sabato 15 ottobre 2011

Roma, 15 ottobre 2011, via Labicana


http://www.repubblica.it/politica/2011/10/15/foto/statua_madonna-23287228/1/


Dio sia benedetto
Benedetto il Suo santo Nome.
Benedetto Gesù Cristo, vero Dio e vero Uomo.
Benedetto il Nome di Gesù.
Benedetto il Suo sacratissimo Cuore.
Benedetto il Suo preziosissimo Sangue.
Benedetto Gesù nel SS. Sacramento dell’altare.
Benedetto lo Spirito Santo Paraclito.
Benedetta la gran Madre di Dio, Maria Santissima.
Benedetta la Sua santa e Immacolata Concezione.
Benedetta la Sua gloriosa Assunzione.
Benedetto il Nome di Maria, Vergine e Madre.
Benedetto S. Giuseppe, Suo castissimo Sposo.
Benedetto Dio nei Suoi Angeli e nei Suoi Santi.

( A.C.)

114 commenti:

  1. Roma è stata ancora una volta profanata. Domani celebrerò una Santa Messa di riparazione! Dio sia benedetto, Benedetta la gran Madre di Dio, Maria Santissima. Benedetta la Sua santa e Immacolata Concezione. Benedetta la Sua gloriosa Assunzione. Benedetto il Nome di Maria, Vergine e Madre.<span></span>

    RispondiElimina
  2. Benedetta sia la Vergine Maria!
    Benedette le sua mani sante e verginali, dispensatrici di grazie!
    Benedetta la sua regalità!
    Anch'io mi unisco alla preghiera.

    RispondiElimina
  3. Santa Maria Madre di Dio prega per noi peccatori, adesso ... e nell'ora della nostra ( e loro) morte. Amen.

    RispondiElimina
  4. Le preghiere sono opportune e sante, ma occorre anche la consapevolezza politica: i cosiddetti "indignados", autori del sacrilegio, sono il braccio armato della sinistra. L'atto è perfettamente coerente con la loro ideologia, come lo erano i massacri dei cattolici da parte dei repubblicani spagnoli. E attenzione alle capziose distinzioni tra "pacifici manifestanti" e "pochi violenti". Tutti i manifestanti, simpatizzanti, sostenitori sono moralmente e politicamente corresponsabili del sacrilegio, perchè ne condividono la stessa ideologia di fondo, compresi i gruppi "cattolici" che hanno aderito alla manifestazione. 

    RispondiElimina
  5. CRIMINALI! Ve la prendete pure con la Madonna Santissima!!! Non sapete più cosa distruggere! Non sapete cosa fare della vostra vita... Non sapete ancora perché Dio vi ha creati... PENTITEVI!!!

    RispondiElimina
  6. Stasera guardando il TG ho pianto.... in serata avevo letto la notizia della devastazione alla Chiesa di san Marcellino, quella dove andavamo con le suore, in via Merulana.... era la sosta alle lunghe passeggiate che si potevano fare, allora, per Roma tra una manifestazione dei collettivi ed altro... anni'70, gli anni di piombo.... confesso di esserne rimasta traumatizzata e se so di una manifestazione vicino casa, mi ci rinchiudo dentro a sgranare il Rosario....
    avevo circa 13 anni quando in una delle solite manifestazioni il corteo si fermò davanti al nostro collegio di fronte alle Terme di Caracalla.... per la prima volta vidi le suore davvero spaventate, il corteo aveva iniziato a scavalcare il cancello, a noi ci portarono nella Cappella interna a pregare e loro, agitate, tra un Pater e d un'Ave, ancora in latino... correvano a chiudere ogni possibile via d'accesso, la Direttrice andava a telefonare alle forze dell'ordine....
    Si sentivano le urla e le bestemmie, i vetri che venivano frantumati, le minacce alle mie suore domenicane, parafrasate con i termini più offensivi possibili.... e urlavano che... CI VENIVANO A LIBERARE..... confesso che non ho mai capito questo genere di liberazione, al contrario, con quel sistema ci avevano fatto passare la voglia di "evadere" semmai l'avessimo avuta!
    Ci stringevamo attorno alle suore, qualcuna piangeva....
    Poi abbiamo sentito le sirene, un suono meraviglioso che ci annunciava la fine di quei momenti terribili....
    La polizia si fermò a parlare con la Direttrice, noi seguivamo lei e le suore, scendemmo inchiurisite giù, nel piazzale.... la Madonna di Lourdes della piccola grotta era stata fatta a pezzi, così, senza senso.... o forse un senso ce lo aveva: si sacrificò per noi.... così ci disse una suora mentre noi raccoglievamo i cocci con gesto pietoso... si! disse sorridendo la suore, la Madonnina ci ha fatto guadagnare tempo, lei si è messa fra loro e noi, e mentre siscagliavano contro di lei, la polizia che era stata avvisata è potuta arrivare in tempo....

    Ricordo l'episodio e le parole, oggi, come ieri, nel vedere quelle immagini ho ripensato al fatto ed ho detto tra me e la corona del Rosario che avevo tra le mani: Madonnina mia, chi avrai salvato questa volta?

    Maria Aiuto dei Cristiani, prega per noi!
    siamo come ai tempi di san Giovanni Bosco? chissà!

    RispondiElimina
  7. "Roma è stata ancora una volta profanata" ???
    Mi viene quasi da ridere. Prima era pure e santa? Non avvengono mai atti sacrileghi, peccati innominabili, riti satanici etc. etc. a Roma come altrove? Dentro le mura delle case, lì dove non arrivano le telecamere ed i giornalisti, avviene molto di peggio. Altro che qualche statua frantumata.

    RispondiElimina
  8. Io sono del parere che bisogna cercare, per quanto possibile, di evitare le eccessive drammatizzazioni. Comunque, a prescindere dalle motivazioni ideologiche dei manifestanti, penso che se avessero dato fuoco o distrutto qualcosa di mio, assalito dalla rabbia del momento avrei anche potuto uccidere.

    RispondiElimina
  9. No, non siamo ai tempi di San Giovanni Bosco. E comunque ai tempi don Bosco la Chiesa non era perseguitata da masse manifestanti per le strade, ma dai massoni e dai politici loro alleati.

