Con il sinodo sui giovani dal titolo "discernimento vocazionale" il Papa vuole arrivare a

lunedì 7 giugno 2010

Dimentichiamo la parola 'parrocchia'

In Francia, c'era già il nefario vescovo di Poitiers, mons. Rouet, che si è dato lo scopo di distruggere le parrocchie della sua diocesi (e di quelle altrui: ha anche scritto un libro per esaltare la sua esperienza), sostituendole con équipe pastorali formate da laici; un presbitero, al servizio e sotto il controllo di quei faccendieri liturgici, farebbe ogni tanto una comparsata per convalidare qualche sacramento (quelli che, per adesso, i laici non possano ancora usurpare).
L'idea sta prendendo sempre più piede e ora anche il vescovo di St. Etienne dice la sua: la parola stessa di 'parrocchia', lui la vorrebbe sopprimere, cancellare, dimenticare. E viva invece l'équipe. Tra i cui compiti principali, tiene a precisare l'episcopetto (che pur, in gioventù, appartenne alla MCJF, il gruppo giovanile lefebvriano...), ci sarà quello di mettere obbligatoriamente sotto esame quei gruppi che pregassero il rosario in latino, per verificare se tutto ciò è nutrito della Parola del Signore (e figuriamoci!). Ma tutto questo, naturalmente, 'senza criticare' e 'nella carità'. Meno sacramenti, dice il mitrato figuro, più momenti di catechesi e liturgie della Parola: tanto che per Pentecoste ai poveri fedeli ha perfino negato la Messa, preferendo intortarli con qualche prolissa paraliturgia parolaia.
Incredibile? Sapete bene che, purtroppo, è tutto vero: controlliamo scrupolosamente le fonti. Leggere dunque, per credere:


Il vescovo di Saint Etienne, Dominique Lebrun, presenta la sua esperienza originale nelle zone rurali, un misto di équipe itinerante e comunità di base.


-Lei vuole creare nelle zone rurali delle comunità di base, senza preti, che visiteranno regolarmente delle équipes itineranti. Chi le animerà?
Lo Spirito Santo! E i membri di queste comunità di base, dei cristiani battezzati e cresimati. Non penso nominare dei laici in missione, come nella diocesi di Poitiers, l`importante è il legame sacramentale. Questo contatto sarà assicurato da un gruppo itinerante di persone, preti, diaconi, laici, con mandato del Vescovo.

-Il sistema parrocchiale è obsoleto?
La difficoltà del sistema è l`esigenza di un quota di sacerdoti. In una zona di missione possono esserci sei preti o due. Vorrei dimenticare la parola "parrocchia" e pensare " terra di missione". Oggi non ne ho il diritto. Sono andato in Vaticano, il marzo scorso, per porre la domanda al Consiglio per l`interpretazioine dei testi legislativi. I responsabili mi hanno detto di capire la richiesta. Loro stessi stanno studiando come far vivere le parrocchie altrimenti. Per il momento non prevedono di sopprimerle.
[...]
Ogni équipe itinerante si occuperebbe di diverse comunità locali. Avrà due funzioni principali: confortare la piccola comunità e aiutarla ad andare verso gli altri. La mia preoccupazione è che questi esperimenti - due zone di missione che cominciano la loro esperienza in settembre - non siano isolate ma supportate dall'insieme della diocesi. Non so ancora se le comunità sono pronte. Raggrupperemo i matrimoni, i battesimi. Auspico che le comunità si riuniscano una volta alla settimana, senza aspettare l`alternativa futura fra la messa a 30 km o l`assenza di eucaristia. Devono inventare, senza aspettare un piano dal vescovo. Insisto su due pilastri: la preghiera con la Parola e la carità. Ciò può farsi presso una persona o in chiesa, un giovedì o una domenica, con i salmi o con il Vangelo della domenica.
Le équipe itineranti saranno presenti per condividere il vangelo, rispondere alle domancde, controllare cò che viene fatto.
Con uno un spirito molto largo. Se una comunità ama dire il rosario in latino, l'équipe non la criticherà. Ma domanderà se questa preghiera è nutrita dalla Parola del Signore. Ciò è obbligatorio. Come la preoccupazione della carità. I gruppi, come quello di Azione cattolica, hanno un'esperienza delle comunità di base, più che i laici in missione.
[..]
- L'attesa di un prete non genera frustazioni?
Molta gente va alla messa solo quando si svolge davanti casa loro. Aspettano anche qualcos'altro che la Messa. Altrimenti farebbero i 30 km necessari, ogni domenica. Credo che dobbiamo amplificare le nostre proposte catecumenali e diminuire la nostra offerta sacramentale. Ma non tutti i vescovi pensano la stessa cosa. Non si sono tirate le conclusioni del Concilio, nella rimessa a nuovo dell'iniziazione cristiana.
A Pentecoste ho fatto una riunione diocesana senza Eucaristia. Ho presieduto una celebrazione della Parola, amplificando lo spazio catecumenale, nel quale ognuno si sente invitato. Ho preferito fare in quel modo piuttosto che celebrare davanti a persone che non sono pronte.


Fonte: Témoignage Chrétien

212 commenti:

  1. Non so dove abbia studiato teologia l'eccellenza: forse alla CEPU. Chi abbia fatto gli studi teologici curriculari sa bene che "parrocchia" significa essere forestieri, pellegrini. E se la Chiesa militante è, per diritto divino, pellegrina verso il Regno dei Cieli, anche la parrocchia lo è! Mi dispiace che il prurito di novità a tutti i costi contagi sempre più chi dovrebbe essere il garante della traditio! Non è obbligatorio essere cattolico, ma chi vuole esserlo deve accettare il "pacchetto tutto intero", compresa anche la sana dotttrina!
    Parola di Dio, Sacramenti, Sacra Gerarchia, obbedienza piena e assoluta al Papa!
    Quando il Signore chiamerà a sé questo Vescovo, vorrei conoscere quale suffragio gli verrà da una riunione o da una bella discussione!
    Io desidero, per me, Messe, Rosari, Via Crucis e tutto quanto la Chiesa di sempre mette nelle nostre mani per suffragare le anime del Purgatorio (o forse nella fede attuale è scomparso anche quello?)!

    RispondiElimina
  2. Non so dove abbia studiato teologia l'eccellenza: forse alla CEPU. Chi abbia fatto gli studi teologici curriculari sa bene che "parrocchia" significa essere forestieri, pellegrini. E se la Chiesa militante è, per diritto divino, pellegrina verso il Regno dei Cieli, anche la parrocchia lo è! Mi dispiace che il prurito di novità a tutti i costi contagi sempre più chi dovrebbe essere il garante della traditio! Non è obbligatorio essere cattolico, ma chi vuole esserlo deve accettare il "pacchetto tutto intero", compresa anche la sana dotttrina!
    Parola di Dio, Sacramenti, Sacra Gerarchia, obbedienza piena e assoluta al Papa!
    Quando il Signore chiamerà a sé questo Vescovo, vorrei conoscere quale suffragio gli verrà da una riunione o da una bella discussione!
    Io desidero, per me, Messe, Rosari, Via Crucis e tutto quanto la Chiesa di sempre mette nelle nostre mani per suffragare le anime del Purgatorio (o forse nella fede attuale è scomparso anche quello?)!

    RispondiElimina
  3. Giovan Maria Catalan Belmonte7 giugno 2010 07:49

    C'è una cosa che non capisco, e mi pare molto ambigua: equipes itineranti, laici mandati in missione, impegno catecumenale. Ho letto questi termini. Stiamo parlando di un vescovo cattolico, che agisce nella Chiesa cattolica, oppure stiamo parlando della setta neocatecumenale (dato che quelle sono le loro categorie ecclesiali)?

    Nel primo caso vorrebbe dire che la religione cattolica si è trasformata nella religione neocatecumenale (che è il contrario della fede di Trento). Nel secondo caso, vorrebbe dire che il tumore ha diffuso le metastasi fino a distruggere diocesi e province ecclesiastiche.

    RispondiElimina
  4. Beh, anche la diocesi di Casale Monferrato sta marciando velocemente verso le "unità pastorali"...

    RispondiElimina
  5. DANTE PASTORELLI7 giugno 2010 08:10

    Meno offerta sacramentale: significa meno santificazione, meno salvezza. Ecco un vescovo da deporre immediatamente e inviare in monastero a riflettere sul male che si propone di fare alle anime.
    Poi, non ho capito perché formare equipe itineranti: non si possono scegliere in loco persone un po' melglio preparate? Ad esser più preparate di queste equipe tuttofare ci vuol molto poco: basta saper recitare il rosario, anche in italiano.

    RispondiElimina
  6. Caro Dante,
    il rosario è roba da vecchiette... inoltre  la Rivelazione Apostolica è diventata (lo leggo nell'ultima di copertina dell'opera di un "teologo" neocat diffusa alla paoline) "<span>una sintesi orignale della totalità del cristianesimo, vi sono alcune intuizioni fondamentali: l'annuncio della risurrezione di Gesù Cristo quale senso della nostra croce, la riscoperta del battesimo come meta, il catecumenato come cammino di conversione e di fede. Gli iniziatori sono persuasi di avere ricevuto da Dio un carisma per tutta la Chiesa..." </span>
    Siamo davvero di fronte ad una identità "altra" che diventa sempre più inquietante per chi ne conosce dal di dentro i risvolti settari, sincretistici e inesorabilmente giudaizzanti con punte avanzate di protestantesimo e non si riesce a capire come li si consideri cattolici. Forse in nome della nefasta 'inclusività', così ben individuata da Mons. Gherardini...

    Capite che se lo dicono da soli di essere "una sintesi originale del cristianesimo"??? Vi rendete conto che significa riconoscere apertamente ed ufficialmente quel che andiamo denunciando da anni e cioè che si tratta di un'ALTRA rivelazione, di un vero e proprio messianismo, dove di Cristo c'è solo il nome e la figura sfigurata???

    RispondiElimina
  7. e "la riscoperta del battesimo come meta", non vi dice nulla? Fa il paio con la "ratifica" del battesimo richiesta nella diocesi di Campobasso ormai totalmente nelle loro mani, come purtroppo tante altre...
    Cosa c'è da 'ratificare' nel battesimo, che imprime un carattere indelebile? Tutt'al più sarà necessario imparare a viverlo con sempre maggior consapevolezza e fedeltà: ma per questo sono più che sufficienti i sacramenti bene amministrati, una Santa e Divina Liturgia, una preghiera autentica e fedele, la frequentazione della Scrittura ttraverso una autentica Lectio, ecc., periodicamente esercizi spirituali ben guidati (da sacerdoti)... non c'è bisogno di 'testimoni laici' che sono i ripetitori acritici di iniziatori totipotenti che poi ti fanno 'ratificare' quel che hai ricevuto da loro: questo è il battesimo neocatecumenale...

    RispondiElimina
  8. Meno offerta sacramentale, meno S. Messe, spesso sostituite da Liturgie della Parola, significa espellere alla pratica della fede e soprattutto dalla Chiesa il Sacrificio di Cristo ri-presentato al Padre, l'unica vera ed efficace fonte di Redenzione per l'uomo di ogni tempo

    RispondiElimina
  9. <span><span>A Pentecoste ho fatto una riunione diocesana senza Eucaristia. Ho presieduto una celebrazione della Parola, amplificando lo spazio catecumenale, nel quale ognuno si sente invitato. Ho preferito fare in quel modo piuttosto che celebrare davanti a persone che non sono pronte.  </span></span>

    Se ci sono persone "non pronte", la responsabilità non è di chi non le evangelizza? Illustrare, col cuore acceso dalla fede, e celebrare una VERA Messa, cos'è, se non il culmine dell'evangelizzazione?

    RispondiElimina
  10. se il vescovo dubita che il Rosario recitato in latino possa non essere intriso della Parola di Dio significa mettersi in luce come vescovo ignorante emerito

    RispondiElimina
  11. Nobis quoque peccatoribus7 giugno 2010 08:56

    <span>Credo che dobbiamo amplificare le nostre proposte catecumenali e diminuire la nostra offerta sacramentale</span>.


    Ecco cosa realmente li preoccupa:l'offerta sacramentale.

    FdS

    RispondiElimina
  12. A PASSI DA GIGANTE VERSO
                                 L'ABOMINIO DELLA DESOLAZIONE:  CANCELLAZIONE PROGRESSIVA
    DEL SANTO SACRIFICIO  DELL'ALTARE    !!

    RispondiElimina
  13. Sono basita!! Quando leggo certe cose o le ascolto, credetemi, mi scendono le lacrime e penso che non riuscirò mai più a vedere la Chiesa vera e autentica :'(
    Quello che stanno facendo della Chiesa è uno scempio inarrestabile.
    Prego Dio e spero che venga presto in nostro aiuto

    RispondiElimina
  14. ....ma il tutto con un VOLTO AFFABILE E RASSICURANTE:
                           quello che dice a tutti: 
    <span>"Ogni équipe itinerante .....Avrà due funzioni principali: </span>
    <span>confortare la piccola comunità e aiutarla ad andare verso gli altri."</span>
    ovvero:
                                           NOI = EQUIPE
                                    VI   CONFORTEREMO, PICCOLA COMUNITA'  !
                           NON TEMETE  ! ABBIATE FIDUCIA IN NOI, CHE VI AIUTEREMO AD

                                           <span>andare verso gli altri.  !!!<span> </span></span>

    RispondiElimina
  15. <span>....ma il tutto con un VOLTO AFFABILE E RASSICURANTE:  
                           quello che dice a tutti:   
    <span>"Ogni équipe itinerante .....Avrà due funzioni principali: </span> 
    <span>confortare la piccola comunità e aiutarla ad andare verso gli altri."</span>  
    ovvero:  
                                       NOI = EQUIPE  
                    TI   CONFORTEREMO, PICCOLA COMUNITA'  !  
          NON TEMETE  ! ABBIATE FIDUCIA IN NOI, CHE VI AIUTEREMO AD  </span>

    <span>                                 andare verso gli altri.  !!! 
     </span>

    RispondiElimina
  16. Che Dio mi perdoni i brutti pensieri, ma sta cosa sa molto di NEOCATECUMENALE....anch'essi infatti aborrono il termine di parrocchia e avanzano con l'equipe, per esempio, dei l'equipe dei CATECHISTI... delle "piccole comunità".... essi infatti non si identificano CON UNA Parrocchia, ma la sfruttano come fa il Cuculo... essi non si sentono parrocchia, ma "comunità NC" una comunità GESTITA DALL'EQUIPE  di catechisti e non dal parroco....

    RispondiElimina
  17. NON PIU' DUNQUE 
                       Gesù Cristo Figlio di Dio Salvatore che dice agli uomini di tutti i tempi:

                                "Venite a me voi tutti, che siete affaticati e stanchi: io vi ristorerò!"

    NON   PIU'   DOVREMO ASCOLTARE QUELL'INVITO SOAVE E DIVINO
                                     Venite a Me, che sono Dio e posso ristorare
                                                       le anime vostre che ho creato e salvo
                                           e  ricolmerò di gioia, pace e Grazia per/con la Vita Eterna....

                                                      NON  PIU'   !.....

    ECCO CHE GIUNGE l'ora dell'uomo-comunità  che si fa dio
                     e mostrando se stesso agli altri uomini,
    promette pace e ristoro indicando
                              la sola  meta a cui tendere e guardare, da oggi e per gli anni a venire:

                                                     <span>andare verso gli altri.  !!!   </span>
    NON PIU' SIGNORE, NON PIU' CI DIRANNO I TUOI MINISTRI
                          che ci vogliono portare verso di Te, nostro Dio e Salvatore,
    Unica nostra speranza, non più ci vogliiono indicare TE come VIA. VERITA'. VITA,
    che dài la vita in abbondanza,
                     ma l'uomo si mostra come "dio-comunità", dispensatore di vita e conforto
    per gli uomini stanchi, che nella loro anima sentono fame e sete del Dio vivente e gemono
        cercando per ogni dove
                                PAROLE DI VITA ETERNA E NON SANNO PIU' DOVE TROVARLE  !

    RispondiElimina
  18. <span>NON PIU' DUNQUE   
                       Gesù Cristo Figlio di Dio Salvatore che dice agli uomini di tutti i tempi:  
     
                                "Venite a me voi tutti, che siete affaticati e stanchi: io vi ristorerò!"  
     
