sabato 9 gennaio 2010

Il cambio di direzione alla Sistina è rinviato.


Un nostro informatore vaticano ci comunica che oggi mons. Liberto è stato nuovamente ricevuto dal Papa (dopo l'udienza concessa il 4 scorso a lui e ai coristi della Cappella Sistina).

Il Sommo Pontefice, a fronte delle notizie diffuse (anche da noi) in merito alla sua imminente sostituzione con don Massimo Palombella, lo ha rassicurato che egli per ora resta in carica, donec aliter provideatur.

20 commenti:

  1. Mah...per la serie qualcuno ha lasciato scappare l'uccellino dalla gabbia e non è stata giustamente gradita la fuga. Oppure non è troppo piaciuta l'ennesima nomina senza domandare nulla a Chi di dovere?
    Misteri dei Sacri Palazzi

    RispondiElimina
  2. S. Benedetto, rondine al tetto10 gennaio 2010 07:48

    <span>incredibile...il Papa ha tenuto conto delle lamentele e veementi proteste delle pecore gementi diffuse via Internet? e gliele hanno riferite in tutta la loro portata di allarme per le sorti della gloriosa Cappella Sistina e del suo coro...senza "filtri" o curiali premure del tipo "non si preoccupi Santità, tutto bene laggiù in fondo al Gregge..." ? 
    mah, se è così, è quasi un miracolo: allora Viva Internet (che anche il Papa ha benedetto per questa utilità, anni fa...), viva Messainlatino, e Deo gratias! 
    (...ma che non sia la solita rondine che non fa primavera....è ancora inverno nella Chiesa, c'è tempo al 1° marzo...una gemma precoce può essere stroncata dal gelo improvviso...) 
    *DONT_KNOW* </span>

    RispondiElimina
  3. Le figuraccie non piacciono a nessuno10 gennaio 2010 09:24

    Queste pasquinate sono veramente molto ma molto importanti! Ma rimane il fatto che la Sisitna è inascoltabile e che il Papa è un musicista e lo sa bene eppure persevera nel massacrarsi/ci le orecchie! Povera Chiesa povera liturgia!

    WW Perosi

    RispondiElimina
  4. Tutti gabbati !10 gennaio 2010 09:47

    Cosa avevamo scritto, in diversi sia qua che sul blog di Tornielli ?
    Che non sarebbe accaduto nulla !
    Questa è la situazione attuale della Chiesa Cattolica : nomine annunciate e poi annullate.
    Vescovi eletti e subito dimissionari ( mai avvenuto nella storia della Chiesa ).
    Le voci che il prossimo Papa potrebbe essere di stampo "tettamanziano" capace solo di sorridere a destra e a manca benedicendo giusti e peccatori , una specie di sonnifero mortale per la Chiesa, dopo questo dinamico pontificato, si fanno sempre più strada fra il clero...

    RispondiElimina
  5. Vedrete, la resistenza dei progressisti è paziente e fruttuosa....... Benedetto XVi non sarà eterno....bisogna aspettare e intanto, Martini, forte, tettamanzi, marini, Betori etc. già stilano il programma. Sodanno decano avvierà i giusti contatti, e in Conclave uscirà----un paa dimezzto inclito più alla comunone che  Sub Petri cum Petri.....Intanto come prima mossa è inserire  nomi di uomini di spiccata fedeltà Bugniniana per la prossima infornata di cardinali: Marini Piero il primo in lista...e poi Paolo Romeo, apertamente contro il MP, finora rimasto al palo, Betori , Forte . Come dire se un Martini esce ne entrano quattro.
    I quattro gatti di messa in latino saranno costretti a ritornare nelle catacombe.....e quindi destinati all'oblio,,,mentre avremo finalmente le DONNE PRETE........ 

    RispondiElimina
  6. sulle donne prete non direi... ma suore presidenti di commissioni pontificie sicuramente!10 gennaio 2010 10:57

    Ma sui diaconi permanenti (verissimi prodotti conciliari, sempre più in aumento) promossi a presbiteri sicuramente! visto lo svuotamento dei seminari! Liturgie catto-giudaiche in San Pietro sicuramente sì!

    RispondiElimina
  7. Porca miseria, che pessimismo! Spero proprio che abbiate torto. L'alternativa sarebbe l'abbandono della Chiesa.