    RispondiElimina
  10. <span>lei Filippo , non vede la gravità di aver oltraggiato la Madre di Dio e Madre di Gesù e dei figli redenti in Cristo ?</span>
    <span>lei non vede che questo gesto viene direttamente dall'inferno scatenato contro Cristo e la sua Chiesa ?</span>
    <span>lei non capisce che  questo tsunami di odio verso la Vergine Santissima -<span>non verso una statua, come lei ipocritamente afferma-</span> è opera di  satana che ormai sta strappando un numero crescentei di anime a Gesù Cristo per trascinarle all'interno ?</span>
    <span>non vede che l'odio contro Maria SS.ma mai cessato da quando il Padre Ce3leeste annunciò : "Ella ti schiaccerà il capo"  si è  inasprito nei secoli, fino dal tempo in cui Leone XIII sentì <span>con le sue orecchie</span> la richiesta fatta da satana a Dio di poter assaltare con tutte le sue forze la Chiesa e le anime, ottenendone il permesso, fino ad arrivare oggi a questo scatenamento, che finirà solo col Trionfo del Cuore Immacolato di Maria ?</span>
    <span>lei Filippo, non vuole riparare questo oltraggio satanico almeno con un'Ave Maria, poichè solo sotto il Manto della Madonna possiamo trovare rifugio contro il ciclone infernale che è appena agli inizi e che scuoterà la Chiesa dalle fondamenta, come Gesù e la Madonna hanno detto a tanti mistici del 20.mo secolo ?</span>
    <span>Dove troverà rifugio lei, Filippo , se non accanto a Maria, Madre della Chiesa ?</span>
    <span>lei vuole rifiutare questa Madre che Gesù stesso ci ha donato, dall'alto della Croce ?</span>
    <span>Senza Maria SS.ma nessuno potrà tornare a Gesù Cristo con tutto il cuore : se lo ricordi, Filippo .</span>
    <span>E io penso che NON SOLO Roma è stata profanata, ma il Cuore della Chiesa e della cattolicità, quando degli uomini, BATTEZZATI,  manifestano un odio così violento contro la MADRE DEL LORO REDENTORE !</span>

    RispondiElimina
  11. <span><span>lei Filippo , non vede la gravità di aver oltraggiato la Madre di Dio e Madre di Gesù e dei figli redenti in Cristo ?</span>  
    <span>lei non vede che questo gesto viene direttamente dall'inferno scatenato contro Cristo e la sua Chiesa ?</span>  
    <span>lei non capisce che  questo tsunami di odio verso la Vergine Santissima <span>-</span><span><span>non verso una statua,</span> come lei ipocritamente afferma-</span> è opera di  satana che ormai sta strappando un numero crescente di anime a Gesù Cristo per trascinarle all'inferno ?</span>  
    <span>non vede che l'odio contro Maria SS.ma, iniziato fin da quando il Padre Celeste annunciò : <span>"Ella ti schiaccerà il capo" </span> , odio che si è palesato e inasprito nei secoli, fino dal tempo in cui Leone XIII sentì <span>con le sue orecchie </span>la richiesta fatta da satana a Dio di poter assaltare con tutte le sue forze la Chiesa e le anime, ottenendone il permesso, fino ad arrivare oggi a questo scatenamento, che finirà solo col Trionfo del Cuore Immacolato di Maria, annunciato a Fatima per volontà stessa di Dio Padre Onnipotente ?</span> 
    <span>lei Filippo, non vuole riparare questo oltraggio satanico almeno con un'Ave Maria, poichè solo sotto il Manto della Madonna possiamo trovare rifugio contro il ciclone infernale che è appena agli inizi e che scuoterà la Chiesa dalle fondamenta, come Gesù e la Madonna hanno detto a tanti mistici del 20.mo secolo ?</span>  
    <span>Dove troverà rifugio lei, Filippo , se non accanto a Maria, Madre della Chiesa ?</span>  
    <span>lei vuole rifiutare questa Madre che Gesù stesso ci ha donato, dall'alto della Croce ?</span>  
    <span>Senza Maria SS.ma nessuno potrà tornare a Gesù Cristo con tutto il cuore : se lo ricordi, Filippo .</span>  
    <span>E io penso che NON SOLO Roma è stata profanata, ma il Cuore della Chiesa e della cattolicità, quando degli uomini, BATTEZZATI,  manifestano un odio così violento contro la MADRE DEL LORO REDENTORE , che è la loro stessa MADRE, IANUA COELI !</span></span>

    RispondiElimina
  12. Don Camillo, possiamo dire che la Madonna e' Corredentrice nel Corpo Mistico di Cristo, come fu Corredentrice nella sua vita sulla terra? Se e' cosi', la Messa che Lei celebra in riparazione contro le offese a Maria in via Labicana e' anche una Messa di riparazione contro le offese alla divinita' di Cristo ad Assisi 3. Grazie per aver pensato subito a riparare.

    RispondiElimina
  13. Luis Moscardò16 ottobre 2011 08:18

    No Filippo, non capisci.

    RispondiElimina
  14. Luis Moscardò16 ottobre 2011 08:32

    Giustissimo, memory: non è l'oggetto in sé che è stato distrutto. E' stata offesa l'Immagine, è stato lanciato con ghigno satanico un messaggio inequivocabile. Che senso avrebbe sennò lo scagliarsi contro un oggetto tra l'altro di nessun valore artistico e non credo neppur protetto da una qualche teca? E' quello che va oltre, è quello che ci mortifica e ripugna, è anche quello che evoca nella nostra memoria. Nella Roma (che è un luogo dell'anima, non una città materiale e reale) per giunta.
    Questo è opera dei nipotini di quelli che (dopo aver fatto strage di clero, religiosi e suore e pure semplici cattolici) andavano a fucilare le statue, bruciavano le chiese, profanavano in ogni modo anche le sepolture e con pianete e tunicelle se ne andavano spregiosi all'osteria (il 1936 non è così lontano nel tempo).

    RispondiElimina
  15. Chissà dove saranno adesso "i ragazzi del 36" che hanno commesso tutte quelle atrocità...

    RispondiElimina
  16. Latro Poenitens16 ottobre 2011 09:01

    Mi associo alle preghiere riparazione. Miserere nostri Domine, miserere nostri! Laudetur Jesus Christus! Laudetur cum Maria! Sempre Laudentur!!!

    RispondiElimina
  17. Un atto gravissimo! E tremo a cosa sarebbe successo se fossero riusciti ad entrare direttamente nella chiesa: capacissimi di violare il tabernacolo per profanare il Santissimo. :'(

    RispondiElimina
  18. Secondo me non sono né di destra né di sinistra. Certo molto nichilismo violento è da lì che proviene ideologicamente. Ma questi sono strumenti pieni di vuoto, perdonate l'ossimoro, in mano a chi alla fine non vuole far cadere i poteri forti, a livello globale, che hanno in mano la situazione.
    Non hanno progetti, non hanno coordinamento tra di loro: solo rabbia -che ha molte ragioni per esserci- ma è fomentata, canalizzata ad arte e, purtroppo, strumentalizzata.

    RispondiElimina
  19. Ora siamo all'evoluzione di quei tempi.

    RispondiElimina
  20. Andrea Carradori16 ottobre 2011 09:54

    http://www.oggi.it/attualita/cronaca/2011/10/15/indignati-e-guerriglia-a-roma-in-fiamme-le-auto-distrutte-vetrine-scontri-e-feriti/

    DISTRUTTA UNA PARROCCHIA – Durante gli scontri e il corteo, gli indignati hanno preso di mira anche una parrocchia nei pressi di San Giovanni, San Marcellino e Pietro, tra via Labicana e via Merulana, tentando di sfondare la porta della chiesa e distruggendo poi alcuni arredi sacri della casa parrocchiale. In parrocchia, nel momento dell’assalto, non c’erano fedeli, ma il parroco, don Pino Ciucci e diversi sacerdoti. «Sono sconcertato – ha detto – abbiamo visto scoppiare la protesta dalle finestre della parrocchia. Dei giovani incappucciati hanno divelto la porta della sala utilizzata per il catechismo, sono entrati, hanno affisso un manifesto e hanno distrutto quello che c’era dentro. Poi hanno preso una statua della Madonna di Lourdes e un crocefisso, li hanno portati in strada e li hanno frantumati. Un gesto blasfemo di profanazione che non ha alcun senso».

