Post in evidenza

La Messa proteiforme: a modest proposal. Risposta e proposta al Prof. Grillo

Il Prof. Grillo ha voluto gentilmente confrontarsi (v. qui ) con il nostro commento critico alla sua intervista (in cui, lo ricordiamo, el...

venerdì 14 aprile 2023

C'è ancora qualcosa di Cattolico? Vanity Church e “novus horror Missae” a Bari

Dopo la segnalazione di Mons. Favella, commentiamo anche noi.
Dalla nuova rivista Vanity Church l'avantista addobbo dell'altare della Reposizione di Nostro Signore.

 Opera inarrivabile per grazia ed eleganza presso la Parrocchia del Cuore Immacolato (come la tovaglia) di Maria a Rutigliano, Bari. 

Il parroco viene confidenzialmente chiamato Don Csaba.

Iterum scribit leo.

Natalino

AGGIORNAMENTO: Forse c'è ancora qualcosa di Cattolico! 

Ci informa un lettore che il Vescovo di Conversano avrebbe, non ne abbiamo conferma ufficiale, sospeso il Parroco responsabile per 15 giorni dalle Messe.


Sempre più:  lo meritano l'8 per mille? 




35 commenti:

  1. C’è molto di cattolico.
    Basta uscire dai vostri ambienti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Suvvia! Anonimo delle 07:17! Anche io sono assai critico nei confronti delle "chiusure" espresse spesso con cocciuta determinazione su MiL ed altri siti tradiionalisti che a causa di ujna forte miopia congenita non riescono a scorgere altre realtà ecclesiali, spesso belle e colorate, ma in questo caso, anche uscendo dagli ambienti bacchettoni e costruiti ( per fortuna la loro quotidianità lontano dal pc è normalmente assai più gaia e spensierata), quel che abbiamo visto in foto è assai peggio dell'immaginazione. Altro non riesco a scrivere perchè è inutile: non mi posso sentire in comunione con questo tipo di preti e questa impostazione di chiesa.
      Questo , caro ed amato Papa Francesco, è il vero "clericalismo": il "clericalismo" che impone ai fedeli qualcosa di diametricalmente opposto alla loro concezione di fede; il "clericalismo" che impone le nuove chiese più bizzare, costose e strane possibili; il "clericalismo"che ha distrutto gli antichi altari e gli antichi presbiteri; il "clericalismo" che ha disstrutto le scuole cattoliche; "clericalismo" che determina ecumenismo più sfrenato; il "clericalismo" come forma di dittatura spietata camuffata da sorridente spirito sinodale che impone ai poveri preti di curia di andare a telefonare ai parenti e agli amici a Tor Bella Monaca lontani dal Colonnato...

      Elimina
    2. Non si senta in comunione, cosa vuole che le dica.
      Io mi sento pienamente in comunione.
      Viva sereno.

      Elimina
    3. Grazie dell'augurio di vivere sereno caro Anonimo14 aprile 2023 alle ore 10:43! Con l'aiuto di Dio cerco di esserlo perchè, nonostante i miei peccati e le mie imperfezioni, confido nell'aiuto sacramentale della Chiesa che mi dona salvezza rifuggendo dalle bizzarrie degli uomini di Chiesa che, in questi tempi nebulosi " si aggirano per il paese e non sanno che cosa fare" ( Geremia 14)

      Elimina
  2. Mons.Bux ne e' a conoscenza?

    RispondiElimina
  3. Sembra la sala da pranzo di mia nonna.....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L’Eucaristia è stata istituita in una sala da pranzo.

      Elimina
    2. e cosa significa? quel parroco a Natale invece del presepe allestirà una sala parto?
      Le disposizioni liturgiche prescrivono che il Giovedì Santo vengano riposte le particole residuate dalla comunione in un tabernacolo riccamente addobato per essere esposto all'adorazione dei fedeli nella commemorazione della istituzione dell'eucaristia e dell'ordine sacro.

      Elimina
    3. Si, a Natale il presepe è una sala parto. L'eucarestia è stata instituita durante una cena su un banchetto. Quindi, per quanto l'immagine sia di cattivo gusto rispetto ai canoni a cui siamo abituati, tutto sommato è realistica. Se preferite una immagine scenografica, artistica è un discorso estetico ma non necessariamente etico.