    NON   PIU'   DOVREMO ASCOLTARE QUELL'INVITO SOAVE E DIVINO  
                                     Venite a Me, che sono Dio e posso ristorare  
                                                       le anime vostre che ho creato e salvo  
                                  e che ricolmerò di gioia, pace e Grazia per/con la Vita Eterna....  
     
                                                      NON  PIU'   !.....  
     
    ECCO CHE GIUNGE l'ora dell'uomo-comunità  che si fa dio  
                     e mostrando se stesso agli altri uomini,  
    promette pace e ristoro indicando  
                la sola  meta a cui tendere e guardare, da oggi e per gli anni a venire:  
     
                                                     <span>andare verso gli altri.  !!!   </span>  
    NON PIU' SIGNORE, NON PIU' CI DIRANNO I TUOI MINISTRI  
                          che ci vogliono portare verso di Te, nostro Dio e Salvatore,  
    Unica nostra Speranza ! non più ci vorranno indicare TE come VIA,  VERITA',  VITA,  
    che dài la vita in abbondanza,  
                     ma l'uomo ormai si mostra a tutti come "dio-comunità", dispensatore di vita e sapienza e conforto  per gli uomini stanchi, che nella loro anima sentono fame e sete del Dio vivente e gemono  .....
        cercando per ogni dove  
                                PAROLE DI VITA ETERNA E NON SANNO PIU' DOVE TROVARLE  !</span>

    RispondiElimina
  19. è semplicemente il preludio chiaro e inequivocabile dell'avvento dell'ANTICRISTO   !

    RispondiElimina
  20. Ora basta è venuto il momento che a Roma  qualcuno assesti qualche calcio nel sedere a questi Buon pensanti e li oblighi a terminare i loro giorni in qualche monastero cistercense affinchè imparino la regola aurea del silenzio .

    RispondiElimina
  21. Ariodante Dalla7 giugno 2010 09:50

    Mia sorella vive in un paesino di circa 200 abitanti del Piemonte ed è cattolica romana.
    Da oltre dieci anni non vi è più un parroco residente (da quando è morto in odore di santità il precedente che aveva retto la parrocchia per trent'anni circa). Vi è stato un periodo in cui le funzioni venivano svolte, per quanto possibile, da un Diacono che serviva altri paesini, pure senza Sacerdote.
    Vi sarebbe almeno un candidato al sacerdozio, persona veramente valida e capace, cattolica di provata fede, due lauree (scienze politiche e filosofia + quasi baccellierato in Teologia in quanto ex seminarista), ex dirigente d'azienda ora in pensione, residente in zona ma...ha un piccolo "difetto": ha contratto matrimonio concordatario 38 anni or sono e quindi...non può essere ordinato!!!
    Meglio lasciare senza assistenza spirituale alcuna tutta questa gente anzichè ordinare uomini sposati?
    Credo che questa situazione sia comune a moltissimi altri territori

    RispondiElimina
  22. Sig. Giovanni, Lei crede proprio che preti Vescovi e Papa si siano talmente corrotti da non discernere il bene dal male? io credo prioprio di no, la "setta" come lei la descrive porta ad una nuova conoscenza di Gesù, di un Gesù personale amico, fratello, molto diverso dalla fede rappresentato dalla varie sante del tempo con un Gesù pronto a castigare l'umanità! e poi è foriera di riconciliazione, basti pensare a come hanno instaurato rapporti di amicizia e di mutuo scambio spirituale con i fratelli ebrei! Il Papa ci ama, i vescovi ci chiamano nelle Diocesi per l'evangelizzazione, i sacerdoti entrano anchessi "in cammino" con le loro comunità! Insomma Trento è passato, guardiamo al futuro, il nostro Dio ci incoraggia a proseguire affinche tutto il mondo cristaino riscopra e conosca finalmente il vero volto di Cristo.

    RispondiElimina
  23. Sua Eccellenza dovrebbe molto meditare sull'argomento, al limite assidendosi sul "trono delle riflessioni" come usa fare James Bond. A fornire la carta igienica provvederei io.....

    RispondiElimina
  24. Diciamolo pure: tutte le volte siamo portati ad indorare la pillola, ma la situazione presente non lo permette. La Madonna ci ha ben avvertito a la Salette! Questi vescovastri qui non sono pochi e inascoltati, ricoprono posizioni di certo peso e godono dell'appoggio dei mass-media e dei catto-progressisti. Fino a quando il Santo Padre non reagirà con decisione e severità sarà questo marasma. Le scomuniche per eresia mancano da troppo tempo l'ultima si è abbattuta su chi, in realtà, tentava di difendere -magari in maniera inusitata- l'ortodossio [Mons.Lefebvre]. Non è accettabile che un vescovo di Roma possa permettersi tali dichiarazioni. Quanti martiri sono morti per l'edificazione della Chiesa al tempo dei pagani! Mi sembra proprio che si stia tornando al paganesimo, altro che!
    Non dimentichiamoci, poi, ciò che disse Cristo Gesù: che la vera sapienza è dei piccoli, non dei dotti. Questi esperti di pastorale, di sociologia, di comunicazione [ma che non sanno celebrar messa, ogni volta non ci capiscon nulla e fanno un mare di pastrocchi] non sono forse i dotti? Anche il fedele più blando nelle pratiche devozionali inorridisce dinanzi alla prospettiva di perdere il prete e trovare una Comune/un Soviet all'ombra del campanile. Se ho voglia di parlare vo dal mio sacerdote, non dal primo venuto: e se il primo venuto cominciasse a parlarmi di scrittura in certo modo, allora saremo diventati Testimoni di Ge[n]ova!
    Di fronte alla crisi profonda che sta colpendo la Chiesa bisogna solo pregare perchè Iddio mandi i suoi Arcangeli a far piazza pulita. Non se ne può più!

    RispondiElimina
  25. S,ì senza dubbio, il mondo cattolico attendeva con ansia e impazienza il cammino neocatecumenale per finalmente conoscere il vero volto di Gesù...finalmente è arrivato Kik Arguello per farci riscoprire il vero volto di Nostro Signorde Gesù Cristo!
    Mi domando come ha fatto la Chiesa a sopravivere fino ad oggi senza di lui, chissà che volto conoscevano, adoravano i nostri Santi e tutti i credenti che ci hanno preceduti.Ma per favore!
    Mettete un freno alla vostra superbia e arroganza !

    RispondiElimina
  26. <span>Sì, senza dubbio, il mondo cattolico attendeva con ansia e impazienza il cammino neocatecumenale per finalmente conoscere il vero volto di Gesù...sì, finalmente è arrivato Kiko Arguello per farci riscoprire il vero volto di Nostro Signore Gesù Cristo !      
    </span>
    <span></span><span></span><span>Mi domando come ha fatto la Chiesa a sopravvivere fino ad oggi senza di lui, chissà che volto conoscevano, adoravano i nostri Santi e tutti i credenti che ci hanno preceduti. Ma per favore! 
    Mettete un freno alla vostra superbia e arroganza !</span>

    RispondiElimina
  27. <span><span>Sì, senza dubbio, il mondo cattolico attendeva con ansia e impazienza il cammino neocatecumenale per finalmente conoscere il vero volto di Gesù...sì, finalmente è arrivato Kiko Arguello per farci riscoprire il vero volto di Nostro Signore Gesù Cristo !        
    </span><span>Mi domando come ha fatto la Chiesa a sopravvivere fino ad oggi senza di lui, chissà che volto conoscevano, adoravano i nostri Santi e tutti i credenti che ci hanno preceduti. Ma per favore!  
    Mettete un freno alla vostra superbia e arroganza !</span></span>

    RispondiElimina
  28. ...ebbene sì, questo si chiama "neo-arianesimo" ovvero negare a divinità di Gesù, paragonandolo non piu' al figlio di Dio ma ad un amicone, ad un fratello molto umano...ovvero si sta negando Dio proprio come i testimoni di geova.

    RispondiElimina
  29. Nella nostra diocesi di Brescia dopo aver distrutto il catechismo e messa la celebrazione della Cresima con quella della Prima Comunione nello stesso giorno e nella stessa celebrazione  ,ri-precettato il lunghissimo cammino di preparazione al Battesimo che scoraggerebbe chiunque ma non i dotti e iniziati laici impegnati di cui la nostra diocesi è assai ricca ,adesso tutti sul carro delle unità pastorali....è la morte della parrocchia è la morte della vita cristiana,....e di solito Brescia è un modello,prepariamoci,poveri noi.

    RispondiElimina
  30. Mi domando, superbi e arroganti? siamo semplicemente quello che siamo, non facciamo del male a nessuno, stiamo con il Papa, ci chiamano i parroci, facciamo fare i figli agli italiani, ci sono vocazioni religiose e sacerdotali sempre più in aumento, abbiamo OTTIMI rapporti con i Vescovi, quando entriamo in parrocchia i migliori parrocchaini entrano subito in cammino, cerchiamo di andare d'accordo con la restante parte, se occorre siamo gli unici che si mettono le mani in tasca per aiutare il parroco a pagare le bollette. Siamo gli unici che parliano nelle parrocchie dell'inferno e del paradiso, di diavolo e di santi. I nostri preti e i nostri catechiesti mangiano pane e catechismo della Chiesa Cattolica! Certo di mele marce ne abbiama pure noi... chi l'ha mai negato? ma se guardiamo di fuori da noi non mi pare di vedere niente di meglio.

    Insomma quale è la nostra colpa! Siete solo dei farisei invidiosi!

    Io credo che ci sian solo tanta e tanta INVIDIA!

    RispondiElimina
  31. <span>Mi domando, superbi e arroganti? siamo semplicemente quello che siamo, non facciamo del male a nessuno, stiamo con il Papa, ci chiamano i parroci, facciamo fare i figli agli italiani, ci sono vocazioni religiose e sacerdotali sempre più in aumento, abbiamo OTTIMI rapporti con i Vescovi, quando entriamo in parrocchia i migliori parrocchaini entrano subito in cammino, cerchiamo di andare d'accordo con la restante parte, se occorre siamo gli unici che si mettono le mani in tasca per aiutare il parroco a pagare le bollette. Siamo gli unici che parliano nelle parrocchie dell'inferno e del paradiso, di diavolo e di santi. I nostri preti e i nostri catechiesti mangiano pane e catechismo della Chiesa Cattolica! Certo di mele marce ne abbiama pure noi... chi l'ha mai negato? ma se guardiamo di fuori da noi non mi pare di vedere niente di meglio.  
     
    Insomma quale è la nostra colpa! Siete solo dei farisei invidiosi! 
    </span>

    RispondiElimina
  32. Preghiamo Dio affinchè ci dia buoni e santi Sacerdoti, che di vescovi ne abbiamo anche troppi!

    RispondiElimina
  33. <span>dobbiamo amplificare le nostre proposte catecumenali e diminuire la nostra offerta sacramentale</span>
    <span></span>
    <span>Ho preferito fare in quel modo piuttosto che celebrare davanti a persone che non sono pronte.</span>
    <span></span>
    C'è un margine di verità in queste parole.
    Servano agli stessi pastori ad aprire gli occhi: non ci sono più - o sono pochissimi - nelle diocesi i cristiani veramente maturi nella fede cattolica. Continuiamo a sfornare sacramenti a tutta birra a fedeli che non li capiscono, lontani, che li strumentalizzano come occasione di festa pagana...
    A quale pro continuare una prassi sacramentale così come è impostata in un contesto in cui le cose più sante, le perle sacramentali, non sono capite...sono date a "porci"?
    Le prime comunità cristiane erano certamente più serie.
    Il contesto post cristiano non ci permette più di pensare in modo "tradizionale" se non negli ambienti tradizionali. Lì si che funziona fare le cose che la chiesa ha sempre fatto. Ma altrove? Come rendere più seria la vita ecclesiale cercando di mantenersi fedeli alla fede senza scadere in un protestantesimo vissuto inconsapevolmente?
    Sono sfide attuali, che forse, in fondo, i vescovi pecepiscono.

    RispondiElimina
  34. in questo caso ben vengano preti uxorati...che poi si impegnino ad una scela casta...e a un sacerdozio serio. Oggi sarebbe possibile per questi viri probati (?) vivere un sacerdozio...cattolico?
    allora meglio lasciare senza.....il Signore manterrà viva la fede per vie a lui solo conosciute.

    RispondiElimina
  35. Certo, nessuno nega che ci siano aspetti buoni nel cammino, e che bisogna valutare anche tra diverse realtà locali... però è anche vero che ci sono elementi inaccettabili; anche il solo fatto che tu ti firmi come "basta Trento" è un sintomo... ma sì, questo è un problema che riguarda anche tutta la CC.

    RispondiElimina
  36. Il prete di Thiberville ce l'ha fatta in quattro e quattr'otto: è bastato ripristinare quello che la Chiesa ha sempre fatto. Risultato? Cacciamolo a pedate!

    RispondiElimina
  37. basta TRENTO, vuoi dirmi perchè non celebrate la Messa N.O. ma una vostra Messa, spesso riservata? Perchè per tanti anni i vostri catechisti hanno ricevuto (e così vi hanno insegnato) la Comunione stando seduti? Perchè rifiutate la Confessione auricolare? Perchè quando uno entra nel Cammino è caldamente invitato a disfarsi dei propri averi dononandoli (ma guarda un po'!) al Movimento?

    RispondiElimina
  38. Meglio ripristinare la Tradizione, e aver preti in sovrappiù come una volta!

    RispondiElimina
  39. Caro Pio, a soli 50 km da Brescia,nella cittadina di Goito ( MN ) straziata dall'unità pastorale che ha accorpato 4 parrocchie in una, i frutti già si vedono e toccano con mano. Rendendo la comunità cristiana priva di identità ( poichè si cerca di fare attività ragruppate, svuotate di quelle devozioni secolari che da sempre caratterizzavano ogni singola parrocchia, e creando "attività" standard, applicabili ad un qualunque paese d'Italia) ecco i frutti avariati di questa decisione calata dall'alto. Frequentazione alle celebrazioni religiose precipitata dal 78% del 2008 al 30% del 2010.
    ATTENZIONE PERO' : I fedeli non hanno smesso di credere, hanno semplicemente "migrato" in altre parrocchie non ancora brutalizzate dalla "riforma".

    RispondiElimina
  40. Risposta: Tradizione. Ammettere che il fallimento è dovuto al CV2 e ridiscuterlo... punto.

    RispondiElimina
  41. Dimenticare la parola parrocchia?
    Bene.

    Sono d'accordo, ma a patto di dimenticare anche le cretinaggino neomoderniste.

    Sono notizie provenienti dalla Francia.
    Bene, l'esempio fulgido di Thiberville non interessa a questi vescovi?
    Una parrocchia come Thiberville (per la verità mi pare che sia una parrocchia comprendente più chiese e più comunità) dove un solo prete riempie tutte le chiese a tutte le messe non interessa? Anche solo come curiosità?
    Non interessa?
    No, non interessa.
    A questi vescovi interessa progettare cose nuove da dare poi in appalto allo Spirito Santo.

    E se allo Spirito Santo di operare con meno sacramenti non interessa?
    In fin dei conti ciò è molto probabile visto che è Lui ad aver istituito i Sacramenti; e li ha istituiti perché venissero usati non perché venissero accantonati.

    Dai neomodernisti, liberaci o Signore.
    Dai vescovi neomodernisti, liberaci o Signore.
    Dai preti neomodernisti, liberaci o Signore.

    RispondiElimina
  42. infatti il vescovo di Brescia con molti suoi fedeli è fotografato sul sito della "Chiesa Cattolica di Antiochia", in Turchia, costituita da 4 comunità neo-catecumenali, meta di pellegrinaggi da tutto il mondo

    RispondiElimina
  43. anche dalle mie parti molti fedeli hanno migrato e migrano in altre parrocchie. Il problema è che le parrocchie "sane" vanno sempre più diradandosi perché a nessuno interessa questo scempio, che forse non è visto come tale perché sanno ben sbandierare i 'frutti' apparenti...

    RispondiElimina
  44. Difatti la chiesa Anglicana abbonda di sacerdoti, suvvia!