    RispondiElimina
  21. Grazie don Camillo!
    Oremus et pro (perphidis) indignatis......

    RispondiElimina
  22. e il Cardinal Vallini, come al solito, anziché gridare alla profanazione e porre atti di riparazione dice: "speriamo che si possa riaprire il DIALOGO...".

    RispondiElimina
  23. egr. Filippo, i massoni sono DENTRO la Chiesa, da molti decenni, da quando non sono più scomunicati, ed indisturbati portano a compimento il loro progetto di distruzione della Chiesa dalle fondamenta. coadiuvati dai nemici esterni

    RispondiElimina
  24. :-[  caro Filippo, mi riferivo al senso anticlericale che si scaglia sulle immagini sacre e al sogno delle due Colonne: l'Eucarestia e Maria Santissima...

    di persecutori non ce ne sono mai di nuovi nei loro "ideali", la radice è sempre la stessa...

    RispondiElimina
  25. <span> Ma questi sono strumenti pieni di vuoto, perdonate l'ossimoro, in mano a chi alla fine non vuole far cadere i poteri forti, a livello globale, che hanno in mano la situazione.</span>

    <span>Proprio così.</span>
    <span>
    Non hanno progetti, non hanno coordinamento tra di loro: solo rabbia -che ha molte ragioni per esserci- ma è fomentata, canalizzata ad arte e, purtroppo, strumentalizzata.
    </span>

    Fomentata, canalizzata, strumentalizzata infatti, contro obiettivi che non toccano nessun punto sensibile di chi detiene i "vero" potere.

    RispondiElimina
  26. <span>io vorrei che il Papa celebrasse una Messa solenne di riparazione di questo inaudito oltraggio, come di altri mille che infurieranno (ne vedremo ancora...) contro i Sacri Cuori di Gesù e Maria SS.ma, Sua e Nostra Madre;      
    io vorrei che il Papa riunciasse ad Assisi3, che offende in modo gravissimo Nostro  Signore Gesù Cristo, la sua Incarnazione, Passione, Morte di Croce in espiazione dei peccati e per la salvezza del mondo; che rinunciasse ad un dialogo <span>ecu-anonimo,</span> che finge di non conoscere il Vero Dio Gesù Salvatore, dialogo buio (<span>a-cristiano: come se Gesù non fosse mai venuto</span>) e che così offende e ricopre di fango (il fango dell'ignoranza voluta e accettata nei cuori idolatri, pagani ed atei, e con indifferente oblio della Fede testimoniata dai Martiri....) il Suo Sacro Cuore già trafitto dagli innumerevoli oltraggi e peccati di tutti gli uomini, sia cristiani che pagani:  ma si vede da tempo che i più gravi, contrassegnati da somma ingratitudine sono oggi -21.mo secolo dell'era cristiana- quelli dei sacerdoti e uomini di Chiesa, che bypassano con somma indifferenza ed <span>obliano</span> -evitando accuratamente di nominarla quale unica gloria degli Apostoli e Martiri- la <span><span>Santa Croce con cui Egli ha redento il mondo</span></span><span>,</span>e che sta AL CENTRO DELLA STORIA , dalla quale Gesù Salvatore attira tutti a sè, e mediante la quale vuole che tutti siano salvati;      
    ma se gli Apostoli di oggi NON annunciano questa salvezza agli increduli, immersi nel peccato originale, chi gliela potrà annunciare  al posto loro ?  chi indicherà loro la vera UNICA VIA di Salvezza, che è Cristo Gesù Signore della storia ?    
    Preghiamo che il papa rinunci ad Assisi, che va CONTRO la Fede cattolica, e che procura dolore amarissimo alla Vergine Ss.ma, e ricordi ciò che diceva S. Massimiliano Kolbe nel 1917:      
       <span><span>  l'ecumenismo è il nemico dell'Immacolata</span></span>      
    preghiamo che questo lo ricordi almeno lui, dopo che i papi, e quasi tutti i ministri di Dio, pastori del Gregge, a partire dal Cv2, lo hanno dimenticato.</span>

    RispondiElimina
  27. Vallini faccia pubblica riparazione per l'accaduto sarà anche un motivo per riacquistere stima e rispetto da parte del clero del Papa a lui affidato che è stufo oramai di slogan vecchi e stanchi.

    RispondiElimina
  28. Questi sono pilotati..ricordatevelo. Come i rivoluzionari francesi.....dagli stessi che hanno soldi e potere. Creano gruppi di rivoluzionari che possono controllare prima che il popolo vero faccia vere ricoluzioni. Tecnica Massonica......cosi' come si fingono liberatori e fanno le guerre . Questi indignados hanno fatto cose in tutto il mondo..ben coordinati e finanziati....coperti ed addestrati.

    Sono sicuro che l'attacco alla Chiesa e' stato pianificato e comandato. Aveva una valenza politica quel luogo e quella via se non sbaglio.

    RispondiElimina
  29. Il Card. Vallini dovrebbe oganizzare non solo una solenne Messa di riparazione, peceduta dal S. Rosario, ma anche una Processione, di quelle non piu' di moda.

    FdS

    RispondiElimina
  30. <span>Da Cattolico non posso che INDIGNARMI (e soffrire), a vedere azioni sacrileghe come il furto e la distruzione di Immagini Sacre della Madre di DIO e di Gesù Crocifisso. Sono azioni che DIO punirà. E non solo chi le ha compiute, ma anche chi non riparerà in modo adeguato. Io sto pregando per la conversione degli uni e degli altri, ed affinché ne facciano la giusta penitenza, e, pertanto, scansino la punizione ETERNA.
    Premesso ciò, MI MANGIO LE MANI. Vedo che si sta ripetendo il tragico abbaglio di Valle Giulia. Se, in quel contesto (interno ed internazionale), Almirante e Caradonna, forse, qualche ragione la avevano, oggi è una duplice sciocchezza. Allora, la saldatura tra la contestazione di "sinistra" e certo impegno politico di una parte dei giovani di "destra", avrebbe finito per condurre questi ultimi sotto l'egemonia rossa (o,almeno era ciò che Almirante e Caradonna temevano, e non del tutto a torto), OGGI è (o almeno lo era, fino a poche ore fa) possibile che si realizzasse la situazione opposta. Adesso che gli "INDIGNATI" di tutto il mondo (ma gli italiani molto meno di altri) riscoprono il ruolo, quanto meno discutibile, delle banche centrali, cercano di dotarsi di monete locali, parlano di "Signoraggio", etc.,SI APRIVANO SCENARI inediti per la cultura anti-conformista. Potevano essere gli anticonformisti, i discepoli di Auriti (che aveva rapporti di stima reciproca e di amicizia
    con militanti di tutti i partiti:da "NO Global" a fascistissimi, dagli
    ultra-referendari del Professor Massimo Severo Giannini a De Mita di
    quest'ultimo nome, che mi è stato riferito, non sono certo, ma non vi
    troverei nulla di strano) che potevano prendere la guida .Speriamo che gli scenari inediti, non si siano già chiusi.</span>

