martedì 15 ottobre 2013

Comunicato FSSPX sui funerali di Priebke



La Fraternità San Pio X ha ricevuto in queste ore la richiesta da parte dei familiari del signor Erich Priebke di poter celebrare le esequie del controverso ex ufficiale tedesco già condannato dalla giustizia italiana per l’atroce eccidio delle Fosse Ardeatine.
Un cristiano che è stato battezzato e che ha ricevuto i sacramenti della Confessione e dell’Eucaristia, qualunque siano stati le sue colpe ed i suoi peccati, nella misura in cui muore riconciliato con Dio e con la Chiesa ha diritto alla celebrazione della S. Messa e alle esequie. 
Con la presente ribadiamo il nostro rifiuto di ogni forma di antisemitismo e di odio razziale ma anche dell’odio sotto tutte le sue forme.  La religione cattolica è quella della misericordia e del perdono.
Questo funerale si sarebbe dovuto svolgere in forma privata, senza alcuna enfasi o strumentalizzazione mediatica.
Nell’augurare un buon lavoro a tutti i signori giornalisti restiamo convinti della necessità di non scambiare un atto di pietà cristiana con un gesto ideologico, la pietà e la misericordia non possono essere intermittenti, ma devono guidare sempre la Chiesa di Cristo.
Con la presente smentiamo risolutamente qualunque altra presunta dichiarazione di membri della Fraternità raccolte in queste ore dai giornali.
Il Distretto d’Italia della Fraternità San Pio X

103 commenti:

  1. un comunicato del genere avrebbe dovuto farlo ROMA , subito , senza se e senza ma .

    PAPA FRANCESCO !

    ma la misericordia infinita di DIO che tutto perdona ! , sempre ! , dove è andata a finire !





    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dove hai messo l'intelligenza??? E, se non ce l'hai, il semplice dovere di informarsi???
      Il Vicariato non ha negato le esequie private, ma quelle pubbliche. E con quello che si è visto ad Albano Laziale si è dimostrata l'unica posizione saggia fra tutte le altre.
      I lefebviani, ipocriti e filofascisti, si sono prestati ai funerali pubblici, o almeno semi-pubblici, e visto poi il bel risultato, adesso fanno i revisionisti delle loro stesse precedenti posizioni!
      Ti rammento inoltre che un "pubblico peccatore", peggio ancora un "pubblico criminale", se non ha chiesto "pubblicamente" perdono, non ha diritto al funerale religioso. Si tratta di economia ecclesiale non di misericordia divina, la quale resta sempre libera e sovrana.

      Elimina
    2. VERGOGNATI!!!!!
      I FUNERALI AD ALBANO SONO STATI CELEBRATI IN FORMA PRIVATA. DI PUBBLICO CI SONO STATE SOLO LE TUE AMICHE ZECCHE CHE HANNO AGGREDITO UN SACERDOTE.
      PALLONARO ROSSO, LAVATI LA BOCCA COL SAPONE!

      Elimina
    3. Anonimo delle 11,06
      Non devi rammentarmi nulla di nulla , ma proprio niente in assoluto poiche' ho tutto chiarissimo e non mi occorre certo dilungarmi in sequele noiosissime .

      Dico e ripeto al Vescovo di Roma dove sta questa benedetta Misericordia Divina se E' VERO che Dio E' Amore infinito e tutto perdona

      dunque se è Amore infinito e Misericordia senza limiti , Roma è in torto ha non aver dato funerali ad un assassino , pentito o no , sono affari suoi lo sa SOLO DIO .
      se invece questa benedetta Misericordia divina è per alcuni e NON PER TUTTI , Roma , ha ragione e Bergolio pure ......

      Elimina
    4. Anonimo delle 11.21 vedi di calare le arie e magari col sapone lavati tu la bocca! Se i lefebvriani fossero stati intelligenti i funerali avrebbero dovuto accettare di celebrarlo solo a condizione che fossero stati segreti. Qui di privato c'era ben poco. Se la stessa cosa l'avesse fatta il Vicariato, sai da queste pagine che ondata di critiche si sarebbe levata!!! E "VERGOGNATI" gridalo a te stesso per dire queste idiozie!
      Anonimo delle 11.36, lo sai che c'è una legislazione canonica in merito o no? Non si tratta di Roma o di Bergoglio, si tratta della legge della Chiesa da sempre.. informati!

      Elimina
    5. si si certo !!!

      andiamo avanti con le leggi . la legge è per i coglioni .

      ma lo sapevi o no . adesso lo sai ..........!!!!!

      Elimina
    6. Purtroppo molti qui parlano ed accusano senza conoscere i fatti.
      Priebke andava a Messa, si confessava e riceveva la Comunione (quindi veniva assolto dal Confessore) e tutto questo non in una Chiesa della Fraternità San Pio X ma in una Chiesa ed in una Messa Novus Ordo. Quindi in una chiesa Conciliare non lefevriana.
      Poi quando è morto lo hanno scacciato.
      Un'altra cosa perché se la sono presa con lui da morto e non quando era ancora vivo ?.

      Elimina
  2. Mah...
    Ho sempre trovato scritto che il funerale in forma privata l'aveva offerto anche il vicariato di Roma, era quello pubblico che non avrebbe fatto.
    Se è stato ritenuto più consono quello della Fraternità, va' bene.
    Ma non si può dire che la chiesa di bergoglio abbia rifiutato le esequie private.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me francamente non risulta, e poi se davvero avessero voluto un funerale privato avrebbero potuto celebrarlo, magari in una cappella militare lontano da tutto e da tutti....forse Priebke è stato utilizzato per altri scopi....mah...

      Elimina
    2. Anonimo delle 10,37
      gira che rigira a conti fatti la '' patata bollente ,, se l' è presa coraggiosamente la Fraternita' ......
      lascia stare che è meglio .