      Elimina
    4. Come già scritto in un commento NON PUBBLICATO, sì: la grotta di Betlemme, nei fatti, è stata la “sala parto” di Gesù.
      Volendo fare una battuta fuori luogo, ha detto una grande verità.



      Elimina
  4. Questa specie di "sepolcro " è il sepolcro della fede cattolica sulla presenza reale di Cristo nell'Eucaristia. È un abominio degno di una sospensione dal ministero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In che modo quel tabernacolo non esprime la presenza reale?

      Elimina
    2. Il Tabernacolo con la Santissima Eucaristia anche in mezzo ad un campo esprime ipso facto la Presenza Reale. In questo caso, tristezza infinita, il Santissimo Sacramento è stato umiliato , e con Esso il Popolo Santo di Dio, dalla fantasiosa variazione sul tema inventata dal parroco sul modello del programma televisivo "cortesie per gli ospiti". Chissà quale punteggio avrebbe assegnato alla stravagante "creazione" di quel parroco la giudice di quel celebre reality show italiano la scrittrice Csaba dalla Zorza...

      Elimina
    3. Reitero il commento sperando in una pubblicazione:
      Lungi da essere quell’allestimento ad umiliare il Santissimo Sacramento, ho visto più umiliazioni subite venendo ricevuto da “devoti” formalmente perfetti ma col cuore colmo di durezza, pettegolezzo, orgoglio.



      Elimina
  5. È una cosa ridicola. È la corsa a chi fa la scenografia più ostentata. È fare della liturgia un teatro. Peccato che venga fuori una cosa drammaticamente stupida. L’Eucaristia è stata istituita in una sala da pranzo: vero. Peccato che nel tempo la celebrazione si sia evoluta con forme che non hanno l’ignorante obiettivo di rifare teatralmente una rappresentazione scenica dell’evento, bensì una ripresentazione attualizzante di ciò che si è compiuto nella Cena e sulla Croce; la Messa e l’adorazione sono cose serie, se i preti per primi le banalizzano, riducendole a folclore, come è pensabile che i bambini e i ragazzi e gli stessi adulti le percepiscano come sante? È l’uomo che deve entrare nel mistero; il Mistero, grazie a Dio, entra con garbo e delicatezza nell’uomo; il resto è una pseudo-pastorale anni 70, la quale ha dato i frutti che ben vediamo. Non siamo proprio. La gente scappa da queste cose, non ne è affascinata, le deride.
    Fra l’altro, provate a vedere se gli orientali trattano così la divina liturgia. Cosa sono, tutti stupidi e retrogradi nel celebrare la Messa sempre uguale da secoli? E non si venga fuori con la pantomima che le loro liturgie sono sempre vuote… non mi pare che quelle occidentali scenografiche siano piene.
    Non ho parole.
    Un prete allibito.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quindi preparare un sepolcro con candelabri d’oro, baldacchini e broccati non è ostentazione?

      Gli orientali non hanno il tabernacolo.

      Elimina
    2. Alla fine, i fiori ci sono, le tovaglie pure.. una tavola apparecchiata sarebbe lo scandalo? Se vedeste certi altari della reposizione.. due fiori buttati lì e via. Penso che Nostro Signore si scandalizzi più per altri tipi di cose che fanno i sacerdoti, non certo per una tavola apparecchiata.

      Elimina
    3. Quando di dice con leggerezza "la Messa sempre uguale da secoli" si afferma una cosa non vera. Da venti secoli la Chiesa è obbediente al comando "Fate questo in memoria di me" ma le forme storiche con le quali è avvenuto sono diverse. Le prime liturgie non erano certamente in latino, ma in greco. i vescovi componevano le anafore autonomamente. Poi sono nati riti diversificati.. Quella che impropriamente si chiama "Messa di sempre" è solo la celebrazione tridentina che ha qualche secolo alle spalle e non è di sempre.
      A volte un meno tempo ai post e un po' più allo studio potrebbe essere di aiuto.

