mercoledì 17 agosto 2016

Asti."Messa congiunta" catto/islamica nella festa dell'Assunta "molto cara anche ai musulmani". Violata la sacralità della Cattedrale, tradita la Redemptionis sacramentum

"Parigi val bene una Messa". Uno spazietto al TGR con gli strilloni della stampa che gridano "bravi, bravi!" val bene una "Messa congiunta catto/musulmana" di "cui si sentiva finalmente la mancanza" nella meravigliosa Cattedrale di Asti.
Per anestetizzare i sopravvissuti sentimenti cattolici  gli "operatori del sacro" hanno dovuto inventarsi la bufala dell'estate 2016 secondo la quale la Solennità liturgica del 15 agosto sarebbe : "... una data cara anche ai musulmani (sottolineatura nostra N.d.R.): la festa della Vergine Assunta, una delle ricorrenze più importanti nel calendario religioso della Chiesa cattolica. Così, stamani, nella cattedrale di Asti si è ripetuto il "miracolo" di cattolici e musulmani uniti nella condanna di ogni terrorismo...
A celebrare la messa - voluta anche dal sindaco Fabrizio Brignolo ( sottolineatura nostra N.d.R.) come atto di riconciliazione ( sottolineatura nostra N.d.R.) tra comunità comunque integrate ( sottolineatura nostra N.d.R.) anche in una grande città come Asti - il vescovo Fabrizio Ravinale. 
Nei primi banchi del duomo l'imam Latfaoui Abdessamad e altri rappresentanti della comunità
islamica. ... " ( Cfr.Repubblica)

Un Fedele ha commentato:   "... vorremmo comprendere anche noi :"a celebrare la Messa voluta anche dal sindaco" ???
Ora il sindaco può confezionare una Messa su ordinazione, invitando esponenti non credenti o peggio nemici della fede cattolica?
E' una nuova edizione del De servo arbitrio....
Lo "stato" ordina, la Chiesa  esegue...
Tra l'altro: si configura una violazione della communicatio in sacris (v. can. 844 C.I.C. ) che sarebbe consentita, a determinate condizioni e con molte cautele, ai cattolici solo con i cristiani ortodossi e con gli evangelici, secondo le disposizioni del Direttorio Ecumenico del 1993 (cfr. nn. 122-128 circa la Condivisione di vita sacramentale con i membri delle varie Chiese orientali; nn. 129-136 circa la Condivisione di vita sacramentale con i cristiani di altre Chiese e comunità ecclesiali).
In nessun caso è consentita con i non cristiani.
Nell’Istruzione Redemptionis sacramentum del 2004, cfr. nn. 78 e 79, che sembrano fare al nostro caso, quasi con previsione “profetica”  è scritto:
[78.] Non è lecito collegare la celebrazione della Messa con eventi politici o mondani o con circostanze che non rispondano pienamente al Magistero della Chiesa cattolica. 
Si deve, inoltre, evitare del tutto di celebrare la Messa per puro desiderio di ostentazione o di celebrarla secondo lo stile di altre cerimonie, tanto più se profane, per non svuotare il significato autentico dell’Eucaristia. 
[79.] Infine, va considerato nel modo più severo l’abuso di introdurre nella celebrazione della santa Messa elementi contrastanti con le prescrizioni dei libri liturgici, desumendoli dai riti di altre religioni."

***

Torniamo alla bufala della festa molto cara anche ai musulmani
Cosa c'è di più facile che chiedere lumi agli stessi islamici? 
Infatti abbiamo chiesto singolarmente ad alcuni amici musulmani, di diversa provenienza,  se davvero la nostra festa dell'Assunzione di Maria Vergine fosse anche per loro " molto cara".
La risposta è stata la stessa: " no! "

A questo punto giriamo domanda agli "esperti" della Curia di Asti che hanno redatto il comunicato-stampa  (Riceviamo e pubblichiamo l’invito di Monsignor Ravinale alla partecipazione dell’incontro tra la comunità musulmana e la comunità cattolica il 15 agosto ... QUI ): « in base a quali conoscenze specifiche state affermando che la festa dell'Assunta è "molto cara alla religione musulmana" visto che per i nostri conoscenti islamici non lo è ? Chi dice bugie? Chi afferma il falso sapendo di mentire? »


