Post in evidenza

La Messa proteiforme: a modest proposal. Risposta e proposta al Prof. Grillo

Il Prof. Grillo ha voluto gentilmente confrontarsi (v. qui ) con il nostro commento critico alla sua intervista (in cui, lo ricordiamo, el...

mercoledì 3 luglio 2024

James Martin veste la Madonna (con kefiah) con le bandiere LGTB trans

Il sacerdote gesuita James Martin, pupillo di Francesco, continua la sua crociata omosessualista all'interno della Chiesa.
Maria SS. gay e con la kefiah palestinese... (foto a fianco e sotto), mentre... a Melbourne il Papa vieta la Messa Tradizionale (QUI).
QUI Michael Haynes su LifeSiteNews.
QUI Michael Haynes su X: "OHIO: Insieme a padre James Martin alla conferenza “LGBT Catholic” Imago Dei sponsorizzata da @OutrchCatholic  c'era l'eremita transgender Nicole “Christian” Cole Matson, sostenuta dal vescovo John Stowe". Ci mancava solo il monaco trans...
Grazie a Michelangelo per la segnalazione e la traduzione.
Luigi C.

Redaccioninfovaticana, 02 luglio 2024

James Martin ha celebrato questo giugno qualcosa di molto importante per lui e che sembra essere il motore della sua vita: il mese dell'orgoglio LGBT. Sono state innumerevoli le manifestazioni pubbliche di questo sacerdote americano contro la dottrina cattolica, ma lui continua come se nulla fosse.
Lo stesso Martin ha condiviso sui suoi social network alcune immagini di un discorso LGBT tenuto in una chiesa dell'Ohio. Nelle immagini si può notare come la copertura dell'ambone sia decorata con quella che sembra essere la Vergine Maria che porta sul manto la bandiera LGTB e quella che rivendica la transessualità.
Secondo i religiosi, "la conferenza ha segnato il 50° anniversario di una delle prime conferenze per gay e lesbiche cattolici, che si è svolta proprio in questo luogo, nel 1974".
Mentre il Vaticano tira fuori la frusta per sedare le voci dissenzienti del settore conservatore, il gesuita James Martin gode della totale impunità di proclamare l'eresia e confondere le anime con una dottrina contraria alla fede cattolica senza che nessuno lo fermi.

Il sacerdote spagnolo Pablo Pich è intervenuto sui suoi social network ed è esploso contro il curioso favoritismo di cui gode. "James Martin cammina liberamente mentre bestemmia apertamente. Viene ricevuto in Vaticano, gli vengono scritte lettere, viene chiamato a far parte di consigli sinodali, ecc. Chiedo a Papa Francesco di intervenire sulla questione perché non può rimanere impunito chi attacca la Beata Vergine e la Fede cattolica in questo modo", ha scritto padre Pablo Pich.



10 commenti:

  1. È gravissimo oltraggio alla Vergine Maria che ci attirerà l'ira di Dio.

    RispondiElimina
  2. Ovviamente nessun provvedimento sanzionatorio (neppure una ramanzina!) sarà preso a suo carico!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci mancherebbe altro!
      Ci vorrebbe un P. Martin in ogni diocesi.

      Elimina
    2. Ci sono già ,e forse anche più di uno per diocesi.Ma cosa cambia? I peccati restano sempre peccati checche ne dica padre Martino....

      Elimina
  3. Semplicemente vomitevole.

    RispondiElimina
  4. Sto Sodomita quando sparisce? Bergoglio scomunica solo tradizionalisti.

    RispondiElimina
  5. ormai, questo soggetto è fuori di testa.

    RispondiElimina
  6. Stanno facendo del tutto per attirarsi l'ira di Dio, continuare a dileggiare Maria e' davvero aberrante, prima l'orrore di Linz e di poi quello sempre vomitevole di Martin, non hanno più rispetto alcuno questi loschi figuri e continuano imperterriti con i loro orripilanti sacrilegi, senza che nessuno prenda provvedimenti sanzionatori disciplinare, neanche una minima punizione. Che orrore.

    RispondiElimina
  7. Ma che si dica un Rosario invece di perdere tempo a blaterare di arcobaleni questo povero padre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io dico il rosario ogni giorno e sono pienamente d’accordo con P. Martin.
      Problemi?

      Elimina