lunedì 4 ottobre 2010

Striscione a Palermo per ringraziare il Papa del motu proprio


Ieri pomeriggio, in occasione dell’incontro dei giovani siciliani con Benedetto XVI a Piazza Politeama, un gruppo di fedeli ha esposto da un palazzo un grande striscione di dieci metri con la scritta “Grazie Santo Padre per il dono del Summorum Pontificum”. Un particolare ringraziamento quindi per la liberalizzazione, con il Motu Proprio del 2007, della messa in rito latino – gregoriano. Proprio in alcune città siciliane ogni domenica viene celebrata la Santa Messa nel rito antico, partecipata da molti giovani che hanno accolto con favore il Motu Proprio del Papa. Ieri sera, tutti i fedeli arrivati a Palermo per assistere alla visita di Benedetto XVI, hanno partecipato alla veglia di preghiera tenutasi all’Oratorio dell’Immacolatella di Piazza San Francesco, promossa dalle associazioni laicali tradizionali siciliane.

Chissà quanto quello striscione avrà fatto piacere all'arcivescovo Romeo...

70 commenti:

  1. DANTE PASTORELLI4 ottobre 2010 12:06

    Una porpora val ben una Messa.

    RispondiElimina
  2. Rafminimi13@libero.it4 ottobre 2010 12:25

    la polizia ha rimosso due striscioni. uno dova stava scritto "IO AMO MILINGO"ed un altro con "La mia casa è casa di preghiera, ma voi ne avete fatto una
    spelonca di ladri".

    RispondiElimina
  3. BELLISSIMO questo striscione di ringraziamento!!!!!!!!!

    Un grazie a questi fedeli siciliani, anche perchè in quello striscione (in certo qual modo e seppur distante da l'isola) mi hanno fatto sentire partecipe di quel ringraziamento.    

    RispondiElimina
  4. Rileggevo proprio oggi il testo del Motu Proprio. Davvero una benedizione.

    RispondiElimina
  5. Anselmo d'Aosta4 ottobre 2010 13:02

    Allora:
     Alla messa celebrata dal papa al Foro Italico, i canti, eccenzion fatta , per il Kyrie ed il Credo, sono stati tuti in italiano. Musicalmente mediocri, dopo le bellissime  esecuzioni della Polifonia Romana in terra Inglese.
    Il papa  dal prefazioni fino alla dossologia finale ha utilizzato come lingua il latino, una bella lezione per quei vesoivi isolani che ostinano a non ubbidire alle direttire del papa elo dipingono come uno che sta portando la Chiesa indietro.
    pare che una bella tiratina di orecchi sia arrivata durante il prnazo...mandando di traverso qualche boccone degli eccellentissimi presuli.
    Anche in cattedrale il papa non ha lesinato una tiratina trasversale a vescovi e sacerdoti pper non parlare delle religiose abbigliate alla "sister act"
    Alla fine della giornata gli applausi dei giovani c'erano ed erano tanti, ma ad essi si contrapponeva il volto cupo del "gattone" Romeo che nonostante l'allegrezza di Mons Russotto batteva le mani per forza.....
    forse avrà dato la cattiva notizia che nessuna porpora è prevista per lui? Oppure ....... la darà a condizione che....

    RispondiElimina
  6. Scusi, quale Messa?  Quella di ieri celebrata dal Papa che recitando il canon e in ltino si sente rispondere in italiano (Lui intona: "Mysterium fidei" e subito il coro "annunciamo...") e con quei canti da far . dicava Mozart, scappare i cani? Purtroppo ho paura che Mons. Romeo avrà la porpora, inutile spreco visto che dovrebbe essere già rosso di vergogna!