      Elimina
    3. Anonimo delle 10,37
      se è stato ritenuto piu' consono quello della Fraternita' , va bene .
      di la verita' !!
      e te piacerebbe vero e con tanto de saliva in bocca !!!!!
      questa frase è rivelatrice e dice tutto di come questa Chiesa si stia trasformando e sia sempre piu' camaleontica in maniera ormai manifesta .
      solo dei poveri idioti possono non accorgersene

      Elimina
    4. Anonimo delle 10.37, tu dici "coraggiosamente"?? Non direi proprio.. hanno trasgredito clamorosamente una legge ecclesiastica che non è nata con il loro tanto detestato Vaticano II, ma esiste da secoli!
      Sono filonazisti e filofascisti e basta! Il loro buon Williamson è stato il più onesto di tutti a dire quello che pensava ed, è diventato, ovviamente, il capro espiatorio.

      Elimina
    5. Don Pierpaolo non è filofascista: sono stato diverse volte ad Albano e l'ho conosciuto, è una persona tranquillissima e pacifica. L'unica cosa che gli interessa è la religione.
      Se qualcuno di voi lo conosce ( anche di sfuggita ) lo può confermare.
      Secondo me ha fatto un errore " politico " a celebrare ( anzi a tentare di celebrare ) il funerale.
      Ed in un luogo dove tutti conoscono chi sono quelli del priorato, che è pure quasi in centro.
      Va un sacerdote non pensa come un politico direte, è vero... però...

      Elimina
    6. anonimo delle 13,26
      ti do la parte piu' grossa , manco ti vedo !!!

      Elimina
  3. non mi piace questo atteggiamento di due pesi e due misure... se Francesco vuole perdonare una donna abortista o un divorziato il perdono viene contestato dalla fraternità.
    Per perdonare un killer pluriomicida macchiatosi di delitti contro l'umanità allora il perdono è doveroso.... un atto di genocidio così grave richiede un atto pubblico di pentimento. (l'assassino di Maria Goretti si chiuse in un silenzio di contrizione con una pena terrena dedicando il resto della vita alla preghiera)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Attenzione il perdono è una cosa, la giustificazione del peccato è un'altra. Se la Chiesa non fosse tramite per il perdono non sarebbe Chiesa. Forse ha ragione quando dice che Priebke avrebbe dovuto fare pubblica ammenda per i suoi peccati così gravi però mi sembra che rifiutare una funzione cattolica ad un morto, pur se un boia nazista, sia un po' pretenzioso. Parto dal fatto che chiunque abbia diritto ad esequie religiose (non pubbliche o solenni badi bene) perché il Giudizio finale non spetta alla Chiesa né tanto meno al popolo ma solo a Dio. E magari la donna abortista e il divorziato si sono confessati e nessuno può contestare le loro esequie religiose....

      Elimina
    2. ci sono peccati gravi che l'uomo non puo perdonare, nessun sacerdote senza chiaro mandato.. solo il Papa e sono l'aborto il suicidio così come il genocidio. Nessun sacerdote puo perdonare peccati così gravi contro la vita che Dio stesso ci ha dato ... Inoltre mi hanno cristianamente e correttamente insegnato che il perdono non basta chiederlo, va meritato.
      gli assassini rei confessi e i suicidi sono sempre stati sepolti in fosse comuni lontani da luoghi consacrati e senza esequie dai primi secoli della Chiesa a gran parte del 900

      Elimina
  4. I lefebvriani??? Una vergognosa ipocrisia!!!
    Ma finalmente si capisce il vero humus politico sottostante a questa bella gente...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dario? Una vergognosa ipocrisia!!
      Ma finalmente si capisce il vero humus politico sottostante a questa brutta gente...

      Elimina
  5. Dario credo che tu, come altri, non aspettassi altro per manifestare il tuo livore veso la FSSPX. Anche il chiaro comunicato della stessa per te è ipocrisia! Non cerchiamo di difendere ilVicariato ed il Vaticano che si sono comportati usando il veterotestamentario dente per dente occhio per ochio e non il comandamento della misericordia datoci da NSGC. Per il resto è sconforto e desolazione. BARBARUS

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Certamente, appena ho visto il priorato della FSSPX di Albano laziale ieri sera ho capito subito il fango che si sarebbe riversato sul mondo tradizionale....che poi è quello Cattolico di sempre....

      Elimina
    2. Infatti io, da vero tradizionalista, non approvo la FSSPX!
      Fino a quando voi pseudotradizionalisti di questo blog annuserete la FSSPX come fanno i cani per strada tra di loro, allora ci sarà ben poco da sperare!

      Elimina
    3. dario io non annuso proprio nessuno, non ci sono neanche mai andato ad una celebrazione della fsspx. Sono tradizionalista e seguo abbastanza spesso le celebrazioni dell'ICRSS. Non mi ritengo uno pseudo-tradizionalista ma il ghetto in cui è relegata la tradizione che poi altro non è che l'espressione bi-millenaria dell'essere cattolici è sotto gli occhi di tutti e anche lei dovrebbe riconoscerlo. E' facile oggi ghettizzare qualcuno al grido fascista-nazista salvo accorgersi che la lex orandi è quella che è stata in vigore nella Chiesa Cattolica almeno dal III-IV secolo....ma questo non si dice!

      Elimina
  6. Anonimo delle 10:41

    Io non sono lefrebviano e non ho mai frequentato una loro messa, ma forse non hai capito tanto: la fraternità non contesta il perdono a chi ha peccato, ma il perdono senza condanna del peccato.
    Inoltre nel comunicato non si afferma che la fraternità ha perdonato il criminale ma che gli ha concesso il funerale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ma fa comodo ora gettare fango sulla FSSPX....sembra quasi fosse già tutto scritto....

