sabato 28 ottobre 2017

"Preghiera" perchè i lavoratori autonomi paghino le tasse "con onestà e precisione". Siamo alla frutta!

Domenica 19 Ottobre 2017  XXIX domenica dell'Anno liturgico.
Stavolta però le "Paoline" non c'entrano con il "foglietto liturgico" che abbiamo ricevuto e di cui ci occupiamo. 
Per qualche minuto siamo rimasti incredulamente sospesi fra il "sarà vero" e il "non sarà vero": nell'attesa che qualcuno  avesse detto  che si trattava di una "bufala", di un fake
Si sono invece presentati dei testimoni  affermando di aver letto personalmente quelle "invocazioni" su un  "foglietto-sussidio liturgico" distribuito domenica 19 ottobre scorso in una parrocchia .
Ci risiamo.
Dopo la famosa intenzione di preghiera per l'approvazione della legge Ius soli ( QUI   foto sotto) un'ingerenza (non richiesta) nei confronti dello Stato, abbiamo avuto poi, camuffata come una "preghiera"  un'inaccettabile discriminazione  contro i " lavoratori autonomi - ai quali si chiede di dichiarare - con onestà e precisione il loro reddito perché non abbia a mancare il necessario alle categorie povere e in difficoltà".

L'ideologia e la bolsa retorica sono state le molle per esporre l'intera categoria delle lavoratrici e dei lavoratori al pubblico dileggio dopo averli preventivamente ritenuti responsabili  della mancanza del "necessario alle categorie povere e in difficoltà". 

Perchè proprio a quella specifica categoria dei lavoratori autonomi è stato chiesto pubblicamente di essere onesti e precisi nel formulare la denuncia dei redditi?

Le lavoratrici/ lavoratori autonomi spesso appartengono alle categorie povere e in difficoltà e meritano tutta la nostra cristiana solidarietà: non sono loro che tolgono il pane di bocca agli altri! 

Le onnipresenti e potenti organizzazioni liturgiche spericolatamente progressiste (olim catto-comuniste) hanno acceso una pubblica persecuzione ideologica contro una categoria di  lavoratrici e di lavoratori!
Spieghiamo come.
Queste stesse "preghiere", si fa per dire, sono presenti anche in altri foglietti distribuiti da anni nelle chiese italiane .
Non sono stampate da quelli maggiori ma forse a causa di un
qualche orrido sussidio liturgico ricompaiono ad ogni XXIX domenica dell'Anno liturgico. 

Come potete vedere dalle foto allegate (ringraziamo i fedeli che le hanno diffuse) si tratta di un puro e grigio orizzontalismo senza alcuna connotazione cattolica : intenzioni multiuso che potrebbero andar bene dagli uffici delle rappresentanze sindacali ad una qualsiasi sede di partito. 


Le nostre ricerche ci hanno fatto approdare ad una delle fonti di queste "preghiere dei fedeli" multicolor : il Gruppo Oblati del Monastero benedettino San Giovanni Evangelista di Lecce ( QUI ). (v.foto sinistra ed. 2014).

C'è da rimanere basiti! 
Siamo alla frutta! 
Tutto questo avviene per favorire la sfacciata dittatura progressista  che vuole ridurre il Fatto religioso ad una fotocopia sbiadita delle ideologie umane.

Questa indegna vicenda,  frutto della discriminazione ideologica nei confronti delle lavoratrici/lavoratori "autonomi", ci ricorda  un terribile precedente storico  che generò il  Martirio di tantissimi Consacrati:  nel 1536 in tutte le chiese d' Inghilterra " re Enrico VIII aveva ordinato delle «Preghiere universali» in lingua volgare, grazie alle quali, sotto forma di petizioni abilmente composte, si presumeva di far esprimere al popolo idee politiche e teologiche corrette" (Cifr.Hugh  Ross  Williamson, breve storia della riforma anglicana)

Questo è il testo intero della " preghiera  dei fedeli" di Domenica 19 ottobre 2017  :  motivo per pregare di più affinchè il Signore possa far cessare al più presto la  peste progressista/modernista che ammorba soprattutto i Consacrati.
"Signore, Dio degli eserciti, fino a quando fremerai di sdegno contro le preghiere del tuo popolo?" Salmo 79
AC

Preghiera dei fedeli 

C.Nessun potere di questo mondo, o Dio, può arrogarsi il diritto di sottomettere gli individui ai suoi capricci. Tu ci hai creati liberi e rispetti la nostra libertà anche quando ti rifiutiamo. Ma tu ci inviti anche a collaborare fra noi e ad assumere responsabilmente i diritti e i doveri a cui è tenuto ogni cittadino.
Con la franchezza e la confidenza dei figli ti diciamo:  

Donaci il tuo Spirito di libertà. 

1. Sostieni le Chiese ( sic!!! le chiese al plurale N.d.R.) perché agiscano a favore di tutti i perseguitati e denuncino la violazione dei diritti fondamentali. E quando rischiano di tacere per connivenza o per paura, siano i profeti ad alzare la voce e a destare le coscienze dei credenti. Preghiamo. 

