lunedì 18 settembre 2017

#sumpont2017 - dalla sacrestia di Trinità dei Pellegrini dopo la Messa in rito domenicano antico

s







43 commenti:

  1. Uno schifo. La chiesa usata come una sala riunioni. Chi chiacchiera beatamente, chi si saluta. Genta che volta le spalle all'altare per chiacchierare. E questi sarebbero i fedeli del Summorum ?.
    Addio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ridicolo,patetico.Lingua velenosa.Ma tu c'eri?Questa gente è stata compostissima per due ore,motivata al massimo.E,in gran parte,è venuta da lontano,lontanissimo.Vergognati

      Elimina
    2. Ridicolo,patetico.Lingua velenosa.Ma tu c'eri?Questa gente è stata compostissima per due ore,motivata al massimo.E,in gran parte,è venuta da lontano,lontanissimo.Vergognati

      Elimina
    3. Addio: non c'è posto qua per i musoni squallidi provocatori!

      Elimina
    4. L'osservazione di Anonimo 13:59 non è poi così campata in aria, ma l'"addio" lascia perplessi. Che vuol dire? Che chi ha scritto il commento è soltanto un provocatore e non gliene importa niente della liturgia tradizionale? Oppure che è uno psicolabile che fino al giorno prima dello "schifo" era un integerrimo partecipante alla medesima? Speriamo che ce lo voglia spiegare.

      Elimina
    5. Non ti tratteniamo.

      Elimina
    6. Non ci dovrebbe essere posto in una Chiesa per chi, in un edificio destinato solo alla preghiera ed al raccoglimento, si comporta come se fosse nel circolo del quartiere.
      Dopo la Messa nella Chiesa ci si può trattenere ma per pregare o meditare non per fare pettegolezzi e disturbare chi vuole farlo.
      L'intrattenimento lo si fa fuori, sul sagrato, non davanti all'Altare voltando le spalle al Santissimo posto nel Tabernacolo.
      Questa foto è scandalosa.
      Mi sa che molti di questi si sono accodati al Summorum perché pensano faccia fa fino, un po' demodeè, una novità che rende un po' out.
      Per favore prima di ammettere qualcuno alle Messe VO consegnatagli un po' di opuscoli che chiariscano come ci si comporta in Chiesa.
      Anonimo delle 22.46 oltre a pronunciare gratuite parole offensive nei miei confronti potevi anche dimostrare che ero un "musone squallido provocatore" perché avevo torto.
      La Chiesa non è casa nostra ma la casa di DIO dove si entra per restare in comunione con LUI, con il Figlio e la Vergine Maria. E questo sempre.
      Non è che finita la funzione religiosa si passa al "tana liberi tutti".
      Io sono solo amareggiato ma non per me, ma per l'offesa Loro arrecata con quei comportamenti così disinvolti.
      Il Padre certo li perdonerà perché non sanno quello che fanno altrimenti non lo farebbero.
      Forse un po' meno perdonerà i loro pastori


      Elimina
    7. Credo che chi abbia inserito questa critica non abbia mai partecipato ad una messa presso la SS Trinità dei Pellegrini.

      Venite avedere e vi renderete conto... se avrete ancora delle critiche da fare, vi assicuro che parroco e vice parrco sarannnno disposti a discuterne.

      Elimina
    8. Anonimo 13:29 del 19 settembre (e 13:59 del 18 settembre) si è dilungato nello spiegare come devo stare le cose e non gli si può dare torto, ma si è dimenticato di rivelarci se è un provocatore o uno psicolabile. Oppure se il suo "addio" è rivolto alla SS. Trinità dei Pellegrini perché si recherà presso un'altra chiesa per seguire il VO.

      Elimina
    9. Ridicolo, patetico, lingua velenosa, musone, squallido, provocatore, psicolabile, povero pazzo esaltato, faccio pena, poveretto.
      Avete finito ? Manca poco che qualcuno mi consigli di suicidarmi o mi proponga per un TSO.
      E voi sareste dei cristiani ? Da cattolici e, soprattutto, da seguaci del SP dovreste avere atteggiamenti più composti e un linguaggio più moderato.
      Vi comportate come ultras di una squadra di calcio.
      Anonimo delle 22,33 ti rendi conto di quel che scrivi ? "questa gente è stata compostissima per due ore" !!!.
      Cioè questi avrebbero eroicamente "resistito" per ben due ore poi, finalmente, finita la cerimonia (mamma mia non ne potevo più !!!!), hanno goduto del meritato momento di liberazione.
      La Santa Messa assimilata ad una conferenza noiosa dopo la quale finalmente arriva il momento del relax e dei convenevoli.
      Anonimo delle 22,33 in chiesa si sta composti sempre e dopo l'ite Missa est, l'ultimo Evangelo, le preghiere leonine e l'uscita del sacerdote, anche chi ha resistito a fatica dovrebbe prendere la buona abitudine di "resistere" altri cinque minuti in raccoglimento, meditando sui Misteri ai quali ha partecipato.
      Poi si fa il segno di croce inginocchiandosi ed esce in silenzio.
      Magari come fanno i fedeli dell'est Europa che non girano immediatamente le spalle all'Altare, come in genere facciamo noi, ma fanno, per tre volte, tre passi indietro, un inchino ed il segno di croce. poi si voltano ed escono, senza parlare.
      Anonimo delle 9,24 amo tanto la Chiesa e la Messa VO da scandalizzarmi quando vedo immagini come quelle della foto riportata sopra.
      La prossima volta che passerò per Roma verrò ad ascoltare la Messa presso la SS Trinità dei Pellegrini.
      Un'ultima cosa: non sono un bigotto sono un fedele Cattolico Apostolico Romano.

