domenica 31 ottobre 2010

Adesioni all'Ordinariato anglocattolico anche tra gli episcopaliani americani

La parrocchia di Mount Calvary, di Baltimora, appartenente alla 'Chiesa' Episcopaliana (branca americana dell'anglicanesimo in comunione con Canterbury) ha votato massicciamente per abbandonare la confessione protestante ed accogliere l'offerta del Papa per la costituzione di ordinariati di convertiti dall'anglicanesimo.

La decisione è avvenuta poiché i fedeli erano disgustati di vedere preti episcopaliani che non credono in elementi essenziali della Fede; non si tratta solo dell'ordinazione di donne e gay praticanti, ma più ancora di pastori che questionano la Trinità o la divinità di Gesù. Così ha spiegato la situazione Warren Tanghe, prete episcopaliano, già frequentatore di quella parrocchia, ed ora studente in un seminario cattolico per essere ordinato sacerdote di S. Romana Chiesa.

Rettore e vicerettore della parrocchia hanno, essi pure, approvato la decisione.

Il 'vescovo' episcopaliano di Baltimora, in un comunicato, ha espresso il suo dispiacere per la perdita di una parrocchia esistente dal 1842 (ossia da tempi biblici, secondo gli standard cronologici americani), pur augurando ogni bene ai fedeli 'in partenza'. Ora insorgeranno delicati problemi giuridici circa la proprietà dell'edificio ecclesiastico.

L'anno scorso, furono dieci suore episcopaliane (ne esistono...), sempre nella contea di Baltimora, a decidere di diventare cattoliche.

13 commenti:

  1. "La decisione è avvenuta poiché i fedeli erano disgustati di vedere preti episcopaliani che non credono in elementi essenziali della Fede"

    ...chissà cosa accadrà quando i neo-convertiti si accorgeranno cha la situazione non è punto differente tra le fila dei preti romani...

    RispondiElimina
  2. non si tratta solo dell'ordinazione di donne e gay praticanti, ma più ancora di pastori che questionano la Trinità o la divinità di Gesù

    Be', dalla padella nella brace, qui da noi questionano sulla Resurrezione...

    ...Ma se Cristo non è risuscitato, allora è vana la nostra predicazione ed è vana anche la vostra fede

    RispondiElimina
  3. La grande notizia è anche che delle donne consacrate scelgano la Chiesa cattolica, che non le ammette al sacramento dell'Ordine; evidentemente hanno capito che c'è maggior rispetto per i due sessi nella differenza cattolica che nell'identità protestante.

    RispondiElimina
  4. è il primo pensiero che è venuto anche a me... purtroppo!

    RispondiElimina
  5. più rispetto per le donne che discende da un autentico rapporto col Signore, quindi retta Fede che è 'conoscenza' di Lui Vivo e Vero

    RispondiElimina
  6. Musicus Philologus31 ottobre 2010 14:34

    Bene! Ottima notizia! Speriamo e preghiamo allora che questi costituendi Ordinariati si concretizzino presto!

    Buona Festa di Cristo Re a tutti!
    Musicus Philologus

    RispondiElimina
  7. La differenza però è che nella chiesa anglicana, dove tutto si decide a maggioranza, tali idee possono diventare legge. Nella Chiesa cattolica no. Per quanti cattolici possano tradire, la dottrina sempre quella rimane.

    RispondiElimina
  8. Concordo in pieno con don Luca. Per il resto, ora che i venti primaverili del concilio soffiano più forte che mai, non penso abbiano molti problemi di adattamento alla dottrina cosiddetta cattolica.

    RispondiElimina
  9. DANTE PASTORELLI31 ottobre 2010 23:50

    Ma quando i tradimenti vengon dai vescovi e dai cardinali, il problema si fa serio.
    Un paio di amici anglicani, soprattutto uno, restan per ora sulla porta: non si oglion trovare in un'altra chiesa anglicana, dicono. Ma si spera che decideranno per la via maestra.

    RispondiElimina
  10. DANTE PASTORELLI31 ottobre 2010 23:52

    Stasera vespri solenni a Gricigliano.

    RispondiElimina
  11. "<span>La differenza però è che nella chiesa anglicana, dove tutto si decide a maggioranza, tali idee possono diventare legge. Nella Chiesa cattolica no. Per quanti cattolici possano tradire, la dottrina sempre quella rimane"</span><span><span><span> </span></span></span>
    <span><span><span></span></span></span>
    <span><span><span></span></span></span>
    <span><span><span>E' una battuta ??</span></span></span>

    RispondiElimina
  12. La via maestra essendo, naturalmente, l'immutabile tradizione cattolica.

    RispondiElimina
  13. Rutilio Namaziano3 novembre 2010 17:37

    Non è una battuta; sono altri (amici dei cavalli e del risotto con l'ossobuco) che per una battuta anticattolica farebbero carte false!

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.