      Elimina
    4. Anonimo14 aprile 2023 alle ore 18:13
      Che precisazione inutile e ignorante. Si studi la storia della liturgia e poi parliamo.
      Comunque "Messa sempre uguale da secoli" vale quello che lei ha detto: sempre uguale da (almeno) il Concilio di Trento. Quindi secolare lo è.

      Elimina
    5. Roberto, sarebbe possibile sapere le credenziali sue e degli altri gestori di questo sito in fatto di titoli di studio?

      Elimina
    6. Quindi Nostro Signore avrebbe che ha istituito l'Eucarestia durante una cena è stato volgare? Ma che dite?

      Elimina
    7. Caro Anonimo delle 18.13, mi pare che non ci sia alcuno studio né alcun documento che autorizzi l’addobbo dell’altare della reposizione del giovedì santo in modo così ridicolo, e che autorizzi e incoraggi stravaganze presbiterali ed episcopali; anzi, nelle premesse del messale c’è scritto esplicitamente che nessuno, anche se sacerdote, può modificare il rito o parte di esso.
      Aggiungo poi, per coloro che forse non hanno studiato abbastanza, che nella Messa in coena Domini riviviamo come in ogni Messa il memoriale della croce, e questa è la teologia della Messa. Il resto è semantica. Scusate ma non sono capace di abituarmi alle consuete fisime di taluni grilli parlanti e dei suoi seguaci; ma non mi turbo, venne anche Teuda con i suoi insegnamenti e poi fu dimenticato.

      Elimina
    8. Meno male che c’è chi ha studiato ed apre gli occhi alla massa belante allora.

      Elimina
  6. Ma non è meglio come fanno i protestanti che di tutte ste regole post evangeliche se ne infischiano? ogni Domenica si celebra la Pasqua!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti sarebbe interessante una pagina biografica inerente lo staff.

      Elimina
  7. Sarei curioso di vedere la chiesa ,interno ed esterno.

    RispondiElimina
  8. Cari anonimi pretonzoli della nouvelle vague, vorrà dire che invece delle osterie che allestite “francescanamente”, saccheggiando quel che resta di fede e Tradizione, noi poveri fedeli passatisti frequenteremo vere osterie, spendendo lì i soldi dell’8x1000, e senza nemmeno subire le eresie paradossali e cacofoniche che imponete ai pochi che ancora vi ascoltano

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stando a come taluni confratelli celebrano e pregano, sarebbe proprio da fare.

      Elimina
    2. Ma fate, andate…chi vi tiene?

      Elimina
    3. Di solito, continuare a dire “guarda che me ne vado” e poi stanno lì è segno si insicurezza. Hanno bisogno di qualcuno che gli dica di restare. Hanno bisogno di rassicurazioni e di sentirsi accettati.

      Elimina
  9. In molti lo fanno già.Però l'8x1000 alla Chiesa bisogna assolutamente darlo.I propri genitori si amano anche quando per età o predisposizione al peccato fanno cose poco onorevoli.In quanto alla nouvelle vogue ecclesiale è ormai una cosa da vecchi con tanto potere e poca fede.

    RispondiElimina
  10. Già fatto e già andati via da un pezzo, come dimostrano chiese e piazza San Pietro mezze vuote. Non vi resta che andare in bici o in monopattino nelle cattedrali deserte, di spazio ormai ce n’è

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se te ne sei già andato da un pezzo, non capisco il tuo livore allora, visto che è rivolto ad una realtà a cui ormai non appartieni più.

      Elimina
  11. Caro ore 15.16, sei tu che non appartieni più a una realtà e a una Tradizione eterne, ma probabilmente -venendo di sicuro da un seminario nouvelle vague- non capisci di cosa sto parlando

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cosa ti fa pensare che l’anonimo delle 15.16 sia un prete o ex seminarista?
      Ma vi piace così tanto farvi i vostri film mentali fondati sul nulla?
      Avete già giudicato e condannato tutto….anche l’immaginario.
      Mi stupisco che certi commenti assurdi vengano pubblicati, visto che i moderatori dicono di essere implacabili coi provocatori.

      Elimina