      Elimina
    10. Caro Anonimo Cattolico Apostolico Romano, lei è certamente consapevole del clima che soffoca ormai da molto tempo la Chiesa cattolica, clima d'inconciliabilità fra, diciamo così, il suo volto antico tradizionale ed il volto modernista progressista, i quali in un modo o nell'altro finiscono inevitabilmente per confliggere. Gli è che i fedeli alla liturgia di sempre hanno ormai il nervo scoperto su tutta la faccenda, per cui sentire delle severe critiche sul loro comportamento quando nelle celebrazioni moderniste avviene squallidamente di tutto e di più e nessuno tira fuori, come dice lei, " un po' di opuscoli che chiariscano come ci si comporta in Chiesa", fa montare un certo risentimento che si traduce in un linguaggio abbastanza spigoloso, ma poi, in fondo, non così cattivo come potrebbe apparire. Certo, non basta essere tradizionalisti per essere perfetti, ma usare la parola "scandaloso", come lei ha fatto, forse è un po' esagerato. L'attendiamo alla SS. Trinità dei Pellegrini per condividere con lei la partecipazione alla Santa Messa e l'ascolto delle stupende performances del coro e dell'organo.
      In Gesù e Maria

      Elimina
    11. Gentile Prussico lei sta dicendo che siccome i modernisti non tirano fuori "un po' di opuscoli che chiariscano come ci si comporta in Chiesa" questo giustificherebbe il fatto che anche noi non siamo tenuti a farlo.
      Come a dire siccome quelli sono maleducati che male c'è ad essere maleducati pure noi ?
      Ma noi siamo quelli del Summorum non dei modernisti.
      Se andiamo avanti di questo passo anche nelle nostre celebrazioni piano piano avverrà di tutto e di più.

      Elimina
    12. Mi scusi se insisto. Non è per avere l'ultima parola. Non intendevo alcuna giustificazione per un comportamento non adeguato. Però noi del Summorum non per questo possiamo ritenerci esenti da mancanze e imperfezioni. Condivido al 100% il rigore delle sue osservazioni ma nel contempo non posso non tenere presente che anche noi del Summorum abbiamo molta strada da fare. Ribadisco: che lei gridi allo scandalo mi sembra un po' esagerato. Sono ben altri gli scandali che l'attuale corso ecclesiale sta seminando a piene mani!
      Un distinto saluto.

      Elimina
  2. @ anonimo 18 settembre 2017 13:59
    ha perfettamente ragione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il solito bigotto lefebvriano, non cattolico!

      Elimina
    2. I lefebvriani non sono bigotti sono solo molto rigidi sulla liturgia ma sono anche aperti, sereni e disponibili. Si vede che non sei mai stato ad Albano laziale.
      Monsignor Lefebvre non ha fatto altro che continuare a celebrare la Messa tridentina. Noi facciamo la stessa cosa. Neanche noi siamo cattolici ?.
      E poi le scomuniche sono state annullate, possono confessare e celebrare matrimoni.
      Allora è stata una persecuzione ?. Come i Francescani dell'Immacolata ?.
      E se non ci fossero stati loro il Summorum non avremmo neanche potuto sognarlo.
      Comunque ognuno deve fare la sua parte. Noi la nostra e loro la loro.
      Ringraziamo Benedetto XVI per il suo colpo di mano e teniamo duro. Meno male che c'è il Summorum e ci siamo noi altrimenti il Vaticano con relative Chiese, Santuari, Ordini monastici e, soprattutto, finanze (aspetto da non trascurare) sarebbe tutto in balia dei modernisti.
      Teniamo duro restiamo qui. Ora i perseguitati siamo noi, il futuro non è roseo. Ma la Provvidenza divina non ci abbandonerà.
      E' una lotta dura che sembra ìmpari ma da qui, da Roma, con l'aiuto di DIO non ci dobbiamo schiodare.