    RispondiElimina
  45. Nobis quoque peccatoribus7 giugno 2010 12:04

    Certi Vescovi non invierebbero i sacerdoti alle odiate parrocchie anche se fossero disponibli. il programma e' la desacramentalizzazione e la dissacrazione.
    Il modello che ci si para davanti se non il protestantesimo dichiarato e' il CNC. Praticamente l'abominio della desolazione.
    FdS

    RispondiElimina
  46. DANTE PASTORELLI7 giugno 2010 12:12

    Non ho ben capito: il Vangelo si riduce a solo due intuizioni. Il Battesimo come meta: dunque, il bambino non va battezzato perchè incapace di intraprendere il "cammino" necoat. Dunque negazione del Limbo, che non è più neppure semplice ipotesi teologica alla Ratzinger, ma solo favola.

    RispondiElimina
  47. DANTE PASTORELLI7 giugno 2010 12:13

    Ma forse non son pronte per queste farse.

    RispondiElimina
  48. DANTE PASTORELLI7 giugno 2010 12:24

    Nel paesino di campagna-ancor non montagna, dove mi rifugio soprattutto in estate (una trentina di anime), la Messa si celebra una volta al mese. Le altre domeniche i fedeli si recano nei paesi vicini, a due o tre km. Chi non ci va, mentre scende a comprarsi il gelato e a far colazione, o andar al ristorante, o a giocare a tennis o andar in piscina, per non parlar del mare, s'arramgi. Gl'impediti non potrebbero neppure recarsi nella chiesa del paesino. Così i fedeli del paesino della sorella di Ariodante, alzino le stanche membra e vadano a Messa.

    RispondiElimina
  49. DANTE PASTORELLI7 giugno 2010 12:26

    Anche a Borgo a Mozzano, solo unità pastorale. E' la politica della deficitaria, da decenni, curia lucchese.

    RispondiElimina
  50. Filippo Burighel7 giugno 2010 12:26

    Alla base dell'idea di eliminare le parrocchie c'è la stessa logica presente nell'eutanasia: il corpo (la parrocchia) soffre a causa di una malattia (scristianizzazione a causa della secolarizzazione imperante), invece di sofforzarsi di curarlo nel modo corretto (annunciare SERIAMENTE del Vangelo, amministrare DEGNAMENTE dei Sacramenti, guida del popolo di Dio secondo l'AUTENTICA dottrina della Chiesa) si decide di sopprimerlo in nome della più totale ipocrisia.

    RispondiElimina
  51. DANTE PASTORELLI7 giugno 2010 12:30

    Io parlo delle realtà che conosco: durante la settiimana i due preti di Borgo a Mozzano (più un vecchio ma ancor lucido francescano) cosa fanno? perché non vanno a dir messa nei vari paesi? Perché non vanno a trovar vecchi e malati? Perché non vanno ad educare i bambini?

    RispondiElimina
  52. DANTE PASTORELLI7 giugno 2010 12:34

    Non movimento, Ale: li fai arrabbiare, perché è un cammino.

    RispondiElimina
  53. Stiamo attenti:

    il numero dei sacerdoti oggi, sensibilmente diminuito rispetto a qualche decennio fa, spesso  non consente più di mantenere le stesse parrocchie di una volta.

    Quindi non possiamo fare ceri discorsi.
    La comodità di avere un prete e una messa sotto casa per molti è un ricordo.

    Però se prendiamo l'auto e facciamo chilometri per raggiungere il centro commerciale, se facciamo chilometri per il lavoro o per lo svago, facciamoli pure, se necessario, per la messa.

    A volte invece si ha l'impressione che per la messa non si voglia fare nessun sacrificio.
    Conosco persone che ogni giorno si fanno anche 10 o 20 chilometri per poter avere la messa quotidiana.

    Questo naturalmente non giustifica il minestrone che voglion fare certi vescovi.


    Una intuizione del Vaticano II è stata lasciata lettera morta ed è tuttora ignorata: redistribuire con un criterio più razionale il clero.


    Ogni diocesi dovrebbe segnalare alla Cei se ha preti in più oppure se invece necessita di preti.
    Così si incontrerebbe la "domanda" con l'"offerta".

    E una diocesi con qualche prete in più potrebbe "prestarlo" alla diocesi vicina che ne ha bisogno.
    Invece ogni diocesi continua a vivere isolata.

    Un'altra cosa ancora:

    perchè mandare in "pensione" preti ancora nel pieno possesso delle loro forze, solo perché han compiuto 75 anni?

    Peché mandare in pensione i vescovi a 75 anni anche se sono in piena salute?

    Tra l'altro lo stesso Benedetto XVI ha sottolineato il problema del numero altissimo di vescovi ormai emeriti pur se in ottima o comunque buona salute.

    Se un papa può governar la Chiesa a 83 anni, perché non può governare una diocesi un vescovo con gli stessi anni?

    La norma dei 75 anni deve essere rivista.

    RispondiElimina
  54. Complimenti per lo spot pro cammino, peccato che la realtà sia leggermente differente.
    I vostri rapporti con i vescovi sono ottimi se e quando non vi ostacolano, non si mettono di traverso, in caso contrario il cammino chiude e se ne va altrove, perchè niente e nessuno puù arrestare la marcia in avanti del cammino nc, nessuno può modificare una virgola al progetto, alla struttura voluta  da Kiko Arguello.
    Poi è vero che molti vescovi ,incuranti della loro ignoranza dei testi catechetici del cammino, o peggio ancora conoscendoli, incuranti della "liturgia" celebrata secondo il modo neocat, aprono grandi le loro porte al cammino nc, affidano loro parrocchie e  catechesi, con la conseguenza che la pastorale diventa una pastorale neocat, come a Campobasso, e poco importa che i fedeli saranno iniziati con prassi non conformi a quelle cattoliche.
    Bella poi questa frase:
    "quando entriamo in parrocchia i migliori parrocchaini entrano subito in cammino, cerchiamo di andare d'accordo con la restante parte".
    Penso sia inutile commentare!  Insomma i migliori entrano in cammino, con gli altri, i famosi cristiani della domenica ,con quelli che non siete riusciti ad assorbire, i cammino nc-resistenti, cercate di andare d`accordo....è senza dubbio consapevole della vostra non colalborazione che Benedetto XVI vi ha rivolto un forte richiamo nel gennaio 2009, richiamo restato inascoltato, ma non è la prima vlta , non avete nemmeno obbedito alle sue prescrizioni, perchè obbedireste a dei semplici richiami?

    RispondiElimina
  55. Antonello, condivido tutto quanto hai scritto: non solo deve essere rivista la regola del pensionamento al compimento del 75° anno per i parroci e i preti ma anche quella per i cardinali che, deciso da Paolo VI magistero ordinario FALLIBILISSIMO), al suonar degli 80 anni lo Spirito Santo non li assiste più e pertanto non possono entrare in conclave

    RispondiElimina
  56. <span>Complimenti per lo spot pro cammino, peccato che la realtà sia leggermente differente.  
    I vostri rapporti con i vescovi sono ottimi se e quando non vi ostacolano, non si mettono di traverso, in caso contrario il cammino nc chiude e se ne va altrove, perchè niente e nessuno può arrestare la marcia in avanti del cammino nc, nessuno può modificare una virgola al progetto, alle prassi, alla struttura, voluti da Kiko Arguello.  
    Poi è vero che molti vescovi, incuranti della loro ignoranza dei testi catechetici del cammino, o peggio ancora conoscendoli, incuranti della "liturgia" celebrata secondo il modo neocat, aprono grandi le loro porte al cammino nc, affidano loro parrocchie e catechesi, con la conseguenza che la pastorale diventa una pastorale neocat, come a Campobasso, e poco importa che i fedeli saranno iniziati con prassi non conformi a quelle cattoliche.  
    Bella poi questa frase:  
    "quando entriamo in parrocchia i migliori parrocchaini entrano subito in cammino, cerchiamo di andare d'accordo con la restante parte".  
    Penso sia inutile commentare!  Insomma i migliori entrano in cammino, con gli altri, i famosi cristiani della domenica, con quelli che non siete riusciti ad assorbire, i cammino nc-resistenti, cercate di andare d`accordo....è senza dubbio consapevole della vostra non collaborazione che Benedetto XVI vi ha rivolto un forte richiamo nel gennaio 2009, richiamo restato inascoltato, ma non è la prima volta , non avete nemmeno obbedito alle sue prescrizioni, perchè obbedireste a dei semplici richiami?</span>

    RispondiElimina
  57. DANTE PASTORELLI7 giugno 2010 13:37

    Ma chissà perché posson eletti papi.

    RispondiElimina
  58. DANTE PASTORELLI7 giugno 2010 13:37

    <span>Ma chissà perché posson esser eletti papi.</span>

    RispondiElimina
  59. Monsignor Lebrun ha ereditato una diocesi sinistrata, la situazione è catastrofica, come nel resto della Francia, parla come se si trovasse in una zona da rievangelizzare in toto e crede di aver trovato la soluzione dando maggiori responsabilità e potere ai laici, alle comunità di base, sorvegliate "supervisées" dalle équipes itineranti, le comunità di base dovendo far prova di inventività, ispirate e animate... da chi? Dallo Spirito Santo !
    Quando assistiamo alle derive, bricolages e invenzioni tutte suscitate dallo Spirito Santo secondo i loro autori, possiamo temere il peggio.
    Niente poi mi sembra poter giustificare la soppressione della Santa Messa, perchè le persone non sarebbero pronte! I meriti di uan celebrazione della Parola sarebbero superiori a quelli che ci vengono dalla Santa Eucaristia anche per delle persone che non sarebbero "pronte"?
    Mons. Lebrun sembra anche essere favorevole a quelle celebrazioni per i funerali senza Messa, perchè la gente vuole che la cerimonia sia semplice con solo dei bei testi e parole di vita...è fiducioso perchè, pur ringraziando per la "bella messa" non domandano l`Eucaristia !?!
    Una parola anche sulla responsabilità del sacerdote ridotto in questo progetto ad essere un membro dell`équipe intinerante ma niente di più, uno fra gli altri, l`attenzione sembra esser concentrata sui laici, poi c`è da dire che l`intervista è stata fatta al progressista Témoignage chrétien,  progressista è un termine non abbastanza forte...

    RispondiElimina
  60. Simone da Varagine7 giugno 2010 14:01

    Scusami Antonello,
    Ma a roma, con gli uffici statistici che hanno e con la sezione della segreteria di Stato proposta all'Annuario Pontificio non sanno se una diocesi ha pochi o tanti preti? Signori ....NON VOGLIONO METTERCI UNA PEZZA è QUESTA LA TRISTE E SACRILEGA REALTA'!
    Il Summorum Pontificum ci ha reso di fatto tutti potenziali biritualisti giusto? e che si chiamino istituti e sacerdoti tradizionalisti nelle diocesi più spopolate di clero! Un vom vale quanto un nom...
    QUANTE MITRIE DOVRANNO RENDERE CONTO A DIO DI TANTE PECORELLE CHE SI PERDERANNO PERCHè SENZA PASTORE
    Quanti vescovi si sono messa la coscienza sotto le suole....

    RispondiElimina
  61. Filippo Burighel7 giugno 2010 14:29

    Domanda mistica: una Messa come fa a essere bella senza Eucaristia? Ma soprattutto, come fa essere Messa? *DONT_KNOW*

    (Non una critica a Luisa, è solo una domanda retorica.)

    RispondiElimina
  62. Filippo Burighel7 giugno 2010 14:33

    Che brutta parola "biritualisti". Nessun problema con quello che esprime, sia chiaro. E' proprio la parola che è brutta. Sembra quelle invenzioni da giornalista tipo "nazi-skin", "bipartisan"...

    RispondiElimina
  63. basta TRENTO ovvero non guardiamo al passato MA SIAMO PROTESI AL FUTURO7 giugno 2010 14:35

    1. Non è messa riservata già da tempo le porte sono aperte, infatti gli amici e i curiosi posso entrare liberamente per l'Eucaristia, alcuni, non pochi, poi decidono di rimanere ma poi vengono invitati alle nuove catechesi per costituire nuove comunità. Certo come fratelli della propria comunità, si preferisce celebrare da soli, nelle risonanze (che non solo omelie) del tutto permesse da Santo Padre, e sottoscritto dalla Conferenza Episcopale Italiana, escono cose private che per ragioni di riservatezza si preferisce non dirle davati a tutti, tuttavia si accolgono tutti volentieri.

    2. Come ha spiegato Kiko, non è per non riverenza, anzi, siccome prendiamo anche il sangue di Cristo nell'unico calice (molto tradizionale direi) per paura di non versarlo si preferisce prenderlo da seduti. Ma anche questo è stato permesso dal Papa, e sottoscritto dalla Conferenza Episcopale Italiana.

    3. Non è vero! Si fanno liturgie penitenziali approvate dalla Conferenza Episcopale Italiana con confessione personale e privata con il prete.

    4. Nessuno si priva di nulla per la comunità, viene solo chiesto un contributo per le spese (molti movimenti stanno in parrocchia - senza manco pregare e andare a messa - occupano i locali senza dare una lira di rimborso spese) e ad un certo punto si chiede una decima, così come è descritto in atti, come impegno concreto di appartenenza alla Chiesa, e il tutto viene dato al Vescovo diocesano!

    RispondiElimina
  64. Simone da Varagine7 giugno 2010 14:40

    Filippo,
    sono anche d'accordo...il fatto è che comunque tutti i sacerdoti di tutto l'orbe terracqueo possono e se c'è richiesta debbono celebrare in VOM tanto quanto celebrano in NOM.Debbono conoscere, in definitiva, e praticare due riti.
    l'M.P. vale per tutta la Chiesa LAtina

    RispondiElimina
  65. MA SIAMO PROTESI AL FUTURO7 giugno 2010 14:43

    Ci sono parrocchie morte, i parroci, vecchi tra l'altro, vanno a dormire alle 19.00, arriva il cammino e la parrocchia si rivitalizza. Si conosce la Parola di Dio, ci si impegna in parrocchia, si sostituisce un clero stanco e demotivato, che delle volte si rivitalizza grazie proprio al Cammino... COSA FACCIAMO DI MALE! Tra l'altro l'orientamento politico e tutto sul centro destra... siamo l'unico movimento CONSERVATORE rispetto a scout, AC, RdS, ecc che sono tutti comunisti!

    BooooH

    RispondiElimina
  66. magari fosse vescovo emerito...

    RispondiElimina
  67. DANTE PASTORELLI7 giugno 2010 15:18

    Viene anche il Berlusca alle vostre Messe?

    RispondiElimina
  68. DANTE PASTORELLI7 giugno 2010 15:20

    ne basterebbe uno.

    RispondiElimina
  69. Regione Liguria: Valbrevenna provincia di Genova cinque parrocchie sotto l'archidiocesi di Genova  e due sotto la diocesi di Tortona suffraganea di Genova , delle cinque sotto la Diocesi di Genova due hanno un parroco le altre tre un amministratore che è parroco in Genova Sampierdarena e un aiuto parroco che è parroco nel Comune di Mongiardino Ligure ( regione Piemonte).  Una volta a messa andavano giovani e anziani percorrendo a volte  chilometri e chilometri pèur di non mancare ad una solennità oggi forse sono una cinquantina. Per  la recita di un rosario da morto a volte chiamano un diacono e la gente evita di andare  piuttosto che  affidare  stabilmente quella porzione di territorio ad un secerdote legionario di Cristo o ad un Missionario dell'Immacolata o ad un  monaco preferiscono tirrla in quel modo. L'arcivescovo di genova è il Presidnete della CEI.

    RispondiElimina
  70. Ma qui stiamo tornando al Battismo e all'Anabattismo!!

    RispondiElimina
  71. Anche nella mia parrocchia (una, se non la, più antica di Perugia) si ventilava l'ipotesi di fare un'unità pastorale, con una parrocchia moderna, il cui territorio un tempo faceva parte della mia...
    Non ho nulla contro la parrocchia moderna, che anzi conosco e ammiro, che è frequentata da tanti miei amici delle elementari, che ha ancora, anche se non più come parroco, un pio e anziano sacerdote, uno dei pochi a mettere la talare e a fare l'Adorazione quotidiana...ma l'unità pastorale no! Significherebbe la morte di entrambe le realtà ecclesiali, entrambe con una loro storia, loro peculiarità...di quest'idea non se ne è più parlato, ma qualora ricapitasse, anche se in parrocchia mia non sono altro che un semplice chierichetto (anzi, l'unico, visto che del vecchio gruppo di Comunione e Cresima e del gruppo ministranti sono rimasto solo io), mi opporrò con tutte le mie forze affinchè questo scempio non capiti!

