Post in evidenza

Ora puoi... aiutare MiL

Se volete aiutare e sostenere MiL, potete fare una donazione anche piccola.   Ricordiamo ai nostri lettori infatti che MiL si sostiene solo ...

lunedì 20 luglio 2015

Sul sito della S. Sede le preghiere per la vestizione dei paramenti sacri.

Un nostro valido collaboratore ha "scovato" una cosa molto interessante. 
Un saggio di don Mauro Gagliardi (del 2009) che tratta dei cenni storici e della funzione spirituale dei paramenti, e riporta le singole preghiere (lo avevamo pubblicato qui), è stato ripreso anche dal Sito della Sede, Ufficio delle Celebrazioni Liturgiche. (pubblicata a febbraio 2010 e tuttora on line, a firma di don Mauro Gagliardi che lo scrisse nel 2009). 
Cogliamo questa occasione per suggerire alcune letture per l'estate.
Oltre a quella dell' interessantissimo saggio sulle vesti sacre, suggeriamo di dare un'occhiata all'elenco sottostante, che riporta interessantissimi "Studi dei Consultori" dell'Ufficio Liturgico del Papa (tra cui appunto quello di don Gagliardi).

Roberto
  


UFFICIO DELLE CELEBRAZIONI LITURGICHE
DEL SOMMO PONTEFICE  
 
Studi dei Consultori

* * *

4 commenti:

  1. Il primo a dover ripassare la lezione è l'attuale Vescovo di Roma, che, per non sentirsi solo, ha iniziato a nominare vescovi senza laurea come lui: qui a Padova, città dalle tradizioni che non hanno bisogno di spiegazioni, siamo sconvolti dalla nomina di Cipolla...che come il suo cognome promette, ci farà piangere!!!

    RispondiElimina
  2. La Liturgia Cattolica è un tesoro, una miniera, un'eredità trasmessaci da Cristo e dai suoi vicari. Questa eredità della quale noi siamo i destinatari, non possiamo sciuparla tantomeno buttarla... La Liturgia Cattolica è fonte di gratitudine di un passato lontano, ma anche senso di responsabilità per la nostra tradizione.

    RispondiElimina
  3. Si rilegga la stupenda omelia di papa Benedetto, sulla teologia ed il simbolismo dei paramenti della Messa e delle relative preghiere, durante la Messa Crismale del 6 aprile 2007, riportata sull'Osservatore Romano del giorno dopo.

    RispondiElimina

AVVISO AI LETTORI: Visto il continuo infiltrarsi di lettori "ostili" che si divertono solo a scrivere "insulti" e a fare polemiche inutili, AVVISIAMO CHE ORA NON SARANNO PIU' PUBBLICATI COMMENTI INFANTILI o PEDANTI. Continueremo certamente a pubblicare le critiche ma solo quelle serie, costruttive e rispettose.
La Redazione