    RispondiElimina
  7. Bravissimi quei fedeli! Così si fa!  ;)

    RispondiElimina
  8. OK! Amici siciliani OK!
    Qualche mese fa. In Piazza S.Pietro. Il Papa ha letto (sorridendo) il nostro CORAM DEO.
    video su http://it.gloria.tv/?media=80394
    Pensavamo di venire impallinati dai cecchini che ci guardavano fra le statue del colonnato. CTV non hq "capito" ed ha (incautamente) zoomato. Benedetto invece si! (passando in jeep ha sorriso).
    AVANTI IL TERZO!
    e poi il quarto..... etc.

    RispondiElimina
  9. Peccato che... "qualcuno" ha mandato la DIGOS a dire che lo striscione "non è gradito alla Curia"... chiedendo addirittura di rimuoverlo...
    Fortuna che i fedeli interessati non hanno mostrato alcun cenno di cedimento... ed anzi lo striscione è rimasto ben saldo davanti gli occhi del Santo Padre e di tutto l'Episcopato siculo...

    A BENEDETTO XVI VITA E VITTORIA! W IL PAPA!

    RispondiElimina
  10. Luis Moscardò4 ottobre 2010 13:42

    Basta pensare alla situazione che vavevamo prima.

    RispondiElimina
  11. Luis Moscardò4 ottobre 2010 13:43

    <span>Basta pensare alla situazione che avevamo prima.</span>

    RispondiElimina
  12. Redazione di Messainlatino.it4 ottobre 2010 13:46

    Hai qualche elemento su questo fatto?
    Enrico

    RispondiElimina
  13. "<span>qui vidit, testimonium perhibuit, et verum est eius testimonium" ... </span>Ero lì...

    RispondiElimina
  14. Ahimè...non voglio girare il dito nella piaga....ma "se non parliamo noi, urleranno le pietre...." ho seguito la diretta e lo striscione NON è stato mai inquadrato dalla televisione Vaticana.... tanto che apprendo ora la felice notizia di questa presenza che sicuramente al Papa non sarà sfuggito....non a caso amo affidare certa corrispondenza agli Angeli Custodi che sono di certo più affidabili.... ;)

    RispondiElimina
  15. Comunque vi invito e così la Redazione, di parlare anche del Discorso del Papa ai Sacerdoti, al Clero ed alle Suore in Sicilia.....un discorso forte....il Papa ha sottolineato: NIENTE COMPROMESSI!!!
    ha parlato delle difficoltà, senza dubbio, di un ATTIVSMO dirrompente, ma ha richiamato i Sacerdoti a dare priorità ALLA VITA DI PREGHIERA.... ed ha sottolineato questo passo:

    <span>Il Sacerdote trova sempre, ed in maniera immutabile, la sorgente della propria identità in Cristo Sacerdote. Non è il mondo a fissare il nostro statuto, secondo i bisogni e le concezioni dei ruoli sociali. Il prete è segnato dal sigillo del Sacerdozio di Cristo, per partecipare alla sua funzione di unico Mediatore e Redentore. </span>

    RispondiElimina
  16. DANTE PASTORELLI4 ottobre 2010 14:58

    Ovviamente mi riferivo alla "nostra" Messa. Certi prelati son come la donna mobil qual piuma al vento che muta d'accento (e non di pensier) pur d'aver la porpora.
    E come doveva risponder il popolo se mai ha seguito una Messa NO in latino?
    I cerimonieri pontifici avrebbero dovuto preparar meglio l'evento.
    Mi auguro che mons. Romeo non abbia la porpora perché Palermo ha già un cardinale. Se poi il Papa vuol scialar come lo stato italiano con l'assistenzialismo, faccia pure. Chi lo può impedire?

    RispondiElimina
  17. DANTE PASTORELLI4 ottobre 2010 15:00

    " IO AMO MILINGO": sarà stata opera di qualche zitella disiosa.

    RispondiElimina
  18. Stimatissimo e venerato ( come eroico figlio del Colonnello) Luis, ha per caso letto il Tirreno di ieri? Forse non fa parte delle Sue letture preferite - io lo ignoro - ma qualcuno me lo porta se trova qualcosa che mi possa interessare.
    Veda cosa succede alla Rosa.