    RispondiElimina
  72. Giovan Maria Catalan Belmonte7 giugno 2010 16:10

    Gent. sig. Basta Trento: le consiglio il seppuku.

    RispondiElimina
  73. È lì, non il problema ma uno dei problemi, è cioè che quelle persone pensano che quella cerimonia sia  una messa ! Un pò di Vangelo, una parola di vita, come le chiama il vescovo, tanti bei testi, magari buddisti, induisti, un pò di musica, quella che piaceva al defunto, niente Eucaristia..ed è fiducioso!
    Mi domando veramente che cosa ha voluto dire Lebrun con :" Anche se le persone ringraziano pe la "bella messa", quella che ho descitto, non domandano l`Eucaristia. Sono fiducioso."
    Riduce l`offerta sacramentale ed è fiducioso, non gli viene richiesta l`Eucaristia ed è fiducioso, anzi da lì parte per giustificare i suoi progetti! Mah!

    RispondiElimina
  74. <span>Luisa</span><span></span><img></img>
    <span>È lì, non il problema ma uno dei problemi, è cioè che quelle persone pensano che quella cerimonia sia  una messa ! Un pò di Vangelo, una parola di vita, come le chiama il vescovo, tanti bei testi, magari buddisti, induisti, un pò di musica, quella che piaceva al defunto, niente Eucaristia...ed  il vescovio è fiducioso! 
    Mi domando veramente che cosa ha voluto dire mons.Lebrun con :"Anche se le persone ringraziano pe la "bella messa", quella che ho descritto, non domandano l`Eucaristia. Sono fiducioso."
    Riduce l`offerta sacramentale ed è fiducioso, non gli viene richiesta l`Eucaristia ed è fiducioso, anzi da lì parte per giustificare i suoi progetti! Mah!</span>

    RispondiElimina
  75. <span><span>È lì, non il problema ma uno dei problemi, è cioè che quelle persone pensano che quella cerimonia sia  una messa ! Un pò di Vangelo, una parola di vita, come le chiama il vescovo, tanti bei testi, magari buddisti, induisti, un pò di musica, quella che piaceva al defunto, niente Eucaristia...ed  il vescovio è fiducioso!   
    Mi domando veramente che cosa ha voluto dire mons.Lebrun con :"Anche se le persone ringraziano pe la "bella messa", quella che ho descritto, non domandano l`Eucaristia. Sono fiducioso."  
    Riduce l`offerta sacramentale ed è fiducioso, non gli viene richiesta l`Eucaristia ed è fiducioso, anzi da lì parte per giustificare i suoi progetti! Mah!</span></span>

    RispondiElimina
  76. nelle omelie - risonanze si parla dei fatti propri, allora?
    Punto 3: posso fare nome e cognome di una mia collega che un anno fa (lei è nc da parecchi anni) ha chiaramente affermato che l'accusa dei peccati viene fatta davanti a tutti i menbri della comunità.
    Punto 4: posso fare nome e cognome di una mia amica che, uscita dal CNC, mi disse che i catechisti le avevano chiesto di liberarsi di quanto le apparteneva e, del tutto casualmente, donarlo al CNC

    RispondiElimina
  77. Ho il vomito a leggere queste cose....

    RispondiElimina
  78. PROTESI AL FUTURO7 giugno 2010 16:46

    circa il punto 3. non sono confessioni pubbliche ma è lo scrutinio o passaggio fatto fuori la liturgia... nessuno obbliga nessuno, uno dice quello che si sente di dire... se sono stato un infedele e Javhe mi ha salvato, perchè non lo posso dirlo come incoraggimento ai fratelli di comunità!

    RispondiElimina
  79. risposte zero7 giugno 2010 16:53

    dice bene Pastorelli ( e non per la prima volta....)
    <span> Ecco un vescovo da deporre immediatamente e inviare in monastero a riflettere sul male che si propone di fare alle anime.</span>

    ma ripetiamo per l'ennesima volta: 
                                        CHI  DEVE  PROCEDERE con queste GIUSTISSIME deposizioni ?
    Perchè di fronte A CENTO E PIU' di questi  sfrenati Pastori liberi pensatori
    ROMA continua  a guardare  senza intervenire,  mentre la barca va alla deriva senza più freno alcuno, spinta dal solito vento del "soffio multidirezionale dello spirito" (che ormai s'è capito che va in una direzione sola,
    cioè negazione del dogma fondamentale della Fede Cattolica e del Santo Sacrificio dell'altare come culmine e fondamento della Fede e vita della Chiesa ....) ?
    PERCHE'  il Papa e del resto tutti i Papi,
                                                fin dal 1968, anno di fondazione di quella NEFASTA  SETTA ERETICA,
    non hanno MAI preso provvedimenti drastici   e risolutivi  ?
    Chi ci spiegherà finalmente il PERCHE' si è lasciata crescere per 42 anni una malapianta come una serpe in seno alla Chiesa, e addirittura  il  10 gennaio  2009 quella setta è stata approvata e promossa come
    idonea ad EVANGELIZZARE  tante nuove parrocchie  ?
    Quando avremo risposte che spieghino la tolleranza e incredibile indifferenza su questi scempi che procedono SENZA PIU' FRENI ??
    Perchè IN QUESTA FRANA GIGANTESCA non si usa una buona volta la
                                               sacrosanta TOLLERANZA  ZERO ?

    RispondiElimina
  80. risposte zero7 giugno 2010 16:58

    <span>dice bene Pastorelli ( e non per la prima volta....)  
    <span> Ecco un vescovo da deporre immediatamente e inviare in monastero a riflettere sul male che si propone di fare alle anime.</span>  
     
    ma ripetiamo per l'ennesima volta:   
                                        CHI  DEVE  PROCEDERE con queste GIUSTISSIME deposizioni ?  
    Perchè di fronte A CENTO E PIU' PERFORMANCES di questi  sfrenati Pastori liberi pensatori </span>
    (OLTRE alla liberissima creazione a tavolino da parte di uno pseudo-teologo finto-carismatico di una Liturgia e Dottrina totalmente avulse da quelle cattoliche, col fine -dichiarato e dimostrato- di corrodere e scardinare le fondamenta stesse della Chiesa da 42 anni, per "rifondarla" a suo gusto e capriccio, per il suo disegno di potere....),<span><span>
    ROMA continua  a guardare  senza intervenire,  </span>mentre la barca va alla deriva senza più freno alcuno, spinta dal solito vento del "soffio multidirezionale dello spirito" (che ormai s'è capito che va in una direzione sola,  
    cioè negazione del dogma fondamentale della Fede Cattolica e del Santo Sacrificio dell'altare come culmine e fondamento della Fede e vita della Chiesa ....) ?  
    PERCHE'  il Papa e del resto tutti i Papi,  
                                                fin dal 1968, anno di fondazione di quella NEFASTA  SETTA ERETICA,  
    non hanno MAI preso provvedimenti drastici   e risolutivi  ?  
    Chi ci spiegherà finalmente il PERCHE' si è lasciata crescere per 42 anni una malapianta come una serpe in seno alla Chiesa, e addirittura  il  10 gennaio  2009 quella setta è stata approvata e promossa come  
    idonea ad EVANGELIZZARE  tante nuove parrocchie  ?  
    Quando avremo risposte che spieghino la tolleranza e incredibile indifferenza su questi scempi che procedono SENZA PIU' FRENI ??  
    Perchè IN QUESTA FRANA GIGANTESCA non si usa una buona volta la  
                                               sacrosanta TOLLERANZA  ZERO ?</span>

    RispondiElimina
  81. Giovan Maria Catalan Belmonte7 giugno 2010 17:02

    Beh, ma basta che uccida la moglie, tanto dopo 40 anni di matrimonio sarà vecchia. Spesso la soluzione migliore, è quella più semplice!

    RispondiElimina
  82. Giovan Maria Catalan Belmonte7 giugno 2010 17:06

    Quindi due cristianesimi, uno tradizionale per i più furbi, in cui copulare è peccato, e uno aperto al mondo, dove copulare si pote!

    Che bella soluzione! IPERCOOP 3x2, se prendi un kilo di Lefebvre, in omaggio una fetta di natica di KIKO, e c'è l'anglicanesimo in offerta al banco del pesce!

    RispondiElimina
  83. Filippo Burighel7 giugno 2010 17:14

    Anche Nick Clegg è più conservatore di Gordon Brown, ma è un feroce liberale. Il fatto che certo movimentismo stantio si sia piegato (a quanti gradi fate un po' voi...) ai desideri della sinistra non implica che chi non l'ha fatto sia di destra sfegatato. Questa è una visione un po' manichea della politica e in generale della vita.

    RispondiElimina
  84. Filippo Burighel7 giugno 2010 17:16

    Il Berlusca ha troppo buon gusto per le cene comunitarie a base di piadina dei neocat.

    RispondiElimina
  85. Tu menti sapendo di mentire. I passaggi, chamati scrutini, sono delle e vere e proprie confessioni pubbliche, intrusioni in ciò che c`è  di più intimo in una persona, la sua intimità è scrutata, messa a nudo davanti a tutta la comunità, violazioni del foro intimo che contribuiscono ad accrescere  ancor più il legame di dipendenza all`interno del gruppo. Solo uno degli aspetti, ma molto grave, dell`onnipotere dei catechisti all`interno del camminonc.

    RispondiElimina
  86. Filippo Burighel7 giugno 2010 17:24

    Assolutamente, infatti come dicevo non ho problemi col fatto che ci siano due riti o per meglio dire  due forme del medesimo Rito Romano. Solo che la parola "biritualisti" mi suonava male! E' un problema linguistico, non di contenuto! :-D

    RispondiElimina
  87. Filippo Burighel7 giugno 2010 17:28

    Certo che quando ho scritto 'sto post ero proprio fuori: ho sbagliato l'ortografia di una parola ogni tre! E' stata proprio una giornataccia al lavoro oggi... *DONT_KNOW*  Meno male che domani è il mio giorno libero!

    RispondiElimina
  88. Per chi  poi non lo sapesse, la  Confessione nelle penitenziali neocat avviene stando in piedi davanti al Sacerdote, anch’egli in piedi, circondati dai fratelli della comunità, che nel frattempo cantano senza mai interrompersi,  con la necessità dichiarata di essere brevi e concisi.
    Insomma quel momento sacro, intimo, personale, di introspezione, di raccoglimento, in cui si cerca il perdono del Signore, si svolge in mezzo al frastuono dei canti della comunità.

    RispondiElimina
  89. Redazione di Messainlatino.it7 giugno 2010 17:50

    E considerato che il suo vescovo, mons. Catella, è appena stato fatto presidente della commissione CEI per la liturgia, c'è da stare allegri

    RispondiElimina
  90. Dante sei un idolo!

    RispondiElimina
  91. Ariodante Dalla7 giugno 2010 18:00

    <p>Ai, ai, ai, ai, mi piacete un po' di meno!!
    </p><p>Non mi sembrava che Gesù fosse di centro destra!
    </p>

    RispondiElimina
  92. Ariodante Dalla7 giugno 2010 18:00

    Ora mi piacete di più!

    RispondiElimina
  93. Ariodante Dalla7 giugno 2010 18:05

    Ottima idea! In fondo poi, con una bella confessione auricolare, viene tutto perdonato, vero? Al massimo poi avremo un bel tomo di prete assassino. Evviva!! 

    RispondiElimina
  94. ..ecco: SIAMO PROTESI (al futuro..mah.)


    ...c'è stato un incidente, invece che salvare gambe e braccia, le hanno amputate e hanno messo le PROTESI.
    Per carità, protesi di ultimissima generazione, sembrano quasi vere!
    Ma restano e resteranno sempre dei corpi estranei.


    "il Papa vi ama".. mah. Questo sentimentalismo vuoto più degno di un libro di Federico Moccia che altro...
    Certo è che le vostre liturgie (nate e affermatesi senza controllo "dal di fuori" della Chiesa e di qualsiasi parametro di Teologia Sacramentale) sono lontanissime anni luce dalle volontà del Santo Padre Benedetto XVI oggi, e dalle posizioni del Card. Ratzinger prima.
    I Vescovi vi chiamano?.. Beh, certo.. ormai la Messa è una festa, un banchetto, con buona pace del Catechismo della Chiesa Cattolica. I Vescovi vi chiamano perchè siete MASSA.
    E si sà, come dice il buon Amerio (di venerata e compianta memoria).. oggi la Chiesa è in regime di oclocrazia.
    "Va dove ti porta la piazza".. e la Verità?.. Beh quella rimane nei libri, tanto per riempirsi la bocca quando qualcuno accusa il divario incolmabile tra ortoprassi e ortodossia...
    Andatevi a rileggere il Credo del Popolo di Dio di Paolo VI, annata 1968.. e poi fate un esame di coscienza su cosa sia la Santa Messa, su cosa sia Il Sacerdote..su cosa sia La Santissima Eucarestia.
    Altro che Concilio Vaticano secondo.. sì, secondo Kiko!.. e anzi, secondo <span>A </span>Kiko, perchè, ovvio, Kiko e le sue stravaganze ereticali vengono prima del Catechismo..

    In una parola: Vade retro Neocat..

    RispondiElimina
  95. oltre le mele i questo periodo ci sono le ciliegie.... mmm buone

    RispondiElimina
  96. Che poi non c'è futuro senza Tradizione, ossia senza Trento. Questa è continuità.

    RispondiElimina
  97. Mi verrebbe da fare una battutaccia su cosa potrebbe attirare il Berluska alle messate digestive dei NeoCat.. Caro Filippo: "la piadina tira".
    Preferisco di gran lunga gli Scout, altrochè.. Almeno si può dire "so' regazzini"..
    Voi invece... brrrrrrr*.. una parola è troppo, e 'ddue so' poche.

    RispondiElimina
  98. DANTE PASTORELLI7 giugno 2010 19:11

    Per pentirmi entrerò nel cammino.

    RispondiElimina
  99. DANTE PASTORELLI7 giugno 2010 19:15

    Le vecchie eresie ritornano ciclicamente. E purtroppo chi le riconosce e dovrebbe combatterle tace.

    RispondiElimina
  100. giusto! che cosa grave hanno fatto ad accogliere i NC nella Chiesa...
    e i focolarin, e l'AC e i carismatici, i gruppi di Padre Pio, le stelle di Maria ecc ecc
    ma non andava bene la chiesa come era prima del 1962?

    RispondiElimina
  101. :D Fosse solo anabattismo!.. I NeoCat mescolano elementi fideistici degli ebrei messianici alla malsana ateologia "sacamentale" luterana, vedi la cena, vedi l'inanità del sacerdozio ordinato.. Tu credi che per loro un sacerdote non "camminoneocatecumenizzato" valga qualcosa? Ma proprio no! Anche un sacerdote è per la banda bassotti kikiana poco più di un neofita.. Loro nel sacerdozio ordinato non credono "e basta". Tanto meno si riconoscono nella guida di un Vescovo: per loro è e resta solo uno spiacevole intralcio, da sedurre e plagiare per diffondersi..
    Questi "usano" il Papa e i Vescovi per i loro pRoci comodi.. Mentre Ulisse è fuori Itaca, questi danno man bassa a quel che possono.
    Gazie a Dio, Penelope è caparbia e fedele..

    RispondiElimina
  102. DANTE PASTORELLI7 giugno 2010 19:17

    Ma voi preti che ci state a fare se non formate i fedeli? E i sacramenti non sono strumento di Grazia che aumenta la Fede?

    RispondiElimina
  103. un c aso simile è capitato in una diocesi confinante con la mia. Morta la moglie, è stato subito ordinato,

    RispondiElimina
  104. DANTE PASTORELLI7 giugno 2010 19:21

    Si cominci a toglier i preti dalle curie. Ci son tanti diaconi permanenti che non fan niente, li si utilizzi. E poi suore e laici volontari.

    RispondiElimina
  105. si mettiamo a ferro e a fuoco tutto e tutti. Il fuoco purifica

    RispondiElimina
  106. si Lore diglelo tu al Papa che cancelli il CVII che ha fatto tanti disastri

    RispondiElimina
  107. <span>Le vecchie eresie ritornano ciclicamente.</span>

    Permettetemi, ma lo dice pure Vittorio Messori: le posizioni eretiche, così come quelle erotiche, alla fin fine sono SEMPRE LE STESSE.

    RispondiElimina
  108. Giovan Maria Catalan Belmonte7 giugno 2010 19:40

    Vede Ariodante che avevo ragione? Ma in fondo cos'è la vita di una megera decrepita, in confronto al ministero sacerdotale: ubi maior, minor cessat.

