Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

giovedì 6 ottobre 2022

Outlet di lusso in vaticano, aperto anche la domenica

Ma in Vaticano (e il card. Tagle) si ricordano che esiste ancora il Terzo Comandamento? Si vede di no visto che: "Gli orari d’apertura previsti dalla società di gestione Gasak Srl, tutti i giorni, quindi anche la domenica, dalle 10 alle 23. Chiusure solo a Natale, Santo Stefano e Capodanno".
Luigi

Apre l’outlet del Vaticano, la Chiesa punta sul lusso. Ma i cardinali sono divisi

Il centro commerciale ospiterà negozi di famosi brand
Il cardinale filippino Luis Antonio Tagle, 65 anni, avrebbe avallato il progetto
L’immagine forse non corrisponde esattamente a quella di una "Chiesa povera e per i poveri", tanto caldeggiata da papa Francesco, ma non si sono avute molte esitazioni. Quando si è trattato di elaborare nome e logo nel nuovo shopping center d’alta gamma in apertura a Roma in un’area facente capo alla Santa Sede e utilizzare la silhouette della Basilica di San Pietro con tanto di Colonnato del Bernini, sopra un nome che non lascia adito a dubbi: Vatican Mall, letteralmente 'Centro Commerciale Vaticano'. Che ci si trovi in ambito d’Oltretevere ed extra-territoriale – tanto che i prodotti in vendita, che contemplano "solo i migliori brand nazionali e internazionali", sono garantiti "tax free" – lo indica il fatto che l’area fa parte del complesso della Pontificia Università Urbaniana, di proprietà dell’ex congregazione di Propaganda Fide, sui declivi che conducono al Gianicolo.

Tra chi ha avallato l’ambizioso progetto ci sarebbe proprio il gran cancelliere dell’Urbaniana, il cardinale filippino Luis Antonio Tagle,

Mons. Suetta Vescovo di Ventimiglia Sanremo: alle elezioni ha vinto l'umanesimo cristiano



Riprendiamo dal sito 
Sanremonews (QUIla notizia dell'intervista a Libero .

Claudio

mercoledì 5 ottobre 2022

Diocesi di La Spezia: il Tribunale ecclesiastico sospende sacerdote pro aborto, pro eutanasia e pro coppie gay. Scelta coraggiosa e coerente.

Questa del Tribunale Ecclesiastico spezino è una scelta coraggiosa e coerente con la dottrina della Chiesa.
 Qui il testo della sentenza 
 Certo è impopolare (si veda la protesta dei fedeli) ma il malcontento è ahimè segno che la decisione di sospendere un sacerdote così disobbediente e sostenitore di tesi contrarie a quelle della Chiesa era necessaria, per riportare un po' dritta la barra della morale cattolica, ormai troppo allo sbando. 
E quel che è peggio è che di tale sbandamento non ci si renda conto, anzi: si percepisce la punizione come errata perchè colpisce opinioni ahimè errate ma condivise e sentite giuste. 
notizia da La Stampa
Ecco, forse non sono strettamente connesse all'8xMille ma notizie così rinsaldano un po' la fiducia nel clero italiano. Con buona pace dei dissenzienti (che ahinoi, dovranno vedersela con Domine Iddio). 
Roberto 


Bonassola, sospeso il parroco a favore del fine vita e delle coppie omosessuali: 
“Così la Chiesa si allontana dalle persone”

Gli abitanti del borgo ligure pronti a scendere in piazza: «Dio se n’è andato insieme a don Giulio»

E’ la frase che alcuni bonassolesi vorrebbero attaccare alle porte della chiesa, così come fece Martin Lutero con il suo atto di accusa alla Chiesa romana nel 1517. «Siamo pronti a bloccare

Video della conferenza a Bergamo: «La battaglia di Lepanto: la più grande giornata che videro i secoli»

Riceviamo dagli amici del Comitato Summorum Pontificum di Bergamo e condividiamo, con l’invito ad iscriversi alla loro pagina youtube.com/c/SummorumPontificumBergamo.
Buona visione e condivisione!

