giovedì 26 settembre 2019

Lecce: riapre una chiesa e vi si celebrerà in rito antico. Laus Deo!

Apprendiamo una bella notizia che non possiamo non riferire: il numero delle Messe in antiche va sempre aumentando! Complimenti agli amici leccesi.fonte: Portale Lecce del 25.09.2019 

MiL vi anticipa gli orari certi: 

c
hiesa di S. Anna in via Libertini,
ORARIO celebrazioni

- sabato e festivi: S. Messa (V.O.) ore 11.00
(a breve indicazioni anche degli orari per le messe feriali). 
per info: coetus.lupiensis@gmail.com 
Roberto. 


Domenica scorsa a Lecce è stata riaperta al culto la chiesa di Sant’Anna in via Libertini, splendida testimonianza del barocco leccese, dopo il completamento dei lavori di restauro voluti dall’amministrazione comunale, proprietaria del complesso monumentale, e finanziati dalla Regione Puglia.

A seguito di un accordo tra comune e diocesi, l’arcivescovo Michele Seccia ha concesso Sant’Anna quale sede delle celebrazioni in rito antico, finora ospitate in altre chiese del centro storico: mons. Seccia ha voluto così
fissare un luogo dedicato ai fedeli che da oltre dieci anni a Lecce partecipano alla liturgia antica, affidati da circa un anno alle cure di un giovane sacerdote dell’Istituto di Cristo Re Sommo Sacerdote.

Per l’occasione della riapertura, la messa solenne (con i ruoli liturgici di diacono e suddiacono) è stata celebrata da mons. Gilles Wach, priore generale dell’Istituto di Cristo Re, con l’assistenza di sacerdoti, diaconi e seminaristi.

Dopo anni di abbandono, sono risuonate - tra la cantoria e la navata - le melodie gregoriane, mentre sull’altare maggiore risplendeva nuovamente il magnifico tabernacolo dorato, tra candele e reliquiari; e l’incenso si innalzava sino alle grate del matroneo, ove era facile immaginare i volti fugaci delle claustrali che per secoli parteciparono a quelle identiche preghiere “Introibo ad altare Dei…”.

3 commenti:

  1. Una bella notizia. Auguriamoci che tutte le chiese del mondo intero presto presto, dopo il ritorno al loro antico splendore, deturpato dalla rivoluzione conciliare, siano "riaperte al culto": al Santo Sacrificio della Messa di sempre, ai Sacramenti di sempre. In Russia diverse chiese fatte saltare in aria dal bolscevismo sono state ricostruite come erano dove erano. Noi vogliamo che sia cancellato per sempre dalle chiese cattoliche ogni indizio della rivoluzione conciliare. Che l'Arcangelo San Michele ci aiuti!

    RispondiElimina
  2. Quando leggo questa notizie io sono sempre un po' sospettoso. Non vorrei che fossero specchietti per le allodole per portare i cattolici legati alla Tradizione nel solco del CVII ed a accettare gli sproloqui e le apostasie verbali e materiali del papa infelicemente regnante. Meglio essere prudenti.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.