    RispondiElimina
  109. Giuste le osservazioni di chi mi precede sul cammino neo catecumenale. Tuttavia, a mio avviso, viene omessa la madre di tutte le questioni e la causa prima della crisi attuale della Chiesa: la Messa nuova! Ciò che viene giustamente recriminato a Kiko Arguello, indicato come la serpe che da 42 anni sta minando la sopravvivenza della fede cattolica, potrebbe benissimo, e a maggior ragione, riferirsi ad Annibale Bugnini! E' dall'opera nefasta di quel prelato, purtroppo avallata ingenuamente da Paolo VI, che tutto parte! E' dall'abolizione della Santa Messa di sempre, formidabile fonte di santità e "talismano" infallibile per la diffusione e la conservazione della fede anche negli ambiti più ostili e più secolarizzati, che sta la chiave di volta della caduta del cattolicesimo a partire dagli anni sessanta. I vescovi francesi, e non solo loro, si ostinano nelle loro assurde trovate "carnevalesche" (unità pastorali, liturgie senza più Messa, laici onnipresenti e onnipotenti ecc...) semplicemente perchè si rifiutano, cocciutamente e codardamente, di ammettere la sconfitta madornale del nuovo modello di Chiesa uscito dalle pieghe (o, meglio, PIAGHE) del concilio e del post-concilio. Loro, come tutti, anche a Roma, compreso il Papa, sanno perfettamente che l'unico toccasana in grado di resuscitare un'istituzione ormai in rovina quale è la Chiesa, è rappresentato dalla liturgia perenne della Tradizione, quella che ha nutrito e dissetato schiere di fedeli e di santi per tutte le generazioni cattoliche fino al 1965. E' la Messa nuova, più ancora di tutte le riforme post-conciliari operate da Paolo VI, ad avere dissacrato la Chiesa, ad aver dato inizio  all'emorragia di vocazioni, ad aver allontanato i fedeli dalla pratica religiosa perchè non più attratti da una liturgia drammaticamente semplificata, abbruttita, privata completamente della dimensione sacra e divina che attirava chiunque a sè e contribuiva mirabilmente a convertire le anime dei non credenti e a conservare e arricchire la fede di chi già credeva e praticava.
    Fino a quando Roma non capirà l'assoluta necessità di restituire la pari dignità del VO nella liturgia quotidiana, rendendo obbligatorio in tutte le parrocchie l'affiancamente della Santa Messa tradizionale al NO (oltre a decretare contestualmente una radicale e altrettanto necessaria modifica in senso tradizionale anche della Messa nuova), non ci potremo aspettare nessun cambiamento in positivo della drammatica situazione di caduta verticale della fede in cui versa il cattolicesimo in Occidente. Fino a quando continueranno ad essere nominati vescovi, prelati che, anzichè favorire e promuovere il Vetus Ordo, continueranno a demonizzarlo, a ghettizzarlo e a svilirlo (come a Thiberville), non ci saranno speranze di sorta e il cattolicesimo continuerà il suo tonfo inesorabile, almeno in Occidente. Mi viene in mente, traendo spunto da Edgar Allan Poe, uno dei suoi racconti del terrore più famosi: "la caduta della Casa degli Usher", scusate l'azzardo un pò eccessivo.

    RispondiElimina
  110. Embè! mi diverte molto tutta questa carrellata di botta e risposta... ma i neocatecumenali fanno bene ad essere quello che sono, hanno fatto una sintesi perfetta tra tradizione e modernità (che sino a pio xii erano due mondi inconciliabili perchè inconciliabili devevano essere per espresa volonta di Nostro Signore) dopo tutto se c'è un Papa (almeno 4 boni) tutto proteso verso questi compromessi mondani che si può pretendere.

    cito:

    "Proprio con lo scopo di «mettere il mondo moderno in contatto con le energie vivificanti e perenni del Vangelo» (Giovanni XXIII, Cost. ap. Humanae salutis, 3), si è realizzato il Concilio Vaticano II, nel quale la Chiesa, partendo da una rinnovata consapevolezza della tradizione cattolica, <span>prende sul serio</span> e discerne, trasfigura e supera le critiche che sono alla base delle forze che hanno caratterizzato la modernità, ossia la Riforma e l’Illuminismo. <span>[il Modernismo]</span>.

    <span>Così da sé stessa la Chiesa accoglieva e ricreava </span><span>[pure]</span><span> il meglio delle istanze della modernità</span>, da un lato superandole <span>[audace Benedetto con questo termine]</span>e, dall’altro evitando i suoi errori <span>[ma quali?]</span> e vicoli senza uscita. L’evento conciliare ha messo i presupposti per un autentico rinnovamento cattolico e per una nuova civiltà – la «civiltà dell’amore» <span>[e te pareva]</span> – come servizio evangelico all’uomo e alla società."

    INCONTRO CON IL MONDO DELLA CULTURA NEL CENTRO CULTURALE DI BELÉM A LISBOA 11 Maggio 2010

    RispondiElimina
  111. Ma dai!.. ma non sapete cogliere i segni dei tempi!! daaaai!

    Le unità pastorali sono le grandi, splendiderrrrime opportunità per la Chiesa DEL TREMILA!!!
    ---------------------------------------------------------------------------------------
    Se fino a qualche anno fa la carenza di vocazioni era un problema angoscioso e terrificante, da oggi, a soli 9 euro e 99 SENZA IMPEGNO, senza diete scomode e lunghe sessioni in palestra, NON E' PIU' UN PROBLEMA!!

    I HAVE A DREAM.. comunità di fedeli gioiosi che danzano per le strade gettando petali di rose e annunciano la parola! ..e convertono il quartiere.. poi la città.. poi il Paese.. poi IL MOOOONDOOO!!..Tutti ebbri della Parola, la Parola.. la Parolaaaa.. ripetuta a mo' di mantra: pa-ro-la. paroooola!..
    You may say, i'm a dreamer, but I'm not the only one!.. Imagine all the people.. living life in peace!!
    (sssht!..non ditegli che John Lennon diceva anche: imagine NO RELIGION..)
    ......RAGAZZI AIUTO: VOGLIONO TRASFORMARE LA CHIESA NELLA PUBBLCITA' DELLE VALLEVERDE!!!..(o se proprio proprio ci va bene, creare quegli scenari vomitevoli disegnati sui libretti dei testimoni di geova!!) AIUTOOOO!

    RispondiElimina
  112. Non lo sapete che, per questi figuri, tutti sono già salvi, che lo vogliano o no? E che la religione è, in definitiva, un affare di questa terra?

    RispondiElimina
  113. ..scherzi?!?!? poi magari rischi anche che vadano nei centri giovanili, nei consultori, tra le famiglie in difficoltà, che vedano le lacrime della gente che non ce l'ha fatta, che tocchino con mano le miserie dello spirito umano, violentato dai "mali che ammorbano il mondo"..

    Molto meglio fare i liberali da salotto.. e gocare al "chi vuol esser Diointerra"..

    RispondiElimina
  114. povero peccatore7 giugno 2010 21:23

    Scusate, ma un NEoc., che ha un più altro quoziente cristiano e/o indice di "unione con Dio", certificati dal risultato degli esami superati al riguardo, che cosa ha di diverso da un povero cristo come me?

    RispondiElimina
  115. per quanti hanno accesso a forum ortodossi7 giugno 2010 21:24

    METTETELI IN GUARDIA DAI NEOCAT.!!

    RispondiElimina
  116. per quanti hanno accesso a forum ortodossi7 giugno 2010 21:24

    METTETELI IN GUARDIA DAI NEOCAT.!!

    RispondiElimina
  117. Allegri certo. Altro che primavera: il Martedì Grasso della Chiesa. Gaudeamus igitur!...post iucundam iuventutem, post molestam senectutem nos habebit humus!

    E, lasciatemelo dire (lo so, ultimamente mi concedo troppe licenze..), siamo già nell'humus fino al collo.

    RispondiElimina
  118. DANTE PASTORELLI7 giugno 2010 21:30

    Donec ponam inimicos tuos - scabellum pedum tuorum.
    Exsurgat Deus et dissipentur inimici ejus; et fugiant, qui oderunt eum, a facie ejus.
    Ut inimicos sanctae Ecclesiae humiliare digneris, Te rogamus Domine.

    RispondiElimina
  119. Era di centro, infatti mandava la gente alla sua destra e alla sua sinistra :).

    RispondiElimina
  120. T'offri volontario?

    RispondiElimina
  121. Ho provato ma mi dà sempre occupato.

    Vuoi cancellare il CV2? Basta un pò di bianchetto qua e là... mica ti vorrai ritrovar scomunicato? :).

    RispondiElimina
  122. Non so se a qualcuno in questo blog interessa che si dica qualcosa di serio viste le barzellette che leggo.
    Guardate che il Cammino Neocatecumenale nè Kiko Arguello in utto questo non c'entrano proprio nulla.Voi siete degli ignoranti,state farneticando!!Probabilmente il Cammino Neocatecumenale non c'è neanche in quella Diocesi,ma che state a ddì?Inoltre il Vescovo non ha fatto nulla di particolare.Di catecumenato ne parla la Costituzione Dogmatica del Vaticano II:Sacrosantum Concilium.Poi anche un recente documento della CEI sulla Parrocchia nel mondo che cambia parla di catecumenato che non è necessariamente il Cammino Neocatecumenale.Che ignoranza!! 

    RispondiElimina
  123. Non so se a qualcuno in questo blog interessa parlare seriamente dato che leggo barzellete e vaneggiamenti.Il Cammino Neocatecumenale e Kiko Arguello in utto questo non c'entrano proprio nulla.Voi siete degli ignoranti,state farneticando!!Probabilmente il Cammino Neocatecumenale non c'è neanche in quella Diocesi,ma che state a ddì?Inoltre il Vescovo non ha fatto nulla di particolare.Di catecumenato ne parla la Costituzione Dogmatica del Vaticano II:Sacrosantum Concilium.Poi anche un recente documento della CEI sulla Parrocchia nel mondo che cambia parla di catecumenato che non è necessariamente il Cammino Neocatecumenale.Che ignoranza

    RispondiElimina
  124. Voglia di zuppa stasera?

    RispondiElimina
  125. <span></span> 
    Non so se a qualcuno in questo blog interessa parlare seriamente dato che leggo barzellete e vaneggiamenti a bizzeffe!!Ah Basaglia che hai fatto!!.Il Cammino Neocatecumenale e Kiko Arguello in tutto questo non c'entrano proprio nulla.Voi siete degli ignoranti,state farneticando!!Probabilmente il Cammino Neocatecumenale non c'è in quella Diocesi,ma che state a ddì?Inoltre il Vescovo non ha fatto nulla di particolare.Di catecumenato ne parla la Costituzione Dogmatica del Vaticano II:Sacrosantum Concilium.Poi anche un recente documento della CEI sulla Parrocchia nel mondo che cambia parla di catecumenato che non è necessariamente il Cammino Neocatecumenale.Che ignoranza

    RispondiElimina
  126. <span>"hanno fatto una sintesi perfetta tra tradizione e modernità"??</span>
    Spero che la sua sia sola ironia, don Camillo !
    Di che Tradizione? Quella fino a Costantino e quella dopo il Vaticano II? Sì perchè fra le due date, la Chiesa secondo Kiko Arguello era estinta.
    C`è chi pretende ancora di più, un teologo neocat, e cioè che il cnc rappresenta la sintesi originale del cristianesimo...
    Che poi facciano bene ad essere come sono, nel senso... perchè dovrebbero cambiare qualcosa dal momento che sono riusciti, e riescono, ad imporre le loro prassi alla Chiesa, nell`indifferenza generale come minimo, o con lodi e ringraziamenti come massimo, perchè cambierebbero  dal momento che nessuno li ha corretti e li corregge e quando le correzioni ci sono state, e son state rifiutate, non c`è stata nessuna conseguenza?

    RispondiElimina
  127. <span>"Riduce l`offerta sacramentale ed è fiducioso, non gli viene richiesta l`Eucaristia ed è fiducioso, anzi da lì parte per giustificare i suoi progetti! Mah!"</span>

    *DONT_KNOW*  VESCOVO MOOOLTO STRANO!

    RispondiElimina
  128. Giovan Maria Catalan Belmonte7 giugno 2010 22:01

    Noto un certo accento malevolo sul fatto che la confessione sia "auricolare". Forse ci si deve confessare parlando in un altro buco? Confessione anale? Non saprei proprio come potrebbe essere, certo che si dovrebbe gridare molto forte, per arrivare da lì fino al cervello.

    Ma suppongo che modernisti come lei, abbiano il cervello lì vicino al foro delle confessioni.

    RispondiElimina
  129. <span>Quando avremo risposte che spieghino la tolleranza e incredibile indifferenza su questi scempi che procedono SENZA PIU' FRENI ??   </span>


    Sotto sotto qualcosa di molto buio ci sarà!

    RispondiElimina
  130. aizàte a cardarella7 giugno 2010 22:02

    'A monaca de Camaldoli: muscio nun le piaceva e tuosto le faceva male.

    RispondiElimina
  131. Giovan Maria Catalan Belmonte7 giugno 2010 22:05

    Infatti io che ne ho parlato per primo, non ho parlato di cammino, ma ho domandato se per caso c'entrasse. Il popolo poi lo ha dato per scontato. Ma perlomeno, vede, di non ignoranti oltre a lei, ci sono anche io. Adesso se vuole glielo riscrivo tre volte, come ha fatto lei, con lievi variazioni. O è intelligente e lo capisce con una sola lettura?

    RispondiElimina
  132. Veramente.. che ignoranza. Becera, oserei aggiungere. Veramente non sapevamo la differenza tra la parola catecumeno e il Cammino Neocatecumenale.
    Pensi che, prima che Lei si degnasse di scrivere, credevo che l'olio dei catecumeni fosse un prodotto agricolo "bio" del giardino privato di Kiko..
    Fortuna è arrivato Lei a risollevare il livello della discussione. Uno che per illuminarci sul significato della parola "catecumenato" prima cita una Costituzione Dogmatica.... e poi, "anche un recente documento della CEI sulla Parrocchia"...come se pure la seconda fosse "magistero".. i documentucoli della CEI sulle "parrocchie del mondo che cambia" stanno al Magistero autentico come la bigiotteria da niente sta ai preziosi d'arte..

    ah, per concludere: ignoranti passi, ma ciechi.. bastava cliccare una "invia" una sola volta, intelligentone!

    RispondiElimina
  133. Giovan Maria Catalan Belmonte7 giugno 2010 22:12

    Che poi, ad essere precisi, non è che a parlare di neocatecumenali sia stato chissà chi: sono intervenuti proprio i neocatecumenali. Per cui forse gli ignoranti sono essi, che appena sentono parlare di loro, devono accorrere a fare figure marroni con le loro affermazioni filosofiche risibili, teologiche ridicole e grammaticali lassative. Non aveva poi torto il pittore a dire che non si doveva più scrivere su internet. Ma in molti gli disubbidiscono. Finiranno all'inferno?

    RispondiElimina
  134. Dall'udienza generale del 5 maggio scorso:

    Negli ultimi decenni, vi sono state tendenze orientate a far prevalere, nell’identità e nella missione del sacerdote, la dimensione dell’annuncio, staccandola da quella della santificazione; spesso si è affermato che sarebbe necessario superare una pastorale meramente sacramentale. Ma è possibile esercitare autenticamente il Ministero sacerdotale “superando” la pastorale sacramentale? Che cosa significa propriamente per i sacerdoti evangelizzare, in che cosa consiste il cosiddetto primato dell’annuncio? Come riportano i Vangeli, Gesù afferma che l’annuncio del Regno di Dio è lo scopo della sua missione; questo annuncio, però, non è solo un “discorso”, ma include, nel medesimo tempo, il suo stesso agire; i segni, i miracoli che Gesù compie indicano che il Regno viene come realtà presente e che coincide alla fine con la sua stessa persona, con il dono di se, come abbiamo sentito oggi nella lettura del Vangelo. E lo stesso vale per il ministro ordinato: egli, il sacerdote, rappresenta Cristo, l’Inviato del Padre, ne continua la sua missione, mediante la “parola” e il “sacramento”, in questa totalità di corpo e anima, di segno e parola. Sant’Agostino, in una lettera al Vescovo Onorato di Thiabe, riferendosi ai sacerdoti afferma: “Facciano dunque i servi di Cristo, i ministri della parola e del sacramento di Lui, ciò che egli comandò o permise” (Epist. 228, 2). E’ necessario riflettere se, in taluni casi, l’aver sottovalutato l’esercizio fedele del munus sanctificandi, non abbia forse rappresentato un indebolimento della stessa fede nell’efficacia salvifica dei Sacramenti e, in definitiva, nell’operare attuale di Cristo e del suo Spirito, attraverso la Chiesa, nel mondo.