L.V.

Sabato 1 ottobre 2022

La Messa tradizionale nell'arte #63 - "Francescani che ascoltano la S. Messa" di F.M. Granet (1846) #mtlnellarte #mtl #artesacra #sanfrancesco

Ieri era la memoria (in Italia Festa) di S. Francesco d'Assisi. 
Ecco allora che per la nostra rubrica "La S. Messa Tradizionale nell'arte" proponiamo un'opera dal titolo quanto  mai pertinente: "Francescani che ascoltano la S. Messa". 
Anche il titolo rievoca la "tradizione". Un tempo infatti si diceva "andar ad ascoltar Messa" cosa che fece urticar la pelle ai "riformisti" che invocavano la "actuosa participatio". Ma le nostre nonne (e molti dipinti e immagini) ci insegnano che forse si "ascoltava" (pur magari rispondnedo poco e maccheronicamente) ma si partecipava (e si credeva) molto, molto, molto di più. 

L'opera è del francese Francois-Marius Granet (Aix-en-Provence 1775-1849) e fu realizzata nel 1846 con matita, penna e inchiostro marrone, acquerello e arricchito con gomma arabica bianca.
Originariamente faceva parte di un album regalato dalla famiglia Orléans a Maria Luisa Fernanda de Borbón, come regalo di nozze. 
Quest'opera è stata messa all'asta dalla casa d'aste Christie's, nel Regno Unito, nel 2009.

fonte: catholicus.

Per altre immagini cliccare sull'etichetta "MTL nell'arte"

(Sono senz'altro ben accette segnalazioni e suggerimenti, da parte dei lettori, di altre opere d'arte raffigurati scene della Messa Tradizinale in Latino o di altri sacramenti o sacramentali in rito tradizionale. Grazie sin da ora).
Ro
berto

Gerhard Müller sul Nuovo Ordine Mondiale. "La cultura della morte soffia sul mondo"

Durissima e quasi apocalittica intervista del card. Gerhard Müller: 
"Il declino della Chiesa in Germania e in Europa non è causato dalla secolarizzazione, dalla lotta ecclesiale dei regimi totalitari e dal Kulturkampf da Bismarck alla Società Giordano Bruno, ma dalla mancanza di fede, dalla debolezza della speranza e dalla freddezza dell’amore dei cattolici battezzati e confermati, che preferiscono farsi abbindolare dal suono delle sirene del mondo piuttosto che ascoltare la voce del loro buon pastore e seguirlo".

Luigi 

20 Settembre 2022, Marco Tosatti

Cari amici e nemici di Stilum Curiae mi sembra interessante portare alla vostra attenzione questa intervista estremamente interessante del card. Gerhard Müller, realizzata da Lothar Rilinger e pubblicata da Kath.net, che ringraziamo per la cortesia. Buona lettura e meditazione. L’intervista è un po’ lunga, ma vi assicuro che ne vale la pena.

La cultura della morte sta soffiando sul mondo

Vaticano (kath.net) Il termine “Nuovo Ordine Mondiale” viene interpretato come metafora di una teoria del complotto. In realtà, descrive solo un concetto di società

Ancora su Vescovo e massoneria a Terni: "Inconciliabilità tra fede cristiana e massoneria" della Congregazione per la Dottrina della Fede

Ricordiamolo al Vescovo di Terni, se si vuole tenere l'8xmille.
Mil QUIQUI,  QUI e QUI.
"I fedeli che appartengono alle associazioni massoniche sono in stato di peccato grave e non possono accedere alla Santa Comunione".
"Sacra Congregazione per la Dottrina della Fede a confermarsi nella convinzione dell'inconciliabilità di fondo fra i principi della massoneria e quelli della fede cristiana".
QUI  le giuste domande de Il Sismografo.
Luigi

CONGREGAZIONE PER LA DOTTRINA DELLA FEDE

DICHIARAZIONE SULLA MASSONERIA

 È stato chiesto se sia mutato il giudizio del Chiesa nei confronti della massoneria per il fatto che nel nuovo Codice di Diritto Canonico essa non viene espressamente menzionata come nel Codice anteriore.

