Corpus Domini potremmo fare una cosa simile: restare fermi nella piazza davanti la chiesa-madre ben divisi secondo le disposizioni di legge mentre il Sacerdote porta processionalmente il Santissimo Sacramento  per le vie del paese. Tutto coordinato e disciplinato dal servizio d'ordine e igienico dei giovani e dei volontari delle parrocchie e/o dei gruppi ecclesiali:  abbiamo infatti la massima fiducia nei confronti dei fedeli, dei giovani, delle confraternite e delle strutture parrocchiali e diocesane!
AC


Altre considerazioni sulla Festa del Corpus Domini 2020 QUI

15 commenti:

  1. I cattolici sono considerati di serie B soprattutto dalle gerarchie moderniste! È da anni che le processioni del Corpus Domini vengono ridotte a farse: ostensorio portato da donne, focaccioni (consacrati?) portati con pinze da forno, sparizione di baldacchini, lampioni, incenso, fiori. Il top lo raggiunge la Santità di Nostro Signore, Papa Francesco che non perde occasione a non genuflettersi dinanzi all'Eucaristia.
    Manca il rispetto da parte dei preti...lo pretendiamo dai politici? Suvvia...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non confonda signore delle 16:42 le scelleratezze teutoniche con le ancora belle e devote realtà italiane dove , soprattutto nel sud Italia, la processione del Corpus Domini viene dignitosissimente svolta.

      Elimina
    2. Mah, senza essere teutonico, nella mia parrocchia di una grande città del nord Italia, il baldacchino non esisteva nemmeno. La processione non si è MAI fatta perché, prima, era "decanale", poi "cittadina". L'ostensorio l'avrò visto tirar fuori due o tre volte l'anno. Per non parlare di "comunioni" in mano a gogò e confessionari perennemente vuoti (grazie al Cielo che poi me ne sono andato).
      Ah, tra l'altro...una delle "dignitosissime" processioni di cui parli è quella che, qualche anno fa, disegnò coi fiori addirittura papa Francesco con l'aureola? Per non parlare del fatto che queste processioni sono ormai paccottiglia per turisti e si svolgono al termine di cerimonie moderniste, magari lette, in italiano, dove i fedeli hanno pure preso l'ostia in mano.
      Le processioni avevano un senso quando esprimevano la Fede, se no sono solo la versione glorificata dei carri di carnevale.

      Elimina
  2. Non ho visto su questo blog analoghi commenti dopo la manifestazioni dei partiti di destra in occasione del 2 giugno. Abbiamo visto senza mascherina i più alti rappresentanti di due di questi tre partiti, ma non vi siete lamentati. Due pesi e due misure.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo delle 9:18. La preghiamo di leggere bene questo post. Non abbiamo neppure ipotizzato la scellerata ipotesi che i manifestanti a Bologna non avessero portato la mascherina o che non abbiano rispettato le distanze previste dalla legge vigente. Nel ritenere "giustissimo" il raduno bolognese(legga bene per favore tutto lo scritto senza pregiudizi nei nostri confronti) ci siamo semplicemente chiesti perchè quelle "alcune migliaia" di partecipanti non potessero essere autorizzati a prendere parte ad una cerimonia religiosa all'aperto. Abbiamo anche ipotizzato che in occasione della festa esterna del Corpus Domini i fedeli possano rimanere fermi in una piazza rispettando obbligatoriamente le distanze previste mentre il sacerdote e i ministri si recano processionalmente anche loro a distanza di un metro e mezzo fra di loro portando Gesù Eucaristia per le vie della città. La nostra è una proposta che si basa sulla constatazione dell'efficienza dei gruppi di volontariato diocesani e parrocchiali sperimentata quotidianamente in occasione della ripresa delle celebrazioni con il popolo dal 18 maggio in poi. Lo ripetiamo: legga senza pregiudizi il nostro scritto. Grazie

      Elimina
    2. Ribadisco che dopo la manifestazione delle destre del 2 giugno, in cui non c'era nessun distanziamento, non c'è stata nessuna lamentela da parte vostra né alcun paragone con raduni di tipo religioso.

      Elimina
    3. Signore delle 16:52 evidentemente approfittando della giornata festiva civile e del caldo il 2 giugno eravamo in serena vacanza ben lontani dal computer e dalle TV. Evidentemente anche i giornalisti erano in vacanza perchè non abbiamo veduto delle foto "incriminate" di politici che in una manufestazione non avrebbero mantenuto il distanziamento. Ce ne faremo una ragione. Lei non manchi di segnalare quel che ha veduto alla polizia!

      Elimina
    4. Anonimo 9 giugno 2020 00:30 Le iniziative politiche non interessano ai commentatori cattolici. Le grandi e spontanee manifestazioni pervase dai grandi ideali umanitari come l'antirazzismo, ad esempio, sono fonte di interesse e anche di condivisione per un cattolico. Anche se la fonte è "laica" l'humanitas è la stessa.

      Elimina
    5. Forse perché l'ambiente politico del "2 giugno" non è quello che sbraita continuamente contro le pratiche religiose? Anzi, ci fu perfino chi provò a intercedere per poter andare a Messa a Pasqua...fu coperto di insulti ed improperi dai benpensanti trinariciuti. Ça va sans dire che i medesimi non hanno fiatato quando si è trattato del ramadan dei maomettani. Con che coraggio si può parlare di doppiopesismo?

      Elimina
    6. Ho riletto, a mente fresca , il commento di Anonimo 9 giugno 2020 09:21 : non ho capito nulla ne' la sera, comprensibile a causa della stanchezza fisica, ne' di prima mattina...

      Elimina
    7. Anonimo delle 8:08: probabilmente devi ripassare un po' l'italiano e leggere qualche libro.

      Elimina
  3. A furia di togliere tutto perché non necessario, ipocrita, oggetto di congetture, etc. siamo diventati come gli iconoclasti. È veritiero che le processioni del Corpus Domini non sono più come quelle di una volta ma chi partecipa a quelle attuali lo fa devozionalmente, almeno nella maggior parte dei casi.
    Così dopo la mancata celebrazione della Santa Pasqua e l'introduzione di misure sacrileghe ai danni della Divina Eucaristia, i nostri vescovi ci regalano la perla di primavera della proibizione dell'unica processione obbligatoria dell'anno liturgico.
    Come non pensare a qualcosa di ispirazione diabolica dopo tutte queste amenità?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma infatti, in tutto questo bailamme, la prima colpa va alla gerarchia apostata, non certo al governo. Infatti, i musulmani hanno chiesto ed hanno ottenuto.

      Elimina
  4. Si vede ad occhio che i manifestanti, sono distanziati di un metro l'uno................ dall'altro......e che erano muniti di mascherina.........noi però non siamo muniti di sci.......

    RispondiElimina
  5. Le manifestazioni di sinistra si possono fare tranquillamente, evidentemente non creano fastidio a chi comanda.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.