    RispondiElimina
  31. quegli sciaguraati un giorno, vecchi e malati, saranno sul letto di morte, e anche loro dovranno invocare l'intercessione della Madre Celeste, per ottenere il perdono dei loro peccati, compreso questo orrendo di oggi; anche loro, se la Grazia di Dio non li dimenticherà, dovranno ricordare e sentir affiorare dal profondo del cuore contrito le parole, da essi calpestate e rifiutate, dell'Ave Maria:
    "...<span>.prega per noi peccatori, adesso e nell'ora della nostra morte. Amen"</span>
    ma perchè possano ricordare , fin da oggi, la mediazione di Grazie che viene dalla Madre Clemente, ad ottenere il perdono di Nostro Signore, <span>diciamo loro, prima che si sclerotizzino nella OSTINAZIONE nel peccato:</span>
       <span> cave obdurationem cordis  !</span>

    RispondiElimina
  32. questo commento mi ha commossa fino alle lacrime, non solo per l'episodio che racconta ma perchè quelle brave suore avevano una simile fede e finezza d'animo che infondevano alle ragazze che curavano...non mi meraviglia che abbiano formato alla religione un'anima come caterina che ora si batte per la tradizione. Insieme alle preghiere di riparazione per l'orribile sacrilegio unisco quello che la Madonnina ci dia ancora delle suore e dei sacerdoti che ci spieghino queste cose che noi laici, vivendo circondati dal frastuono del mondo, non riusciamo più a sentire. 

    RispondiElimina
  33. dovrebbe celebrare una Messa di S. Pio V, con la preghiera finale a S. Michele Arcangelo: <span> </span>quella preghiera che con la riforma della Messa è stata abolita, come se la Chiesa non avesse più bisogno della sua potente intercessione, e così ora ne vediamo le conseguenze....
    Ma potrà mai il card. Vallini celebrare la Messa di sempre ?

    RispondiElimina
  34. dici bene: per noi cattolici le statue, i crocifissi sono quanto di più MIO esista. Quindi devo pensare che alla fine ti importa più di un'auto che di una statua della Madonna. E questa sarebbe una drammatizzazione? Mi viene solo tanta tristezza a sentire un simile ragionamento.

    RispondiElimina
  35. Una processione...16 ottobre 2011 14:45

    Sarebbe significativo portare in processione questa Madonnina martoriata, magari in occasione della grande processione mariana in Via del Corso dell'8 Dicembre. Questo non con sentimenti di vendetta, ma per testimonianza ...

    RispondiElimina
  36. Sì, è la reazione giusta e naturale che è mancata ai cattolici presenti. Il cattolico deve smettere di considerarsi un immaginetta devota e farsi prendere per il deretano da questi trogloditi. L'uomo medievale avrebbe strappato i corbelli, tgaliato le mani e inchiodato la lingua a questi invasati. 

    RispondiElimina
  37. Ieri il Vallini aveva l'occasione giusta per dialogare, ma non se l'è sentita...chissà perchè!

    RispondiElimina
  38. sarebbe bello se ALMENO tutti i tradizionalisti riuscissero ad accordarsi per una solenne Messa pubblica di riparazione, seguita dal rosario in processione fino al punto delle profanazioni. Peraltro siamo tutti con le chiese e cappelle in centro, si potrebbe fare senza problemi.
    Io ho mandato via email alla FSSPX una email di proposta in tal senso. Se qualcuno vuole imitarmi, magari mandarla anche alla San Pietro...organizziamoci!! Dimostriamo a questi invasati che anche noi credenti sappiamo organizzarci in difesa della civiltà cristiana.

    RispondiElimina
  39. In altre epoche il clero romano avrebbe percorso la via Labicana scalzo per riparare l'empietà commessa.
    Il card. Vallini auspica il dialogo...su che cosa?
    Coloro che han commesso l'empietà sono discepoli dell'odio massonico dei radicali e  dei laicisti di sinistra:dal 1870 sono contro la Chiesa,il Romano Pontefice, Dio e La Vergine Santa!
    Signore perdonaci per non aver impedito che il male dilagasse anche dentro la Chiesa!

    RispondiElimina
  40. Oggi ho osservato con molta attenzione le immagini in televisione. Se fossi stato presente in quel momento avrei potuto anche uccidere quel ragazzetto nero incappucciato che subito dopo se n'è andato tranquillo come se nulla fosse, davanti all'indifferenza di tutti gli altri manifetsanti che passavano accanto.

    RispondiElimina
  41. Perché non organizziamo davvero noi lettori del blog un incontro di riparazione? Ci si potrebbe dare appuntamento sabato prossimo lì davanti, per dire il rosario insieme. Se ci fanno entrare, bene, sennò lo diciamo fuori. Non aspettiamo che siano i cardinali a prendere un'iniziativa doverosa.

    RispondiElimina
  42. Non molto tempo fa mio fratello, sacerdote, ha partecipato ad un ritiro spirituale predicato da un parroco 57enne di una diocesi italiana. La sala delle relazioni, presso una casa di esercizi spirituali,  era arredata con sedie, un tavolo e alcune consolli in una delle quali collocata una statuina in gesso della Madonna. Una mattina quel parroco dovendo appendere una locandina con degli avvisi, non trovando una bacheca adatta allo scopo, ha pensato bene di appendere la locandina sulla statuina della Madonna, nascondendola così alla vista. Per quel parroco la Madonnina non era altro che un soprammobile come altri.

    Tra questo parroco e il ragazzetto nero incappucciato chi è stato più sacrilego.

    Appena mio fratello si è accorto della cosa ha immediatamente rimosso la locandina dalla Madonnina.

    RispondiElimina
  43. Ma con tutte le porcate e schifezze che avvengono ogni giorno a Roma e nel mondo intero, vi fissate con una statua rotta? Ma pensate che prima che arrivassero questi esagitati  gli abitanti di Roma trascorressero il loro tempo ai piedi delle sacre effigi a recitare il rosario? Come mai le gli occhi delle "madonelle" non hanno lacrimato come ai tempi dell'invasione napoleonica? Non si può intepretare ogni evento drammatico in chiave apocalittica. I veri adoratori del Diavolo stanno in giacca e cravatta. Questi vandali sono niente. 

    RispondiElimina
  44. Tutto ha un senso. Quegli iconosclasti sono degli anticlericali fanatici che hanno approfittato della situazione. Quando sono in gruppo può accadere che gli umani  compiano atti che normalemente da soli non commetterebbero. Soprattutto atti di violenza. Nel gruppo si perdere la propria identità personale, ci si deresponsabilizza, si riduce la consapevolezza della dimensione che si sta vivendo.