    RispondiElimina
  19. Intendevo dire che ignoro quel foglio. Per chi non è della zona, si parla di una Messa tra battute, esibizioni, lazzi e frizzi per non annoiare...

    RispondiElimina
  20. Luis Moscardò4 ottobre 2010 15:55

    Sì, da igiene mentale.... ;)

    RispondiElimina
  21. e ti pareva che non si doveva dar da fare con una bella "denuncia" dei sovversivi-tradizionalisti qualche instancabile mosca cocchiera del regime !....
       sono eroici defensores Fidei quei fedeli palermitani che hanno resistito  !
    sono i pionieri di una dura RESISTENZA contro i tiranni modernisti, che è solo all'inizio: prendiamo esempio, e che Dio li benedica, e custodisca loro, il Papa e tutti noi contro i futuri assalti dei lupi, che non molleranno la presa per molto tempo, vedrete !
    (....con buona pace del gentile autore del blog Cordialiter, troppo ottimista, secondo me, circa i tempi ravvicinati del crollo del regime, da lui previsto per la primavera 2010, figurarsi !....)
    :(

    RispondiElimina
  22. <span>e ti pareva che non si doveva dar da fare con una bella "denuncia" dei sovversivi-tradizionalisti qualche instancabile mosca cocchiera del regime !....  
       sono eroici defensores Fidei quei fedeli palermitani che hanno resistito  !  
    sono i pionieri di una dura RESISTENZA contro i tiranni modernisti, che è solo all'inizio: prendiamo esempio, e che Dio li benedica, e custodisca loro, il Papa e tutti noi contro i futuri assalti dei lupi, che non molleranno la presa per molto tempo, vedrete !  
    (....con buona pace del gentile autore del blog Cordialiter, troppo ottimista, secondo me, circa i tempi ravvicinati del crollo del regime, da lui previsto per la <span>primavera 2011</span>, figurarsi !....)  
    :( </span>

    RispondiElimina
  23. Luis Moscardò4 ottobre 2010 16:01

    Sì, o Primo! Ha perfettamente intuito che non leggo il foglio di regime... tuttavia m'è capitato di scorgere su Granducato TV un servizio che pareva girato in una chiesa che mostrava un giovane imbonitore incasulato che, deambulante e microfonato, arringava una rinciuciata massa di popolo....
    ????
    Cercherò detto quotidiano, ovviamente usato. Ero già stato messo in guardia sulle stravaganze del giovane imbonitore (ma sa, i pregiudizii...).

    RispondiElimina
  24. Luis Moscardò4 ottobre 2010 16:04

    Questo sarebbe un fatto gravissimo! E che è un'offesa al Santo Padre ringraziarlo per un legittimo atto compiuto dalla sua volontà?
    Questo è G R A V I S S I M O!

    RispondiElimina
  25. Luis Moscardò4 ottobre 2010 16:07

    ...uhmmm, capisco; ma un conto sono gli striscioni più o meno ironicamente provocatorii; altra cosa quelli che manifestano un sincero sentimento verso il Papa.

    RispondiElimina
  26. <span>l Papa ha sottolineato: NIENTE COMPROMESSI!!! </span>
       davvero, Caterina ?
    beh, speriamo di vederlo passare ai fatti alle prossime occasioni, che non gli mancheranno !
    ad es.: sarebbe bello che celebrasse lui stesso una Messa more antiquo, dopo tre anni dal MP, così, a scopo pedagogico-didattico a pro dei sacerdoti e dei fedeli che finora hanno subito la censura TOTALE nelle diocesi dove è vietato nominare sia il MP che la Messa antica, e dove il Papa è ritenuto...null'altro che un illustre capo di stato straniero, rispettabile e determinante quanto il presidente della Repubblica ai fini del governo....vero, Caterina ?
    ma forse chiedo troppo: è ingenuo aspettarsi da lui questo grande gesto dimostrativo del "nuovo corso della Chiesa di sempre" ?
    chissà.....
    *DONT_KNOW*