      Elimina
    2. Hierro:
      in tedesco dicono: wer lesen kann, ist klar im Vorteil (chi sa leggere è chiaramente in vantaggio).
      La mia era una difesa della decisione della fraternità, benché io non sia sempre sulla sua lunghezza d'onde.

      Elimina
  7. ohi la' la' ,

    ma quanto me da gusto gettare fango sulla Fraternita' .

    e ce fa pure rima ...........

    Vaticano covile di serpi ed eunuchi ........ ragazzi tiriamo fuori le palle quando occorre !!!!!!! il resto sono ciarle !!!!!

    RispondiElimina
  8. "non mi piace questo atteggiamento di due pesi e due misure... se Francesco vuole perdonare una donna abortista o un divorziato il perdono viene contestato dalla fraternità."
    A parte il fatto che nessuno ha perdonato nessun altro (ad Albano si stavano semplicemente per svolgere delle esequie funebri), ma l'affermazione citata tra virgolette, che appartiene all'anonimo delle 10:41, non è attinente, perché nessuno ha detto che bisogna negare i funerali ad una donna abortista o ad un divorziato (e, quindi, dove sarebbero i due pesi e le due misure, anche considerando che Priebke non lo perdona la Fraternità...).

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il rito delle esequie è una preghiera della comunità cristiana cui appartiene il defunto per accompagnarlo al cospetto di Dio. Un tale genocida impunito e mai pentitosi dei suoi atti è di per se uno scomunicato. Morto fuori dalla grazia Dio e fuori dalla comunità cristiana. Un Caino, un Giuda. Come si è da sempre fatto doveva essere sepolto in fossa comune senza nome e senza esequie... A giudicarlo ci penserà direttamente Dio... crudele? NO DOVEROSO!

      Elimina
  9. La caratteristica di fondo di tutta la faccenda è che la Chiesa ha fatto di tutto per assecondare la sinagoga e il sinedrio. Questa è la verità. E poi ce n'è un'altra: tutta questa bagarre non nasce per la morte e i funerali di un boia ma per quello che questo boia ha lasciato, ovvero ricordi, testamento 'politico' e un filmato. Per qualcuno è davvero scottante. C'è il figlio di Badoglio di mezzo. Quindi lasciate in pace i figli di Marcel Lefebvre che hanno voluto solo fare il dovere di pastori cattolici.

    RispondiElimina
  10. Sono disgustato sia della intera faccenda che di tanti commenti intrisi di rancore e odio. Invito a leggere un bellissimo articolo di Giordano Bruno Guerri, che cattolico non è, che afferma: "L'oltraggio ai cadaveri è antico come l'uomo: è la vendetta vile sul simulacro del nemico. Che uccide soltanto la pietà" e conclude l'articolo, ricordando gli scempi su vari cadaveri, da Mussolini a Gheddafi "Sarebbe stato lo stesso, probabilmente, contro il cadavere di Priebke, se una folla di inferociti fosse riuscita a metterci sopra le mani. E avrebbero punito, con quel gesto, non il nazista, non il nazismo, ma - è mancata anche alla Chiesa - la pietà umana: che dell'uomo è una componente essenziale, tale da distinguerlo da quasi tutti gli altri animali". Essendo un sacerdote, oggi mi vergogno della mia Chiesa. Al di là della interminabile discussione del funerale pubblico o privato, se i parenti si sono rivolti alla Fraternità è perché c'è stato un sostanziale rifiuto. E questo l'ha colto anche un agnostico come Giordano Bruno Guerri. Per me è molto doloroso, perché la pietà è squisitamente cristiana (soprattutto con i morti) al di là di ogni considerazione umana. Tutto il resto è noia (e reale ipocrisia, oltre che disumanità). L'articolo lo si può leggere completo on-line: http://www.ilgiornale.it/news/interni/calci-e-sputi-salma-piazzale-loreto-che-non-muore-mai-958863.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non ci capiamo... la chiesa ha da sempre sepolto suicidi e assassini rei confessi in fosse comuni, in terra non consacrata e senza rito delle esequie. perché oggi per un genocida dovremmo cambiare le regole e seppellirlo??? è forse meno colpevole di Welby?? torniamo alle buone vecchie sane tradizioni! chi non è degno del suolo consacratato di un cimitero non vi venga sepolto!

      Elimina
    2. è dall'editto di Saint Claud di Napoleone del 1804 che i cimiteri non vengono più consacrati, essendo pubblici e non ecclesiastici. Inoltre la chiesa ormai non rifiuta il funerale ai suicidi, perchè non sempre si può stabilire l'effettiva impenitenza finale, cosa che è stata invece palese per Welby (suicida dichiarato) e Priebke (assassino genocida mai pentito). Se te ne fossi dimenticato la Chiesa deve occuparsi delle esequie e basta. per la sepoltura, ormai da più di 200 anni, se ne fa carico la pubblica autorità. Sempre che tu non viva nel 1700.

      Elimina
  11. Francesco ha detto che è bene quando si ascolta la propria coscienza, vale solo per omosessuali,divorziati e per chi uccide il proprio figlio abortendo? E dov'è finita la tenerezza del papa buono?
    Non giudico Erich Priebke, ha eseguito un ordine, mi sembra ben più grave chi non si è voluto costituire dopo aver ucciso 30 soldati tedeschi mandando a morire tanti innocenti.
    Da cristiano,Non giustifico l'ordine di Hitler, come mi fa orrore la bomba su hiroschima,le rappresaglie compiute in Germania dagli alleati,Lo ascempio sul corpo di Mussolini,le foibe, il continuo massacro dei cristiani da parte dei "fratelli maomettani"... la lista sarebbe lunga , guardando a destra ed a sinistra.
    Non siamo ipocriti e lasciamo a Dio il giudizio....
    La FSSPX, ha compiuto un atto di pietà cristiana.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. l'aborto è un fatto "privato" che esige un pentimento e una riparazione privati; l'omosessualità può essere una scelta pubblica o privata e ci si regola non diversamente da quanto prescrive la legge ecclesiastica in questi casi; il divorzio, il matrimonio civile, le seconde nozze sono fatti pubblici e la Chiesa esclude dai sacramenti queste persone. Nel caso del funerale la Chiesa prescrive di valutare le diverse situazioni e comportarsi secondo coscienza.
      Il caso di Priebke non è affatto assimilabile ai precedenti. E' vero che ha eseguito un ordine, come gli aviatori di Hirosima, i titini che infoibavano i nostri concittadini, ecc.. Ma quegli aviatori hanno espresso ripetutamente il loro dolore e il travaglio della loro coscienza, i titini erano atei comunisti quindi da loro manco si poteva aspettarselo. Ma Priebke ha ribadito fino all'ultimo le sue posizioni.
      Negare le esequie religiose non è ipocrisia e non significa impedire a Dio di esprimere il proprio giudizio misericordioso.