    RispondiElimina
  45. Certo, il cardinale Vallini avrebbe dovuto dire: "Maledetti!!! Brucerete all'inferno!" Così questi esaltati sarebbero andati a distruggere altre chiese.

    RispondiElimina
  46. chiaro perchè non c'è sfumatura tra questi due estremi vero? non si poteva fare un richiamo fermo e deciso senza farneticare in modo scomposto in un senso o nell'altro..........no comment filippo.

    RispondiElimina
  47. Profeti di sventure...16 ottobre 2011 17:15

    Non posso darti torto Praeceptor... Magari non l'avrei ammazzato ma una seria dose di botte da orbi glie l'avrei data. Ste zecche schifose, senza ideali, senza onore e senza coraggio. E quel gruppuscolo di cacasotto pacifisti che apparte dargli del brutto e cattivo non hanno fatto nulla. Gentaglia senza spina dorsale.

    RispondiElimina
  48. Profeti di sventure...16 ottobre 2011 17:31

    Filippo mi sa che hai sbagliato sito. Questo non e' cattoliciromani.com

    RispondiElimina
  49. Ho visto il video del sacrilegio, e mi sono venute le lacrime. Come si puo' odiare cosi' la Santa Madre di Dio? Ma che specie di essere e' quel turpe individuo indegno di essere definito umano e nemmeno topo di fogna, in quanto i ratti sono su un livello spirituale superiore al suo? Che vita ha fatto? Che insegnamenti ha avuto in famiglia ? Come ha fatto il demonio a impadronirsi della sua anima? Non ho risposte. Anche se certamente la fara' franca davanti alla giustizia degli uomini, raccomandiamolo al Signore a alla sua giustizia affinche' possa avere la giusta retribuzione in questa vita e in quella futura, e per quanto possa essere dura la sua punizione, non sara' mai abbastanza in confronto a quello che merita.

    RispondiElimina
  50. E una solenne scomunica contro gli autori del crimine. Forse adesso ci farebbero una risata , ma in punto di morte forse avrebbero un motivo in piu' per disperare.

    RispondiElimina
  51. Il fuoco inestinguibile dell'inferno!

    RispondiElimina
  52. .....avrebbero un motivo serio per riflettere sull'orribile sacrilegio commesso, capire l'offesa fatta a Dio e alla Vergine SS.ma e per pentirsi finchè sono in tempo.
    ma chi li aiuterà a ravvedersi ?

    RispondiElimina
  53. preghiamo perchè si pentano e  facciano capire un giorno anche ad altri l'orrore dell'abisso in cui stanno per precipitare se non chiedono perdono.

    RispondiElimina
  54. ....adesso capiremo perchè la Madonna ha pianto in tanti luoghi nel mondo, perchè ha parlato di castighi richiamando  l'umanità a conversione, a Quito, a La Salette, a Fatima, ad Akita,  a Garabandal....
    capiremo perchè a Civitavecchia ha pianto lacrime di sangue, sulle sorti della Chiesa e forse dell'Italia in particolare....ha pianto nelle mani del Vescovo.
    -------------
    mons. Grillo, Vescovo di Civitavecchia,  parlando nei giorni s<span>corsi a Radio Maria, riferendo quel pianto ai moniti e messaggi  già dati  dalla Madonna a Fatima, relativi al futuro del mondo e della Chiesa, ha confermato che gli eventi drammatici annunciati a Fatima sono "appena all'inizio" del loro  svolgimento.</span>
    .

    RispondiElimina
  55. Concordo con don Camillo..... stasera mi attendevo la notizia che il Vicario di Roma si fosse recato alla Parrocchia danneggiata per portare conforto e soprattutto preghiera, UNA MESSA DI RIPARAZIONE DAVANTI AL CROCEFISSO MUTILATO che le telecamenre non hanno ripreso....
    e invece, tristemente, Vallini non s'è mosso dalla dolce calda casetta!!! :-[
    un san Carlo Borromeo, un san Filippo Neri, UN VERO SANTO, sarebbe subito accorso sul luogo del delitto per portare vera  RIPARAZIONE...... e con essa la vera consolazione, l'autentico dialogo che è tipico della PREGHIERA: IL DIALOGO INNANZI TUTTO CON DIO... se manca questo, caro Vallini, non speri in altro dialogo....

    RispondiElimina
  56. Augusto, osservazioni interessanti, le sue. Interessante il suo riferimento a quanto accadde a Roma, non a Valle Giulia il 1° marzo 1968 quando agli scontri che ivi avvennero parteciparono anche giovani di destra, ma il 16 di marzo alla Sapienza, quando gli attivisti di Almirante e Caradonna fecero svanire il sogno di una possibile saldatura tra i giovani di destra e di sinistra nel nascente Movimento Studentesco. Ancora adesso si discute se la storia avrebbe pututo essere diversa....Ma, oggettivamente, non è questa la situazione odierna. Riconoscere l'esistenza di un'usurocrazia mondialista le cui colpe nella crisi di oggi (ma non da oggi) sono innegabili non significa avallare le confuse, marxisteggianti e anarchicheggianti posizioni degi indignados, evidentemente manovrati da un'unica centrale (non si organizzano manifestazioni in 900 città diverse al mondo senza una comune regia) che ha probabilmente lo scopo di "incanalare" la protesta verso direzioni non pericolose per l'usurocrazia stessa. Pensa veramente che l'indimenticabile professor Auriti si sarebbe schierato con loro? Pensa veramente, infine, che la loro "indignazione" sia realmente una minaccia per i "signori del denaro"?

    RispondiElimina
  57. Già: il Card. Vallini poteva aprire le porte del vicariato e riceverli. Era così vicino. Anzi, doveva andargli incontro e offrirgli un buon tè caldo.

    RispondiElimina
  58. Processione con sedia gestatoria e flabelli, mi raccomando!

    RispondiElimina
  59. Se trattano così il legno verde, che faranno al legno secco?

    RispondiElimina
  60. Qui ci vuole la Chiesa Militante! questi sono dei pericolosi ignoranti e imbecilli, i cosiddetti ragazzi.

    RispondiElimina
  61. Luis Moscardò16 ottobre 2011 22:51

    Ah ah ah!!!

    RispondiElimina
  62. Luis Moscardò16 ottobre 2011 23:00

    ... no, ammazzarlo no! Tanti calci nel c..  nel di dietro! Un gesto così vile e vigliacco merita solo calci ove ho detto. Perché oltre alla stupidità del gesto c'è anche la facilità con cui è stato compiuto. E' quello che in diritto penale si chiama "minorata difesa" della vittima assalita di sorpresa e inerme (mi riferisco alla chiesa assaltata, non certo alla statua). Questi son vigliacchi solo vigliacchi da calci nel didietro,tanti, dati bene e di "punteròlo".

