Post in evidenza

URGENTE APPELLO AI GRUPPI STABILI ITALIANI: comunicateci conferme o variazioni alle vostre Messe

ABBIAMO URGENTE BISOGNO DEL VOSTRO AIUTO!  Viste le ultime notizie sulla CEI e sulle risposte dei Vescovi  sul Summorum Pontificum i...

martedì 28 luglio 2020

Polonia: il rieletto Duda si inginocchia di fronte alla Madonna di Częstochowa e riceve la "benedizione sul Presidente" dal Vescovo


Qui da Chiesa e post Concilio. 15.07.2020

Il presidente Andrzej Duda, eletto per il secondo mandato alla Presidenza della Repubblica Polacca, ha pregato davanti all’immagine miracolosa, per affidare alla Regina della Polonia le questioni di patria e nazione, così riferisce dziennikzachodni.pl.
Il presidente Duda, dunque, è cattolico e non ne fa segreto: si era recato dalla Madonna lo scorso 24 maggio, nel giorno del quinto anniversario della sua prima elezione a presidente, e lo ha rifatto lunedì 13 luglio.

Dal sito IlTimone apprendiamo questa bella notizia: 

"Anche il vescovo ausiliare dell’Arcidiocesi di Częstochowa, Andrzej Przybylski, ha impartito la sua benedizione al rieletto presidente: «Dio, benedici la nostra amata patria, la Polonia, tutti i polacchi. Benedici il presidente della più brillante Repubblica di Polonia per una nuova tappa del suo servizio nazionale». Parole, cui è seguita una supplica affinché il Paese sappia ricompattarsi e volgere unitariamente il proprio sguardo al Signore: «Ascolta, Dio, il grande desiderio di Tua e nostra Madre, Regina di Polonia a Częstochowa, affinché noi, i suoi figli polacchi, viviamo in armonia e unità; che avremmo Dio nei nostri cuori, perché solo lui può permetterci il vero amore e la riconciliazione, per incollare saggiamente la Polonia e il suo risveglio spirituale».""

8 commenti:

  1. c'è il rischio che siano tutte apparenze.
    Anche tra i cattolici polacchi seri c'è molto scontento per come questo partito politico ha gestito lo Stato: nessuna legge ispirata alla dottrina della Chiesa e molta incompetenza e favoritismo clientelare.
    Col passare delle generazioni c'è il serio rischio che la Polonia faccia la fine dell'Irlanda.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. C'è scontento fra cittadini liberali e quelli di sinistra. Presidente Duda è autenticamente cattolico. Se la Polonia farà un giorno la fine dell'Irlanda, lo sarà per i meriti di preti e vescovi omosessuali GT

      Elimina
    2. Al limite, preferirei anche un presidente che si va ad inginocchiare "per apparenza", rispetto ad un governo che manda i carabinieri ad interrompere i preti sull'altare! Per il resto, d'accordissimo con anonimo 1:20. Tra l'altro, mi pare che sia uno dei pochi presidenti europei ad essere sposato e ad avere figli (l'unico altro che mi viene in mente è Orban).

      Elimina
  2. MOLTO EMBLEMATICO E PROFETICO è QUESTO VIDEO IN CUI SI VEDE LO STESSO PRESIDENTE CORRA A RECUPERARE UN OSTIA CONSACRATA CHE STAVA VOLANDO VIA DALL'ALTARE

    https://gloria.tv/post/Phi9W941vrML4X1ERrVkNRVZV

    RispondiElimina
  3. Ottimo. Dove c'è la destra al governo il cattolicesimo rifiorisce. Mentre invece i governi di sinistra cercano di zittire i cattolici. Visione spirituale e verticale della vita vs. visione materiale e orizzontale della vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo in pieno. I nostri "vescovi" si scaldano se vedono un politico mostrare pubblicamente un Rosario, mentre tacciono sull'ateizzazione della società e sugli scempi fatti dai sinistri di ogni risma.
      Una volta i vescovi erano persone infuocate di Dio, oggi dei semplici quaquaraquà al servizio del pensiero unico.

      Elimina
  4. Non capisco come mai state sempre a parlare di polacchi e Polonia

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh, se vuoi narrare delle gesta cattoliche di Conte e della Merkel fai pure.

      Elimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.