      Elimina
    2. con certa gente (vedi anonimo 12.23) che frequenta le nostre messe in latino siamo condannati all'oblio... ancora devo sentire giustificazionismo oltre che negazionismo agli orrori nazisti....
      un atto di legittima ribellione all'oppressore paragonato al cieco sterminio di persone innocenti prese a caso nei quartieri di Roma...

      Elimina
    3. Conoscenza storica molto superficiale

      Elimina
  12. Qui si è semplicemente applicata una norma del Codice di Diritto Canonico e basta! Quella della negazione delle esequie religiose a un pubblico peccatore non pubblicamente pentito è una legge che viga da sempre nella Chiesa.
    Se si fosse trattato di un criminale comunista cosa avrebbe fatto la FSSPX?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma hai letto bene il comunicato . e tu , capire I-TA-LI-ANO !!!!

      Elimina
    2. "Questo funerale si sarebbe dovuto svolgere in forma privata, senza alcuna enfasi o strumentalizzazione mediatica".
      Loro l'hanno concesso il funerale "privato" e si è ben vista la mancanza di enfasi o strumentalizzazione politica. Lo stesso sarebbe successo anche per funerali privati cattolici ufficiali. E lì allora a dare addosso al Vicariato, magari anche da parte vostra ribadendo i canoni del Codice!

      Elimina
    3. Per anonimo delle 12:40
      Basta con sta' storia della norma del Codice di Diritto Canonico. E' da quasi cinquant'anni che la Chiesa non applica questa norma. La Chiesa ha concesso in questi anni funerali a chiunque lo chiedesse: atei non pentiti, ladri, prostitute non pentite, assassini, mafiosi e chi ne ha più ne metta. E guarda che sono d'accordo perché di fronte a un cadavere deve prevalere solo il senso della pietà. Per piacere evitiamo di essere almeno ipocriti. Se si vuole che la Chiesa osservi questa norma del Codice di Diritto Canonico la si deve volere allora per TUTTI i pubblici peccatori, non solo per Priebke. Ma allora penso che oggi non ci sarebbero molti funerali religiosi. Il ragionamento a questo punto poi andrebbe fermamente osservato anche per la comunione che va vietata ai pubblici peccatori. Ma non solo è stata continuamente data a Priebke (ecco la disgustosa ipocrisia della Curia romana, e qui nessuno ha mai avuto nulla da ridire sul Codice di Diritto Canonico), ma viene continuamente data oggi da moltissimi preti a divorziati risposati, concubini, e a tutti quelli che la Chiesa definisce "pubblici peccatori". Quindi lasciamo perdere la norma del Codice. La verità è che la Chiesa, per paura dell'opinione corrente, e per paura di essere additata "amica" di un boia nazista, ha preferito non compiere un semplice gesto di pietà su di un cadavere. E questo lo trovo molto grave!!

      Elimina
    4. Per anonimo delle 12:40
      Basta con sta' storia della norma del Codice di Diritto Canonico. E' da quasi cinquant'anni che la Chiesa non applica questa norma. La Chiesa ha concesso in questi anni funerali a chiunque lo chiedesse: atei non pentiti, ladri, prostitute non pentite, assassini, mafiosi e chi ne ha più ne metta. E guarda che sono d'accordo perché di fronte a un cadavere deve prevalere solo il senso della pietà. Per piacere evitiamo di essere almeno ipocriti. Se si vuole che la Chiesa osservi questa norma del Codice di Diritto Canonico la si deve volere allora per TUTTI i pubblici peccatori, non solo per Priebke. Ma allora penso che oggi non ci sarebbero molti funerali religiosi. Il ragionamento a questo punto poi andrebbe fermamente osservato anche per la comunione che va vietata ai pubblici peccatori. Ma non solo è stata continuamente data a Priebke (ecco la disgustosa ipocrisia della Curia romana, e qui nessuno ha mai avuto nulla da ridire sul Codice di Diritto Canonico), ma viene continuamente data oggi da moltissimi preti a divorziati risposati, concubini, e a tutti quelli che la Chiesa definisce "pubblici peccatori". Quindi lasciamo perdere la norma del Codice. La verità è che la Chiesa, per paura dell'opinione corrente, e per paura di essere additata "amica" di un boia nazista, ha preferito non compiere un semplice gesto di pietà su di un cadavere. E questo lo trovo molto grave!!

      Elimina
    5. Io penso però che ci sia una bella differenza tra chi pecca per amore (risposati, omosessuali) e chi pecca uccidendo consapevolmente degli innocenti!
      Sempre peccato è, ma...