    RispondiElimina
  27. ah.....quindi la DIGOS sta a disposizione degli ordini della Curia, così...a capo chino  ?
    ne prendo atto per la prima volta ! è bene rendersene conto  :(
    (figuriamoci se in una visita  papale uno striscione così lo facesse qualcuno nella mia diocesi, dove... c'è altro che Romeo....)

    RispondiElimina
  28. Due anni fa partecipai ad un'udienza nella Sala delle Benedizioni (quella da cui il papa si affaccia per le benedizioni urbi et orbi).
    Con un gruppo di amici mi trovavo a ridosso del parapetto, per cui, al termine dell'udienza, quando il Santo Padre ci si avvicinò nell'attraversare il corridoio centrale, gli gridammo "Grazie per il Summorum Pontificum! Il Santo Padre con un grande sorriso ci rispose: "Grazie a voi, ragazzi!"

    RispondiElimina
  29. Due anni fa partecipai ad un'udienza nella Sala delle Benedizioni (quella da cui il papa si affaccia per le benedizioni urbi et orbi).
    Con un gruppo di amici mi trovavo a ridosso del parapetto, per cui, al termine dell'udienza, quando il Santo Padre ci si avvicinò nell'attraversare il corridoio centrale, gli gridammo "Grazie per il Summorum Pontificum! Il Santo Padre con un grande sorriso ci rispose: "Grazie a voi, ragazzi!"

    RispondiElimina
  30. Due anni fa partecipai ad un'udienza nella Sala delle Benedizioni (quella da cui il papa si affaccia per le benedizioni urbi et orbi).
    Con un gruppo di amici mi trovavo a ridosso del parapetto, per cui, al termine dell'udienza, quando il Santo Padre ci si avvicinò nell'attraversare il corridoio centrale, gli gridammo "Grazie per il Summorum Pontificum! Il Santo Padre con un grande sorriso ci rispose: "Grazie a voi, ragazzi!"

    RispondiElimina
  31. Un'altra prova di quello che andiamo dicendo sulla porpora a Romeo, se ancora per qualcuno ce ne fosse stato bisogno.

    RispondiElimina
  32. si va bhe, però diciamo le cose come stanno: diciamo che il papa potrebbe anche dare l'esempio con une bella messa tridentina o no? quanto a questi striscioni, si va bhe, sono simpatici, però sanno un po da sindrome di stoccolma: nel senso che in fondo l'attuale sommo pontefice bene ha fatto a dichiarare che la Tradizione ha diritto di cittadinanza e tuttavia, ad oggi, è una pura dichiarazione di intenti, diciamo che alle buone intenzioni è bene far seguire i fatti! E' così sovversivo chiedere di celebrare UNA dico UNA messa tridentina da parte del santo Padre? Bhe un pò di coraggio Joseph Razinger dai, la verità sarà dalla tua parte, non evere paura

    RispondiElimina
  33. L'importante, per ora, è che non faccia cardinale Romeo.

    RispondiElimina
  34. Anche perchè, seguendo l'andazzo della sua diocesi, dopo di lui si rischierebbe una cardinal Giulietta.

    RispondiElimina
  35. No, di una nota libreria gayfriendly e comunista!

    RispondiElimina
  36. Luis Moscardò4 ottobre 2010 18:21

    Si ha idea che cosa vuol dire -a livello liturgico- una celebrazione pubblica del Romano Pontefice iuxta Traditionem?
    ... sarebbe bhene chiederselo prima di valutare solamente come carenza di coraggio la causa del ritardo di quella grande grazia che sarebbe una S. Messa celebrata dal Papa (su questo concordo pienamente)....
    Gli striscioni debbono essere interpretati per quel che sono: spontanee e evidenti manifestazioni di affetto e gratitudine per il Papa espresse con il pregio di esser ben visibili, la cui rimozione richiede l'adozione di comportamenti compromettenti o imbarazzanti.