    RispondiElimina
  8. Perosi non è stato un campione della buona musica sacra, come ha più volte affermato l'attuale direttore della Sistina. W PALESTRINA

    RispondiElimina
  9. Cavolo, siamo riusciti a influenzare il Vaticano! Siamo proprio potenti! Vai con il blog, vai con internet!

    RispondiElimina
  10. la salvezza viede da Oriente10 gennaio 2010 11:32

    C'è sempre la Chiesa cattolica Apostolica Ortodossa Russa, dopo tutto il famigerato Motu Proprio è stato promulgato il 7 luglio che secondo il calendario romano ('62) ricorre la festa dei Santi Cirillo e Metodio... le cose non si fanno mai per caso! O:-)

    RispondiElimina
  11. Ho letto della presunta infornata di cardinali capitanati da Marini: Dio ce ne scampi.
    Deve ancora venire fuori uno capace di reggere l'ondata del progressismo che sta letteralmente digrignando i denti in attesa che il papa si tolga di mezzo. Forse Angelo Scola, anche se certamente non è uno come Biffi. Preghiamo perché mons. Oliveri sia trasferito a Milano o Torino, solo in quel caso si avrebbe una boccata d'ossigeno nel profondo inverno della chiesa italiana.

    RispondiElimina
  12. E' pura fantasia pensare che l'ottimo Mons. Oliveri, prossimo al pensionamento, possa essere trasferito in una Diocesi di diritto cardinalizio.
    Non avete notato come ancora non si accenni al prossimo Concistoro?
    Gli equilibri nell'interno della Chiesa sono da manuale Cencelli, di infausta memoria democristiana : uno a me e uno ( o due) a te...
    Perchè mai Mons. Piero Marini dovrebbe essere nominato Cardinale ?
    No ! Umanamente non abbiamo motivo per sperare in una logica continuazione di questo equilibrato e saggio pontificato !
    Ho scritto " umanamente " perchè lo Spirito Santo può decidere al di là dei calcoli umani, per fortuna.

    RispondiElimina
  13. ricordo che esiste lo Spirito Santo

    RispondiElimina
  14. <span>cara redazione il giorno stesso che uscì l'ennesima 'indiscrezione' di una fantomatica nomina di Palombella quale magister vi scrissi sul blog dicendo che avevo parlato con il maestro Liberto e che lui stesso mi comunicò che il Santo Padre lo aveva ricevuto in udienza il 4 e che gli disse di essere felice del suo lavoro e che lo confermava come direttore della Sistina.... voi mi rispondeste che il Papa gli aveva dato il 'ben servito' e mi spiegaste addirittura l'etimologia di codesta frase... io non risposi ma la storia mi ha dato ragione.... di nuovo premetto che la musica di Liberto non è di mio gradimento ma Palombella.... PER CARITA'!!!!!!!</span>

    RispondiElimina
  15. Due cose: sul nuovo maestro della Sistina, dal momento che Palombella risulta essere pari se non peggiore a Liberto, è molto meglio che la sua nomina sia stata bloccata e che il Papa possa compiere una scelta migliore.
    Su un prossimo eventuale Concistoro, ricordo che sono trascorsi appena due anni dall'ultimo e, generalmente,  i Concistori avvengono con una frequenza di tre/quattro anni (anche se il santosubito aveva la mania di convocarli molto più spesso, ma noi siamo per la tradizione di sempre). Inoltre Benedetto XVI, prima di convocare un altro Concistoro, dovrà sicuramente attendere che vengano fatte le tanto attese nuove nomine in Curia Romana (ce ne sono almeno cinque o sei in arrivo, tra cui i sostituti di Re e Kasper) e in alcune importanti sedi episcopali di diritto cardinalizio, prima fra tutte Bruxelles (ma non escluderei neppure Milano, visto che Tettamanzi ha 76 0 77 anni).
    Quanto ad un'eventuale nomina dello sciagurato Marini Piero, fautore delle liturgie-arlecchino in S. Pietro, lo escludo nel modo più categorico, è già tanto che sia divenuto vescovo e ringrazi Dio di non essere stato cacciato dal Vaticano a pedate nel sedere! Escludo che Benedetto XVI voglia rischiare che un elemento del genere possa un giorno divenire Papa, Dio ce ne scampi! Inoltre non cominciamo già a pensare al prossimo Conclave, nè a fare pronostici futuri: Benedetto è felicemente regnante e in ottima salute, preghiamo per lui e perchè sia saggio nelle future nomine episcopali e cardinalizie: abbiamo un forte bisogno di prelati conservatori!