      Elimina
    6. Però a questo non avevo pensato: Priebke faceva la Comunione ( l'ho visto in TV ) in una chiesa durante una Messa in forma ordinaria. Quindi non era considerato dal sacerdote un pubblico peccatore. Non so che chiesa fosse nè la data ma sicuramente cercando un poco su youtube o in altri archivi si potrebbe trovare questa prova. La Chiesa non lo considerava pubblico peccatore prima della sua morte.
      ( Sempre ribadendo che io, se fossi sacerdote, non gli avrei dato la Comunione per timore di commettere sacrilegio nè gli avrei concesso un funerale religioso per timore dello scandalo).

      Elimina
  13. Se l'obiettivo fosse stato un vero atto di pietà cristiana, i funerali sarebbero stati celebrati privatamente (in questa forma nessuno li avrebbe negati),e ne sarebbe stata data notizia a cose fatte. L'avvocato e i seguaci di Priebke puntavano al rumore mediatico per coalizzare i nostalgici e ridare dignità al boia rivestendolo di una misericordia cristiana peraltro non richiesta. Non dimentichiamo infatti che non si è mai pentito dimenticando che l'obbedienza va' data ai comandamenti di Dio e non al gerarca di turno. Inoltre si è premurato di mentire anche post mortem, negando una realtà a lui ben nota :l'eccidio sistematico di un popolo....o pensiamo che Cristo volesse farla pagare a generazioni di ebrei innocenti per essere stato messo in croce? Maria Luisa , cattolica praticante, tradizionalista, fedele a Pietro nonostante tutto (l'unico che abbia ricevuto il mandato incondizionato di Cristo..."Pasci le mie pecorelle" ..) . Ave Maria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, condivido in toto!
      Aggiungo che i funerali avrebbero dovuti essere celebrati segretamente, non solo privatamente.

      Elimina
    2. A luxuria comunionre pubblica....senza pentimento pubblico....è sorta una nuova chiesa? Sembrerebbe di si

      Elimina
    3. Ecco, questa stupidaggine su Luxuria che rende la FSSPX e i suoi accoliti invisi ai cattolici.

      Elimina
    4. ai cattolici, quali? Quelli che difendono il peccato pubblico?

      Elimina
    5. Non possiamo equiparare situazioni abissalmente diverse. Un conto è peccare contro la morale sessuale o tradire il coniuge con tutto quel che segue, un conto è macchiarsi del peccato di Caino, uccidere, torturare con bieco sadismo , condividere un regime (di destra o di sinistra non importa sempre luciferino è), che si accanisce contro popoli interi privilegiando l'accanimento verso i più deboli. L a comunione ai divorziati risposati? Spero di no ma forse la Chiesa l'autorizzerà. Ricordiamoci Matteo 19,3-12 :
      Rispose loro Gesù: “Per la durezza del vostro cuore Mosè vi ha permesso di ripudiare le vostre mogli, ma da principio non fu così. Perciò io vi dico: Chiunque ripudia la propria moglie, se non in caso di concubinato, e ne sposa un’altra commette adulterio”.
      "Per la durezza del vostro cuore": il tempo in cui il"il popolo mormorava contro Mosè", non ricorda forse il nostro tempo, in cui il popolo mormora contro il Sommo Pastore? Maria Luisa

      Elimina
    6. Anche io credo che la soluzione migliore sarebbe stata quella di funerali segreti...

      Elimina
    7. Indipendentemente da ciò che è stato Pribke, avergli negato il funerale, dopo avergli concesso i sacramenti, è una cosa orribile da parte della Chiesa cattolica ufficiale. Purtroppo incomincio ad avere paura. Questo Papa naviga a vista e si fa strumentalizzare.

      Elimina
  14. La FSSPX ha voluto, in modo subdolo, rimarcare la sua vicinanza a certe ideologia, cosa che danneggia gravemente la tradizione. Resta da dire che lo spettacolo di esagitati che prendono a calci e sputi una bara o strattonano il sacerdote della FSSPX è stato patetico.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. NUOVO
      sicche' , è stato patetico vedere prendere a calci e sputi una bara e veder strattonare un sacerdote della Fraternita' !!!!!

      ma dai ma come sei buono !!!!! quasi quasi , se non lo dicevi non me ne accorgevo .

      Elimina
    2. Purtroppo sono molte le cose di cui non ti accorgi

      Elimina


  15. Bravi San Pio X! In questo disgraziato mondo ci sono moltissimi falsi cristiani, spesso sono falsi umanitari che si riempono la bocca di bellissime parole come "pace", "amore", "solidarietà" "carità fraterna", ma poi nei fatti non applicano con tutti questi principi.

    Inoltre è curioso notare come anche nella Chiesa ci siano sempre due pesi e due misure: per il comunista ("Don") Gallo nessun Vescovo e neanche Roma l'ha fermato nei suoi decenni di eresie e di ideologia comunista anticristiana (il nazismo fu condannato da Pio XII ma il comunismo ha fatto molti più danni e morti che il nazismo e tuttoggi continua a fare molto male)
    Quindi (Don) Gallo ha avuto i suoi funerali pur avendo fatto molto del male, pur essendo stato anche lui un nazista ideologica suggerendo di abortire, di comportarsi illecitamente non si è sporcato le mani di sangue ma ha commesso dei crimini gravi pari se non oltre a un ex gerarca nazista che per altro ha già pagato con insulti, persecuzioni giudiziarie e odio nei suoi confronti perché Priebke deve rappresentare il caprio espiatorio, il male assoluto per sentirsi più "giusti", più "buoni"... Inoltre Mons. Bertone che al suo funerale pubblico da la comunione ha un travestito che propaga idee anticristiane? Se si può fare il funerale a uno come (Don) Gallo lo si può fare a qualsiasi persona

    Allora falsi umanitari, non avete gli stessi sentimenti cristiani verso un vecchio di 100 anni che è stato già condannato e tante volte manipolato dai media?