    RispondiElimina
  37. Pare? Ha notizie più precise? Sarebbero assai interessanti!!!

    RispondiElimina
  38. Redazione di Messainlatino.it4 ottobre 2010 19:48

    Puoi scrivere un preciso resoconto a redazione@messainlatino.it? Grazie
    Enrico

    RispondiElimina
  39. Bravi ragazzi per lo striscione! Piersanti, Fabio, Giovanni e tutti gli altri... continuate così!

    RispondiElimina
  40. Perchè volevano rimuovere lo striscione? Perchè la polizia è entrata in panico a causa del termine! Avranno detto uno con l'altro ...

    - Si, dice 'Grazie', ma a cosa? Cos'è sto Summorum Pontificum?
    - Boh, non lo so! Sai che,  facciamo togliere subito, dai che è meglio!

    Perchè se diceva "GRAZIE SANTO PADRE PER IL DONO CHE CI HA DATO" - (Che sarebbe stato la stessa cosa, aggiungendo MPSP) non sarebbe sucesso nulla. 

    RispondiElimina
  41. Luis Moscardò4 ottobre 2010 23:53

    "Appuntato, chiami la centrale, che prendano il Dizionario.... no il vocabbolàrio; lingue straniere, sì! Che c'è in giro qualche madrelingua? via Russo, s'infòrmi."
    -Maresciallo, qui c'è un tipo che dice d'aver fatto il liceo...-
    -Russo, madrelingua ho detto, madrelingua!... lo sa come si impara le lingue estere a scuola, no? Non facciamo le solite figuracce!-
    -Maresciallo, da sommarie informaziòni assunte, pare che siano due parole di latino.-
    -Russo, allora è facile, sentiamo subbito la Curia! Chiami, chiami.... che dicono? Mai sentito dire "Summorum Pondìfigum", ah? Come?... Non c'è più religgiòne...."

    RispondiElimina
  42. Filippo Burighel5 ottobre 2010 00:03

    E' la stessa cosa! :-D

    RispondiElimina
  43. Filippo Burighel5 ottobre 2010 00:15

    Dipende, se la compra la Volkwagen potrebbe anche arrivare un cardinal Audi! :-D

    RispondiElimina
  44. francesco ciulla5 ottobre 2010 01:02

    Sono l'autore dello striscione, un altro striscione è stato esposto davanti la Curia, facendo andare di traverso il pranzo al vicario Mons. Cuttita, che ha invitato i ragazzi ad abbassarlo.
    Quello appeso in piazza politeama che si vede in foto ha ricevuto la visita della Polizia che ha dichiarato: "lo striscione non è piaciuto in Curia che ci ha mandato qui per chiedervi di toglierlo". Naturalmente non l'abbiamo tolto.
    Ultima notizia: durante l'incontro in Cattedrale Don Andrea di Paola, cappellano militare, che celebra more antiquo, è riuscito a prendere la mano del Papa per baciargli l'anello e l'ha ringraziato per il Motu Proprio, il Papa ha sorriso, gli ha preso le mani se l'è portate al cuore chiudendo gli occhi, il momento mistico è stato interrotto da un nerboruto gendarme che ha allontanato Don Andrea che è rimasto cinque minuti a tremare come una foglia dall'emozione.

