Post in evidenza

La Messa proteiforme: a modest proposal. Risposta e proposta al Prof. Grillo

Il Prof. Grillo ha voluto gentilmente confrontarsi (v. qui ) con il nostro commento critico alla sua intervista (in cui, lo ricordiamo, el...

domenica 18 giugno 2023

18 giugno 1987: muore il grande romanziere Bruce Marshall, colui per cui i miracoli…

QUI alcuni vecchi post di MiL sul grande romanziere.
Luigi


Bruce Marshall fu uno scrittore scozzese, ma cattolico, convintamente cattolico. Nacque ad Edimburgo il 24 giugno del 1899 e morì a Biot il 18 giugno del 1987.
Scrisse molti romanzi, ma la sua fama si deve al celebre Il miracolo di padre Malachia.
La trama è avvincente: un monaco benedettino, padre Malachia, fa uno scommessa con un reverendo protestante che non crede alla possibilità dei miracoli. La scommessa riguarda la trasvolata di una sala da ballo di dubbia reputazione. Il miracolo avviene, ma accade il paradosso.

Malgrado l’evidenza, molti continuano a non credere dando le spiegazioni più assurde. Anche tra i cattolici. Chi invece ci crede, cerca di lucrarci: il luogo dove viene trasvolata la sala da ballo, una piccola isola accanto alla Scozia, è invasa da bancarelle con commercio di oggetti sacri et similia.

Insomma, un romanzo che insegna due cose importanti. Da una parte la capacità di alcuni di negare l’evidenza: una sala da ballo che viene sradicata dal suo luogo di origine per atterrare su un’isola. Dall’altra, la capacita di altri di “terrenizzare” il miracolo, di ricondurlo cioè ai bassi interessi personali, di “bottega”…nel senso letterale del termine.

C’è poco da fare, fin quando si è nella fatica e nel fango di questa terra, il mistero del male (mysterium iniquitatis) incombe.