mercoledì 15 novembre 2017

Utrecht (Olanda) la chiesa di San Willibrord splendidamente ridonata al culto divino dalla Fraternità Sacerdotale San Pio X ( foto e video)

Utrecht (Olanda)
Domenica 12 novembre,  il giorno seguente della festa di San Martino Patrono dell'Arcidiocesi di Utrecht, S.E.R. Monsignor Bernard Fellay, Superiore Generale della Fraternità Sacerdotale San Pio X, ha "riconciliato" la chiesa di San Willibrord, situata nel cuore della storica città  di Utrecht,  dopo averla acquisita e ottimamente restaurata a sola lode di Dio.

La bellissima chiesa ottocentesca di San Willibrord è stata costruita nel 1870 quando la Gerarchia cattolica è stata ripristinata in Olanda.
Putroppo quel gioiello di fede dopo il Concilio Vaticano II stava per essere distrutto: era utilizzato solo "laicamente" come purtroppo avviene per le chiese "inutilizzate" sparse in nei paesi e nelle città dell'ormai scristianizzato continente europeo  con sempre meno figli e meno cristiani.



Prima della celebrazione della Messa Pontificale si è svolto il rito della "riconciliazione" previsto dal Pontificale Romano al fine di restaurare il culto cattolico in un edificio sacro dopo che è stato usato per un uso profano. 


Il Vescovo ha benedetto dapprima l'acqua gregoriana, una miscela di acqua, vino, sale e cenere con la quale ha asperso le pareti interne e il pavimento con la forma di croce onde pulire la chiesa dalle macchie della profanità. 
Nella sua omelia, monsignor Fellay ha ricordato che la bellezza artistica di quel luogo di culto è  riflesso della bellezza divina di cui l'anima cristiana è anche immagine. 

Il Vescovo ha pure voluto sottolineare che quell' edificio sacro è stato restaurato per la liturgia tradizionale, per la quale è stato costruito  «una liturgia che "non è mai stata abrogata", come ha affermato Papa Benedetto XVI nel Motu Proprio Summorum Pontificum del  7 luglio 2007».



E' stato poi officiato il Solenne Pontificale. 

Hanno svolto il servizio liturgico i seminaristi del Seminario di Zaitzkofen


La liturgia è stata arricchita dal magnifico suono dell'Organo monumentale e da brani stupendamente eseguiti da Solisti, Coro ed ensemble strumentale. 

Ad assistere al sacro rito oltre 600 fedeli provenienti dai Paesi Bassi, dal Belgio, dal Lussemburgo e dalla Germania .

La Fraternità Sacerdotale San Pio X ha lodevolmente restituto al Culto Divino anche  la bellissima chiesa di St Willibrord  edificata dallo zelo, dalla pietà e dalla devozione del Clero e dei fedeli di Utrecht.


Ad maiorem Dei gloriam !


Maarschalkerweerd - Adema orgel. 
Organo Romantico Olandese. XIX / XX secolo.

 
Sub tuum praesidium confugimus, Sancta Dei Genetrix.
AC

Video : QUI  , QUI QUI

Foto : dalla pagina Facebook di un fedele

Altre immagini della bellissima chiesa neogotica salvata dallo zelo della FSSPX  QUI

10 commenti:

  1. lo avevo gia annunciato venerdi scorso sul mio post dopo ricerche sulla chiesa in seguito all ascolto di musica d'oregano.senz altro voluto tutto da Dio

    RispondiElimina
  2. La fraternità sacerdotale San Piox ha grandi meriti e lo dimostra continuamente. Grazie!

    RispondiElimina
  3. Semplicemente incredibile. Mi sono scese le lacrime.

    RispondiElimina
  4. W la Bellezza! W la Fraternità! Stanno finendo i tempi del CVII. Basta frustrati e femminucce, chi si vergogna di essere cristiano se ne vada dalla Chiesa!

    RispondiElimina
  5. Perchè così tanti non mi piace?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Psicopatia. Anche io me lo son chiesto. Non so darmene una ragione.

      Elimina
  6. Magari acquistassero anche in Italia chiese abbandonate o riconvertite ad altri usi. Speriamo sia l'inizio di una restaurazione sempre più incisiva del Rito di Sempre

    RispondiElimina
  7. C'è solo da commuoversi nel vedere i risultati di tanto santo zelo per la Casa di Dio !
    Opera altamente meritoria che deve servire ad esempio per tutti noi, anche per noi laici.
    AC

    RispondiElimina
  8. Bellissima chiesa, riempie il cuore apprendere queste notizia, Ad Majorem Dei Gloria.

    RispondiElimina
  9. La riapertura di una chiesa in una nazione come l'Olanda, è un segno provvidenziale, anche se da parte di una comunità cattolica scismatica. L'episcopato olandese, insieme a quelli di Germania, Francia, Austria, Belgio fu quello che, con colpi di mano, riuscì ad indirizzare il CVII verso il modernismo e relativismo protestante con il risultato che il cristianesimo non solo cattolico sta rapidamente scomparendo in quei paesi. I successori di quei vescovi che la pensano allo stesso modo, se non riescono a vergognarsi e rifiutare quelle ideologie, oggi bergogliane, sono dei rinnegati.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.