domenica 12 dicembre 2010

Convegno sull'Adorazione Eucaristica


Come sapete, l'Adorazione Eucaristica è quintessenzialmente cattolica. I protestanti l'aborrono (specie i calvinisti) e la considerano idolatrica; gli ortodossi non la praticano, non perché neghino il dovuto culto alle Specie Eucaristiche, ma perché non hanno subito quelle controversie teologiche che hanno portato il cattolicesimo ad affermare più chiaramente la propria fede nel Sacramento (così come, specularmente, noi non pratichiamo la loro pronunziata venerazione per le icone, poiché non abbiamo subito crisi iconoclaste).

Siccome dunque è così intimamente cattolica, l'Adorazione Eucaristica è detestata da tutti i cattolici progressisti. Tempo fa mons. Bruguès, Segretario della Congregazione per l'Educazione cattolica, raccontava ad esempio "il caso di un seminario francese nel quale le adorazioni del Santissimo Sacramento erano state bandite da una buona ventina d'anni, perché giudicate troppo devozionali: i nuovi seminaristi hanno dovuto battersi per parecchi anni perché fossero ripristinate, mentre alcuni docenti hanno preferito dare le dimissioni davanti a ciò che giudicavano come un 'ritorno al passato'; cedendo alle richieste dei più giovani, avevano l'impressione di rinnegare ciò per cui si erano battuti per tutta la vita" (vedi qui).

Orbene, non v'è dunque da stupirsi se ad un convegno sull'Adorazione, organizzato a Roma dal 20 al 23 giugno 2011 all'Istituto Salesianum, parteciparanno i 'soliti noti'. Eccoli; il convegno s'annunzia interessante:

Cardinale Francis ARINZE. Prefetto emerito del Culto Divino
Cardinale Raymond BURKE, Prefetto del S. Tribunale della Segnatura Apostolica
Cardinale Antonio CANIZARES, Prefetto del Culto Divino
Cardinale RANJITH, Arcivescovo di Colombo, Sri Lanka
Cardinale Mauro PIACENZA, Prefetto della Congregazione per il Clero
Cardinale Peter TURKSON, Presidente del Pont. Consiglio Justitia et Pax
Mons. Giovanni D’ERCOLE, Vescovo ausiliario dell’Aquila
Mons. D. José Ignacio MUNILLA, Vescovo di San Sebastian, Spagna
Mons. Dominique REY, Vescovo di Fréjus-Toulon, Francia
Mons. Athanasius SCHNEIDER, Vescovo ausiliario di Karaganda, Kazakhstan
Rev. Nicolas BUTTET, fondatore della comunità Eucharistein, Sion, Svizzera
Dom Mark KIRBY, Priore del Monastero benedettino di Our Lady of the Cenacle in Tulsa, USA
Rev. Florian RACINE , fondatore dei Missionari della Santissima Eucarestia, Sanary, Francia
Madre Adela GALINDO, fondatrice delle Servants of the Pierced Hearts of Jesus and Mary, USA
Sr. Joseph, Missionaria della carità, Calcutta, India

Per maggiori informazioni, cliccate qui

Solo un appunto. L'adorazione eucaristica è un potente mezzo di evangelizzazione. Che aspetta dunque mons. Fisichella, presidente del dicastero per la nuova evangelizzazione, ad aggiungersi all'elenco?

15 commenti:

  1. ......... <span>Solo un appunto. L'adorazione eucaristica è un potente mezzo di evangelizzazione. Che aspetta dunque mons. Fisichella, presidente del dicastero per la nuova evangelizzazione, ad aggiungersi all'elenco? .......</span>

    ...... da solo non ci arriva aspetta che QUALCUNO glie lo suggerisca ...... se fosse altrimenti lo avrebbe fatto subito .......... 
    <span>
    </span>

    <span></span>

    RispondiElimina
  2. Gli ortodossi non hanno forme di adorazione eucaristica extra missam anche per un altro motivo: sono rigidamente ancorati (oserei dire: prigionieri) a ciò che si faceva nel primo millennio. 

    Tale rigido legame con ciò che si faceva decine di secoli fa è la loro gloria, ma anche il loro limite.

    RispondiElimina
  3. ahhahaah... lei mi ha preceduto caro Vittorio!! Devo dire che la domanda posta in calce all'articolo dalla redazione si presta molto bene a sottili ironie verso quella vecchia volpaccia di Mons. Rino!! (Rino è anche il nome del mio sarto, che è un po' ambiguo..EHM EHM!!! coincidenza?)