    Cristiani falsi umanitari, perché siete così bravi a combattere i "nazisti" vecchi e dichiarati e non combattere i veri nazisti di oggi: quelli che si nascondono dietro le ideologie relativiste e che hanno le mani sporche di sangue anche peggio di Priebke?
    Ricordatevi che ognuno è complice con le sue ideologie dei silenzi, dei morti, degli aborti, di chi è picconato per strada, della distruzione della civiltà cristiana! Io voglio vedere la stessa forza di combattere che avete contro Priebke che è un uomo vinto dalla storia, voglio vedere lo stesso coraggio contro i nuovi nazisti moderni, nuovi nazisti che sono di ogni colore politico, ma che spesso si nascondono nella matrice ideologica di sinistra, perché meglio rappresenta quell'ipocrisia borghese da falsi umanitari e che nasconde molto spesso il male, dietro a parole come "pace", "amore", "solidarietà", giustizia, fratellanza.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravissimo!
      Antonio

      Elimina
    2. Giustissimo !

      Da mandare al Vicariato di Roma e in Segreteria di Stato in Vaticano ..

      Vita est Militia !

      Elimina
    3. fino a prova contrarie Priebke o come cavolo si scrive , è morto a Roma diocesi del Vescovo di Roma , titolo che tanto piace e compiace Bergoglio .
      Alloro mi chiedo , come mai , il Vescovo di Roma come Pastore non ha preso Lui in Persona , una decisione per questo caso .
      poteva ed aveva i mezzi , tanti , per tante risoluzioni , per risolvere coraggiosamente , da Buon Pastore un caso scottante .
      mi rendo conto , come mi rendo ben conto , che fra il dire e il fare c' è di mezzo il mare .
      non mi si vengano ad elencare leggi e compagnia bella se è vero che l' Inferno è ormai chiuso da oltre 50 anni !!!!!!!

      Elimina
    4. e poi Bergoglio , quando vuole, è ben presente , fisicamente , nel voler e saper risolvere le cose .....

      Elimina
  16. Solidarietà al mondo cattolico in via di estinzione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. in via di estinzione ?

      ma ha un senso ancora secondo te essere e Dio me ne guardi , dichiararsi Cattolici ??

      Elimina
    2. Bravo Michele..sostengo il tuo pensiero.
      Basta con questi BUONI VINCENTI

      Elimina
  17. Siamo alla totale confusione.

    Non sarebbe il caso che il Papa ritorni a parlare come Pio XII?

    Era chiarissimo; nessuno ha mai equivocato le Sue parole (come quelle dei Papi precedenti).

    E' esigere troppo che un Papa tramandi senza cedimenti il Deposito della Fede?

    Vogliamo vivere e morire cattolici!

    RispondiElimina
  18. Bergoglio e Vallini hanno negato il funerale a priebke ma han sepolto a Sant'Apollinare Renatino De Pedis il boss della Banda della Magliana! La coerenza...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. a quel tempo Bergoglio e Vallini non c'erano ancora.. o vedi di essere preciso oppure evita di dire stupidaggini!

      Elimina
  19. Salve tutti,

    Cari amici, non essere ingenui. Quella messa in cena mediatica e' stata pianificata e tutto questo colla legge anti-negazionismo in discussione al parlamento.

    Ora e' arrivata in Italia una legge che ci impedira di pensare e parlare liberamente. Quella legge anti-negazionismo e' l'inizio delle leggi che faranno tacere chi non la pensa come il SYSTEMA commanda ed insegna.

    Per i cattolici di Tradizione, solo dire che "sono gli ebrei ad aver messo a morte Gesu" sara condannato per legge e chi lo predichera finira in gallera.

    Osservate quel che succede in Francia. Li succede quello che pian piano arriva in Italia.

    Oggi in Italia da alcuni giorni si pensera e si dira quel che la propaganda mediatica del SYSTEMA ha dato come linea di pensiero: Nazi = Traditionalisti = Antisemiti = Nemici

    Spero che siete pronti a viverlo perche per voi sara difficile ora. Non dimenticate che Satana butta fango a chi gli e' contrario e chi riconosce i suoi nemici. Da quello che vediamo, i nemici di Satana non sono Bergoglio e Compagnia ma ben i traditionalisti della FSSPX.

    Anche se voi non siete della FSSPX sarete catalogati come tali, da chi vi conosce e da tutti quelli della Chiesa Cattolica Bergogliana, preti compresi.

    Ora saranno tempi duri per voi ma quello che succede vi deve confermare nella fede vostra perche Satana a mostrato che vi oddia quel che e' per se un segno di conferma che siete nella via giusta.

    Ora per voi sara sia la vita cristiana nella catacombe o la persecuzione aperta pure in casa, in famiglia e in quartiere vostro.

    Vita est Militia !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vai a giocare con i tuoi amici fascistelli. Meriti la triste vita che fai!

      Elimina
    2. Il nuovo non può proprio astenersi dall'insultare il prossimo in ogni suo intervento?

      Elimina
  20. Da cattolico romano vi dico... Bravi! Così si fa!
    Mi spiace che, alla fine, il dialogo tra Chiesa di Roma e Fraternità San Pio X si sia interrotto.
    francesco russo

    RispondiElimina
  21. Ennesima dimostrazione che la Chiesa di Bergoglio non è più Chiesa Cattolica Romana ma solamente un partito politico prossimo alla dissoluzione. Del resto vdr Bergoglio sta alla Chioesa Cattlica Romana come De Mita stette sta alla DC il coefficiente di proporzionalità è identico e si chiama Scalfari

    RispondiElimina
    Risposte
    1. OK, sono mesi che ripetete la stessa cosa, quando toglierete il disturbo?

      Elimina
    2. Siete voi modernisti a dover uscire dalla Chiesa. Occupate abusivamente le nostre chiese.

