sabato 30 ottobre 2010

La Messa nel varesotto.



L'associazione "Ildefonso Cardinal Schuster" comunica con immensa gioia che sua Eminenza Reverendissima, l'Arcivescovo Dionigi Cardinal Tettamanzi ha concesso per la zona pastorale di Varese la celebrazione della Santa Messa in rito Ambrosiano Antico, secondo il Messale promulgato nel 1954 dal Beato Cardinal Schuster.  

La celebrazione ha luogo tutte le domeniche e feste di precetto alle ore 17,00 presso la chiesa di San Giuseppe in via Gritti (dietro la chiesa parrocchiale di San Giovanni Battista in piazza Giovanni XXIII) a Induno Olona.


Peter 3466623644
Carlo 3389256994
Alberto 3389256994

10 commenti:

  1. pubblico subito la notizia sul nostro blog :)

    RispondiElimina
  2. Sono molto felice per voi!

    RispondiElimina
  3. Avanti tutta Peter..... :-D
    come ben immagini sarei stata dei vostri....ma il Signore mi ha concesso di usufruire ora della FSSP....ma vi seguo con affetto e nella Preghiera e divulgando questa informazione...

    RispondiElimina
  4. Cate, sono felice per te e per i tuoi amici. 
    Mi pare che le messe stiano sia pur lentamente aumentando: tutta Grazia che fluisce copiosa...
    Deo gratias!

    RispondiElimina
  5. C'è davvero da esultare!

    Pensare ultimamente a S. Carlo aiuta!

    RispondiElimina
  6. Peter Moscatelli30 ottobre 2010 18:24

    Grazie, una preghiera per il futuro dell'esperienza è sempre benvenuta!

    RispondiElimina
  7. .......Che Dio vi benedica.........!!!!!!!!!!!

    RispondiElimina
  8. Il Messale del 1954 verrà usato integralmente? O si userà il Nuovo Lezionario per le letture?
    La prossima domenica che festa si celebra? Spero di poterci venire anche io!

    RispondiElimina
  9. Peter Moscatelli31 ottobre 2010 23:04

    @Ambrosiano, Messale 1954 con lezionario nuovo; e con sacerdoti in rodaggio, abbi pazienza ;)  Cerchiamo di migliorare, decisamente c'è molto da fare... Se hai voglia di dare una mano contattami! Un caro saluto, PM

    RispondiElimina
  10. E' veramente triste vedere come si possa scendere a compromessi... La Messa con il lezionario nuovo è un risultato ibrido che sarà anche gradito alla Curia milanese (che sceglie luoghi, sacerdoti da rodare - ovvero ligi ai dettami di Manganini - e... rito) ma non è certamente nello spirito del Motu Proprio di Benedetto XVI (quella, che io sappia, si celebra solo a San Rocco al Gentilino a Milano). Ma a Milano cosa è nello spirito di Benedetto XVI? Prestare il destro a concessioni che hanno il solo scopo di mettere in difficoltà la reale applicazione dello spirito del Motu Proprio non mi sembra molto corretto. Prima obbedienza a Roma (e Roma sì che si è espressa!), poi obbedienza ai vescovi (che, normalmente, dovrebbero essere in sintonia con Roma....).

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.