domenica 20 settembre 2009

Sondaggi

Sul sito dell'Espresso (il settimanale che, come riportato ieri, ha dato notizia di piani per riportare un minimo di dignità nella musica liturgica), è in corso un sondaggio. Ha il valore che ha e le domande sono sicuramente di parte (come la trita affermazione che i giovani voglion le chitarre: ma chi è quell'under 30 che può apprezzare Osanna eh o symbolum? Solo uno che parla ancora di juke box - oggetto sconosciuto ai nati dopo il 1980 - può pensare che le chitarre in chiesa attirino i 'ggiovani). Ecco il sondaggio:

Via Baglioni dalle chiese - Cosa ne pensate?
Il Vaticano proibisce chitarre e canzoni di autori profani. Cosa ne pensate?

Secondo voi

1) E' giusto, le canzonette lasciamole ai juke box
2) E' assurdo, è solo un'occasione ulteriore per allontanare i giovani
3) Un ritorno al rigore può avere un senso, ma le chitarre durante la messa sono di certo il problema minore


Be': il sondaggio varrà poco, ma al momento la risposta 2 (la più stupida) è in testa. Che ne dite di cliccare a questo link, per riportarte quel sondaggio a risultati più decenti?

22 commenti:

  1. Perchè voi vi aspettavate un altro risultato?
    È solo un`ulteriore prova dell`ignoranza se non analfebetismo ai quali è stato condotto il gregge dai suoi pastori.
    Aggiungendo che i lettori dell`Espresso, anche in materia religiosa, devono appartenire ad una certa corrente, quella appunto che ha contribuito al caos attuale.

    RispondiElimina
  2. Concordo con Luisa;
    Si caecus ducit caecum
    in abyssum cadit secum.
    AndreasHofer

    RispondiElimina
  3. Secondo me i lettori dell'Espresso a Messa neanche ci vanno.

    Antonio

    RispondiElimina
  4. per la fiducia che ho per i sondaggi , faccio riferimento a TRILUSSA .........

    nessuna meraviglia da parte mia ,
    quando c'è il rifiuto totale ed irresponsabile a voler dare un educazione ed una dignita' all' individio .

    è solo la cultura che ci rende liberi .....

    ma non lo vedete che anche per la CHESA si è largamente diffusa ormai una mentalita' da batteria , tipo allevamento industriale per i polli o per i maiali . con la differenza che LORO , non hanno altra possibilta che di ingrassare ed essere spediti per farne salami . NOI , abbiamo l' intellIgenza, e l' abbiamo rifiutata ..........
    e per nostra LIBERA scelta !!!!!!!!! ........

    RispondiElimina
  5. al momento i numeri sono questi:

    E' giusto, le canzonette lasciamole ai juke box
    93 voti

    E' assurdo, è solo un'occasione ulteriore per allontanare i giovani162 voti

    Un ritorno al rigore può avere un senso, ma le chitarre durante la messa sono di certo il problema minore
    81 voti

    se sommiamo i primi e gli ultimi:
    93+81= 174
    perfino i lettori dell'Espresso sarebbero favorevoli ad un ridimensionamento delle cattivi abitudini...
    ^__^

    RispondiElimina
  6. A) L'espresso è un giornale di tradizione anticattolica e dissennatamente progressista (Magister ci sta come il cacio sui maccheroni... ai frutti di mare): è ovvio che il suo pubblico sia sfavorevole alla sacralità e favorevole agli sciabattamenti.

    B) L'impostazione del sondaggio è ingannevole, perché la risposta 1 e la risposta 3 sono affini, con una mera sfumatura di rigore. I voti contrari alla risposta 2 sono in realtà quelli della 1 + quelli della 3.

    c) I sondaggi dell'Espresso, come quelli di Repubblica, non hanno il minimo valore statistico e sono solo pretesti per 1) fare populismo con le solite consultazioni inutili (quando si tratta di votare, sia per missitalia sia per le elezioni europee, i villani rinciviliti sono sempre pronti); 2) sondare gli orientamenti dei lettori e meglio mettere a punto la linea editoriale (non per servirli, ovviamente, ma per servirsi di loro); 3) trasmettere l'impressione di essere democratici, interattivi, aperti, imparziali, ecc. ecc.

    RispondiElimina
  7. Diffido in maniera sistematica dei sondaggi, credo che siamo in molti a sapere come il risultato può essere influenzato da molti fattori, il non ultimo essendo il modo di girare la domanda...
    Nemmeno giornali sedicenti cattolici in Francia si sottraggono a questa abitudine di "sondare"l`opinione dei cattolici.
    E chissà come mai i risultati sono sempre in linea con il pensiero progressista...
    I sondaggi commissionati dal giornale La Croix sono ad esempio degli esempi titpici di come il risultato finisce per essere quello voluto dal giornale...sapendo che la Croix si situa nel margine progressista della Chiesa, è facile dedurne quanto poco credibili siano i risultati.