      Elimina
  22. I funerali avrebbe dovuto celebrarli Francesco visto che lui era due volte suo vescovo. Bariloche dipendeva da Buenos Aires o no? Lui dice a parole che il cristiano ama tutti, ovviamente quelli che ci son simpatici come Scalfari, Luxuria, Kung...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. non esageriamo, priebke era comunque un assassino, se fosse stato il papa a celebrare mi sarei incacchiato non meno di come sono andate ora le cose.
      Diciamo che tutti avrebbero dovuto gestire meglio le cose, ma si sa quando la casa è separata in se, gli resta poco per crollare completamente.

      Elimina
  23. La Chiesa cattolica sembra una nave senza nocchiero: in una chiesa di Roma c'è una scritta:APPIGIONASI IN QUEST'ANNO CHE FRANCESCO E VALLINI SE NE VANNO!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ah ah !

      Si che sene andrano e come ma sicuramente che certi PARTIGIANI o COMUNISTI oramai PAPOLATRICI andrano a gridare SANTO SUBITO in piazza San Pietro.

      Scometiamo ?

      Elimina
  24. Io credo che in fondo al deceduto non importi più niente di questa storia, ha altri pensieri oramai.

    Certo è che se la Chiesa di Roma avesse officiato un funerale, come ne ha concessi
    a cani e porci massoni e non avrebbe fatto una migliore figura.

    Ha preferito tirarsi indietro e se ne prenda atto.

    Si prenda anche atto che alla San Pio X hanno deciso diversamente.

    Ognuno poi in coscienza valuti questa situazione.

    Si valuti anche come si è comportata la canea democratica e sinagogale, funerale o non funerale
    nei confronti di questo morto e di come altri morti colpevoli d'altre atrocità
    sono invece glorificate. Si pensi alle stragi sommarie dei garibaldini e alle fucilazioni di massa
    dei cosiddetti briganti comandate dal conte di Cavour a cui i libri di storia obbligatoria tributano
    onori e pompe.

    Quanta bella misericordia oggi in questa roma con questo papa e questa democrazia.

    Bertoldo

    RispondiElimina
  25. La mia ammirazione va oggi alla Fraternita sacerdotale San Pio X e ai suoi sacerdoti che non si sono sottomessi al diktat dei media e della sinagoga.

    Oggi preghero il mio rosario in soffragio per il riposo eterno dell'anima di Erich Priebke

    Vita est Militia !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non dimenticare di pregare anche per i 335 che ha ammazzato, ebrei compresi..

      Elimina
    2. Anonimo 16 ottobre 2013 18:54 visto che preghiamo, ricordiamoci anche di quei criminali partigiani che dopo la guerra continuarono a portare avanti la loro matrice ideologica comunista anticristiana (grave altrettanto se non peggio al nazismo) uccidendo anche centinaia di sacerdoti! I falsi umanitari non possono essere buoni cristiani, seguono il mondo nel sentimentalismo e si ricordano solo dei morti che vogliono loro. Pensa anche ai morti che gli ebrei fanno il Palestina da decenni senza che nessun falso cristiano fariseo si straccia le vesti? Loro non sono nuovi nazisti da combattere? Gli altri sono morti di serie C o serie Z solo perché non rientrano nella matrice ideologica dei fascisti di sinistra che sopravvivono solo tenendo in vita lo spauracchio del nazismo brutto e cattivo che rappresenta tutto il male del mondo???? IPOCRITI IPOCRITI IPOCRITI FALSI UMANITARI

      Elimina
    3. prega prega che se passavi vicino alle fosse Ardeatine in quel giorno avrebbero fucilato pure te... SVEGLIAAA!!!!

      Elimina
    4. x anonimo 18:54
      se altri non avessero ucciso 30 militari tedeschi e poi vigliaccamente si fosse nascosto, altri 335 innocenti, non avrebbero pagato al posto suo.
      Bisognerebbe essere onesti, almeno noi credenti, non ti pare?

      Elimina
    5. guardate che la legge vigliacca di ammazzare 10 civili in cambio di un militare l'hanno inventata i tedeschi per creare il terrore nelle popolazioni assediate... non è una legge di Dio!!!

      Elimina
    6. e visto lo zelo dei militari tedeschi assassini di professione ne hanno ammazzato qualcuno in più!

      Elimina
    7. Ma perché non si costituirono gli attentatori di via Rasella come fece Salvo D'Acquisto (che tra l'altro era innocente)?? Qualcuno che fa il moralista di sinistra (ex comunista) può spiegarmelo??

      Elimina
    8. Non si costituirono, perché come è stato già dimostrato storicamente, dai documenti e dagli atti processuali, la rappresaglia tedesca avvenne prima delle 24 ore consentite per la costituzione degli attentatori di Via Rasella, né vennero effettuate indagini per trovare il responsabile. La strage venne perpetuata in gran segreto e furono messe delle mine per nascondere le prove. Furono violate la Convenzione de L'Aia e quella di Ginevra, in quanto vennero presi anche dei passanti. Mio nonno si trovava a Via Rasella il giorno del rastrellamento e non fu preso per un pelo, mentre un parente di una mia conoscente purtroppo è tra i martiri. Tra gli uccisi c'erano studenti, un ragazzo di 15 anni, padri di famiglia come mio nonno e anche un uomo settantenne.
      Ciò premesso, ricordo che la Germania nazionalsocialista era un invasore e che il popolo italiano aveva tutto il diritto a ribellarsi.

      Aggiungo un commento personale: questa storia di Priebke mi nausea, offende la memoria di chi è stato privato della vita ingiustamente, offende la dignità umana e offende la memoria dei miei avi (che non ci sono più) i quali si sono adoperati a quel tempo per salvare vite umane.