"Ripetete una bugia cento, mille, un milione di volte e diventerà una verità"


Riguardo la "preghiera collettiva tra cattolici e musulmani contro il terrorismo e a sostegno della pace tra i popoli" l'imam Abdessamad, in furbesco ossequio alle strategie della taqiyya  ha affermato : "Esiste solo una civiltà, quella umana che ci vede tutti fratelli. Le culture possono essere diverse, così come le religioni, ma la guerra nasce solo dall’odio".
Una bella frase degna di comparire sui fogliettini dei baciperugina ovviamente con il  © copyright CEI/Ministero dell'Interno.


Il quotidiano on line LangheRoeroMonferrato  ha riportato alcune illuminate dichiarazioni del Vescovo  S.E.R.Mons.Francesco Ravinale: "...« L'idea è nata dalla base della richiesta dei musulmani fatta in Marocco, Francia e Italia. Non ci siamo riusciti per la fine di luglio perchè era in concomitanza con la Giornata Mondiale dei Giovani.
Appena sono rientrato da Cracovia, ho avuto contatto con l'amministrazione comunale rappresentata dal sindaco Fabrizio Brignolo per favorire l'incontro e creare un ambiente sereno. (che fretta c'era Eccellenza? N.d.R.)
Ad Asti i rapporti fra le due comunità musulmani e cristiani è vissuta (sic! N.d.R.) in modo tranquillo.
I rapporti sono molto buoni» ( Sottolineatura nostra. Dapprima lo stesso Presule ha affermato che l'evento era stato ideato per "creare un ambiente sereno", poi come "atto di riconciliazione"... rassicurando però che i "rapporti fra le due comunità musulmani e cristiani è vissuta (sic!) in modo tranquillo" poi cos'altro dirà ???... Bah... N.d.R.)
Si è così pregato la Madonna Assunta in cielo, tra l'altro una figura (sic! N.d.R.) molto onorata dai musulmani, nella Messa officiata in Cattedrale ( Maria” del Corano non è affatto la S.ma Vergine dei Vangeli  tanto meno la "Madre di Dio" che per i musulmani suona come una bestemmia. Chi avranno pregato in Duomo? Aggiungiamo anche la Cattedrale di Asti all'elenco, fin troppo lungo, delle chiese profanate dal 31 luglio in poi.  N.d.R.)
« Questo è stato un buon punto di partenza ( sottolineatura nostra N.d.R.) che ci ha portati a decidere con l'Imam – dice ancora Ravinale (a cui non viene attribuito  alcun titolo: Sua Eccellenza Mons. ... N.d.R.). – a decidere per riunirci proprio in occasione di questa festività.
Così la nostra Messa ha visto la partecipazione della comunità musulmana che ha voluto cementare un'amicizia senza barriere».
L'episodio di fanatismo e violenza (1. N.d.R.) che ha colpito con il tributo della vita, Padre Jacques Amel (sic! N.d.R.) ucciso il 26 luglio scorso in Francia, ha fatto scattare l'iniziativa di un ritrovarsi per confermare il rifiuto della violenza e del fanatismo religioso (2. N.d.R.)  che ha ammantato questo episodio (lo sgozzamento di un prete di 86 anni mentre celebrava la S.Messa è un episodio? N.d.R.).
« Ecco spiegato perchè – conferma Francesco Ravinale (a cui non viene attribuito  alcun titolo: Sua Eccellenza Mons. ... N.d.R.) - si sono presentati all'incontro di oggi con lo slogan “je suis père Jacques Hamel" (sarà proprio vero? N.d.R.) , il loro desiderio che simili nefandezze non si ripetano».... «Il motivo è presto detto. Si è perso il senso di Dio.
Se noi continuiamo a tenere viva la fede di un  Dio ( sottolineatura nostra N.d.R.) che è buono ed è Padre di tutti, che è misericordioso, probabilmente riusciremo anche ad incidere per un mondo più aperto alla pace ». ( QUI )
"Un Dio..."  
Eccellenza: i Cristiani adorano Dio Santissima Trinità : Padre, Figlio e Spirito Santo. 