Questa Congregazione è in grado di rispondere che tale circostanza è dovuta a un criterio redazionale seguito anche per altre associazioni ugualmente non menzionate in quanto comprese in categorie più ampie.

Rimane pertanto immutato il giudizio negativo della Chiesa nei riguardi delle associazioni massoniche, poiché i loro principi sono stati sempre considerati inconciliabili con la dottrina della Chiesa e perciò l'iscrizione a esse rimane proibita. I fedeli che appartengono alle associazioni massoniche sono in stato di peccato grave e non possono accedere alla Santa Comunione.

martedì 4 ottobre 2022

NOSTRE INFORMAZIONI di mons. Eleuterio Favella: il comunicato di auguri onomastici a mons. Francesco Soddu

Per tramite del suo segretario diacono Ambrogio Fidato e per via diplomatica attraverso il Cancelliere Don Pietro Zecchini, abbiamo ricevuto la seguente informazione ex Aedibus da S.E.R. Mons. Eleuterio Favella, per grazia di Dio e della Sede Apostolica Arcivescovo di Synossi in partibus, Assistente al Sacro Soglio e Giudice Ordinario della Curia Romana e suo Distretto, nonché Abate Commendatario di Santa Cecilia in Urbe.
La comunicazione segue alla notizia della partecipazione di mons. Francesco Soddu, Vescovo di Terni, all’inaugurazione del nuovo ingresso della Casa Massonica del Grande Oriente d’Italia a Terni (QUI, ripresa QUI da MiL), cui è seguita la ridicola precisazione da parte della Curia (QUI, ripresa QUI da MiL).
Grati a Sua Eccellenza Reverendissima per il rinnovato privilegio della sua considerazione nel volerci segnalare alcuni documenti che altrimenti passerebbero inosservati o non verrebbero evidenziati come dovrebbero ed inginocchiati al bacio dell’anello, ci professiamo imperituramente suoi servitori umilissimi et figli devoti in Cristo, e imploriamo la sua augusta benedizione.

L.V.

NOSTRE INFORMAZIONI

La S. Congregazione Concistoriale, preso

CORSO FORMATIVO. Le figure femminili dell’età medievale

Riceviamo e pubblichiamo.
Luigi

CORSO FORMATIVO
Le figure femminili dell’età medievale come risposta alle sollecitazioni del pensiero femminista (I° Modulo)
con Cristina Siccardi

La Civiltà cattolica ha valorizzato al meglio il ruolo femminile?
Il corso di Cristina Siccardi si prefigge l'obiettivo, attraverso una chiave di lettura che scardina i pregiudizi di stampo femminista, di spiegare come nell’età medievale della Christianitas numerose donne si sono distinte per meriti e per abilità governative nel portare a compimento disegni di notevole spessore civile, religioso e culturale, sia come interpreti della gestione del potere, proprio e/o altrui, sia come interlocutrici con le diverse autorità e personalità culturali del loro tempo storico.

STRUTTURA DEL CORSO

Summorum Pontificum nel mondo #108 (e un cardellino): Santuario della Madonna delle Grazie di Montenero, Livorno.



Sabato 1 ottobre 2022, quindicesimo pellegrinaggio al Santuario della Madonna delle Grazie di Montenero, patrona della Toscana.
 S. Em. il Cardinale George Pell assiste al trono, celebra Mons. Agostini cerimoniere pontificio.

Riportiamo in calce il prezioso articolo pubblicato sul Blog di Aldo Maria Valli (QUI) a firma di Rita Bettaglio.

Foto dalla pagina facebook del Castello della Magione (QUI).

