giovedì 18 ottobre 2018

Vaticano conferma OGGI: al Sinodo sarà affrontata la questione delle nozze gay


Mala tempora currunt. Speriamo che lo Spirito Santo ci si metta di mezzo.
Per ora sembra che Benedetto XVI avesse ragione: la lobby gay in vaticano è forte. 
L

Il Messaggero, 17-10-18

Città del Vaticano - Con buona pace di quei vescovi e cardinali conservatori che sperano che la questione delle nozze gay venga tenuta lontana dal Sinodo dei giovani, il Vaticano ha confermato che invece sarà affrontata eccome. «E’ stato detto che i temi dell’omosessualità e dei matrimoni dello stesso sesso non possono essere lasciati fuori dalla pastorale» ha detto nel briefing di oggi il neo Prefetto della Comunicazione Paolo Ruffini, riferendo delle questioni affrontate nelle ultime riunioni delle sessioni plenarie del Sinodo. Nei mesi passati, il cardinale Lorenzo Baldisseri, segretario generale dell’assise, aveva anticipato che non ci sarebbero stati argomenti tabù, a cominciare dall’espressione «gioventù LGBT», un acronimo mai usato in precedenza nei documenti dalla Chiesa, e incluso nel documento di lavoro di base per la discussione. In questi giorni ci sono stati alcuni padri sinodali, come l'arcivescovo Chaput di Philadelphia che aveva affermato in un intervento tutta la sua contrarietà.

1 commento:

  1. Ma perché la fanno tanto lunga. Insomma se già hanno deciso (perché hanno già deciso) li accettino e basta e finiamola con tutti questi bizantinismi. Tanto o subito o tra qualche anno li accetteremo anche noi. Lo ha già detto sant'Agostino.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.