    RispondiElimina
  135. Luisa cara, è inutile che ti tormenti! Accetta questa cruda realtà, il Papa non li corregge perchè sono i frutti più "veri" del Concilio! Odiati dai progressisti osannati dal Papa e dalla gerarchia. Sì in questi anni di perversione della ragione, loro sono il vero bubbone, la pustola putrescente sul corpo di Cristo.

    Ma come fai a spiegare e quindi a far comprendere al popolo di Dio che loro sono il MALE ASSOLUTO quando in realtà qui c'è gente che poi alla fine dice che qualcosa di buono c'è pure in loro, visto che il PAPA li desidera e li ama?(e il Papa non sbaglia mai!?!?)

    Loro (a dir di loro i veri detentori della tradizione cristiana primitiva che è l'unica "vera", come dicono i modernisti) dicono: se negate noi, rinnegate il Papa che è vicario di Cristo perchè ci ama; noi (cattolici) diciamo invece: se neghi Trento ODI Cristo.

    E' qui il problema cara Luisa. Come esci da questo vicolo cieco? Il Papa a Fatima li ha pienamente confermati nell'errore così come ha confermato nell'errore tutta la Chiesa ufficiale, asserendo che la modernità (eretici: LUTERO e massoni: VOLTAIRE) dopo tutto hanno detto a apportato qualcosa di buono alla chiesa (dovremmo chiedere a Giudetto XVI cosa di buono ha portato alla chiesa, perchè io tremo al solo pensiero)

    L'unica cosa che mi consola è la Madonna, la Madre della Chiesa che il 25 maggio 2010 ha parlato chiaro... a Lisbona 11 maggio 2010 il Papa farneticava, a Medugorie la Santissima Vergine ammoniva e faceva vedere chi c'è veramente dietro alla modernità (tutta la modernità) che tanto piace a questo nostro amatissimo Papa.

    <span>Shalom!</span>

    RispondiElimina
  136. Sei stato perfettamente chiaro ! Drammaticamente chiaro!

    RispondiElimina
  137. credo che l'ipotesi sia attendibilissima.
    Purtroppo, oltre al munus sanctificandi (che non sanno neppure cos'è) in certi contesti non viene nemmeno più considerato il munus regendi dal momento che è il 'presbitero' è subordinato ai catechisti laici ed il munus docendi per lo stesso motivo...

    RispondiElimina
  138. <span>credo che l'ipotesi sia attendibilissima. 
    Purtroppo, oltre al munus sanctificandi  - che non sanno neppure cos'è - in certi contesti non viene nemmeno più considerato il munus regendi  dal momento che il 'presbitero' è subordinato ai catechisti laici, come pure il munus docendi  per lo stesso motivo.</span>

    RispondiElimina
  139. Angelo del Tempo7 giugno 2010 23:13

    Messaggio, 25. maggio 2010

    "Cari figli, Dio vi ha dato la grazia di vivere e proteggere tutto il bene che e in voi ed attorno a voi e di esortare gli altri ad essere migliori e piu santi, ma satana non dorme e attraverso il modernismo vi devia e vi guida sulla sua via. Percio figlioli, nell’amore verso il mio cuore Immacolato amate Dio sopra ogni cosa e vivete i suoi comandamenti. Cosi la vostra vita avra senso e la pace regnera sulla terra. Grazie per aver risposto alla mia chiamata."

    RispondiElimina
  140. Angelo del Tempo7 giugno 2010 23:14

    Dopo questo messaggio della cara Madre cos'altro dire?

    RispondiElimina
  141. Caro amico e allora se sapete che il catecumenato non è necessariamente il Cammino Neocatecumenale perchè lo tirate in ballo e attacate Kiko Arguello?Cosa c'entra in questo discorso?Anche i documenti delle Conferenze Episcopali fanno parte del Magistero.Ti ricordo che el esortazioni apostoliche dei Papi vengono fatte tenendo conto di ciò che stabiliscono le Conferenze Episcopali.Comunque sempre ignoranti siete!!

    RispondiElimina
  142. Don Camillo, quanta amarezza leggo nelle sue parole, come se fosse ferito, ma proprio non posso seguirla nel suo linguaggio. Anch`io sono stata sconcertata il 10 gennaio 2009, ho visto ciò che è successo a Fatima, osservo impotente e scorata i silenzi assordanti e le parole che lo sono altrettanto, vedo certe incorenze fra il messaggio e la non correzione di ciò che è contrario al messaggio, e non capisco, sono spesso disorientata, anche sgomenta, ma sono scappata una volta  e non voglio ricominciare, allora di fronte a tutto ciò che mi sconvolge e non capisco, di fronte alla mia impotenza, mantengo il mio sguardo a Cristo, Lui sa perchè permette che ciò succeda, io non lo so.
    Per favore, don Camillo, moderi il suo linguaggio, sta parlando del Successore di Pietro, è un uomo, non è perfetto, può commettere degli errori, non è sempre infallibile, può  essere molto mal consigliato e non informato su certe realtà, ha la sua visione e le sue priorità, possiamo non essere d`accordo e sulle priorità e sui mezzi per concretizzarle,possiamo dirlo e forse dobbiam dirlo e lo diciamo,ma non dimentichiamo che parliamo del nostro Papa, ed io non dimentico la gioia che ho sentito nel mio cuore il giorno della sua elezione.

    RispondiElimina
  143. Di ferito c'è solo Nostro Signore, noi siamo tutti vittime e carnefici nel contempo! Ogni tanto ripenso a cosa dovette provare Nostro Signore quando venne rinnegato da Pietro e tradito da Giuda. IO VOGLIO STARE SOTTO LA CROCE con Gesù, lo desidero, ma se non c'è la grazia sarò come lo schifosissimo Pietro e i suoi degni, o come (Dio non voglia) il dannato verme di Giuda con la sua razza... TUTTO il resto è sgomento. Refugium Peccatorum OPN

    RispondiElimina
  144. Se non ci fosse lei a ricordaci questo, mi domando, come faremmo a campà! Non sei un idolo, sei come un idolo! :-D

    RispondiElimina
  145. Semplicemente: GRAZIE MADRE! se aspettassimo il Papa o padre Livio, staremmo FRESCHI!

    RispondiElimina
  146. Redazione di Messainlatino.it8 giugno 2010 01:13

    Come Luisa, nemmeno noi possiamo seguire don Camillo nel suo linguaggio. Inde censura e cancellazione del commento. Sanzione solo medicinale, per questa volta.

    RispondiElimina
  147. il grande bluff8 giugno 2010 07:35

    scusi don Camillo, mi stupisce molto....
    dunque anche lei crede ai messaggi -spesso eterodossi- di quella falsa apparizione, che appare ormai come uno dei frutti più inquietanti del Concilio, lungo il filone del soffio carismatico che ha investito certi  movimenti, come il RnS di Medjugorie, d'Italia e del mondo, di qua e di là dall'Atlantico ?
    Per chi vuole uscire da questa grande mistificazione, ( che di fatto presenta dei contenuti che fanno a pugni con la retta Dottrina e con la profezia di Fatima, mentre ne confermano l'avveramento in questa terribile realtà di CAOS E APOSTASIA che si dispiega attorno a noi), consiglio di andare
    a leggere   link1,   link2,  link  e, tra le altre acute analisi di M. Corvaglia, almeno "Il pasticcio del 25 giugno 1981".
    Davvero siamo immersi in una diabolica confusione, come disse suor Lucia, da quando le gerarchie della Chiesa non hanno dato ascolto alla Madonna, fin dal 1917, nelle sue richieste e negli ammonimenti di Fatima: questa bufala di Mejugorie non fa che amplificare le dimensioni del grande inganno in cui è intrappolata la Chiesa, da almeno 50 anni !
    :(

    RispondiElimina
  148. il grande bluff8 giugno 2010 07:37

    <span>scusi don Camillo, mi stupisce molto....  
    dunque anche lei crede ai messaggi -spesso eterodossi- di quella falsa apparizione, che appare ormai come uno dei frutti più inquietanti del Concilio, lungo il filone del soffio carismatico che ha investito certi  movimenti, come il RnS di Medjugorie, d'Italia e del mondo, di qua e di là dall'Atlantico ?  
    Per chi vuole uscire da questa grande mistificazione, ( che di fatto presenta dei contenuti che fanno a pugni con la retta Dottrina e con la profezia di Fatima, mentre ne confermano l'avveramento in questa terribile realtà di CAOS E APOSTASIA che si dispiega attorno a noi), consiglio di andare  
    a leggere   link1,   link2,  link3  e, tra le altre acute analisi di M. Corvaglia, almeno "Il pasticcio del 25 giugno 1981".  
    Davvero siamo immersi in una diabolica confusione, come disse suor Lucia, da quando le gerarchie della Chiesa non hanno dato ascolto alla Madonna, fin dal 1917, nelle sue richieste e negli ammonimenti di Fatima: questa bufala di Mejugorie non fa che amplificare le dimensioni delgrande inganno in cui è intrappolata la Chiesa, da almeno 50 anni ! </span>
    :(

    RispondiElimina
  149. il grande bluff8 giugno 2010 07:38

    <span><span>scusi don Camillo, mi stupisce molto....    
    dunque anche lei crede ai messaggi -spesso eterodossi- di quella falsa apparizione, che appare ormai come uno dei frutti più inquietanti del Concilio, lungo il filone del soffio carismatico che ha investito certi  movimenti, come il RnS di Medjugorie, d'Italia e del mondo, di qua e di là dall'Atlantico ?    
    Per chi vuole uscire da questa grande mistificazione, ( che di fatto presenta dei contenuti che fanno a pugni con la retta Dottrina e con la profezia di Fatima, mentre ne confermano l'avveramento in questa terribile realtà di CAOS E APOSTASIA che si dispiega attorno a noi), consiglio di andare    
    a leggere   link1,   link2,  link3  e, tra le altre acute analisi di M. Corvaglia, almeno "Il pasticcio del 25 giugno 1981".    
    Davvero siamo immersi in una diabolica confusione, come disse suor Lucia, da quando le gerarchie della Chiesa non hanno dato ascolto alla Madonna, fin dal 1917, nelle sue richieste e negli ammonimenti di Fatima: questa bufala di Medjugorie non fa che amplificare le dimensioni del grande inganno in cui è intrappolata la Chiesa, da almeno 50 anni ! </span>  </span>
    :(

    RispondiElimina
  150. DANTE PASTORELLI8 giugno 2010 07:39

    Forse è un ricco cristo.

    RispondiElimina
  151. DANTE PASTORELLI8 giugno 2010 07:43

    Costui, già da me segnalato, comincia davvero a dar di fuori. Di testa, intendo.

    RispondiElimina
  152. DANTE PASTORELLI8 giugno 2010 07:45

    Aspiranti preti, ammazzate le mogli!

    RispondiElimina
  153. DANTE PASTORELLI8 giugno 2010 07:50

    L'efficacia dei sacramenti dipende da un deplorevole eventuale futuro comportamento del sacerdote? Anche un prete apostata può amministrare validamente i sacramenti se intende far quel che la Chiesa vuole. Anche un ateo o un buddista può validamente amministrare validamente il battesimo dicendo, con l'intenzione della Chiesa, la santa formula

    RispondiElimina
  154. DANTE PASTORELLI8 giugno 2010 07:51

    No, ama il fresco della montagna, magari dell'Olimpo.

    RispondiElimina
  155. DANTE PASTORELLI8 giugno 2010 07:57

    Premesso che rispondevo a don Andrea, e che tu non c'entravi per niente, noto ancora una volta nelle tue parole segni preoccupanti, per te, natruralmente

    RispondiElimina
  156. il grande bluff8 giugno 2010 08:07

    ....e credo che lei, don Camillo, non vorrà dimenticare quelle parole ammonitrici di Gesù, circa gli ultimi tempi:
    "<span>Allora, dunque, se qualcuno vi dirà: “Ecco, il Cristo è qui, ecco è là”, non ci credete; <span>perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti e faranno segni e portenti per infgannare, se fosse possibile, anche gli eletti." (<span><span>Marco 13, 21-22).</span></span></span></span>
    Temo che questa falsa apparizione, che aumenta la confusione generale e il disorientamento del mondo cattolico, abbia tratto in inganno, come dice quel passo del Vangelo, tantissimi sacerdoti, e anche Papa Giovanni Paolo II, che all'epoca -si diceva- credesse anche lui all'autenticità: e tanta gente, seguendo la sua opinione favorevole, benchè non fosse dichiarazione ufficiale, in base all'autorevolezza della persona del Papa, ha creduto che fosse fededegna, anche perchè le parrocchie hanno disseminato i foglietti dei messaggi in tutto il mondo da almeno 25 anni, PRIMA CHE LE AUTORITA' PREPOSTE si pronunciassero sul'autenticità: e siamo ancora in attesa....
    e la confusione dilaga !
    PS conviene tener conto anche del parere del <span> Vescovo-esorcista, Monsigno<span><span>r Andrea Gemma, che lo definisce </span></span></span>
    "<span>un fenomeno diabolico, intorno al quale girano numerosi interessi sotterranei".</span>

    Non è cosa da poco, ahimè, se si vuol rimanere vigilanti !
    :(

    RispondiElimina
  157. il grande bluff8 giugno 2010 08:08

    <span>....e credo che lei, don Camillo, non vorrà dimenticare quelle parole ammonitrici di Gesù, circa gli ultimi tempi:  
    "<span>Allora, dunque, se qualcuno vi dirà: “Ecco, il Cristo è qui, ecco è là”, non ci credete; <span>perché sorgeranno falsi cristi e falsi profeti e faranno segni e portenti per ingannare, se fosse possibile, anche gli eletti." (<span><span>Marco 13, 21-22).</span></span></span></span>  
    Temo che questa falsa apparizione, che aumenta la confusione generale e il disorientamento del mondo cattolico, abbia tratto in inganno, come dice quel passo del Vangelo, tantissimi sacerdoti, e anche Papa Giovanni Paolo II, che all'epoca -si diceva- credesse anche lui all'autenticità: e tanta gente, seguendo la sua opinione favorevole, benchè non fosse dichiarazione ufficiale, in base all'autorevolezza della persona del Papa, ha creduto che fosse fededegna, anche perchè le parrocchie hanno disseminato i foglietti dei messaggi in tutto il mondo da almeno 25 anni, PRIMA CHE LE AUTORITA' PREPOSTE si pronunciassero sul'autenticità: e siamo ancora in attesa....  
    e la confusione dilaga !  
    PS conviene tener conto anche del parere del <span> Vescovo-esorcista, Monsigno<span><span>r Andrea Gemma, che lo definisce </span></span></span>  
    "<span>un fenomeno diabolico, intorno al quale girano numerosi interessi sotterranei".</span>  
     
    Non è cosa da poco, ahimè, se si vuol rimanere vigilanti !  </span>
    :(

    RispondiElimina
  158. <span>Anche i documenti delle Conferenze Episcopali fanno parte del Magistero</span>

    Anche le capre danno lana in abbondanza. Lana caprina.

    RispondiElimina
  159. Premesso di non essere un devoto di Medjugorie, non mi sento tuttavia di avere la sfrontatezza di giudicarla con tanta superficialità.
    Se non ricordo male, durante un apparizione, la Madonna ( o chiunque sia questa entità ) ha elencato le 5 armi per combattere " Golia "
    _ La S. Messa quotidiana.
    _ La Confessione, almeno una volta al mese.
    _ La preghiera quotidiana del S. Rosario.
    _ Il digiuno settimanale.
    _ La lettura e meditazione quotidiana, di una pagina della Bibbia.

    Cosa ci trova di diabolico in questo ???
    Per curiosità io ho letto i messaggi, e personalmente non ho trovato NULLA che andasse contro la Dottrina Cattolica.
    Se Lei è a conoscenza invece del contrario, perchè non lo elenca?

