Post in evidenza

Clamoroso: il Pellegrinaggio a Chartres in diretta TV (olte che su YouTube) #NDC2024 #pentecoste2024 #pentecoste

SEGUI LA DIRETTA Qui sul canale YouTube di Notre Dame de Chretienté tutte le varie dirette.  - sabato 18 maggio a partire dalle ore 6:00 la...

sabato 9 settembre 2023

Costarica. In seminario ‘sessuologa’ promuove il transgenderismo e la masturbazione per i seminaristi

Ma i vescovi del Costarica che promuovono l'omosessualità, sono gli stessi che proibiscono la Messa Tradizionale (QUI, QUI, QUI)?
Luigi

InformazioneCattolica.it, Angelica La Rosa, 30-8-23

Il seminario nazionale del Costa Rica “Nuestra Señora de los Ángeles” ha utilizzato una “sessuologa” dissidente, Margherita Murillo, per insegnare ai futuri sacerdoti la masturbazione, l’omosessualità e il transgenderismo, e uno dei suoi protetti sta ora influenzando i cattolici negli Stati Uniti.
La Murillo è una nota psicologa e “sessuologa” costaricana, una delle autrici del curriculum di “educazione sessuale” del paese, che è stato criticato per aver promosso l’ideologia transgender, ha passato il segno.
Il seminario nazionale del Costa Rica ha richiesto ai seminaristi di seguire la sua settimana di “educazione sessuale intensiva” che alla fine ha promosso il transgenderismo e la masturbazione e ha presentato argomenti osceni come “orgasmi” e “penetrazione”.
La Murillo ha insegnato ai futuri sacerdoti che “non possono negarsi il piacere” e che la masturbazione “non è un peccato”.
Ha presentato inoltre l’omosessualità non “come un peccato ma come un’opzione” e ha incoraggiato “il rispetto per i diversi orientamenti sessuali”. Sempre la Murillo ha sottolineato ai seminaristi che la confusione di genere delle persone “va rispettata”, indipendentemente dalla loro “anatomia”.

Negli anni decine di sacerdoti hanno già seguito il programma completo di “educazione sessuale” e la Murillo si vanta di aver incontrato ex studenti ora in servizio come sacerdoti che l’hanno ringraziata per “avergli aperto gli occhi”.

Inoltre, la “sessuologa” sta avendo un impatto ben oltre il Costa Rica: un sacerdote che ha lavorato con Murillo in Costa Rica, il francescano padre Edgardo “Lalo” Jara, è attualmente un importante funzionario dell’arcidiocesi di Washington, dove ha portato Murillo a condurre un seminario sulla sessualità in una parrocchia locale.

Il programma di “educazione sessuale” del Seminario Nacional Nuestra Señora de los Ángeles è tenuto da un gruppo di psicologi laici, guidati dal Dr. Gastón de Mezerville dell’Università del Costa Rica, che ha iniziato a tenere seminari presso il seminario più di 20 anni fa, secondo una denuncia del 2014 del quotidiano costaricano La Nación.

“Ogni anno i seminaristi ricevono una settimana intensiva di educazione sessuale in cui l’argomento viene affrontato senza ipocrisie o eufemismi”, riporta il giornale. Gli argomenti includono “orgasmi, pornografia e diversità sessuale”, così come i genitali. Gli istruttori mostrano film espliciti vietati ai minori che contengono scene di sesso e nudità.

Nonostante il contenuto osceno, i seminaristi “devono frequentare” i corsi di sessualità, che sono “un requisito della loro formazione” e si tengono ogni anno per tutti gli otto anni di formazione, ha affermato La Nación.

Ma non solo l’“educazione sessuale” è oscena ed esplicita, è anche direttamente contraria all’insegnamento cattolico. La Chiesa cattolica insegna che la masturbazione è sempre un “atto intrinsecamente e gravemente disordinato” e mortalmente peccaminoso.

Gli atti omosessuali sono gravemente peccaminosi e “intrinsecamente disordinati”, e l’inclinazione all’omosessualità “deve essere vista essa stessa come un disordine oggettivo”, secondo la dottrina cattolica.

La Chiesa rifiuta anche l’ideologia transgender e sottolinea l’unità dell’anima e del corpo. “Dal primo momento della loro creazione, l’uomo e la donna sono distinti e tali rimarranno per tutta l’eternità”, afferma una lettera del 2004 della Congregazione per la Dottrina della Fede approvata da Papa Giovanni Paolo II. “Maschio e femmina si rivelano così come appartenenti ontologicamente alla creazione e destinati quindi a sopravvivere al tempo presente, evidentemente in forma trasfigurata”.

“Spirito e materia, nell’uomo, non sono due nature unite, ma la loro unione forma un’unica natura”, insegna il Catechismo della Chiesa Cattolica.