2. Nelle associazioni e nei movimenti di ispirazione cristiana i giovani ricevano una solida educazione civica. Trovino educatori che insegnino loro a conoscere il funzionamento dello Stato in cui vivono e li aiutino a entrare un po’ alla volta nel dibattito politico e nell’organizzazione delle città e dei paesi. Preghiamo. 

3. Nelle scuole gli insegnanti prendano a cuore l’educazione umana degli studenti ( perchè ora gli insegnanti cosa fanno??? altra discriminazione da denunciare N.d.R.). Favorisci tra loro un accordo etico sui valori che ritengono fondamentali, perché la loro azione non avvenga nella confusione e non provochi sconcerto. ( ma che significa??? incomprensibile!!! N.d.R.)  Preghiamo. 

4. I lavoratori autonomi dichiarino con onestà e precisione il loro reddito, perché non abbia a mancare il necessario alle categorie povere e in difficoltà. ( Senza altre parole di commento !!! N.d.R.) Dona saggezza agli amministratori perché il denaro pubblico venga utilizzato con intelligenza. Preghiamo. 

5. (spazio per le preghiere spontanee) 

6. Nelle famiglie i genitori non cerchino di procurarsi un tenore di vita eccessivo, ma preferiscano educare i figli nella sobrietà e nell’essenzialità. Fa’ che trovino il tempo per dialogare, per aiutare i poveri e per divertirsi. ( e la preghiera? e i Sacramenti ? e la Santa Messa? N.d.R.) Preghiamo. 

C.Signore, tu chiedi ai discepoli di Gesù di essere cittadini onesti e impegnati, che contribuiscono adeguatamente alla vita del loro paese. Tu ci chiedi di non dare per carità, quello che è richiesto dalla giustizia come un diritto. Il tuo Spirito ci renda coraggiosi e forti. ( ma quale religione professano coloro che hanno scritto queste cose? N.d.R.) Per Cristo nostro Signore.
AC


Postiamo anche la "famosa" preghiera per l'approvazione, in tempi rapidi, della c.d. legge sullo "ius soli" che tanto sta a cuore  a qualche pastore della CEI.

 

19 commenti:

  1. non metuens verbum28 ottobre 2017 11:43

    Quando vengono lette le cosiddette preghiere dei cosiddetti fedeli, io resto scrupolosamente seduto a dire il rosario.
    Lettura utile, per chi ha un briciolo di humor: Mark Twain "Viaggio in Paradiso", con l'appendice "Lettera dell'Angelo del protocollo".

    RispondiElimina
  2. - Preghiamo perché gli uomini di buona volontà facciano la raccolta differenziata con precisione, separando carta, plastica, vetro, umido e secco negli appositi contenitori.

    - Preghiamo per i nostri fratelli migranti, che possano vivere in casa nostra a nostre spese e ci convertano all'islam, religione di pace.

    - Preghiamo per il nostro fratello Lutero, che i cristiano possano accoglierlo e convertirsi alle sue Tesi, che cambiarono in positivo la storia della Chiesa.

    - Preghiamo per i nostri fratelli sodomiti, divorziati e peccatori, affinché si salvino senza ravvedersi perché la Crocifissione di Cristo li ha già salvati a prescindere...

    Preghiamo per noi....

    RispondiElimina
  3. Le tasse: il VII comandamento dice " non rubare", ma ad abundantiam, c'è il X " non desiderare la roba d'altri. Cioè già il solo desiderio non va. Per "il non rubare" lo stato è un fulgido esempio ed i suoi accoliti, ad es. gli assenti per malattia e quelli del cartellino sono delle pietre miliari.
    Dice il Galileo:" RESTITUITE a Cesare quel che è di Cesare". Non DATE, come erroneamente dicono molti, io credo volutamente, in mala fede. In soldoni, se Cesare non ti da nulla o peggio ti deruba, cosa devi RESTITUIRE ?
    Dice ancora il Galileo:" Posso fare del mio ciò che voglio?"
    C'è, ahimè, il V comandamento " non uccidere " ( esattamente sarebbe " non assassinare", ma questa è un'altra storia). Con le tasse si finanziano gli aborti ed altre laiche amenità.
    Ma nei seminari,oltre Martin, Karl, il Che e via cattosinistrando, si leggicchia ancora S.Tommaso ?
    Mi sembra d'aver capito e voglio fermamente aver sbagliato, che lo chiffon de papier, in questione sia di mano benedettina. io stravedo per la cocolla nera, non voglio crederci, sarebbe veramente una tragedia.
    Bene adesso pregate per i pagatori di tasse, anch'io pregherò, col salmo 108.

    G. Vigni

    RispondiElimina
  4. In Italia i lavoratori dipendenti non possono evadere le tasse. Il grosso dell'evasione invece si concentra tra gli autonomi. Ritengo la preghiera molto pertinente e necessaria per il nostro Paese!