*** 
La giornalista Carmela Pagnotta, dulcis in fundo, su 100torri ha scritto: "Asti. Messa congiunta in Duomo. Cattolici e musulmani pregano insieme contro il terrorismo."
La definizione: "Messa congiunta" ci mancava !!!

Anche nel tristissimo caso di Asti "i musulmani non c’entrano nulla: qui c’entrano i cattolici e più precisamente alcuni esponenti del clero che scambiano la tolleranza tra le fedi per uno scambio di fedi" ( QUI ) : "ampi settori ecclesiali  si stanno avviando a velocità sorprendente a diventare contenitori di una nuova religione universale sponsorizzata dai poteri forti superando ogni loro più rosea previsione".


Maria, Regina Assunta in Cielo e 
Aiuto dei Cristiani, prega per noi !

AC
(continua... purtroppo)

Foto 1: L'imam Latfaoui Abdessamad mentre predica davanti l'Altare della stupenda Cattedrale di Asti durante la  "Messa congiunta" della Festa dell'Assunta (fa anche rima...). Vescovo e Concelebranti ascoltano devotamente in piedi come al Vangelo: forse si tratta di una recente  direttiva cultuale  per les pieces catto/musulmane © copyright CEI/Ministero dell'Interno.

Foto 2: L'incedere solennemente devoto del Vescovo che si appesta a celebrare il Santo Sacrificio della Messa dell'Assunta la cui l'Antifona d'Ingresso è: (Ap 12,1)  "Un segno grandioso apparve nel cielo: una donna ammantata di sole, con la luna sotto i suoi piedi e sul capo una corona di dodici stelle".

Foto 3: Il  "segno della pace" secondo un copione obbligatorio per gli spettacoli cultuali catto/musulmani: © copyright CEI/Ministero dell'Interno. Niente deve essere specificatamente confessionale o segnatamente cattolico.
 
Foto 4Praeparatio alla "messa congiunta" davanti la Cattedrale di Asti. Il Vescovo intona, imam e sindaco devotamente rispondono: "Ne reminiscáris, Dómine, delícta nostra, vel paréntum nostrórum, neque vindíctam sumas de peccátis nostris. Psalmus 83 Quam dilécta habitátio tua, Dómine exercítuum! desíderat, lànguens concupíscit ánima mea in átria Dómini;..."

Foto 5 : foto-ricordo della riunione preparatoria del "grande evento".

E' quasi irresistibile il fascino che il "vigoroso e fortemente identitario homo islamicus" (meglio se orientale) esercita attualmente sui nostri Chierici.


Suggestivo scorcio dell'interno della bellissima Cattedrale di Asti : ammirevole frutto della pietas e della devotio del popolo astigiano.

4 commenti:

  1. Mons. Negri è stato chiarissimo nell'esporre la dottrina della Messa e della devozione alla Madonna Santissima.
    Aspettiamoci i soliti attacchi incrociati stampa/cattomodernisti di ogni risma.

    RispondiElimina
  2. Sarebbe ora che certo pretame la finisse con queste storie "Gesù figura importantissima per l'islam", "Maria molto cara ai fedeli islamici". Chiacchiere inutili. Di Gesù o si crede che è il figlio di Dio, verbo incarnato per la salvezza degli uomini, o se no l'"importanza" che gli si attribuisce non vale nulla. E così per Maria: o si crede che è Madre di Dio, sempre vergine, concepita senza peccato e assunta al cielo in anima e corpo, o altrimenti uno può "averla cara" quanto vuole, ma non significa nulla.

    RispondiElimina
  3. Sarebbe ora che ceto pretame la smettesse con questi discorsi "Gesù figura importantissima per l'islam", "Maria assai cara ai fedeli islamici". Chiacchiere inutili. Di Gesù o si crede che è il Figlio di Dio, Verbo incarnato, seconda persona della Trinità, unico salvatore degli uomini, o se no "considerarlo importante" non serve a nulla. Idem per Maria: o si crede che è Madre di Dio, sempre vergine, concepita senza peccato e assunta al cielo in anima e corpo, o se no uno può "averla cara" quanto vuole, ma non significa niente e non serve a niente.

    RispondiElimina
  4. Chi si lamenta ed attacca tutti i giorni non sono certo i modernisti

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.