Claudio

Terni, intervista della Bussola al Gran Maestro massone: «Tra noi massoni tanti cattolici, dal vescovo parole di rispetto»

Il piccolo scoop di Mil (QUI, QUI e QUI) ha creato un'onda lunga di indignazione per la grottesca sceneggiata del vescovo (per chi volesse scrivergli la sua disapprovazione, con rispetto: segreteriavescovotna@gmail.com
Andrea Zambrano ha fatto un'interessante intervista al Gran Maestro massone protagonista della vicenda. Leggete le chiare dichiarazioni, anche su quello che ha detto il Vescovo all'inaugurazione della Loggia massonica (inter alia, "Quindi il vescovo nel suo discorso non ha messo in evidenza il giudizio negativo che la Chiesa afferma sulla Massoneria?
No").
 Chissà se il Vaticano ha qualcosa da dire...
QUI Il Sismografo, che pur da posizioni non certamente conservatrici, attacca il Vescovo di Terni.
Pubblichiamo infine il riassunto della vicenda, ben descritto dalla Bussola.
Se lo meritano questi vescovi l'8xmille?
Luigi

«Tra noi massoni tanti cattolici, dal vescovo parole di rispetto»

«Dal vescovo di Terni parole di rispetto, è finito il tempo delle crociate».

Card. Brandmüller. Il Cammino Sinodale Tedesco è apostasia di massa

Nuovo magistrale intervento del card. Brandmüller.
Luigi

21 Settembre 2022, Marco Tosatti

Carissimi StilumCuriali, mi sembra opportuno portare alla vostra attenzione questo articolo, apparso su Life Site News, che ringraziamo per la cortesia, nella nostra traduzione. In esso il card. Walter Brandmüller parla degli ultimi sviluppi del Cammino Sinodale tedesco. Buona lettura.
§§§

Il cardinale Walter Brandmüller, prelato tedesco e storico della Chiesa, ha definito “apostasia di massa” le recenti decisioni prese dall’assemblea sinodale tedesca del Cammino dell’8-10 settembre a Francoforte.

L’assemblea ha approvato l’omosessualità, l’ordinazione femminile e la fluidità di genere.

San Francesco d’Assisi, patrono d’Italia

"San Francesco, il più Italiano dei Santi, 
il più santo degli Italiani "

Venerabile Pio XII

Il 18 giugno 1939, Sua Santità Pio XII, a tre mesi dalla sua elezione, proclamava San Francesco d’Assisi, patrono d’Italia.

“[...] poiché la Divina Provvidenza ha voluto che la Cattedra Romana di S. Pietro fosse stabilita in Italia, la Nostra volontà non può non rivolgersi in modo particolare a promuovere i vantaggi spirituali degli Italiani. [...]

Difatti San Francesco poverello e umile vera immagine di Gesù Cristo, diede insuperabili esempi di vita evangelica ai cittadini di quella sua tanto turbolenta età, e ad essi anzi, con la costituzione del suo triplice ordine

Alla scoperta dei membri del Coetus internationalis Summorum Pontificum (CISP) #11 Una Voce España #sumpont2022

Tra sole tre settimane si svolgerà l’11º pellegrinaggio ad Petri Sedem.
Per saperne di più e perché ci possiamo trovare in molti, il più possibile, alla Basilica collegiata di Santa Maria ad Martyres (Pantheon) insieme al card. Matteo Maria Zuppi, Arcivescovo di Bologna e Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, potete visitare il sito del pellegrinaggio site.summorum-pontificum.org.
Vi ricordo che il 28 ottobre si terrà all’Istituto Patristico Augustinianum il 7º incontro di Pax Liturgica, che quest’anno avrà l’onore di ospitare Trinidad Dufourq, mons. Nicola Bux, Aldo Maria Valli e Peter Kwaznievski. Per maggiori informazioni e per registrarsi, cliccare sul link della riunione.
Dopo aver conosciuto l’associazione Nuestra Señora de la Cristiandad - España (QUI), la Fœderatio Internationalis Una Voce (FIUV) (QUI), il blog Senza Pagare (QUI), l’associazione Una Voce France (QUI), l’associazione Latin Mass Society (QUI), l’associazione Notre Dame de Chrétienté (QUI), il Coordinamento Nazionale del Summorum Pontificum (CNSP) (QUI), l’associazione Una Voce Italia (QUI), l’associazione Oremus-Paix Liturgique (QUI) ed il Centre international d’études liturgiques (CIEL) (QUI), continuiamo la presentazione dei membri del Coetus internationalis Summorum Pontificum (CISP) e oggi – con l’intervista di Christian Marquant, presidente del CISP – il nostro grande amico Juan Manuel Rodríguez, presidente di Una Voce España, presenta la sua associazione.