      Elimina
    3. Quindi secondo lei i lefebvriani sono bigotti e non cattolici perchè in chiesa pretendono silenzio e preghiera, mentre i cattolici possono anche lasciarsi andare e divertirsi. Magari facendo ballare donne seminude come si è fatto in alcune messe NO ?.

      Elimina
    4. Egregio signore, lei fa oggi (la messa in VO) quello che noi lefevriani facciamo da cinquant'anni e che i cattolici prima di noi hanno fatto per secoli. Si informi.

      Elimina
  3. Panze e merletti...

    RispondiElimina
  4. REDAZIONE! Perchè non chiudete i commenti o almeno cancellate quelli di quel povero pazzo esaltato? Fa pena poveretto...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo: chiudete i commenti per favore dato che non li moderate minimamente e pubblicate persino le offese al Santo Padre! Grazie.

      Elimina
    2. Non li chiudiamo perché sono libera espressione di pensiero. Che poi non siano tanto centrati è un problema di chi lo scrive ;)
      Quelli rivolti al sano padre: sono offese le critiche per il suo operato? Di certo no. Quando ci saranno offese vere li cancelleremo. Finché si tratta di critiche al suo non ottimo pontificato li lasciamo.

      Elimina
  5. I sacerdoti dovrebbero trasmettere ai fedeli la pietà eucaristica.
    Nelle chiese prima della Messa, VO e NO (in misura maggiore) la gente sembra essere al cine o a teatro prima che inizi lo spettacolo, si xhuacchiercchia, ci si saluta a distanza, etc.
    E purtroppo in questo gli anziani son peggio dei giovani adulti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Molti poi quando il sacerdote distribuisce la Comunione si siedono e si distraggono come se fosse un momento di pausa senza pensare che sta distribuendo il corpo di Cristo e che bisogna restare in piedi in segno di rispetto e devozione.

      Elimina
    2. Questo succede perché tutti i fedeli che ora ascoltano la Messa in VO per anni hanno seguito quella in NO con le schitarrate, i battimani e in alcuni casi la sciatteria e non sono abituati ad atteggiamenti di devozione e rispetto per il sacro (anche io ho seguito per anni il NO con vari pseudo-sacerdoti e so quel che dico) ed anche nel nuovo rito hanno conservato i modi di fare superficiali che hanno assimilato. Non è colpa loro ma con il VO dovrebbero cambiare.

      Elimina
    3. Mi piace questo contraddittorio su qualcosa di molto serio e che mette in mostra molte carenze. Anche io mi riconosco come un fedele VO un po' blando.
      In fondo all'Anonimo che ha aperto la discussione nessuno ha dato torto. Al massimo ci si è giustificati come ha fatto Prussico.
      Tagliamo la testa al toro.
      Propongo che questo sito inserisca un post nel quale venga illustrato il corretto comportamento in Chiesa in generale e prima, durante e dopo la Santa Messa.
      Cioè quali atteggiamenti e comportamenti tenere.
      Di post simili in giro ce ne sono ma pubblicato su Messa in Latino assume un valore simbolico. Aspetto con impazienza.
      Che ne dite don Morselli e Robertus ? Vi va di farlo ?

      Elimina
    4. Non sarebbe una cattiva idea anonimo del 22.9 delle 16:40.
      Ci pensiamo su seriamente. Grazie per l'idea

      Elimina
    5. Roberto perché avete censurato il mio intervento di risposta all'anonimo 21.09 ore 14.09 che aveva commentato: .
      Non me lo sarei mai aspettato da voi. Cosa non vi è piaciuto ?.
      Io mi sono limitato a dire la verità sulla FSSPX. Non ho inventato nulla. Non sono lefebvriano ma li frequento.
      Paura di fare propaganda alla concorrenza ? Sarebbe una cosa meschina.
      Mi rispondi per favore ?. Grazie.

      Elimina
    6. I corretto comportamento in chiesa in generale e prima, durante e dopo la S.Messa è quello che vede in TUTTE le foto pubblicate pellegrinaggio romano incluso.
      Se poi si vuole cercare il granellino di sabbia... lo si troverà sempre!

      Elimina
    7. In una foto della Messa del rito domenicano c'è un tizio sulla destra in primo piano con le mezze maniche e la camicia fuori dal pantalone.
      Lei si presenterebbe così davanti al Presidente della Repubblica Italiana ? Certamente no.
      Però davanti all'Altare di DIO e a DIO stesso si ?. Le pare accettabile ?.

      Elimina
    8. E' l'insolenza del censore di turno ( alias Anonimo u.v. 20:41) che infastidisce assai di più che l'insolito abbigliamento del povero fedele che è stato indebitamente ripreso dalla macchina fotografica.
      Ripeto " il granellino di sabbia" lo si trova sempre.
      Comunque una lezione l'ho appresa ben, bene: NON farò mai più fotografare alcunchè al di fuori del presbiterio.
      Ci sono troppi criticoni professionisti all'agguato!

