Post in evidenza

Un parroco in Diocesi di Fidenza coraggioso sulla S. Comunione in bocca

L'arciprete di Castelvetro e Croce S. Spirito (PC), in Diocesi di Fidenza ma alle porte di Cremona, spiega perchè darà la S. Comu...

domenica 16 febbraio 2020

Valle D'Itria preti contestano il Cardinale Burke “è un conservatore! Niente Messe!" Si però alla "diacona" valdese!

"Tolle, tolle, crucifige eum!" (Gv 19:15)
Dei fedeli pugliesi ci hanno segnalato un gravissimo episodo che ha dell'inverosimile!
Ecco quello  che sarebbe dovuto essere il programma del Card.Burke in  tre splendide cittadine in Valle D'Itria: Fasano, Ostuni e Martina Franca: «In visita a Fasano il cardinale americano Raymond Leo Burke. 
FASANO– Una visita privata in cui si incastoneranno due momenti pubblici:
il 15 e il 16 febbraio prossimi il cardinale americano Raymond Leo Burke, patrono del Sovrano Militare Ordine di Malta, sarà ospite, a Fasano, dell’imprenditore Antonio Clarizio. 
Sabato 15 febbraio, alle ore 19, sua eminenza celebrerà una messa – Burke è uno dei cardinali che celebrano la messa tridentina dopo la riforma liturgica – nella Cattedrale di Ostuni. 
Domenica, alle 18 e 30, il cardinale Burke presiederà una solenne celebrazione eucaristica, sempre nella forma più antica del rito romano, nella chiesa di Cristo Re, a Martina Franca. »( QUI
Ieri sera abbiamo appreso  dall'articolo di Danilo Santoro sul Quotidiano di Puglia (v. foto in copertina) della contestazione "della comunità dei parroci ostunesi...abbastanza scettica e perplessa nell'ospitare nella Città Bianca Burke, noto per le sue teorie, spesso in conflitto con quelle di Papa Francesco. Burke anche nel recente passato ha contestato il sinodo sull'Amazzonia, ma anche le aperture del Santo Padre in riferimento ad alcuni ambiti sociali, come l'omosessualità. Temi spessi (sic!) controversi all'interno della Chiesa Cattolica, con le posizioni di Burke, ordinato cardinale (sic!) del 2010, quasi sempre poco allineato a quelle di Papa Francesco. 
Lo stesso Burke, però, ha sempre sostenuto la legittimità dell'elezione del Papa argentino. Una serie di uscite pubbliche e meno pubbliche, però, che lo hanno messo in contrasto con l'esperienza papale di Bergoglio. 
Valutazioni che non sarebbero sfuggite alla comunità cristiana e dei Parroci della Città Bianca. 
Di qui la possibilità, anche di istanze formali rivolte direttamente al Vescovo della Diocesi di Brindisi e Ostuni, Mons.Domenico Caliandro per contestare modalità e tempi di visita di Raymond Burke nella Cattedrale  della Città Bianca. 
Da programma Burke avrebbe dovuto celebrare questo pomeriggio ad Ostuni la messa liturgica tridentina (sic!) e quindi in latino ecclesiastico, formula, quest'ultima non prevista ormai da tempo nella diocesi brindisina. ... 
Non erano, infatti, state annunciate, appresa la notizia del suo arrivo, forme di protesta particolari.  
Una contestazione , così, partita più da chi quotidianamente è impegnato ad Ostuni, nel seguire la dottrina religiosa cristiana, ed avvalersi senza contestare, l'esperienza papale di Bergoglio. ...

Sono state dunque ANNULLATE le Messe che il Cardinale Burke avrebbe dovuto celebrare ieri (sabato) nella Basilica Concattedrale Santa Maria dell'Assunzione di Ostuni e oggi (domenica)  nella chiesa di Cristo Re, a Martina Franca.  

SI TERRA' INVECE lunedì 17 febbraio l' incontro ecumenico nella chiesa di San Luigi Gonzaga di Ostuni con il pastore valdese Bruno Gabrielli ( citato per primo nella locandina, v.sotto) l’Arcivescovo della Diocesi Brindisi Ostuni S. E. Mons. Domenico Caliandro, la comunità di Sant'Egidio, il direttore nazionale della Fondazione CEI Migrantes Gianni De Robertis, la  "diacona" valdese Monica Natali e il "monaco" di Bose Davide Varasi. 
In  chiesa sarà proiettato anche un video realizzato dall’Arci-Siproimi di Brindisi nel quale "saranno raccontate alcune esperienze locali di accoglienza come l’iniziativa “Sarò chef, cuochi nel mondo” promosso dall’Associazione Migrantes di Brindisi, dalla Caritas diocesana e dall’Istituto Alberghiero “S. Pertini” e i corsi di alfabetizzazione per stranieri curati dall’Associazione Migrantes di Ostuni." (QUI

Ci chiediamo: come possono dei preti che si sono  ferocemente scagliati contro un Uomo di Chiesa, loro confratello nel Sacerdozio impedendogli di celebrare due Messe, parlare "sull’unità ritrovata dei cristiani nell’accogliere, servire e promuovere le persone migranti"?