    RispondiElimina
  63. No, non e lontano nel tempo, mia madre ha visuto tutto quel orrore, e tutti i maschi della mia famiglia sono stati amazati a Paracuellos. L'odio per la la Chiesa era tale que bastaba essere catolico per essere asasinato. Ancora in internet potete vedere la fotografia del "peloton de ejecucion" fucilando  la statua del Sacro Cuore di Gesu nei dintorni di Madrid, dodici milla
    preti fuorono assasinati, fra i quali circa 14 vescovi.Non parliamo poi delle suore e dei laici. Adesso nelle nostre scuole i ragazzi imparano que queste cose non sono mai sucese, sono solo raconti dei facisti che ancora rimangono qua e la.

    RispondiElimina
  64. Andrea Carradori17 ottobre 2011 06:36

    Occorre che tutti i gruppi tradizionalisti all'unisono facciano un cominicato ed indicano una funzione riparatrice, visto che gli altri non lo fanno.
    Dobbiamo pensare solo alle cose celesti : meno piagnistei , più preghiera e più azione in sacris.
    Sapete come contattarmi.
    Buona giornata.

    RispondiElimina
  65. Beh, quando ho detto di reagire agli atti sacrileghi sono stato ripreso da quasi tutti sul forum. Mi sa che le sue sono solo buone intenzioni ma che mai si tradurranno in fatti!

    RispondiElimina
  66. Ma cosa deve succedere per farvi svegliare dal torpore? Devono bruciare S. Pietro?

    RispondiElimina
  67. Dubito che sappiano cosa sia un tabernacolo. Non parliamo di fede nella Presenza Reale.

    RispondiElimina
  68. Profeti di sventure...17 ottobre 2011 09:33

    Vedi Lepanto60, io sono uno di quelli che passerebbe alle maniere forti ma solo se l'autorità mi legittimasse. Ad esempio, la battaglia di Lepanto fu giusta perché legittimata dall'Autorità ovvero dal Papa. Ma se non c'è l benestare del Papa possiamo solo roderci le mani. Sapessi quante sono le idee che mi frullano per il cervello...

    RispondiElimina
  69. Ieri sera, il cardinale Vallini con altre autorità civili, era in prima fila ad una fiaccolata organizzata dalla comunità di S. Egidio in giro per roma per ricordare i rastrellamenti nazisti degli Ebrei di Roma. Non c'è più religione...fossimo stati in Egitto ci sarebbero migliaia di persone a flagellarsi per riparare quel gesto blasfemo contro la religione Cristiana...altro che Ebrei.

    RispondiElimina
  70. Profeti di sventure...17 ottobre 2011 09:42

    Ad esempio, perché tutti vanno davanti alle Banche e nessuno va a Palazzo Giustiniani a protestare?

    RispondiElimina
  71. Amministratore Apostolico17 ottobre 2011 09:45

    I ragazzi di Sant'Egidio : il peggio del peggio.
    Persino la Segreteria di Stato di N.S. non ne può più da tempo ...
    Prendono stipendi altamente superiori di noi, poveri impiegati di curia ...
    Di fatto riescono a condizionare preti, vescovi e cardinali ...
    Di più non ci è possibile scrivere !

    RispondiElimina
  72. Con tutto il rispetto per gli Ebrei ovviamente, ma si gradirebbe che i nostri capi religiosi, prima di pensare alle altre religioni, pensassero un pò di più alla loro religione e al popolo che gli è stato affidato, soprattutto nei momenti più bui.

    RispondiElimina
  73. <span><span>Carissimo "Silente" (il  cui stile mi ricorda un "hidalgo", con cui mi sono confrontato più volte negli anni scorsi), Ella scrive:"Riconoscere l'esistenza di un'usurocrazia mondialista le cui colpe nella crisi di oggi (ma non da oggi) sono innegabili non significa avallare le confuse, marxisteggianti e anarchicheggianti posizioni degi indignados". Mi segnali ove avrei mai scritto nulla di interpretabile nel senso da lei evidenziato. Io ho scritto ben altro. Aggiunge:"evidentemente manovrati da un'unica centrale (non si organizzano manifestazioni in 900 città diverse al mondo senza una comune regia) che ha probabilmente lo scopo di "incanalare" la protesta verso direzioni non pericolose per l'usurocrazia stessa". Infatti sembra proprio che TANTO il movimento degli indignati, QUANTO il suo "Gemello" di "destra", quello dei "  "Tea Party", siano entrambi finanziati da una precisa figura, dell'alta finanza apolide, proprio per incanalarli verso direzioni non pericolose. Premesso ciò, il dibattito che hanno suscitato, tanto gli indignati, quanto i "Tea Party", hanno rimesso nell'agenda, forse per accidens, temi sui quali c'era il tabù totale. Non diversamente da come il Motu Proprio ha innescato il dibattito sul Vaticano II.Aggiunge:" Pensa veramente che l'indimenticabile professor Auriti si sarebbe schierato con loro? Pensa veramente, infine, che la loro "indignazione" sia realmente una minaccia per i "signori del denaro"? Tutt'altro. Penso esattamente l'opposto. Se davvero si vuole colpire l'usurocrazia,</span> cultura non conformista, è sempre stata all’avanguardia su questi temi. Campioni come Ezra Pound, Maurice Allais e Giacinto Auriti,  Silvio Gesell, H. G. Douglass, Chesterton, Belloc, Giano Accame, Francesco Avigliano, Ferdinand Ritter, Maurizio Blondet, Luigi Cupertino ed altri ancora,  hanno elaborato le armi filosofiche, giuridiche ed economiche per affrontare criticamente (ed almeno tentare di risolvere positivamente) i problemi posti dalla pericolosa ed antisociale finanziarizzazione dell’economia.
    Giulietto Chiesa, ad esempio, è in prima fila nella contestazione in atto contro l’egemonia delle Banche Centrali e della finanza e va parlando apertamente  di riconquista della sovranità monetaria. Tutte tematiche a suo tempo sviluppate da Auriti, da Allais e prima di loro da Pound.
    Aspettarsi un po’ di onestà intellettuale dalla sinistra, è un’illusione. Inoltre, Pound, Auriti, Allais, Blondet e Pio XI, sono molto più a "sinistra" di Marx, che del problema costituito dal capitale finanziario si occupò solo in una striminzita paginetta deIl Capitale. </span>