Secondo La Nación la Murillo ha detto ai futuri sacerdoti che la confusione di genere delle persone “deve essere rispettata”. “Va rispettato ciò che dice il cuore e la testa delle persone, indipendentemente dall’anatomia del loro corpo”, ha riferito La Nación.

L’indottrinamento operato dalla Murillo sembra aver funzionato: “I seminaristi condividono quella visione”, ha raccontato La Nación. “I giovani con cui abbiamo bevuto il caffè concordano sul fatto che le persone omosessuali dovrebbero essere abbracciate e non giudicate”.

La Nación ha anche osservato che il corso “ha un tono simile” a quello del curriculum nazionale di “educazione sessuale” del Costa Rica, che Murillo ha contribuito a redigere e che è stato criticato per aver promosso l’idea di fluide “identità di genere” ai bambini.

“Paradossalmente, la Chiesa cattolica si è opposta a questi programmi e ha chiesto ai genitori di non mandare i propri figli a quelle classi”, ha sottolineato La Nación.

La Nación ha evidenziato che “ogni anno escono dal seminario circa 15 giovani”, a fronte dei circa 10 che vengono ordinati sacerdoti.

Almeno “cinque generazioni di sacerdoti” – circa 50 in totale – hanno subito “l’intero programma” di indottrinamento sessuale presso il seminario costaricano e ora sono “in strada a mettere in pratica ciò che hanno imparato nelle classi”. E i protetti di Murillo stanno diffondendo i suoi perversi insegnamenti sessuali oltre il Costa Rica.

Nell’arcidiocesi di Washington, p. Edgardo “Lalo” Jara, un prete francescano del Costa Rica che dice di aver lavorato con Murillo come insegnante, sta promuovendo la sessuologa nel suo programma online e portandola nelle parrocchie.

Jara ha ospitato Murillo nel suo spettacolo, “Cafeteando con el Padre Lalo”, l’ha raccomandata ai suoi spettatori e li ha incoraggiati a visitare il suo sito Web e le pagine dei social media, che promuovono l’omosessualità, l’ideologia di genere, la masturbazione e la contraccezione.

In un’intervista con Jara lo scorso anno, Murillo ha ripetutamente contraddetto l’insegnamento cattolico sulla sessualità e ha difeso l'”espressione” omosessuale, senza alcuna opposizione da parte del sacerdote, che ha definito i suoi commenti “eccellenti”.

Jara, recentemente, ha portato la sessuologa eterodossa alla chiesa cattolica di Saint Camillus a Silver Spring, nel Maryland, per tenere un seminario con genitori e figli sulla “guarigione della sessualità”.

Come la Murillo anche padre Jara assume un atteggiamento permissivo nei confronti dell’ideologia LGBT, esortando gli spettatori a non condannare l’omosessualità ma a “rispettarla”. In un episodio del suo programma, ha scoraggiato le persone dal cambiare canale televisivo se un bambino vede due omosessuali che si baciano, poiché ciò creerebbe “un senso di anti-rispetto”.

In un altro episodio il sacerdote ha suggerito che l’uso della contraccezione potrebbe essere giustificato a seconda delle circostanze e ha presentato i rapporti sessuali con contraccettivi come un’opzione per le donne con una “grave condizione medica”.

Il frate dimentica che l’Humanae Vitae di Papa Paolo VI insegna che “ogni atto coniugale deve necessariamente conservare il suo rapporto intrinseco con la procreazione della vita umana”.

Padre Jara è l’attuale direttore dell’Ufficio per l’Evangelizzazione e la Pianificazione Pastorale dell’Arcidiocesi di Washington e direttore delle vocazioni per i Frati Francescani della Provincia del Santo Nome. La Conferenza dei vescovi cattolici degli Stati Uniti lo ha nominato predicatore eucaristico nazionale per il risveglio eucaristico nazionale nel 2021.

4 commenti:

  1. Ma qualcuno ha ascoltato quello che ha detto in questi incontri? O sono solo supposizioni, illazioni e notizie di quarta mano?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No guarda, parlava al vento da sola in mezzo alla giungla del Costarica.

      Elimina
  2. Si è poi saputo il motivo per il quale il vescovo Fernandez Torres venne misteriosamente rimosso dal suo incarico?

    RispondiElimina
  3. Saranno felici i redattori di "silere non possum"...si ergono a difensori della fede e l'omosessualità nei seminari è il loro cavallo di battaglia... :-/

    RispondiElimina

AVVISO AI LETTORI: Visto il continuo infiltrarsi di lettori "ostili" che si divertono solo a scrivere "insulti" e a fare polemiche inutili, AVVISIAMO CHE ORA NON SARANNO PIU' PUBBLICATI COMMENTI INFANTILI o PEDANTI. Continueremo certamente a pubblicare le critiche ma solo quelle serie, costruttive e rispettose.
La Redazione