    RispondiElimina
  160. si è già parlato ampiamente tempo fa di questo grosso nodo d'inganno che il Papa dopo 30 anni dovrà sciogliere, mediante una Commissione che dica il suo pronunciamento definitivo; non si può quui espandere un OT che sarebbe immenso, dato che già si moltiplicano le discussioni in tutto il web.
    Che sia un business non lo dico io, ma persone molto autorevoli; e del resto anche il Papa (da 2 anni) ha annunciato un giro di vite molto severo verso il fenomeno.
    Che ci siano inaudite e spesso risibili e grottesche deviazioni dalla retta Dottrina, sia nei messaggi, che in tutto il modo di pensare e parlare dei veggenti e della presunta madonna tramite i frati e i veggenti, non lo dico io, ma i fatti, i responsi di persone autorevoli, gli <span>esami scientifici seri sulle presunte estasi</span>, gli studi, i confronti, nonchè le questioni poste da persone attente e non superficiali; rifletta ad es. sul quesito posto ai veggenti, dopo che avevano visitato l'aldilà, secondo il loro racconto:
    fu chiesto loro
    <span><span> " 6. V. 1982</span><span>. nella Cronaca leggiamo: „</span><span>Le persone nel cielo sono presenti solo con l’anima, o con l’anima e il corpo?’ - hanno chiesto. <span>Sono presenti con l’anima e con il corpo</span><span> -</span> è stato loro risposto”.
    </span>Questo non basterebbe a qualificare  il fenomeno come assolutamente ingannevole, fuorviante e pericoloso per la vera fede ?</span>
    Ho indicato per lei e per c<span>hi vuole leggere e riflettere</span> diversi link, come questo, e tanti altri link li può trovare da sè, come i <span>3 che ho postato sopra....</span>
    sulle deviazioni di Medjugorie: ma lei, Mantovano, ha voglia di andare a leggere, e riflettere,
    per capire di fronte a quale inganno ci troviamo  ?

    RispondiElimina
  161. il grande bluff8 giugno 2010 10:25

    <span>si è già parlato ampiamente tempo fa di questo grosso nodo d'inganno che il Papa dopo 30 anni dovrà sciogliere, mediante una Commissione che dica il suo pronunciamento definitivo; non si può quui espandere un OT che sarebbe immenso, dato che già si moltiplicano le discussioni in tutto il web.  
    Che sia un business non lo dico io, ma persone molto autorevoli; e del resto anche il Papa (da 2 anni) ha annunciato un giro di vite molto severo verso il fenomeno.  
    Che ci siano inaudite e spesso risibili e grottesche deviazioni dalla retta Dottrina, sia nei messaggi, che in tutto il modo di pensare e parlare dei veggenti e della presunta madonna tramite i frati e i veggenti, non lo dico io, ma i fatti, i responsi di persone autorevoli, gli <span>esami scientifici seri sulle presunte estasi</span>, gli studi, i confronti, nonchè le questioni poste da persone attente e non superficiali; rifletta ad es. sul quesito posto ai veggenti, dopo che avevano visitato l'aldilà, secondo il loro racconto:  
    fu chiesto loro  
    <span><span> " 6. V. 1982</span><span>. nella Cronaca leggiamo: „</span><span>Le persone nel cielo sono presenti solo con l’anima, o con l’anima e il corpo?’ - hanno chiesto. <span>Sono presenti con l’anima e con il corpo</span><span> -</span> è stato loro risposto”.  
    </span>Questo non basterebbe a qualificare  il fenomeno come assolutamente ingannevole, fuorviante e pericoloso per la vera fede ?</span>  
    Ho indicato per lei e per c<span>hi vuole leggere e riflettere</span> diversi link, come questo, e tanti altri link li può trovare da sè, come i <span>3 che ho postato sopra....</span>  sulle deviazioni di Medjugorie: </span>
    <span>ma lei, Mantovano, ha voglia di andare a leggere, e riflettere,  
    per capire di fronte a quale inganno ci troviamo  ?</span>

    RispondiElimina
  162. il grande bluff8 giugno 2010 10:36

    e questo:

    <span></span>
    <span>6 - L'identità e la diversità delle religioni</span><span>     
         1. X. 1981.</span><span> scrive lo stesso cronista: „</span><span>Jakov e Vicka hanno avuto la visione 'regolare'. La caratteristica della apparizione sono state le risposte date dalla Gospa alle domande poste dai veggenti, che qualcuno aveva scritto. Ecco le domande e le risposte:</span><span>     1. Tutte le fedi sono buone? Tutte le fedi sono identiche? „Davanti a Dio tutte le fedi sono identiche. Iddio le regge come un re nel suo regno… Nel mondo tutte le fedi non sono identiche, poiché la gente non osserva i comandamenti di Dio, ma li respinge e corrompe.“
    </span><span>     - Qui ci sono<span> 2 domande: tutte le fedi o religioni sono buone? A tale domanda non c'è stata risposta. </span>E riguardo alla seconda  (se tutte le fedi o religioni sono identiche, uguali, al di là se siano buone o meno), la risposta è scolasticamente distinta:<span> davanti a Dio tutte le religioni sono “identiche“, e tra gli uomini diverse.</span> Come si sa? Dal fatto che „Iddio le regge come un re nel suo regno“. </span><span>Se tutte le religioni sono uguali davanti a Dio - scintoismo, confucianesimo, sciamanismo, cristianesimo ecc. - allora perché siamo obbligati a credere „in Colui che ha risuscitato dai morti Gesù, Nostro Signore, il quale è stato messo a morte per i nostri peccati ed è stato risuscitato per la nostra giustificazione“ (Rom, 4,24-25)? Se tutte le religioni sono uguali, dove sta la differenza? La differenza è in questo mondo, dicono i „veggenti“. Da che cosa si vede? Dal fatto che la gente „non obbedisce ai comandamenti di Dio, ma li rifiuta e corrompe“. La domanda non era affatto sulla sottomissione degli uomini ai comandamenti di Dio, poiché non dipende da ciò il giudizio se tutte le fedi o religioni siano „buone“ o „identiche“ davanti a Dio e davanti al modo. </span><span>Si è cercata la risposta alla domanda se tutte le religioni, per il loro contenuto, carattere naturale o spirituale, secondo l'insegnamento morale e il rito, sono buone o identiche.</span><span><span> A ciò si dà una risposta senza senso e si attribuisce ciò all'„apparizione“</span>. </span><span>E il cronista scrisse che questa è la „caratteristica dell'apparizione“!   (link cit.)</span> :( Non basta questo per accorgersi in quale MARE DI ASSURDITA' E DI CONFUSIONE DOTTRINALE viaggiano i veggenti, "guidati" (si fa per dire) dai loro francescani, e tutti i fans a-critici di Medjugorie ??Non basta questo per capire quanto è grande il CAOS che satana è riuscito a seminare nella Chiesa dopo il Concilio, ANCHE GRAZIE ai movimenti "variamente spinti dal soffio....", alla loro libertà carismatica di sentirsi profeti e sacerdoti ecc..., rinunciando spesso all'uso della retta ragione,e confondendo in modo pauroso e pericoloso    la vera FEDE    con <span>l'impulso del cuore, irrazionale,</span> cioè approdando                        ad un FIDEISMO MISTICHEGGIANTE che fa scambiare lucciole per lanterne,secondo i propri sentimenti volubili, avulsi dalla Verità eterna e immutabile, (che è la Roccia da cui non dovremmo mai disancorarci)con il seguito di migliaia (milioni?.....) di persone ?

    RispondiElimina
  163. Io come Cattolico certe cose le accetto per fede e senza argomentazioni scientifiche.
    Quando la Chiesa si esprimerà, anch'io potrò dire la mia opinione pubblicamente.

    Se la Chiesa dirà: "Si" a Medjugorie, Lei che farà? Si converte?

    Prudenza nei giudizi.

    RispondiElimina
  164. il grande bluff8 giugno 2010 10:43

    scusi, Mantovano, non capisco:
    se io sono cattolico DA SEMPRE, 
    A CHE COSA mi devo convertire ? forse Medjugorie è un NUOVO DIO RIVELATO ?
    =-O

    RispondiElimina
  165. il grande bluff8 giugno 2010 10:46

    da come parla, pare che lei stia accettando per fede - !!! - che i veggenti siano vittime di un'illusione !
    siamo al punto di identificare fede con illusione ??
    SE COSI' fosse, per la vera Fede allora...non c'è più posto nella mente  e nel cuore degli uomini:
    l'illusione la vince sulla Verità ! (siamo dunque ammattiti e felici di esserlo ??.....)

    RispondiElimina
  166. il grande bluff8 giugno 2010 10:59

    per finire: 
    lei non vede che l'affermazione che dice "tutte le fedi sono identiche davanti a Dio"
    è un'eresia colossale
    e che la Madonna non può pronunciare un'eresia di questa portata  ???

    Se non riesce a vedere questa bufala gigantesca, mi dispiace tanto per lei !
    <span> </span>       CI HANNO INDOTTO a pensare, grazie anche a questa bufala diffusa nel mondo cattolico, che la Madonna possa contraddire il Magistero bimillenario:  una mostruosità logica e di Fede, 
    della quale migliaia di fedeli, tra clero e laici, sembrano non rendersi conto !

    RispondiElimina
  167. Lei lo è di certo. L'apparizione che Lei cita è inesistente.
    Nel Maggio 1982 le apparizioni sono avvenute nei seguenti giorni 2, 14, 20, nessuna apparizione è avvenuta il 6 e soppratutto non esiste il messaggio da Lei riportato.
    Almeno si documenti sui siti ufficiali e non su quelli di gossip.
    Medjugorie, Lourdes e Fatima non sono dogmi di fede. E Dogma il culto alla Madonna. A me basta Lei, poi deciderà la Santa Vergine dove apparire, non sarai certo tu a decidere quando e dove.

    RispondiElimina
  168. il grande bluff8 giugno 2010 11:47

    egr. Mantovano, il link che qui le riporto (per la terza volta)
    http://www.cbismo.com/index.php?mod=vijest&vijest=526

    NON E' AFFATTO un sito di gossip, ma un sito di osservazione critica che fa riferimento al
    <span>Biskupski ordinarijat:</span>
    dunque all'<span>episcopato di Mostar-Duvno Trebinje-Mrkan !</span>
    a meno che lei non voglia affermare che i Vescovi della Diocesi del luogo interessata al fenomeno
    siano nientemeno che.... produttori di gossip  !

    RispondiElimina
  169. La Diocesi di Mostar è stata sollevata dall'incarico e attualmente se ne occupa il Vaticano. Motivo? La diocesi non era imparziale perchè aveva...anzi ha, un contenzioso coi Francescani.

    Inoltre se i contenuti gravissimi da Lei riportati fossero veri, Roma avrebbe già chiuso il caso da tempo...non le sembra ?!

    RispondiElimina
  170. leggete questo8 giugno 2010 11:53

    http://www.salpan.org/SCANDALI/CARISMATICI/Medjugorje-Corvaglia.htm

    RispondiElimina
  171.  e c'è chi ne celebra piu di tre di riti diversi. tutti canonici oviamente.
    quanti neologismi dobbiamo usare?

    RispondiElimina
  172. DANTE PASTORELLI8 giugno 2010 15:09

    Veramnete ci son teologi, vescovi e cardinali che di sciocchezze madornali come quell'annuncio ne dicono a bizzeffe, eppure "i casi" non son cbiusi. Anzi, la S. Sede lascia fare e dire.

    RispondiElimina
  173. risposte zero8 giugno 2010 15:21

    in realtà.....
    ROMA    NON   CHIUDE   ancora questo caso.....
    e c'è da temere che non lo chiuderà per decenni ancora.....
    per lo stesso motivo per il quale NON DA' NESSUNA RISPOSTA A TUTTI I QUESITI
    sollevati dal mondo cattolico più accorto e sensibile ai problemi della
    CONTINUITA'  IRRECUPERABILE dell'attuale caos dottrinale e liturgico rispetto alla Tradizione che riscontriamo dalla chiusura del Concilio ad oggi !
    Così come ROMA NON RISPONDE AI DUBBI sollevati da mons. Gherardini sulle AMBIGUITA' IRRISOLVIBILI dei documenti conciliari, e NON RISPONDERA' per altri lunghi anni a venire,
    ALLA STESSA MANIERA non risolverà l'enigma inaccettabile di una "madonna" che si mostra "ecumenista", sentimental-new-age, disattenta all'ortodossia, talora estrosa e "sbarazzina" (se lei ha seguito i fatti ridicoli come la torta per il suo compleanno!....), assolutamente difforme dal linguaggio  asciutto e severo di quello usato, nella <span>gravità e solennità dei contenuti, a Fatima, </span>La Salette, Lourdes ed altre apparizioni approvate e venerate anche per l'avverarsi delle profezie pronunciate!
    (vedi la Madonna del Buon Successo, nel XVII secolo).
    E' semplicemente una "madonna" in linea cone le "aperture" del Concilio, e col "carismatismo pentecostale" che ne è scaturito: tutti insieme appassiontamente sotto un grande ombrellone d'amore universale iridescente, inclusivo, che scavalca tutte le barriere di religione, considerandole tutte alla pari: il suo linguaggio applica esattamente il principio della "libertà di religione garantito a tutti", teorizzato nella  Dignitatis Humanae, e  che prima del Concilio non era accettato !
    Dunque è una "madonna" aderente alla mentalità post-concilliare:
    per questo ritengo che non sarà messa in discussione; tutt'al più messa in stand-by come l'apparizione di Garabandal, su cui la Chiesa NON HA MAI voluto dare una risposta definitiva, lasciando in sospeso tanti fedeli incerti e dubbiosi. anche qui (staremo a vedere....)<span> tutto rimarrà senza risposte,</span> come la supplica di mons. Gherardini, come le quarantennali domande sul PERCHE' SIANO STATI AVALLATI per 42 anni e approvati <span>catechisti eretici c</span>he seminano confusione come Kiko e Carmen: sa dirmi lei il perchè di questa strana approvazione ?
    Nessuno può dare risposte su tante stranezze: e anche su questo business Medjugorie, RISPOSTE ZERO !

    RispondiElimina
  174. risposte zero8 giugno 2010 15:25

    <span>n realtà.....  
    ROMA    NON   CHIUDE   ancora questo caso.....  
    e c'è da temere che non lo chiuderà per decenni ancora.....  
    per lo stesso motivo per il quale NON DA' NESSUNA RISPOSTA A TUTTI I QUESITI  
    sollevati dal mondo cattolico più accorto e sensibile ai problemi della  
    CONTINUITA'  IRRECUPERABILE dell'attuale caos dottrinale e liturgico rispetto alla Tradizione che riscontriamo dalla chiusura del Concilio ad oggi !  
    Così come ROMA NON RISPONDE AI DUBBI sollevati da mons. Gherardini sulle AMBIGUITA' IRRISOLVIBILI dei documenti conciliari, e NON RISPONDERA' per altri lunghi anni a venire,  
    ALLA STESSA MANIERA non risolverà l'enigma inaccettabile di una "madonna" che si mostra "ecumenista", sentimental-new-age, disattenta all'ortodossia, talora estrosa e "sbarazzina" (se lei ha seguito i fatti ridicoli come la torta per il suo compleanno!....), assolutamente difforme dal linguaggio  asciutto e severo di quello usato, nella <span>gravità e solennità dei contenuti, a Fatima, </span>La Salette, Lourdes ed altre apparizioni approvate e venerate anche per l'avverarsi delle profezie pronunciate!  
    (vedi la Madonna del Buon Successo, nel XVII secolo).  
    E' questa medjugoriana semplicemente una "madonna" in linea cone le "aperture" del Concilio, e col "carismatismo pentecostale" che ne è scaturito: tutti insieme appassiontamente sotto un grande ombrellone d'amore universale iridescente, inclusivo, che scavalca tutte le barriere di religione, considerandole tutte alla pari: il suo linguaggio applica esattamente il principio della <span>"libertà di religione garantito a tutti",</span> teorizzato nella  Dignitatis Humanae, e  che prima del Concilio non era accettato !  
    Dunque è una "madonna" aderente alla mentalità post-concilliare:  
    per questo ritengo che non sarà messa in discussione; tutt'al più messa in stand-by come l'apparizione di Garabandal, su cui la Chiesa NON HA MAI voluto dare una risposta definitiva, lasciando in sospeso tanti fedeli incerti e dubbiosi!</span>
    <span> Anche qui (staremo a vedere....)<span> tutto rimarrà senza risposte,</span> come la supplica di mons. Gherardini, come le quarantennali suppliche, lamentele e domande sul PERCHE' SIANO STATI AVALLATI per 42 anni e approvati <span>catechisti eretici c</span>he seminano confusione come Kiko e Carmen: sa dirmi lei il perchè di questa strana approvazione ?  
    Nessuno può dare risposte su tante stranezze: e anche su questo business Medjugorie, RISPOSTE ZERO !</span>

    RispondiElimina
  175. il grande bluff8 giugno 2010 15:38

    ottimo, Pastorelli !
    è proprio questo che da stamattina cercavo di far capire, appellandomi all'uso della retta ragione, che è al sevizio della Verità e della vera Fede cattolica, non di tutte le bufale e i miraggi dell'umano affarismo in tutti i campi, compreso questo che si rivela un vero marketing della Fede !