    RispondiElimina
  74. <p><span>N</span><span>el 1931, la Nova impedent di Pio XI recitava: «Un nuovo flagello minaccia e in gran parte già colpisce il gregge a Noi affidatoe più duramente la porzione più tenera e più affettuosamente amata, cioè linfanziagli umili, i lavoratori meno abbienti e i proletari.Parliamo della grave angustia e della crisi finanziaria che incombe sui popoli e porta in tutti i Paesi ad un continuo e pauroso incremento della disoccupazione. Vediamo infatti costretti alla inerzia e poi ridotti all’indigenza anche estrema, con le loro famiglie,tanta moltitudine di onesti e volonterosi operaidi nullaltro più desiderosi che di guadagnare onoratamente col sudore della fronte, giusto il mandato divinoil pane quotidiano che invocano ogni giorno dal Signore. I loro gemiti commuovono il Nostro cuore paterno. [...] </span><span>E poiché da una parte effetto della rivalità dei popoli, dallaltra causa di enormi dispendi,sottratti alla pubblica agiatezza, e quindi non ultimo coefficiente della straordinaria crisi presente è senza dubbio la corsa sfrenata agli armamentinon possiamo astenerCi dal rinnovare la provvida ammonizione Nostra e dello stesso Nostro Predecessore, dolenti che non sia stata finora ascoltata ed esortiamo insieme Voi tuttiVenerabili Fratelliperché con tutti i mezzi a vostra disposizione di predicazione e di stampa vi adoperiate a illuminare le menti e ad aprire i cuori secondo i più sicuri dettami della retta ragionee molto più ancora della legge cristiana».</span>
    </p><p><span>Ecco, i movimenti di oggi stanno riportando d'attualità questi temi. A noi sta diffondere le tesi di cotanti padri.</span>
    </p>

    RispondiElimina
  75. Luis Moscardò17 ottobre 2011 11:06

    Se ha tempo a disposizione e riuscisse a individuare l'autore del gesto non avrei problemi ad offrirmi d'andare con lei a prelevare il tizio ed a calciarlo nel deretano (di punteròlo) sulla pubblica piazza.

    RispondiElimina
  76. Roberto Martelli17 ottobre 2011 11:09

    Chiesa militante? E di che cosa si tratta: delle guardie svizzere? o dei boy scout del servizio d'ordine della GMG?

    RispondiElimina
  77. Luis Moscardò17 ottobre 2011 15:35

    Leggiti il catechismo Roberto! Militante non nel senso di militare o paramilitare, ma degna e fiera di difendere i "valori" e le cose che le son proprie. Esattamente il contrario del calabraghismo d'oggidì! Le talari erano e sono molto più maschie e marziali delle brache del clergyman che sono assai più facili da calare!

    RispondiElimina
  78. Buoni quelli... Si ubriacano con l'ecumenismo, il dialogo, le marce della pace, Assisi, ma se si chiedesse loro di difendere le chiese o la loro fede...come si indignerebbero!

    RispondiElimina
  79. <span>L'episodio è esecrabile ma come diceva March Bloch la Storia è maestra di Vita. E Roma nella sua storia ha subito ben di peggio. Nel 1808 le truppe francesi del generale Miollis occuparono la Capitale.  Seguì l'annessione degli Stati Pontifici all'Impero francese (17 maggio 1809), alla quale Pio VII rispose con la bolla Quum memoranda(10 giugno), che scomunicava coloro che avevano perpetrato violenze contro la Santa Sede. Napoleone reagì facendo arrestare il pontefice, che venne rinchiuso nel palazzo vescovile di Savona.  
    Durante l'occupazione dei francesi del 1808 le chiese subirono oltraggi ben maggiori di quella compiute sabato. Come si è visto nel video poi si è trattato di un ragazzotto un pò invasato magari per essersi bevuta qualche birra di troppo.</span><span>  </span>
    <span>Prima non ho voluto citare l'occupazione dei bersaglieri del 1861 e quanti preti furono incarcerati dalle truppe savoiarde....  
    E allora meglio i bersaglieri o i black block ai post l'ardua sentenza</span>

    RispondiElimina
  80. Questa è la primavera della società civilizzata, tollerante e rispettosa? Quello che hanno fatto ad una statua lo fanno tutti i giorni ai cristiani nel mondo. Ciò che serve è pregare, operare, e anche smetterla di cercare il compromesso con tutto e tutti (intendo incontri, conferenze con gente che Gesù Cristo non rappresenta nulla) ...Gesù andava coi peccatori, ma di certo le cose come stavano le diceva...cosa che la Chiesa moderna troppo spesso non fa, e questo perchè spera di ottenere consensi..ecco i risultati!
    Ci stanno chiudendo la bocca!

    RispondiElimina
  81. "il coraggio uno non se lo può dare "  !!!!

    RispondiElimina
  82. temo che Moscardò non abbia colto l'ironia tagliente di R. Martelli

    RispondiElimina
  83. L'ha colta. E' che era ironia fuori luogo.

    RispondiElimina
  84. Stai tranquillo, presto verrà il momento in cui potrai dimostrare tutta la qualità del tuo coraggio !!!!

    RispondiElimina
  85. Carissimo Augusto, grazie per l'interesse dimostrato con le sue precisazioni, che mi hammo consentito di comprendere meglio il suo pensiero. Tutti gli autori da lei citati (salvo ovviamente Giulietto Chiesa....) sono anche a me molto cari. Spero di incontrarla più spesso su questo blog.

    RispondiElimina
  86. Ci stanno chiudendo la bocca? Ce l'hanno già chiusa!

    RispondiElimina
  87. tranquillissimo e pronto sapendo anche di poter " contare " sulla tua preghiera....

    RispondiElimina
  88. Luis Moscardò17 ottobre 2011 22:30

    No, in effetti non l'avevo colta, nel caso vi fosse ironia, chiedo scusa a Roberto Martelli.

    RispondiElimina
  89. Che linguaggio da caserma!

    RispondiElimina
  90. Stamattina leggevo le Ansa. Il Card. vallini ha affermato chi si è trattato di una "offesa ai sentimenti dei credenti".
    Ma che cavolo dice?! Un sacrilegio nei confronti di N.S. e di Sua Madre Maria SS, viene definito "offesa ai sentimentii". E poi credenti di che? Perché non ha detto "cristiani" o meglio "cattolici"? E poi perché lui non si è messo in mezzo. Lui non è offeso? Perché mantenersi sempre sullo sfumato?

    Bah, forse si vergognava di dire davanti ai giornalisti: "quei teppisti hanno oltraggiato l'immagine di Nostro Signore Gesù Cristo". Oppure: "hanno commesso un grave sacrilegio nei confronti della Santissima Madre di Dio".

    E' ora di dire basta ai mezzi toni, le cose vanno dette per quello che sono!!! Vescovi svegliatevi! La ricreazione è finita!

    RispondiElimina
  91. <span>Stamattina leggevo le Ansa. Il Card. vallini ha affermato che si è trattato di una "offesa ai sentimenti dei credenti".  
    Ma che cavolo dice?! Un ragazzo prende a calci l'immagine della Madonna dopo averla scaraventata per terra, spezza la testa e le gambe al Crocifisso, e piuttosto che parlare di sacrilegio nei confronti di N.S. e di Sua Madre Maria SS, Vallini parla di "offesa ai sentimentii". E poi credenti di che? Perché non ha detto "cristiani" o meglio "cattolici"? E poi perché lui non si è messo in mezzo. Lui non è offeso? Perché mantenersi sempre sullo sfumato?  
     
    Bah, forse si vergognava di dire davanti ai giornalisti: "quei teppisti hanno oltraggiato l'immagine di Nostro Signore Gesù Cristo". Oppure: "hanno commesso un grave sacrilegio nei confronti della Santissima Madre di Dio".  
     
