Post in evidenza

Elenchi dei Vescovi (e non solo) pro e contro Fiducia Supplicans #fiduciasupplicans #fernández

Pubblichiamo due importanti elenchi. QUI  un elenco coi vescovi contrari, quelli favorevoli e quelli con riserve. QUI  un elenco su  WIKIPED...

domenica 10 dicembre 2023

Il cardinale Müller sostiene che la migrazione di massa viene utilizzata per distruggere le identità nazionali

Il cardinale Müller ritiene che le élite stiano commettendo un 'genocidio' promuovendo l'aborto e l'eutanasia. Il cardinale tedesco afferma che molti globalisti credono che ci siano 'troppe' persone sulla Terra e che stiano causando 'danni climatici'.
"La migrazione di massa non riguarda l'aiutare le persone, ma distruggere l'identità nazionale"
Questa traduzione è stata realizzata grazie alle donazioni dei lettori di MiL.
Luigi C.

Andreas Wailzer e Maike HicksonLifeSiteNews.com, 04/12/2023 

Il cardinale Gerhard Müller ha affermato che i globalisti "auto-nominati" stanno utilizzando la migrazione di massa per distruggere l'identità nazionale dei Paesi. In un'intervista esclusiva con LifeSiteNews, Müller ha parlato delle ideologie che sono dietro il globalismo e delle loro gravi conseguenze.

"La migrazione di massa non riguarda l'aiutare le persone, ma distruggere l'identità nazionale", ha detto Müller. "Dicono che l'identità nazionale sia nazionalismo, che abbia causato tutte le guerre, e quindi che bisogna essere contro il nazionalismo, ma in realtà vogliono essere contro la nazione."

"Se il nazionalismo è la ragione delle guerre, dobbiamo chiederci chi sta finanziando le guerre e quali interessi ci sono dietro", ha aggiunto. "Vogliono che tutti siano completamente isolati, e non legati da lingua, cultura, legami familiari o una terra natia in cui ci si senta a casa", ha continuato Müller.

"Vogliono distruggere tutto ciò. Vogliono che tutti siano atomizzati, senza radici culturali e religiose e senza identità", ha concluso.

Müller ritiene anche che le élite stiano commettendo un "genocidio" promuovendo l'aborto e l'eutanasia. Il cardinale tedesco ha affermato che molti globalisti credono che ci siano "troppe" persone sulla Terra e che stiano causando "danni climatici". Per combattere questa presunta "sovrappopolazione", queste potenti élite stanno utilizzando l'aborto e l'eutanasia come parte di un "programma di sterminio", ha dichiarato Müller a LifeSiteNews.

"E contemporaneamente, chiunque critichi questa narrativa viene etichettato come nazista da coloro che in realtà promuovono per primi un'ideologia nazista e omicida de 'il più forte ha ragione'... Il genocidio che si sta attualmente compiendo è protetto attraverso la propaganda, che equipara coloro che lo criticano alle persone che hanno commesso il genocidio in passato", ha aggiunto il cardinale.

"La perversione della loro logica è ritrarre le vittime come carnefici. Cos'altro è il programma di spopolamento se non un piano per ridurre le persone attraverso la violenza?" Müller ha spiegato che l'accusa di "nazismo" viene spesso utilizzata come "strumento di potere" per reprimere la dissidenza.

"A loro [i globalisti] non importa che i tassi di suicidio tra i giovani stiano crescendo in tutto il mondo. È semplicemente una cosa giusta, a loro avviso."

Questo scarso rispetto per la vita umana deriva dalla posizione filosofica del materialismo cui aderiscono i globalisti, ha detto Müller a LifeSiteNews. Secondo i materialisti, "gli esseri umani sono solo materia, solo una massa di persone che può essere manipolata" - ha spiegato - Bisogna guardare al filosofo franco-romeno Emil Cioran, nel suo libro Le Mauvais demiurge ("Il malvagio demiurgo"), che propaga l'odio più spietato verso la creazione e verso la bontà di Dio, sputando il veleno del serpente del nichilismo di tutte le 'élite' giacobine, comuniste, fasciste e 'woke' degli ultimi due secoli", ha detto Müller.

"Anche loro [i globalisti] non provano nulla a riguardo. Per loro, le persone sono solo un numero... 10.000 persone in meno è un dato buono per le statistiche!"

L'ex prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede (CDF) ha affermato che il sistema globalista è una miscela di capitalismo e comunismo. I globalisti occidentali sono capitalisti con una "mentalità socialista", secondo Müller. "In questo sistema, il totalitarismo si fonde con il materialismo", ha dichiarato.

"E chi ha più soldi è al potere, e controlla e paga i media." Müller ha affermato di essere ben documentato da fonti affidabili che uno dei principali giornali tedeschi, Der Spiegel, è finanziato in parte dalla Bill & Melinda Gates Foundation. Müller ha anche detto a LifeSiteNews che il cambiamento climatico e il movimento "verde" vengono utilizzati come una "religione sostitutiva", a cui molti aderiscono "anziché diffondere l'originale [cioè il Cristianesimo]". 

"Il rispetto per la creatura deriva dalla fede nel buon creatore e non ha bisogno di una visione catastrofica del mondo". Invece di preoccuparsi genuinamente dell'ambiente, i globalisti che usano i propri jet privati migliaia di volte stanno usando l'agenda climatica per "fare molti soldi", secondo l'ex capo della CDF. Inoltre, ha sottolineato che i bambini vengono sessualizzati sin da piccoli per renderli dipendenti e obbedienti. "La sessualizzazione in generale e la sessualizzazione precoce dell'infanzia in particolare vengono utilizzate per tenere le persone sedate - ha detto Müller - e usano la sessualità come una droga."

Müller ha indicato diversi attributi come caratteristiche chiave del globalismo odierno: "materialismo, totalitarismo, disprezzo per l'umanità, sradicamento e distruzione dell'identità delle persone". Per l'agenda globalista, secondo Müller, la Chiesa cattolica rappresenta un ostacolo e, pertanto, deve essere portata in allineamento con il globalismo.

La Chiesa "non sta semplicemente venendo travolta, sta venendo capovolta", ha detto. Affinché i globalisti abbiano successo, la Chiesa "deve correre nella stessa direzione [del globalismo]; ma la Chiesa di Cristo è sacramento di salvezza per il mondo e l'avanguardia contro l'autodistruzione dell'umanità da parte dei negativisti e dei nichilisti", ha concluso.