AC


Su quanto accaduto in Valle D'Itria, un terribile vulnus della comunione ecclesiale e del "sentire cum Ecclesia", leggere anche l'articolo di Andrea Zambrano sulla Nuova Bussola Quotidiana QUI








MiL si era occupata della Messa ritus antiquior "negata"  ai fedeli di San Vito dei Normanni QUI

11 commenti:

  1. Ormai l'ipocrita ecumenismo vaticano-secondista ha preso piede sconvolgendo le anime di preti suore e laici che sono passati dalla parte di Belzebù mostrando le zanne a chi osa opporsi loro. Serve un intervento soprannaturale che li spazzi via.

    RispondiElimina
  2. Nulla di nuovo ! Dal CVII in poi i novatori arrivati al potere, per definizione faziosi e intolleranti, per tentare di aver ragione, hanno demonizzato e combattuto con i mezzi più ignobili tutti coloro che, in vario modo, non erano d'accordo con l'abbandono di una tradizione millenaria dottrinale e ,pertanto liturgica, della quale hanno paura, perché li smentisce. Quanto alla confusa conventicola ecumenica, che fa parte della linea dei spettacoli equivoci di Assisi, si giudica da se stessa come anticattolica bergogliana che con il pretesto di accoglienza, fratellanza etc. etc., legata ad interessi finanziari, arriva fino ad impedire ad un confratello di celebrare il Divin Sacrificio come la Chiesa lo ha celebrato per millenni, adeguandosi all'arrogante intolleranza ideologica di Bergoglio, che caccia tutti coloro che voglio rimanere fedeli.

    RispondiElimina
  3. Mi fa piacere, trattasi di pastori da rserva indiana. Pontificali presso l'istituto Cristo Re...ma fuori? Nisba. Meditate gente meditate. W Mons. Lefebvre.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'Istituto Cristo Re Sommo Sacerdote è praticamente l'unica entità cattolica in espansione. Noi possiamo anche meditare, ma tu non rosicare...

      Elimina
    2. Sono d'accordo al 100%.
      Viva Cristo Re!

      Elimina
  4. La presa di posizione del mitrato e dei parroci del luogo oltre ad essere faziosa e antiecclesiale perché vieta ad un sacerdote di celebrare Messa è anche una violazione delle disposizioni canoniche che permetono ad un cardinale di celebrare come e dove vuole. Ma ,ovviamente, ha prevalso la paura di sentire criticata quella serie di manifestazioni tipicamente bergogliane di populismo immigratorio e confusione anticattolica tra religioni incompatibili tra loro che ormai sostituiscono la perdita della fede e la desertificazione delle chiese delle quali non si preoccupano affatto.

    RispondiElimina
  5. Beati voi quando vi perseguiteranno e mentendo diranno ogni sorta di male contro di voi per causa mia, rallegratevi ed esultate perché la vostra ricompensa è grande nei cieli. Grazie eminenza della vostra tenacia nell'essere fedele alle vostre promesse sacerdotali. Grazie Eminenza. Siamo molti quelli che, guardando Lei, proviamo a obbedire Dio prima degli uomini. Dio vi benedica.

    RispondiElimina
  6. I cardinali godono di facolta' universali.
    E' canonicamente illecito osteggiare un cardinale che intende celebrare Messa in una chiesa cattolica.
    Ma a questi che gli importa?

    RispondiElimina
  7. Visto che ne parliamo , conosciamolo :
    chi e' costui ?
    https://it.cathopedia.org/wiki/Domenico_Caliandro

    RispondiElimina
  8. Da La Bussola Quotidiana "E sicuramente è vero il fatto che qualche prete è intervenuto per stoppare quella celebrazione.
    Ma quello che i giornali locali non hanno scritto è che la decisione di sospendere la Messa, non di annullarla, è partita proprio dallo stesso Burke. Come ha potuto ricostruire la Nuova BQ da fonti molto vicine al cardinale statunitense. È stato Burke che ha deciso di cancellare quell’incontro nella Città bianca del Salento organizzato su invito di alcuni imprenditori locali. Il motivo? Il parroco del Duomo, dopo aver concesso l’uso della chiesa, ha comunicato la condizione sine qua non di far svolgere la Messa in latino al cardinale in forma privata. Significa che avrebbero potuto partecipare soltanto gli organizzatori. Vale a dire una Messa a porte chiuse. O se volete una Messa clandestina. A quel punto Burke si è chiamato fuori"

    RispondiElimina
  9. https://lanuovabq.it/it/la-chiesa-del-dialogo-umilia-burke-messa-a-porte-chiuse

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.