    RispondiElimina
  45.   Finalmente  cominciano a venir fuori gli striscioni con i ringraziamenti per il MP, alla curia non piacciono? pazienza ... la gente non sa cosa sia questo Motu proprio. bisogna fare più striscioni... i Siciliani sono stati bravi e coraggiosi, a Sulmona nessuno ha ringraziato il Papaper il MP ,neppure per la Messa scritta per l'occasione da un vero Musicista . a Palermo c'è stato un pò di confusione nella  liturgia ...pazzesco. Ma accontentiamoci degli striscioni , tutto ciò è un passo avanti !! Non ci scoraggiamo. I Vescovi sono stati ''esonerati''  si dovranno limitare a vigilare ,  il Papa dice ciò..Intanto si va avanti .. addesso il Papa dovrebbe invitarli a studiare la Messa antica, perchè se aumenteranno le richieste di celebrazioni di Messe antiche, ciò succederà di sicuro , cosa dovranno dire ? che non la conoscono? o che non hanno i mezzi ? come è stato fatto fino ad oggi? Dovrebbe essere una ''Condicio sine qua non '' per poter diventatr Vescovi. Ci sarebbe una corsa ..... tutti a scuola !!!

    RispondiElimina
  46. Se "l'invito" è venuto dalla Curia ...  le mie scuse alle Forze dell'Ordine!

    RispondiElimina
  47. Ringraziamenti al Santo Padre, ma anche a Nostro Signore, il quale, nonostante i limiti del documento e l'opposizione granitica di molto episcopato, ha aperto i suoi tesori a tanti giovani desiderosi di vivere in modo pienamente cattolico a cominciare dalla celebrazione del Santo Sacrificio. Spero ed auspico che tanti di loro, rigettando il fango che avevano assunto nelle parrocchie moderniste, si facciano testimoni ed invitino altri a partecipare. Così, grazie ad una gioventù cattolica riformata (e non nel senso protestante!) potrà rinascere in Italia e nel mondo una vera civiltà cristiana.

    RispondiElimina
  48. Luis Moscardò5 ottobre 2010 11:00

    Allora grazie pure a te! Perché hai scritto e reso palese chiaro e visibile quello che in tantissimi pensiamo.
    E hai fatto anche un'opera di sdoganamento dai cliché che ci buttano costantemente addosso.
    Rimane un fatto gravissimo che qualcuno si permetta di censurare le legittime espressioni altrui. Che poi lo faccia un uomo di curia è aberrante. Spero tutto questo non rimanga privo di conseguenze.

    RispondiElimina
  49. Luis Moscardò5 ottobre 2010 11:05

    <span>Allora grazie pure a te! Perché hai scritto e reso palese chiaro e visibile quello che in tantissimi pensiamo.  
    E hai fatto anche un'opera di sdoganamento dai cliché che ci buttano costantemente addosso.  
    Rimane un fatto gravissimo che qualcuno si permetta di censurare le legittime espressioni altrui. Che poi lo faccia un uomo di curia è aberrante. Oltretutto in modo veramente vile perché le Forze dell'Ordine (che hanno agito con molta leggerezza) hanno fatto la figura dei fattorini di persone che non hanno il coraggio né di compiere né di motivare le proprie azioni: non essendoci nello striscione esposto motivo di offesa, provocazione o inopportunità per motivi d'ordine pubblico, il responsabile del servizio di polizia non doveva permettersi di assecondare un comportamento illecito e vessatorio.  Spero tutto questo non rimanga privo di conseguenze.</span>

    RispondiElimina
  50. Ancora grazie, ragazzi. Il Papa ha bisogno di vedere che intorno a lui non ci sono solo lupi

    RispondiElimina
  51. <span><span>Ancora grazie, ragazzi. Il Papa ha bisogno di vedere che intorno a lui non ci sono solo lupi. Comunque c'è da restare ellibiti: si ringrazia il Papa per un suo atto di governo è la Curia palermitana si dice dispiaciuta. di che? del ringraziamento? dell'atto di governo? o di entrambi? per me è buona la terza.</span></span>

    RispondiElimina
  52. <span><span>Ancora grazie, ragazzi. Il Papa ha bisogno di vedere che intorno a lui non ci sono solo lupi. </span></span>
    <span><span>Comunque c'è da restare Allibiti: si ringrazia il Papa per un suo atto di governo e la Curia palermitana si dice dispiaciuta. Di che? del ringraziamento? dell'atto di governo? o di entrambi? per me è buona la terza.</span></span>

    RispondiElimina
  53. Che cosa c'era nel menù del monsignore menù? Arrosto di satana (quello del fumo)? Molto calorico a giudicare dalle panze curiali!