      Elimina
  6. Egregio anonimo del 24.09 ore 9.50 se lei è davvero il responsabile del servizio fotografico di Mil penso che non si sia reso conto della gravità di quello che ha scritto.
    Lei sarebbe disposto a tollerare in chiesa atteggiamenti e abbigliamenti non consoni alle funzioni ed al luogo ma per evitare critiche non fotograferà più la navata con i fedeli.
    Invece di tollerare sarebbe meglio che lei o a chi spetti si metta sull'ingresso della chiesa e faccia in modo di non fare entrare chi è vestito in maniera poco decorosa. Oppure faccia mettere dei cartelli illustrativi molto evidenti.
    Poi vedrà che potrà fare tutte le foto che vuole e non ci saranno censori e criticoni che non tendono agguati ma commentano quel che di sgradevole vedono.
    Ha presente le Messe nelle località balneari d'estate ?. Gente seminuda, uomini con pantaloncini e zoccoli, donne con prendisole in bretelle e infradito.
    Addirittura vanno così a prendere la Comunione ed il prete fa finta di non vedere.
    Un ulteriore suggerimento per don Morselli e Roberto redigete anche un Vademecum sul corretto abbigliamento in Chiesa. C'è ne è urgente bisogno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'anonimo del 24.09 delle 9:50 non è il responsabile delle fotografie di MiL. non so a cosa si riferisca.

      Elimina
    2. Può succedere anche al commentatore di fretta di esprimersi male: "Comunque una lezione l'ho appresa ben bene: per quanto mi riguarda NON farò mai fotografare alcunchè al di fuori del presbiterio.
      Ci sono troppi criticoni professionisti all'agguato!"
      E' chiaro il concetto?
      Anche il più puerile entusiasmo viene poi criticato senza pietà.

      Elimina
  7. Spesso i giovani spontaneamente ( e ingenuamente) si domandano "perchè c'è tanta diffidenza nei confronti di noi che frequentiamo la messa tridentina? Perchè non veniamo accettati come succede con gli altri gruppi?". Per rispondere in futuro alle loro legittime domande suggeriamo di far vedere loro questo post: 37 commenti basati sul nulla.
    Un tizio ha sollevato un polverone per dimostrare cosa?
    A che pro tanto livore che ha umiliato colui che con animo puro e pieno di entusiasmo ha pubblicato alcune foto frettolosamente scattate fra una genuflessione e una preghiera.
    Questo è il livello: leggano coloro che si domandano, ancora, perchè c'è tanta diffidenza nell'accogliere i fedeli legati alla messa di sempre.
    Prendereste in casa o nel vostro posto di lavoro quelli che a ogni secondo prendono occasione per criticare ogni vostro spontaneo gesto? Dallo starnuto al bere un bicchiere d'acqua.
    Gli autodichiarati "duri e puri" fanno paura e la storia ce lo insegna bene.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Egregio signore a seguito del suo intervento mi premurerò di documentare con foto tutti i gesti spontanei fatti dai fedeli del NO con animo puro e pieno di entusiasmo.
      Ne vedremo delle belle. Grazie del suggerimento.

      Elimina
    2. Non interessa quel che accade nelle variegate funzioni NO: qui si parla delle celebrazioni in Rito antico che pure sono state criticate. Non mischiamo le carte in tavola per favore. Grazie

      Elimina
    3. Anonimo del 27 settembre, ore 20.44 non sono state criticate le celebrazioni in Rito antico ma i comportamenti di alcuni fedeli e alcune critiche mi sembrano giuste.

      Elimina
  8. Egregio signore non vengono accettati perché in chiesa vanno per pregare e meditare non per cambiarsi i calzini (come ho visto fare nella Basilica di Montevergine a dei ciclisti stanchi e sudati), non per telefonare mentre si cammina èer la navata (come ho visto fare nella Basilica antica di san Giovanni rotondo), non per raccontarsi barzellette (come ho sentito nella Basilica di San Francesco a Bologna), non per andare a prendere la Comunione in shorts e top (come a S. M. di Castellabate), non par attraversare mezza chiesa per dare il segno di pace all'amica che sta dieci banchi avanti nell'altra fila, non per passare davanti al Santissimo senza fare neanche un inchino (come ormai è abitudine) e potrei continuare per altre venti ore e non finirei.
    Sono tutte cose che per voi del NO sono gesti spontanei fatti con animo puro e pieno di entusiasmo che però non fareste davanti al capufficio ma non avete remora di fare davanti a DIO (ammesso che ci credete ancora).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' tanto difficile concentrarsi sulla bellezza devozionale di questo post?
      Che c'entrano le funzioni NO ?

      Elimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.