venerdì 25 maggio 2018

Lucetta Scaraffia, editorialista dell'Osservatore Romano: La legge pro aborto, quando è stata fatta era una buona legge


Il Corriere della Sera di martedì scorso 22 maggio ha dedicato l'intera pagina 17 alla commemorazione dei 40 anni  della Legge 194\78 che ha permesso l'abominevole delitto dell'aborto (Cfr. Gaudium et spes  51: "Infatti Dio, padrone della vita, ha affidato agli uomini l'altissima missione di proteggere la vita: missione che deve essere adempiuta in modo degno dell'uomo. Perciò la vita, una volta concepita, deve essere protetta con la massima cura; l'aborto e l'infanticidio sono delitti abominevoli.").
Nella parte sinistra della pagina c'è la "solita" intervista a Emma Bonino, nihil sub sole novi, evitiamo di ripetere le solite cose che dice da 50 anni e ve la risparmiamo.
Ma, sorpresa delle sorprese, intervistata come avversaria dell'aborto, Lucetta Scaraffia (editorialista di grande importanza sull'Osservatore Romana e presente assiduamente su molte testate cattoliche) afferma (vedi foto sopra): "La 194, quando è stata fatta era una buona legge" e sull'uso dei preservativi, alla domanda "Dall'ultimo rapporto sulla 194 risulta però che tra i giovani sia in aumento l'uso del preservativo maschile", la risposta della Scaraffia è "Speriamo, [...]. Potete leggere sopra poi altre minori scempiaggini.

Sarebbe bello sapere come questo si attiene a quello che dice la Chiesa e cosa ne pensano  Mons. Paglia, il direttore dell'Osservatore Romano Giovanni Maria Vian e il S. Padre Francesco.
Per valutare il disastro vedere  il cardinal Bassetti: QUI e QUI
Vergogna.
L

PS: oggi si vota in Irlanda per liberalizzare l'aborto (QUI): preghiere mi raccomando (MiL QUI).