    Ma oggi, purtroppo, assistiamo all'avverarsi -già accaduto spesso nella storia- di quelle parole di San Paolo:

    <span>"Verrà giorno, infatti, in cui non si sopporterà più la sana dottrina, ma, per il prurito di udire qualcosa [di nuovo], gli uomini si circonderanno di maestri secondo le proprie voglie, rifiutando di dare ascolto alla verità per volgersi alle favole."</span>

    Ecco, l'uomo stanco della Dottrina bimillenaria di Cristo Signore e della Divina Liturgia, tutto stravolge e innova ed è anche disposto a seguire le FAVOLE alimentate dalla propria mente e da falsi profeti, dicendo a se stesso:
    "VA' DOVE TI PORTA IL CUORE!"
    dimenticando che il cuore per lo più è inquinato in profondità dalle voglie carnali e dal bisogno di gratificazioni, sensazioni e SENSAZIONALISMI svariati! e cede ad inganni ed AUTO-INGANNI, scambiando il FIDEISMO CIECO E IRRAZIONALE con la vera Fede, che illumina la ragione, ne vuole l'adesione cosciente e responsabile, e NON PUO' in alcun modo contraddire le certezze della Dottrina di sempre, per far posto ad apparizioni rinnovate da un "nuovo spirito" sconosciuto fino al 1962 !

    RispondiElimina
  176. il grande bluff8 giugno 2010 15:40

    <span>ottimo, Pastorelli !  
    è proprio questo che da stamattina cercavo di far capire al mio interlocutore, appellandomi all'uso della retta ragione, che è al servizio della Verità e della vera Fede cattolica, non di tutte le bufale e i miraggi dell'umano affarismo che gioca il suo ruolo subdolo in tutti i campi, compreso questo che si rivela un vero marketing della Fede !  
     
    Ma oggi, purtroppo, assistiamo all'avverarsi -già accaduto spesso nella storia- di quelle parole di San Paolo:  
     
    <span>"Verrà giorno, infatti, in cui non si sopporterà più la sana dottrina, ma, per il prurito di udire qualcosa [di nuovo], gli uomini si circonderanno di maestri secondo le proprie voglie, rifiutando di dare ascolto alla verità per volgersi alle favole."</span>  
     
    Ecco, l'uomo stanco della Dottrina bimillenaria di Cristo Signore e della Divina Liturgia, tutto stravolge e innova ed è anche disposto a seguire le FAVOLE alimentate dalla propria mente e da falsi profeti, dicendo a se stesso:  
    "VA' DOVE TI PORTA IL CUORE!"  
    dimenticando che il cuore per lo più è inquinato in profondità dalle voglie carnali e dal bisogno di gratificazioni, sensazioni e SENSAZIONALISMI svariati! e cede ad inganni ed AUTO-INGANNI, scambiando il FIDEISMO CIECO E IRRAZIONALE con la vera Fede, che illumina la ragione, ne vuole l'adesione cosciente e responsabile, e NON PUO' in alcun modo contraddire le certezze della Dottrina di sempre, per far posto ad apparizioni rinnovate da un "nuovo spirito" sconosciuto fino al 1962 !</span>

    RispondiElimina
  177. A me piace la grafica delle riviste dei testimoni di geova. Mi piacciono quegli scenari con tutti quei fiori, farfalle,  uccellini etc.  E poi, vorrei dire che io stimo i testimoni di geova; infatti costoro sono sempre disposti a farsi prendere a pesci in faccia da coloro   che vanno a cercare per condividere le verità della loro bibbia. W I testimini di geova !!!! Cosa sarebbe il mondo senza di loro ?

    RispondiElimina
  178. È vero, assenza di risposte, a meno che i fatti valgono risposta e i fatti ci dicono che ciò che non è stato corretto si è imposto, si è diffuso a macchia d`olio, ha fatto molti piccoli, chi tace acconsente, dunque il silenzio è in sè una forma di risposta, non sono intervenuto prima, non posso intervenire ora, perchè rischierei una rivolta, un scisma, e poi c`è posto per tutti, l`importante è che impariamo a coabitare, ad accettare le differenze, se poi queste differenze sono sostanziali, toccano la dottrina e la liturgia, è oramai troppo tardi per agire, non ci resta che promuovere l`unità nella diversità.
    Poi, a parte il silenzio, ci sono gli incoraggiamenti e i ringraziamenti anche per chi ha creato una chiesa parallela, diversa, altra, per chi ha calpestato, e calpesta, e la Dottrina e la Liturgia, e lì, lo confesso, devo aggrapparmi alla Croce  di Cristo per non essere completamente scoraggiata, perchè non capisco, ma forse non devo cercare di capire, non più.

    RispondiElimina
  179. Giovan Maria Catalan Belmonte8 giugno 2010 17:23

    Pastorelli, pensavo fossi preside, non capoclasse che fa la spia alla maestra: datti un contegno, va.

    RispondiElimina
  180. Giovan Maria Catalan Belmonte8 giugno 2010 17:26

    Perchè lo tiriamo in ballo? Perchè siamo cattivi. Tiè tiè tiè.

    RispondiElimina
  181. Giovanni Mandis8 giugno 2010 18:04

    la Madonna Santissima si riferisce alle persone che professano queste "fedi".
    Tutti gli uomini sono uguali per Dio, Cristo è morto in croce per salvare tutti.
    però la Madonna SS. nei messaggi dice chiaramente che la vera fede è in Cristo e in quel che insegna la S. Sua Chiesa.

    RispondiElimina
  182. Giovanni Mandis8 giugno 2010 18:18

    dovrebbe farvi riflettere
    nella "patria" di Lourdes, di S. Bernardette, del S.Curato d'Ars etc., etc., alcuni vescovi SMINUISCONO la parrocchia
    invece la Madonna a Medjudorie mette al centro della sua presenza speciale per conto dell'Altissimo una PARROCCHIA...

    RispondiElimina
  183. Giovanni Mandis8 giugno 2010 18:19

    <span>dovrebbe farci riflettere
    nella "patria" di Lourdes, di S. Bernardette, del S.Curato d'Ars etc., etc., alcuni vescovi SMINUISCONO la parrocchia 
    invece la Madonna a Medjudorie mette al centro della sua presenza speciale per conto dell'Altissimo una PARROCCHIA...</span>

    RispondiElimina
  184. TESTI di riferimento ai contenuti succitati:

    <span><span>-« Per Dio tutte le religioni si equivalgono: In Dio, non ci sono né divisioni né religioni, siete voi, nel mondo, che avete creato le divisioni» (R. Faricy - L.Rooney, Medjugorje, Marie Reine de La Paix, ed. Téqui, 1984, pag. 51).   </span></span><span>
    <span>-«Voi non credete, se non rispettate le altre religioni, musulmana e serba. Voi non siete cristiani se non le rispettate». (R. Faricy - L.Rooney, op. cit., pag. 68). </span></span>

    RispondiElimina
  185. se <span>TUTTE LE RELIGIONI SONO VERE e tutte hanno lo stesso valore salvifico,</span>
        non ha senso il Mandato di Cristo agli Apostoli: "Andate, predicate, battezzate tutte le genti!"

    RispondiElimina
  186. Giovanni Mandis8 giugno 2010 18:38

    bisogna leggerli TUTTI i messaggi. la Madre di Dio è chiarissima dice "rispetto anche per chi non è cattolico", ma dice anche e soprattutto che la vera fede è quella cattolica che bisogna credere in Cristo e seguire la Sua Chiesa.
    e soprattutto non ha detto che tutte le religioni sono vere!!!

    RispondiElimina
  187. l'apparizione è un evidente riflesso della teologia che supporta i "carismi" e movimenti carismatici scaturiti dal soffio dello "spirito-del-concilio":
    <span><span>Apparizioni “preannunciate” e gestite dai Carismatici</span></span>

    <span><span>"Ma il legame tra le presunte “apparizioni” di Medjugorje e il Movimento carismatico sembra avere radici più profonde: l’abate Laurentin, il maggior apologista delle “apparizioni” di Medjugorje e teologo progressista <span>nel </span>Vaticano II, famoso per il suo lavoro minimalista sull’importanza della Madonna nella Chiesa, <span>fu a conoscenza delle “apparizioni” ancor prima che avvenissero,</span>assieme ad altri suoi confratelli carismatici.</span>
    <p><span>Ad esempio: il Dott Heribert Muhlen, un prete tedesco, professore di dogmatica alla facoltà teologica di Paderborn, responsabile del Movimento carismatico in Germania, in una conferenza che tenne a Zagabria, disse al clero: "N<span>el vostro paese, Dio sta preparando delle grandi cose, che avranno un’influenza profonda sul destino dell’Europa intera!».</span></span>
    </p><p><span><span><span><span>NEL maggio 1981, Padre Tardiv, uno dei massimi esponenti internazionali del Rinnovamento carismatico, così profetizzò al Padre Tomislav: <span>«Non abbiate paura, vi mando mia Madre!»</span> </span><span>(R.F., p. 38).</span></span></span></span>
    </p><p><span>Ma allora, forse che anche la Madonna è apostola e profeta del Movimento carismatico?..</span>
    </p><p><span>Lo affermerebbe l’abbé Laurentin dicendo che c’è una vera “armonia prestabilita tra le apparizioni di Medjugorje e il Movimento carismatico”.</span>
    </p><p><span>http://www.chiesaviva.org/medjugorje.html</span>
    </p><p>--------------------
    </p><p>COME MAI queste ....ehm.....ANTEPRIME DI APPARIZIONE ?
    </p></span>

    RispondiElimina
  188. stranezze inspiegabili contrassegnano il fenomeno fin dall'inizio:
    <span>
    <p><span>"Il 30 giugno 1981, i veggenti dissero che la Madonna aveva promesso di <span>tornare ancora soltanto per tre giorni,</span> fino al venerdì successivo. Ora, come spiegare questa promessa e poi, invece, continuare ad apparire altre migliaia di volte?..</span>
    </p><p><span>Dio non interviene in modo straordinario senza gravi ed evidenti motivi. Se i messaggi ripetono luoghi comuni, o si hanno ripetizioni di apparizioni precedenti, è certo che non sono da credersi.</span>
    </p><p><span>Ma il parroco carismatico di Medjugorje Jozo Zovko, dopo solo tre incontri con i “veggenti”, e senza alcuna indagine, dava loro pieno credito e senza alcuna autorizzazione da parte delle autorità della Chiesa; quindi, non ispirato da Dio, ma solamente da carismatico!</span>
    </p><p><span>P. Tomislav,</span><span> senza aspettare anch’egli che l’autorità ecclesiastica si pronunciasse su quei fenomeni, invitò i fedeli a “partecipare anch’essi all’esperienza dei veggenti”, <span> </span>trascinando, il popolo in un tipo di follìa carismatica, tanto più che <span>“nessuno dei sacerdoti della parrocchia conosceva i veggenti”!</span></span>
    </p><p><span>Da allora, i pellegrinaggi ebbero inizio.</span>
    </p><p>(link cit.)
    </p></span>

    RispondiElimina
  189. <span>stranezze inspiegabili contrassegnano il fenomeno fin dall'inizio:<span> 


    <span>"Il 30 giugno 1981, i veggenti dissero che la Madonna aveva promesso di <span>tornare ancora soltanto per tre giorni,</span> fino al venerdì successivo. Ora, come spiegare questa promessa e poi, invece, continuare ad apparire altre migliaia di volte?..</span>
    <span>Dio non interviene in modo straordinario senza gravi ed evidenti motivi. Se i messaggi ripetono luoghi comuni, o si hanno ripetizioni di apparizioni precedenti, è certo che non sono da credersi.</span>
    <span>Ma il parroco carismatico di Medjugorje Jozo Zovko, dopo solo tre incontri con i “veggenti”, e senza alcuna indagine, dava loro pieno credito e senza alcuna autorizzazione da parte delle autorità della Chiesa; quindi, non ispirato da Dio, ma solamente da carismatico!</span>
    <span>P. Tomislav,</span><span> senza aspettare anch’egli che l’autorità ecclesiastica si pronunciasse su quei fenomeni, invitò i fedeli a “partecipare anch’essi all’esperienza dei veggenti”, <span> </span>trascinando, il popolo in un tipo di follìa carismatica, tanto più che <span>“nessuno dei sacerdoti della parrocchia conosceva i veggenti”!</span></span>
    <span>Da allora, i pellegrinaggi ebbero inizio.</span>  
    </span></span>

    RispondiElimina
  190. DANTE PASTORELLI8 giugno 2010 20:34

    Ma ti sembra proprio il caso di offrire una fetta di natica di Kiko? E perché non di Carmencita? neppure i cannibali riuscirebbero ad addentar pur se arrostite certe pellacce.

    RispondiElimina
  191. DANTE PASTORELLI8 giugno 2010 20:37

    Forse un po' più serio.

    RispondiElimina
  192. DANTE PASTORELLI8 giugno 2010 20:39

    multiritualismo

    RispondiElimina
  193. DANTE PASTORELLI8 giugno 2010 20:43

    La fede ormai è minata, non solo dalle eresie e da tanti altri fattori di disgregazione, ma anche e talvolta soprattuto da un sentimentalismo sdolcinato che fa vibrar le corde più epidermiche dell'emotività. Alla commozione s'è sostituita la semplice emozione.

    RispondiElimina
  194. Sì lo ha detto. Giovanni, secondo la presunta apparizione siamo noi a fare le differenze e creare le divisioni, per Dio tutte le religioni sono uguali....sempre secondo la presunta apparizione.
    Ne abbiamo già discusso in un altro thread.

    RispondiElimina
  195. il grande bluff8 giugno 2010 22:06

    proprio così: emozionalismo, sentimentalismo e sensazionalismo prevalgono sulla retta ragione e governano la psiche e l'anima, a scapito della vera vita interiore, sostituita dalle sue simulazioni, talora costituite da esaltazione collettiva (evidente nelle riunioni altisonanti cariche di effusioni emotive  dei carismatici del RnS) 

    RispondiElimina
  196. Filippo Burighel8 giugno 2010 22:38

    Ribadisco che il buon Silvio ha troppo buon gusto, anche (e soprattutto) per quel che notoriamente "tira". ;-)

    RispondiElimina
  197. Filippo Burighel8 giugno 2010 22:41

    Un centro antitetico a quello DC! Meglio morir sovversivo che democristiano!

    RispondiElimina
  198. Filippo Burighel8 giugno 2010 22:47

    Don Camillo, lei farebbe vergognare Guareschi di aver creato il personaggio suo omonimo. Si legga qualche libro o guardi qualche film su quello splendido personaggio e ritrovi la ragione.

    RispondiElimina
  199. se &amp; quando8 giugno 2010 22:54

    La Chiesa dovesse, PER ASSURDO, "approvare" medj., resterebbe ancora lecito dubitarne . In quanto l'approvazione ecclesiastica (che, nel caso presente non c'è ancora e, presumibilmente non ci sarà MAI, perchè NON CI PUò ESSERE ) è garanzia che, in essa, non vi è nulla di contrario alla fede e/o alla morale, ma NON è *NECESSARIAMENTE* garanzia dell'autenticità e, men che meno dell'origine soprannaturale della stessa. infatti, la Chiesa NON OBBLIGA a credere ad alcuna rivelazione privata approvata. Si può essere perfettamente cattolici, pur NOn credendo a Fatima o a Luordes, lo si può anche affermare in pubblico (purché con il dovuto rispetto per chi la pensa diversamente) senza con ciò commettere alcun peccato, neppure veniale.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.