    RispondiElimina
  54. È vergognoso che la Curia abbia mandato le forze dell` Ordine per togliere  quello striscione, vergognoso che monsignor Cuttita sia intervenuto, sono forse intervenuti presso i neocat perchè abbassino il loro più che immenso striscione che schiacciava la folla dei fedeli che aspettavano il Papa?Che cosa temevano?Che quegli striscioni di ringraziamento per il SP fossero la prova che Mons. Romeo e confratelli avrebbero mentito dicendo che il SP non interessava nessuno in Sicilia?

    RispondiElimina
  55. <span>
    <span>È vergognoso che la Curia abbia mandato le forze dell`Ordine per togliere quello striscione, vergognoso che monsignor Cuttita sia intervenuto, sono forse intervenuti presso i neocat perchè abbassino il loro più che immenso striscione che schiacciava la folla dei fedeli che aspettavano il Papa?</span></span>
    <span><span>Che cosa temevano?</span></span>
    <span><span>Che quegli striscioni di ringraziamento per il SP fossero la prova che Mons. Romeo e confratelli avrebbero mentito dicendo che il SP non interessava nessuno in Sicilia?</span></span>

    RispondiElimina
  56. Questo ci serva come esperienza! Avanti gli striscioni, ma per la prossima muniamoci pure di un tot di fotocopie sul SP, da consegnare in caso di richiesta di rimossione da chi venga venga, in silenzio, rispondiamo con essa in mano.

    Anche perchè non si sa mai, qualcuno a casa continui ad aproffondire e finisca anche per convertire  ;)

    RispondiElimina
  57. Notizia alquanto incompleta!

    RispondiElimina
  58. cosa ci si può attendere dai radicali????

    RispondiElimina
  59. Allora, ero presente al Foro Italico per la Messa e devo dire che i canti non erano da buttar via e certo non si può pretendere l'optimum, ma andavano bene, anzi, temevo che se uscissero fuori con canti kikiani o robaccia moderna accompagnata da fastidiose chitarre. Ho notato che su una imbarcazione si stava cercando di issare uno striscione, poi rapidamente fatto romuovere dalla guardia costiera. All'Angelus la maggioranza dei fedeli attorno a me hanno risposto perfettamente in latino. Il discorso ai sacerdoti in Cattedrale è monumentale, grandioso, ma la stampa nazionale ha ignorato tutto, preferendo sintetizzare su poche battute riguardo la mafia (nel discorso ai giovani in Piazza Politeama) e i fiori lasciati a Capaci sul luogo del martirio di Falcone e la sua scorta(gesto molto apprezzato da noi siciliani). Lo striscione che voi proponete in foto, appartiene sicuramente al gruppo di Giovani e Tradizione, fondato e seguito dal domenicano padre Nuara, Officiale all'Ecclesia Dei. Io non l'ho visto, forse gli alberi ne coprivano la visuale, ma non l'ho visto. Comunque bravi a questi ragazzi che il quel di Acireale si prodigano tanto e seriamente per la Messa di sempre. Ho notato qualche bandiera quasi davanti al palco, forse di Alleanza Cattolica? C'era impressa un'acquila. Non saprei dirvi se sono o meno gruppi legati alla Tradizione. Tornando però al clero, radunato in Cattedrale, si spera abbiano ben compreso il discorso del Santo Padre e che abbiano il coraggio di applicarlo, specialmente nei seminari siciliani. Bello e intenso anche il discorso ai religiosi, esortati alla fedeltà al loro carisma. Bisogna dire che il Papa ha conquistato parecchia gente, la visita è stata un successo e ricordando la precedente di Giovanni Paolo II, devo dire di aver visto più persone e più partecipazione: una speranza in più per noi tradizionalisti.