L.V.

1 - Potrebbe presentarci per favore Una Voce España?

Una Voce España è una federazione composta da

lunedì 3 ottobre 2022

Terni: la (grottesca) nota della Curia sulla presenza del Vescovo Soddu alla Loggia Massonica. Ma ci faccia il piacere!

Ci segnalano che la Curia della Diocesi di Terni ha pubblicato sul proprio sito una Nota di precisazioni sulla presenza del Vescovo all'apertura del nuovo ingresso della sede del GOI a Terni

Leggiamola assieme: 

In merito all’apertura del nuovo ingresso della sede del GOI a Terni, desta stupore, sconcerto e amarezza la lettura strumentale, volutamente equivocata e fraintesa, della presenza del Vescovo Soddu a tale circostanza. 
La lettura dei fatti, che non ha neanche tenuto conto dei contenuti di quanto il Vescovo ha detto, travisa totalmente il senso della sua presenza che, non identificandosi con un pensiero differente dalla dottrina Cristiana, ha invece ha avuto l’unico scopo di testimoniare la fedeltà al Vangelo e alla Chiesa, soprattutto in questo tempo del percorso Sinodale che la caratterizza.


Pazzesco! La famosa toppa peggiore del buco!

Alcune nostre evidenti (e inutili) precisazioni: 

- Non è stata data nessuna lettura "strumentale" alla partecipazione attiva di Mons. Soddu (vedi taglio del nastro insieme ai "Venerabili"), ad un evento così identitario della Massoneria. E' stato stigmatizzato un dato oggettivo: la  presenza sbagliata, inopportuna e pericolosa di un Vescovo ad un evento massonico. Stop.  

- Non è che non siano stati tenuti in conto i contenuti di quanto il Vescovo abbia detto: questi presunti contenuti non sono stati resi pubblici, nè, per quel che risulta ad oggi, mai pubblicati. 
Dove sarebbero stati riportati? Da chi?
Se la Curia volesse graziosamente compiacersi di pubblicarli, potremmo valutarli. E chiederemmo scusa al Vescovo solo se davanti agli altri invitati egli avrà fermamente

Mons. Crepaldi: "Difesa della proprietà privata"

Riceviamo e pubblichiamo la Lectio Magistralis  dell'Arcivescovo di Trieste Mons. Crepaldi, in tema di proprietà privata, tenuto alla Giornata Nazionale della Dottrina Sociale della Chiesa a Lonigo (VI), QUI MiL.
Il suo intervento è importante perché in chiara opposizione al nuovo globalismo di Davos che ci vorrebbe possessori di nulla e controllati.
Anche MiL ha partecipato all'interessantissimo incontro.
Luigi

DIFESA DELLA PROPRIETÀ PRIVATA E DOTTRINA SOCIALE DELLA CHIESA

 

S.E. Mons. Giampaolo Crepaldi

        

Pubblichiamo la Lectio Magistalis con cui l’Arcivescovo Giampaolo Crepaldi, vescovo di Trieste, ha aperto sabato scorso 1 ottobre la IV Giornata Nazionale della Dottrina sociale della Chiesa sul tema “Libertà e proprietà, contro lo Sharing globalista d Davos”, tenutasi a Lonigo (Vicenza) con ampia partecipazione di pubblico proveniente da tutta Italia e organizzata dall’Osservatorio Cardinale Van Thuân e da La Nuova Bussola Quotidiana.

Donne prete e orgoglio gay al Sinodo dei Vescovi.


 Ecco l'immagine del sinodo per la sinodalità (!).  

Donne con casule e stola, magliette con scritte arcobaleno inneggianti il "pride".

Tesi:

"Il futuro è ora"( !)