      Elimina
    9. Non è andata così

      Elimina
  26. aggiungo che il nazista per cui pregate non avrebbe esitato ad ammazzare pure voi e i vostri figli ... considerati vigliacchi voltagabbana italiani traditori dell'ideologia nazista

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Visto che sei cosí valoroso a difendere i caduti di Italia perché ricordate solo i morti che vi piacciono? I civili morti per mano di rappresaglie alleate niente? I morti uccisi dai partigiani comunisti italiani nel dopoguerra niente? I morti delle foibe niente? Additate chi la pensa diversamente da voi come fascista nazista razzista perché siete voi in realtá ad essere ideologizzati e credete di essere cristiani giusti solo per dire frasi retoriche e slanci sentimentalisti che piacciono tanto al mondo di oggi.

      Elimina
    2. sulle offese agli assolutismi sono assolutamente democratico. quindi per me possono bruciare all'inferno tutti gli indottrinati filostaliniani bolscevici così come i filonazisti e fascisti perché entrambi nascondono dietro false ideologie l'essenza del demonio

      Elimina
    3. Dici di essere democratico ma ti stracci le vesti piú volentieri per i crimini fascisti e nazisti ? Stracciati le vesti anche per gli aborti, o per i cristiani che ora stanno morendo in Siria dagli "eroi ribelli" che tanto vengono elogiati dalla maggioranza dei media Occidentali. Io non si chi tu sia ma in Italia e in generale in quasi tutti i Paesi Occidentali dal dopo guerra c'é stato nelle scuole un'accanito indottrinamento degli studenti (sia di stampo liberal-marxista che dai tratti "sinistri" per non dire di sinistra) per cui poche persone sanno pensare davvero con la loro testa. E chi la pensa diversamente? ? Ovvio: é un fascista, un nazista, un razzista, ecc. Vedi il caso Albano Laziale come é stato manipolato dai media e dalla stampa e il sacerdote che ha agito con caritá cristiana viene additato dai cristiani falsi umanitari come uno sporco fascista, amico dei nazisti e degli ebrei. MA STIAMO SCHERZANDO??

      Elimina
    4. Anonimo delle 21.11 meno ipocrisia...

      Elimina
  27. sulle offese agli assolutismi sono assolutamente democratico. quindi per me possono bruciare all'inferno tutti gli indottrinati filostaliniani bolscevici così come i filonazisti e fascisti perché entrambi nascondono dietro false ideologie l'essenza del demonio.
    E ovvio che stiamo parlando di un nazista pertanto non capisco che senso abbia parlare del comunissmo..... se serve... ABBASSO A TUTTI I TOTALITARISMI! contento?

    RispondiElimina
  28. Purtroppo molti qui parlano ed accusano senza conoscere i fatti.
    Priebke andava a Messa, si confessava e riceveva la Comunione (quindi veniva assolto dal Confessore) e tutto questo non in una Chiesa della Fraternità San Pio X ma in una Chiesa ed in una Messa Novus Ordo. Quindi in una chiesa Conciliare non lefevriana.
    Poi quando è morto lo hanno scacciato.
    Un'altra cosa perché se la sono presa con lui da morto e non quando era ancora vivo ?.

    RispondiElimina
  29. A Papa Francisco , Libera nos Domine !

    RispondiElimina
  30. Le mostruosità commesse in modo efferato da Priebke sono inemendabili. Era buon senso e buona creanza fare esequie privatissime, alla presenza dei soli famigliari. La deriva filo-nazi della società di San Pio X mi lascia sempre più sconcertato; passi la cura per la liturgia e la giusta riscoperta del latino ( peraltro il Vaticano II non ha mai abrogato la messa in latino, si guardino gli atti ), ma da qui ad approvare Williamson e i negazionisti .... veramente raccapricciante. E il dolore lo provano tutti i cristiani che hanno conosciuto il dramma della deportazione degli ebrei, avendoli amici o vicini di casa. Persone che in venti minuti sono stati messi in una tradotta per Monowitz senza nemmeno un po' d'acqua da bere. Prego davvero la San Pio X di fare una bella riflessione. Con amicizia e rispetto Massimo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la deriva filo nazista della Fraternità S. Pio X?

      Calunniare non vi servirà a nulla la VERITA' E' IN MANO A DIO, ricordati piccolo anonimo delle 11.11 che Dio HA ROVESCIATO I POTENTI DAI TRONI e INNALZATO GLI UMILI.

      Il tuo commento è la classica paccottiglia ideologica marxista leninista ma non illuderti .... fino a quando Dio dirà basta.

      Sarà allora che dovrete rendere conto delle vostre odiose ed esecrabili calunnie contro i veri cattolici e la vera Chiesa.

      Elimina
  31. Bergoglio e Abbondio Vallini sono i Creonte del XXI secolo ma i cattolici veri stanno con Antigone!

    RispondiElimina
  32. L'ordine è partito dall'alto: Lasciate il cadavere insepolto e guai a chi prova pieta! Poi sostengono che dobbiamo aver misericordia...evidentemente non per tutti ma solo per gli amici degli amici.

    RispondiElimina
  33. Anonimo 11.11 o spero tu sia in buona fede e parli per mancanza di conoscenza. Ti ricordo che se c'era uno anti nazista questo era mons. Francois Marcel Lefebvre il cui padre morì deportato nel campo di concentramento di Flossenburg. A me risulta invece che qualcun altro ha frequentato Pinochet e Videla le cui atrocità non furono inferiori a Stalin e Hitler e Musolino. Qui si trattava solo di dare sepoltura a un morto e loro i don Abbondio del Tevere l'hanno negata!

    RispondiElimina
  34. IX secolo. La scena si svolge Negli atri muscosi e nei Fori cadenti del Palazzo del Laterano ai tempi di Stefano VI: Padre permetta che si seppellisca un morto( era papa Formoso)...ma Stefano servo dei servi di Dio, implacabile nel suo odio continua a rigirare in mano la pallina di lana e dice...error, condicio, crimen, si sis affinis...il codex dice questo: non possumus!
    Lì dentro un gattino gioca con lòa pallina di lana e solo lui sembra essere umano!

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.