    RispondiElimina
  60. Romeo, Romeo, perché sei tu Romeo? Hai rinnegato il tuo Santo Padre! XD
    Ma solo a Romeo ha fatto dispiacere secondo voi? E a Russotto e gli altri????

    RispondiElimina
  61. Confermo che gli aquilotti erano di Alleanza Cattolica e sono venuti su tutte le telecamere. Per il semplice fatto che io ero tra quelli con le bandiere e abbiamo fatto in modo che fosse così.... XD e li abbiam sventolati anche di fronte agli striscioni presenti su questo link, a mò di saluto ai lontani parenti. ;) Non so se fossero Giovani e Tradizione o la Milizia dell'Immacolata però.

    RispondiElimina
  62. Redazione di Messainlatino.it5 ottobre 2010 23:04

    Ecco, bravi: la prossima volta vedete di scrivere che Allenza Cattolica ringrazia il Papa per il Summorum Pontificum.
    Enrico

    RispondiElimina
  63. Lo striscione è stato realizzato dai fedeli palermitani. Giovani e Tradizione, insieme ai gruppi siciliani legati alla Tradizione, ha organizzato la veglia di preghiera di sabato sera all'Oratorio dell'Immacolatella.

    RispondiElimina
  64. Forse per Alleanza Cattolica la liturgia tradizionale non è un cavallo di battaglia. Se c'è bene, se non c'è, pazienza.

    RispondiElimina
  65. Sottile ironia ingiustificata. Alleanza Cattolica ringrazia il Papa per tutto il suo Magistero e comunque, pur apprezzando il Summorum Pontificum, non si ghettizza su un solo tema (come a volte alcuni fanno in modo miope, e non mi riferisco ai soggetti citati o a messainlatino): a) perché essa nasce per altre finalità che non la sola Messa; b) perché, oggi come oggi, in periodo di nichilismo puro e semplice, è da ricostruire tutto l'uomo (Thibon, Ritorno al reale), non solo la Messa; c) perché la Liturgia non è di "competenza" laicale (ed Alleanza Cattolica è di soli laici) ma è "cosa da preti". Stop al fuoco amico, per favore. Anche perché il mio intervento era rivolto, a titolo personale, a mostrare una mano tesa e ciò vale anche per Alleanza Cattolica (di cui non faccio parte formalmente) le cui azioni, ho potuto notare frequentandoli, sono tutte rivolte a questo: cooperare, non fare a gara a chi è più cattolico. Su, serenità! ;)

    RispondiElimina
  66. Il "Filippo" di cui sopra, ovvero quello pliniano, non sono io :-D

    RispondiElimina
  67. "Palermo, 3 ottobre 2010. Un gruppo di fedeli espone uno striscione lungo 10 metri, recante la scritta : Grazie Santo Padre per il dono del Summorum Pontificum.
    Il Papa lo vede e sorride, mentre l'arcivescovo Romeo, inorridito, esclama: ....'Orco.... >:o "

    RispondiElimina
  68. Rispondo a Primo: Ero scettico in merito ai canti per la messa del papa, ma dopo averli sentiti non credo fossero cosi male. I canti erano belli (specialmente quello d'inizio) e si addicevano alla liturgia e al momento che si stava vivendo. E inoltre non si può paragonare mozart (da premettere che è il mio musicista preferito) alla musica di oggi, e specialmente alla musica liturgica; farlo è da incompetenti. Infine certe sbavature come la risposta al misteryum fidei in italiano, sarà stata una distrazione organizzativa ma non credo fosse la fine del mondo.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.