Antitesi:

"Vogliamo poter decidere da ieri (!)"

Sintesi:

"Che divertente questo pontificato"

Noi oggi decidiamo sull'8 per mille.


Dal sito di Rorate Caeli QUI.

Claudio

Orrori architettonici… e dove trovarli #108 a Bergamo (BG)

Chiesa di Maria Immacolata dell'arch. Giuseppe Pizzigoni (anno 1965).

Lorenzo

Descrizione: La chiesa, costruita a servizio del nuovo quartiere periferico di Longuelo, è un

Vescovo Soddu e cerimonia massonica a Terni: analisi della gravità del gesto in un commento di de Mattei

il vescovo Soddu, sulla sinistra, 
all'interno di uno dei due templi massonici
di Terni
Avevamo dato notizia qui ieri che il Vescovo di Terni mons. Soddu, aveva partecipato (il 27 settembre, in occasione dei festeggiamenti massonici del "XX settembre") all'inaugurazione di un nuovo ingresso della Casa Massonica di Terni. 
Nelle foto pubblicate sul sito del Grande Oriente, si vede Sua Eccellenza (assieme a notabili venerabili) partecipare attivamente alla cerimonia del "taglio del nastro" (foto sotto, e foto ancora migliore qui dal sito Umbria24). 
Inoltre ha preso parte anche alla visita di uno dei templi, come la foto qui a destra testimonia: gli invitati (tra cui mons. Soddu ed un altro sacerdote): inconfondibili le due colonne "Jakin e Boaz" che la simbologia massonica dispone all'ingresso della loggia. 
Imbarazzante poi l'allocuzione di circostanza tenuta dal Gran Maestro che esaltando il 'XX settembre' come giorno della vittoria laicista sul dominio della Chiesa Cattolica, ne ha esortato il ripristino come festa nazionale civile...  
Pubblichiamo oggi il commento del prof. de Mattei sulla gravità della presenza del prelato ad un evento così identitario dell'Istituzione della Massoneria, nemica della Chiesa Cattolica e ancora duramente condannata (tanto che per i cattolici vige ancora il divieto di farne parte, pena lo stato di grave peccato mortale e impossibilità di accedere ai sacramenti. Inoltre, la CDF così disse che "Non compete alle autorità ecclesiastiche locali di pronunciarsi sulla natura delle associazioni massoniche con un giudizio che implichi deroga a quanto sopra stabilito, e ciò in linea con la Dichiarazione di questa S. Congregazione del 17 febbraio 1981" (Cf. AAS 73, 1981, p. 240-241).cfr. Congregazione per la Dottrina della Fede, 26.11.1983). 
Ci aspettiamo che la gerarchia di Santa Romana Chiesa si faccia parte diligente per rimediare allo scandalo. 
Sottolineato e grassetto nostri.
Roberto. 

di Roberto de Mattei.
Nel 1968 apparve un libro dello scrittore francese Jean Madiran dal titolo L’eresia del ventesimo secolo (L’Hèrésie du XX siècle, Nouvelles Editins Latines, Parigi 1968): l’eresia a cui Madiran si riferiva era quella dei vescovi, in particolare dei vescovi francesi, di cui denunciava le posizioni eretiche o eretizzanti assunte dopo il Concilio Vaticano II.

Madiran osservava come tutto nasceva da un cedimento dei cattolici alla filosofia moderna, e

Plinio Corrêa de Oliveira: araldo della Controrivoluzione cattolica

«Vogliamo solo guardare al futuro. Dal passato non traiamo lamenti o risentimenti, ma solo la convinzione della vittoria di questa tesi, che deve rimanere: i cattolici vinceranno spiegando interamente lo stendardo cattolico, e non occultandolo sotto le pieghe di dottrine politiche equivoche» 
(Plinio Corrêa de Oliveira)

Il 3 ottobre 1995 rendeva l'anima a Dio il grande filosofo e uomo di Chiesa Plinio Corrêa de Oliveira.
Per ricordarlo, pubblichiamo QUI una breve biografia illustrata del Nostro.