    RispondiElimina
  5. Ormai l'attuale corso ecclesiale è condotto da gentaglia fuori di testa. Attendiamo l'evento che ce ne libererà.

    RispondiElimina
  6. Il quotidiano "La Verità" del 27 ottobre ci informa che Renzi ha tenuto un comizio in chiesa a Paestum. Nella foto si vede l'uomo politico cattocomunista fra due pretozzi politicamente corretti e sorridenti. Serve altro per capire che ormai lo squallore più radicale imperversa dappertutto?

    RispondiElimina
  7. ma che religione professano quelli che hanno scritto queste cose?

    Siamo innanzi a una forma degenere di luteranesimo ateo. Un'ideologia priva di Cristo, una flebile etica, che serve solo a coprire una spudorata logica di potere ma che verrà spazzata via come il "clero" che la sostiene.
    Consiglio di non versare più l'8x1000 a questi figuri, almeno avendo meno soldi faranno meno danni. Inoltre non val più la pena perdere tempo con costoro, sarebbe lo stesso che pubblicare cose di altre religioni.
    Spiace dirlo ma i fatti sono questi, sono sotto gli occhi di tutti, basta solamente prenderene atto.
    Poi chi vorrà si trovi un prete degno di tal nome e vi si aggrappi come naufrago nella tempesta.

    RispondiElimina
  8. Affermazione dell'attuale pontefice: "Ciò che il Vaticano II ha fatto della liturgia è stato veramente una grandissima cosa. Perché ha aperto il culto di Dio al popolo. Adesso il popolo partecipa"(Aleteia, Papa Francesco: la psicanalisi mi ha aiutato, quando avevo 42 anni, 1 settembre 2017). Non c'è dubbio, il Vaticano II ha fatto della liturgia è proprio un grandissima cosa, nel senso di una grandissima boiata.

    RispondiElimina
  9. Continua il programma socio-politico bergogliano, sempre più radicale e sovversivo, secondo l'ideologia della teologia della liberazione di ispirazione marksista e quindi anticristiana, che fomenta l'odio tra le diverse componenti della società, colpevolizzandole a turno dei mali sociali che un vero cristiano sa essere dovuti all'inosservanza del Vangelo, quello autentico e non quello ideologico inventato da un partito politico sudamericano, utilizzato come 'tuta mimetica'.

    RispondiElimina
  10. Postulati anticristiani, spacciati subdolamente per evangelica giustizia sociale, che in Argentina, auspice Bergoglio, come in altre nazioni del continente, stanno producendo il regresso veloce della Chiesa cattolica.

    RispondiElimina
  11. Tranquilli, non c'è problema....nessuno che lavori onestamente, come ad esempio il sottoscritto, riuscirà mai a procurarsi un tenore di vita decente....i cosiddetti "comunisti", come molti esponenti anche della Chiesa sono, ci hanno succhiato il sangue, finito alla Caritas e nell' attico bertoniano!

    RispondiElimina
  12. Questo volantino è proprio di una parrocchia?, ho visionato il sito http://la-domenica.it/xxix-domenica-del-tempo-ordinario-2017/ e di questa preghiera neanche l'ombra, si potrebbe avere qualche dettaglio in più?, per poter recuperare questo famigerato foglietto?.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gentile signore, il sito che Lei ha consultato è delle edizioni paoline che, come scritto nel post, questa volta sono inncocenti e non c'entrano nulla. Grazie. AC

      Elimina
  13. piccolo consiglio:non usare più i foglietti e stamparsi in proprio le preghiere dei fedeli che ci sono nelle ultime pagine del messale.

    RispondiElimina
  14. Questo modo di fare si chiama: persecuzione contro una intera categoria!
    E questa sarebbe la bergogliana misericordia?
    Si possono accettare in chiesa tali cose?
    Vanno denunciate come avete fatto voi:bravi!

    RispondiElimina
  15. Già che c'erano potevano anche inserire: "fa' che i lavoratori dipendenti, in particolare quelli del pubblico impiego, oltre a timbrare il cartellino vadano anche a lavorare invece che a fare la spesa o al mare".....

    RispondiElimina
  16. I lavoratori o sono dipendenti o sono autonomi. I dipendnti hanno la ritenuta alla fonte, quegli autonomi devono dichiarare le entrate. Quelli dipendenti non possono mentire ed evadere, quelli autonomi si. Questo non vuol dire che tutti i lavoratori autonomi evadano il fisco, ma certo non lo fanno i dipendenti , che con un controllo incrociato Posonoo essere eventualmenete scoperti. Cosa c è di persecuzione o altro non si capisce Stefano Crivelli

    RispondiElimina
  17. Andate, andate alla messa riformata, e poi lamentatevi.
    Con questi non ci può esser communicatio in sacris: son peggio dei luterani, che almeno non si spaccian per cattolici.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.