    RispondiElimina
  8. Notate che i risultati dei sondaggi posson cambiare. Ora quelli del sondaggio dell'Espresso sono molto più 'ragionevoli' rispetto a ieri, chissà perché...

    Sù, votate, votate. Servirà a poco, ma costa nulla. Noi non saremo come Father Z. (che riesce a far capovolgere i risultati di questi sondaggetti), ma siamo sulla buona strada.

    RispondiElimina
  9. Ma che domande sono...... e chi ha scritto la scelta delle risposte???????? E' un sondaggio buffonesco!

    RispondiElimina
  10. Certo che è buffonesco, ma un po' tutto in queste discussioni lo è.
    Ma scusate, che i ragazzi vogliano assolutamente le chitarre è forse una cosa seria?
    Io dove ancora le chitarre imperversano vedo regazzi over 40-45, più, caso mai, qualche ragazzino cui loro insegnao a suonare all'oratorio e qunidi per qualche tempo si applica alla celebrazione domenicale, ma in fin dei conti dura poco e dopo un po' viene sostituito dal nuovo apprendista di turno. Lo zoccolo duro dei ragazzi della chitarra restano i soliti che ragazzi non lo sono più da un pezzo!

    RispondiElimina
  11. Vabbé, dai lettori dell'Espresso...

    RispondiElimina
  12. Ebbè, quando sono a Roma, alloggio vicino a San Pietro, una domenica ho voluto andare a Messa in Sant` Anna che si trova all`ìnterno del Vaticano...ebbene mi sono trovata con le chitarre...sono uscita.
    Del resto nel perimetro che circonda San Pietro ho assitito, sconcertata, a qualche esempio delle derive di cui tanto parliamo.

    RispondiElimina
  13. Non ho mai visto un lettore dell'Espresso andare a messa. Mi ricordo solo che lo leggeva alla fine degli anni settanta qualche "cristiano per il socialismo" che ora non so che fine abbia fatto.
    Comunque ve lo do io un sondaggio!
    A Messa feriale in una parrocchia superprogressista romagnola.
    Gran parte della gente è di altra parrocchia (come noi). In fila per l'Eucarestia: quattro Comunione sulla mano, due Comunione sulla lingua in piedi, quattro Comunione sulla lingua in ginocchio.
    A proposito di Espresso, pregate con noi affinchè Avvenire, come ..... non vada al seguito di Repubblica, Espresso e Dario Fo.
    Mazzarino

    RispondiElimina
  14. Ma stigranc**** dell' espresso proprio no?

    RispondiElimina
  15. un ins.di Religione cattolica20 settembre 2009 20:19

    ma signori miei!...stiamo parlando dell'Espresso!!...cosa volete che venga fuori dai sondaggi fatti da simili giornali?..esattamente come quando li fa la "Repubblica"!...A me viene semplicemente da ridere!!!

    RispondiElimina
  16. ho controllato il sondaggio un paio d'ore fa: le risposte alla seconda domanda sono quasi raddoppiate propio in un paio d'ore!
    Mentre prima aumentavano di tre o quattro voti ogni ora. La cosa non quadra e puzza un pochetto

    Daniele

    RispondiElimina
  17. alle ore 20.50
    fra i miscredenti dell'Espresso
    a=270
    b=330
    c=150
    risultato 420 a 330
    nella nostra parrocchia progressista
    in ginocchio e sulla lingua 4
    in mano 4
    in piedi e sulla lingua 2
    risultato 6 a 4

    Il ritorno alla vera liturgia è più facile dove c'è terra bruciata!
    Non mi stupirei di vedere risultati peggiori in ambiti "cattolicamente corretti"
    Mazzarino

    RispondiElimina
  18. alle 21,23:

    a=281
    b=401
    c=171

    RispondiElimina
  19. ore 23,33:
    a= 354
    b= 628
    c= 245

    in due ore quindi:

    73 voti in più alla risposta "a";

    221 voti in più (!!!)alla risposta "b";

    74 voti in più alla risposta "c".

    Spegnendo e riaccendendo il vostro computer potrete votare tutte le volte che vorrete.

    Quindi dopo l'impennata di voti alla risposta "a" in seguito alla diffusione della notizia di questo sondaggio fatta dal blog messainlatino, qualche furbetto si è preso la briga di far lievitare i voti alla risposta "b". Non è certo difficile votare infinite volte dal medesimo computer.

    Occupiamoci di cose più interessanti.

    Antonello

    RispondiElimina
  20. Ma io direi a questi signori di passare dalla mia piccola parrocchia, dove proprio il coro (tutto formato da under 30) ha fatto di tutto per riavere un organo in chiesa...e ci sono riusciti...e i canti durante le celebrazioni liturgiche più importanti, sono proprio i canti tradizionali della Chiesa.

    E' bello parlare per sentito dire.

    RispondiElimina
  21. beh,il sondaggio si è capovolto:

    Ore 11:43 del 25/09/2009

    A) 3070
    B) 1271
    C) 456

    Vince la A con quasi i 2/3 dei voti.

    Antonio

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.