    RispondiElimina
  16. Speriamo che la tua profezia si avveri...Inshallah....Siamo in molti a pregare per questo...

    RispondiElimina
  17. E sono proprio i cari prelati conservatori che mancheranno.

    Vi ricordo che si è avuta un impennata di revival di musiche anni 70 nelle chiese, quasi a scomodare i vecchi fantasmi di Montiniana memoria.
    Quindi le direttive della CEi sono sul lato opposto delle cerimonie di S. Pietro: vale a dire accelleriamo sulla libertà di utilizzare tutti gli strumenti possibili ( oggi a messa: tamburelli, batterie, sonagli, chitarre) hanno rifatto la loro ricomparsa dopo che negli anni novanta sembravano spariti del tutto cedendo il posto alla musica di don Frisina.

    Anche Frisina in soffita e di nuvo le vecchie musichette post contestazione.

    Purtroppo aprite gli occhi cari fratelli: è in atto una guerra non una semplice battaglia.

    Benedetto XVi può vincerla se chiederà aiuto ai nostri fratelli ortodossi.

    Marini sa rà fatto cardinale  anche contro il parere di Benedsetto XVI.

    RispondiElimina
  18. Perchè buttare il fango sul viso di Magister, ottimo commentatore delle cose vaticane e fedele estimatore dell'attuale Pontefice ?
    Tutti avevamo saputo, intra moenia, dell'imminente nomina del Maestro Palombella ai vertici della Cappella Musicale Sistina.
    Non vogliamo sapere chi e perchè ha messo in giro quella diceria.
    Abbiamo invece fedelmente riportato la nostra opinione " che tale nomina non sarebbe mai avvenuta".
    Abbiamo avuto ragione ed i fatti ce lo hanno confermato.
    Semmai dovremmo ringraziare Sandro Magister per aver contribuito a scongiurare il pericolo.
    Dobbiamo altresì riconoscere a Magister un coraggio che molti di noi non hanno, lui si firma nome e cognome ed un grande amore per la Musica Sacra e per la Liturgia romana.
    Io mi sento di dire un forte "grazie" a Sandro Magister per tutto il bene che sta facendo alla Chiesa ed alla buona causa della Musica Sacra e della serietà liturgica.
    Ce ne vorrebbero di Magister nel campo del giornalismo , specie quello vaticanista, troppo spesso supinamente prone ai poteri trasversali ( che imperano sui mass media ) ed alle "veline giornalistiche" democraticamente imposte dagli stessi poteri.

    RispondiElimina
  19. abbiamo fatto rumore11 gennaio 2010 00:28

    Abbiamo fatto rumore... e  il rumore non è passato inascoltato.
    Ripeto: non è normale che un Papa convochi due volte, a distanza di soli quattro giorni, il maestro della Sistina: una prima volta per il concerto e udinza generale e una seconda volta, ieri, in udienza privata... quindi è da credere per certa la notizia data dall'esimio dott. Magister e da Andrea Tornielli.
    Che ci sia da migliorare in Sistina questo è chiaro, ma attenzione che il pericolo non è del tutto scampato tanto piu' che don Giuseppe Liberto è stato confermato donec aliter provideatur (un anno? un mese? un giorno? un'ora?).
    Auguriamoci che non ci capiti peggio di Palombella.....voi sapete bene di chi parlo: l'autore di via col vento in vaticano lo apostrofo' "Monsignorino compositore di musichette".

    RispondiElimina
  20. piu rumore ancora30 giugno 2010 14:46

    Fratelli bisogna fare piu' rumore ancora, bisogna far crescere il fracasso fino alle Sacre stanze...: è notizia ormai certa che per Liberto le ore siano contate. Forse la celebrazione del 29 mattina è stata proprio la celebrazione di congedo.
    Palombella è già pronto... a raggiungere via Monte della Farina (sede della Istituzione Musicale)!
    E se fosse pure peggio? Se ci ritrovassimo addirittura l'incantatore di serpenti? Voi sapete di chi parlo vero?

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.