    RispondiElimina
  4. gentile redazione, gentilissimo signor Enrico: volevo segnalarvi il documentario "il sangue e la fede", andato in onda la scorsa settimana su Retequattro. Devo dire di essere rimansto a bocca aperta: sembrava un film girato dalla fraternità san pio x!! Non solo era esageratamente di parte(cattolica), ma addirittura di sensibilità quasi preconciliare: l'acme lo ha raggiunto quando ha parlato della processione dei battenti, che non ha tacciato di fanatismo ma ha spiegato il profondo valore delle lesioni autoinflitte come partecipazione alla sofferenza di Cristo, espiazione, ecc... e poi la testimonianza del coraggiosissimo direttore di asianews, che denunciava senza peli sulla lingua (altro che la sala stampa vaticana!!) le violenze dei cristiani in medio oriente... anzi, a un certo punto il documentario ha ADDIRITTURA parlato in termini negativi della rivoluzione francese, difendendo le Maestà Cattoliche e parlando di come la nuova persecuzione cristiana sia iniziata da lì!!!!!!!! se gloriA TV lo mettesse in streaming, vi prego di guardarlo. ne vale la pena.

    RispondiElimina
  5. Mons. Fisichella preferisce i convegni e le amicizie con i politici...

    RispondiElimina
  6. caro PLACENTIUM

    da quella data fatidica ,  1789   , mi pare che il mondo si sia avviato per l' in giu' e a rotta di collo ........ o sbaglio ??? 

    senza la rivoluzione francese , di sicuro avremmo avuto i  i cellulari fra qualche anno ed infatti li impugniamo come una clava ......... ma la societa' sarebbe stata un altra e di ben atro spessore ......

     e poi i vescovoni chissa'  cosa hanno da dire su CHI è salito al palco della ghigliottina al canto del VENI CREATOR ........

    ........ i camaleonti ........ !!!!!! ........ 

    RispondiElimina
  7. Buon Vittorio, non mi fraintenda, io sono Un monarchico convinto e odio la rivoluzione francese!!! viva la vandea!!! viva le carmelitane ghigliottinate!!! VIVA LA CASA REALE DI FRANCIA!!!!

    RispondiElimina
  8. AHAHAHAH  .!!!!!!!!!! ........sto ridendo con le lacrime ,.........  le lacrime ......... chi piu' di me !! ......... VIVA LUIGI XVI !!!!!!!!!!!! 


     e  adesso ci diranno che siamo tradizionalisti perche' nostalgici ........... ecco  ci siamo sputtanati !!!! ......... evviva !!!!!!! 

    RispondiElimina
  9. PEGGIO!!! GUARDA LA FOTO: C'è SOLO L'OSTENSORIO SENZA IL SANTISSIMO!! REDAZIONE, CHE SCIVOLONE!!! COSì NON CI SCAPPIAMO PIù DALLE ACCUSE DI ESSERE DEGLI ESTETI DECADENTI!!!

    RispondiElimina
  10. Solo un appunto. L'adorazione eucaristica è un potente mezzo di evangelizzazione. Che aspetta dunque mons. Fisichella, presidente del dicastero per la nuova evangelizzazione, ad aggiungersi all'elenco?

    Ne aggiungo un altro: tra i partecipanti al convegno manca Introvigne. Preoccupante.

    RispondiElimina
  11. ..mons.Fisichella.....non ha tempo.....deve rispondere alle domande sul giornale OGGI.......ma credo che prima di evangelizzare...deve evangelizzarsi...............LUI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  12. Introvigne è intento a scrivere un libro sul ritorno della Tradizione nella Chiesa dopo aver chiesto a massoni ed ebrei se sono d'accordo sulla tematica del libro :(  quindi non ha tempo con convegni sull'Adorazione Eucaristica  

    RispondiElimina
  13. A tutti gli ecumenisti14 dicembre 2010 13:46

    Un suo fratello è stato senatore

    RispondiElimina
  14. A tutti gli ecumenisti14 dicembre 2010 13:48

    Mi risulta che di solito NOn conservano l'Eucarestia, ma che viene consacrata di volta in volta ciò che basatra per essere consumata ad ogni singola Messa.

    RispondiElimina
  15. AH me pareva !!!!!!!


     era quello tutto a puntino quando parlava  , MONARCHICO SAVOIARDO ?? ........

     '' IO ,  i savoiardi me li mangio col caffè ,, ....... IL GATTOPARDO ..........

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.