    E' ora di dire basta ai mezzi toni, le cose vanno dette per quello che sono!!! Vescovi svegliatevi! La ricreazione è finita!</span>

    RispondiElimina
  92. solo una certa parte dell  elit poteva sapere! le streghe le mettevano al rogo perchè sapevano! il vero sapere. che i rosoni prendono l energia dal sole che i vetri colorati fanno la cromoterapia attivano tutti i circuiti radionici che ci sono in chiesa!!! la chiesa ha una prosperità della madonna!!! si è tenuta per se la vita il vero sapere!!! se avete problemi alla tiroide c è una chiesa a siena di san giorgio che vi rimette a posto tutta la gola perchè è stata costruita apposta per l energia del quinto chakra. quella colonna che è fuori dalla chiesa nn è li a caso !!!! messa a casaccio!!! le spirali dentro all altare nn sono messe a caso!! i pavimenti delle chiese a rombo ,il rompo amplifica le energie.... e tutti gli altri schemi radionici che hanno la chiese antiche. c è una chiesa a napoli che sulla facciata ha la musicoterapia. la chiesa ne sa una più del diavolo!!!!!!! accendere le candele alza l energia perchè il fuoco ripulisce anche suonare la campanella il metallo manda via l energia negativa. e per alzare l energia in casa basta lavare il pavimento con acqua caricata al sole che è il sole che da la vita ! infatti i rosoni delle chiese prendono l energia del sole. e DOBBIAMO TENERE ALTA LA NOSTRA ENERGIA PERCHè PRIMA SI ROMPE IL CAMPO MAGNETICO ENERGETICO DEL CORPO POI QUELLO FISICO.

    RispondiElimina
  93. Micus: per la mia esperienza ho l'impressione di una azione tipica da "tossico" in un momento di esaltazione delirante

    Purtroppo ne ho visti tantii scaricare rabbie e follia proprio sui simboli sacri e, soprattutto, "familiari".
    Si insulta e si picchia la Madre celeste proprio come si vorrebbe insultare e picchiare la mamma terrena.

    Ho anche l'impressione che gli altri presenti sorpresi per quello che stanno vedendo allontanino il folle impedendogli di infierire.

    Madre Maria perdona loro!

    RispondiElimina
  94. Roberto Martelli18 ottobre 2011 10:45

    Scuse accettate.

    RispondiElimina
  95. Luis Moscardò18 ottobre 2011 11:42

    Infierire su cosa? su' cocci? Impressione errata, penso; subito lo "sciacallaggio fotografico" per vendere le immagini.

    RispondiElimina
  96. Luis Moscardò18 ottobre 2011 11:47

    ...e questi sarebbero i difensori della Santa Religione fino all'effusione del sangue....

    RispondiElimina
  97. Luis Moscardò18 ottobre 2011 11:50

    ...èccone n'artra!

    RispondiElimina
  98. Roberto Martelli18 ottobre 2011 12:07

    Ussignur!

    RispondiElimina
  99. n'antra...scusami per la romana correzione fraterna :-D

    RispondiElimina
  100. A che ora parte il prossimo disco volante?

    RispondiElimina
  101. elisa ho una curiosità , viste le tue idee vorrei sapere come sei capitata su questo blog . Così statisticamente parlando

    RispondiElimina
  102. Infierire sui cocci, certamente! Rappresentano comunque l'oggetto del tuo odio: furore, odio, rabbia e "sostanze" devono raggiungere un apice prima di placarsi.
    si vede chiaramente, come si vede che gli altri, spiazzati dallo sviluppo della situazione, lo spingono via prorprio mentre lui, inizia a pestare a terra con furore; se lo avessero lasciato fare avrebbe continuato per un po' di tempo.

    Ripeto: in certe situazioni è meglio far sparire le immagini sacre come anche le persone del più stretto ambito familiare: rischierebbero facilmente l'attacco violento.

    Sullo sciacallaggio non ho capito.

    Cordialmente

    RispondiElimina
  103. Confermo quanto ho detto dopo aver visto un video immediatamente successivo dove lo stesso ragazzo fugge "spaventato" per aver quasi rischiato il linciaggio da parte degli altri presenti. Si sentono tutti gli insulti di cui viene coperto.

    Per me è una consolazione.

    RispondiElimina
  104. Luis Moscardò18 ottobre 2011 15:40

    ... grazie ospite, ma ribadisco: "n'artra" (labronico idioma!): siamo tutti Romani di rito ma non di vernacolo!
    (volendo ampliare la locuzione vernacolare da noi si dice pure con egual pregnanza: "...ecco: ce n'è 'n'artr'a Lucca!")

    RispondiElimina
  105. Fatti salvi tutti i giusti atti di riparazione occorre precisare che esistono immagini del "prima" e del "dopo" che mostrano un quadro dei fatti abbastanza diverso da quello dipinto dalla stampa e anche nel thread.

    Si vede chiaramente l'azione di un cane sciolto, che immediatamente dopo, tra gli insulti e la disapprovazione degli altri manifestanti presenti rischia il inciaggio e deve allontanarsi con la coda fra le gambe.

    RispondiElimina
  106. :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D :-D

    RispondiElimina
  107. Amministratore Apostolico19 ottobre 2011 10:30

    Il quesito che ospite ci rivolge fra i bersaglieri e i black block tuona come : preferisce morire di infarto o di incidente ?
    Morire è sempre eguale ...
    No ! Il ragazzo che ha scagliato la statua della Madonna prendendola a calci, perchè non si era rotta abbastanza, non aveva bevuto qualche birra di troppo : era un invasato comunista, riprova erano le bandiere rosse che si vedeono stagli accanto dopo il terribile gesto, demoniaco e bestemmiatore, come si sente nel filmato.
    Profanatore, bestemmiatore, satanico nemico della Chiesa e comunista.
    Questi "titoli" che possono essere legittimamente attribuiti al giovane.

    RispondiElimina
  108. Amministratore Apostolico19 ottobre 2011 10:31

    Non mi pare che sia stato esattamente " un cane sciolto " ...

    RispondiElimina
  109. Iniziativa di pubblica riparazione del terrbile gesto di sabato scorso :
    http://traditiocatholica.blogspot.com/2011/10/santa-riparazione-per-la-profanazione.html?spref=fb

    RispondiElimina
  110. Chiamatelo come volete... ma credo che in fondo i tanto vituperato S. Bernardo di Chiaravalle non avesse tutti i torti!!!

    RispondiElimina
  111. Io non ho tesi preconfezionate da difendere: mi sttengo semplicemente alle immagini più precise disponibili sul web; il video postato da Micus è parziale ma già mi aveva dato un'impressione che ho descritto in precedenza: vedendo altre immagini posso solo confermare quanto ho detto.

    Spero  che a tutti interessino prima i fatti per come avvengono e solo dopo trarne le conclusioni.

    Mi sono dedicato per anni al recupero di ragazzi difficili e a certe situazioni si doveva far fronte quotidianamente.
    Grazie a Dio ho visto anche tanti lupi diventare pecore, nel senso migliore del termine.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.