mercoledì 23 gennaio 2013

Olanda (un po' più) cattolica.

Un Lettore di MiL ci ha gentilmente segnalato alcune foto dell' Olanda cattolica che, grazie al "rinnovamento liturgico benedettiano", sta vivendo una nuova "primavera" e nuovi fervori spirituali.
Fra poco tempo una Comunità di Claustrali Benedettine italiane aprirà un monastero in Olanda su invito del Vescovo locale.
La prima foto si riferisce alla celebrazione della Santa Messa nel venerabile rito romano antico nella chiesa parrocchiale di San Ludovico a Leiden, la città di Rembrant, l'unica chiesa in stile rococò in Olanda progettata da Giovanni Giudici .
In quella Parrocchia viene particolarmente curata la Liturgia e la Santa Messa viene regolarmente celebrata in ambedue le forme .
Nova et vetera !

Qui sopra la processione del  Corpus Domini nella medesima Parrocchia di San Ludovico.
QUI la storia della chiesa e della parrocchia che verrà segnalata in un post a parte.


La Santa Messa celebrata nella chiesa del Seminario di Tiltenberg.

Ringraziamo il Lettore per averci sollevato lo spirito attraverso queste edificanti informazioni.
A.C.

2 commenti:

  1. Nei Paesi Bassi la Chiesa Cattolica e' ridotta oggi ad una esigua minoranza (circa il 25% della popolazione). Si tratta pertanto di una terra di missione, dove queste piccole comunita' legate alla tradizione non possono che fare da lievito nella speranza di un miglioramento della situazione. A mio avviso un ottimo lavoro lo sta facendo anche il primate mons. Eijk, 70mo successore di S. Villibrordo. Secondo me un "papabile"!

    RispondiElimina
  2. Il cattolicesimo olandese è sempre stato minoranza, anche se, in passato, aveva percentuali un pò più alte. Comunque è vero che, oggi come oggi, il paese si trova ad avere un episcopato più che buono, a partire dal primate, cardinale Eijk, ma non solo lui.
    Dà soddisfazione constatare che una delle ex chiese più disastrate d'Europa, ridotta all'ombra di se stessa negli anni settanta grazie ad un'interpretazione ed applicazione becere dei dettami conciliari, si stia pian piano riprendendo, anche grazie alla liturgia tradizionale che qui è abbastanza fiorente. Le adorazioni eucaristiche nel paese vanno moltiplicandosi e anche le vocazioni sono in aumento. Pensiamo alla parrocchia tridentina di sant'Agnese ad Amsterdam, affidata alla FSSP, dove si svolgono spesso pontificali da parte di numerosi vescovi e cardinali, tra cui membri dell'episcopato cattolico locale. Non c'è dubbio che la situazione della chiesa olandese sia migliore di quella del vicino Belgio. E l'episcopato nazionale è di qualitè certamente più buona rispetto a quello belga, francese, tedesco, svizzero e austriaco.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.