domenica 24 giugno 2012

A Monza il Vetus Ordo, dopo 44 anni



DOMENICA 1° LUGLIO 2012
PRIMA MESSA ANTICA
Ritorna a Monza dopo 44 anni la Messa in rito romano antico. Sarà celebrata domenica 1 luglio, alle 18.45 presso la Chiesa delle Adoratrici Perpetue del Santissimo Sacramento, in via Italia 37, in centro città, nella zona pedonale e a pochi passi dal Duomo.
La Messa verrà celebrata in rito romano, secondo il Messale romano del 1962, da Padre Bruno Scuccato, Sacerdote del Sacro Cuore. E’ un meraviglioso segno della Provvidenza che questo “ricominciamento” del rito antico nella città di Teodolinda coincida con la festa liturgica del Preziosissimo Sangue. La celebrazione, con l’aiuto della Divina Provvidenza, nonostante gli impegni e le ferie dei due sacerdoti designati (don Bruno Scuccato e don Guido Pirotta) non subirà nessuna interruzione estiva o di altra origine.
Lunedì 18 giugno si è svolta la prevista riunione con l’Arciprete del Duomo, alla quale hanno partecipato una trentina di persone, cui si sono aggiunte decine di mail e di lettere di sostegno all’iniziativa da parte di fedeli impossibilitati a essere presenti all’incontro.
In quella sede, i presenti hanno insistito per un avvio il più rapido possibile della celebrazione nella forma straordinaria, e per garantire che la Messa sia celebrata senza soluzione di continuità anche nei mesi di luglio e di agosto, visto che altrove la Messa in rito antico subisce un’interruzione nel periodo estivo. Nella stessa sede è stato ovviamente confermato che le Messe seguiranno il Lezionario pertinente alla Liturgia antica, e non il Lezionario relativo al Novus Ordo.
In questi giorni i promotori dell’iniziativa stanno anche occupandosi di predisporre tutto il necessario per la celebrazione della Santa Messa, nella forma e nella dignità prescritta da tale celebrazione, a cominciare dai paramenti. Attività, questa, che incontra sempre qualche ostacolo, visto che spesso nei decenni passati è stata fatta “tabula rasa” di tutti i sacri oggetti utilizzati per la Messa antica.
Com’è noto, l’applicazione del Motu Proprio Summorum Pontificum di Sua Santità Benedetto XVI a Monza era stata richiesta all’Arciprete del Duomo Monsignor Silvano Provasi il 14 settembre del 2010. Poche settimane fa, una lettera del Vicario Generale dell’Arcidiocesi di Milano Monsignor Carlo R.M. Redaelli – a nome dell’Arcivescovo Cardinale Angelo Scola - informava che Monsignor Provasi aveva designato i sacerdoti disponibili e che è stata individuata la chiesa del Monastero delle Adoratrici Perpetue del Santissimo Sacramento di via Italia 37.
I fedeli interessati alla celebrazione della Messa nella forma straordinaria sono certamente più numerosi di quelli per ora raggiunti, anche perché importanti cittadine della Brianza, ancora del tutto prive della applicazione del Motu Proprio, potrebbero guardare a Monza come a una soluzione praticabile.
Per questo motivo, è importante che questa notizia sia diffusa con la massima ampiezza possibile sulla rete e sui mass media, permettendo ai fedeli di conoscerla e, se lo desiderano, di sostenerla a partire dalla Messa del 1 luglio.
Per qualunque informazione ulteriore si può scrivere a lamessadisempre@gmail.com

Nessun commento:

Posta un commento

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.