domenica 9 maggio 2010

Foto della S. Messa solenne a Roma celebrata da P. Vincenzo Nuara

Il 5 maggio la Chiesa ricorda San Pio V, Papa, dell'ordine dei Domenicani (O.P.).
In suo onore è stata celebrata nella Cappella Salus Populi Romani nella Basilica Patriarcale di S. Maria Maggiore a Roma, una S. Messa solenne secondo la forma straordinaria del Rito Romano.
Essa è stata celebrata da insigni membri della Curia Vaticana: il sacerdote officiante Rev. P. Vincenzo Nuara, O.P. (Pontificia Commissione Eccelesia Dei); diacono Rev. fr. Mark Withoos (Congragazione per il Culto Divino); suddiacono don Gonzales Chavez (Congregazione per i Vescovi).
Ha curato la liturgia il Rev. don Almiro De Andreade, della Pontificia Commissione Ecclesia Dei.
Il Servizio Liturgico e il coro era composto dai Frati Francescani dell'Immacolata.
Qui di seguito alcune foto.



Incensazione

Oratio



Gloria

Dominus sit in corde tuo

Incensazione super oblata




Praefatio




Accipite et ...


Elevazione


Confiteor


Ecce Agnus Dei


Comunione dei ministri


Comunione dei fedeli

















Communio

Ite, missa est


Benedizione finale


processione finale

15 commenti:

  1. Quand j'étais enfant, c'était ainsi, dans ma paroisse, tous les dimanches. Et en toute autre occasion…
    Et c'est ce rite sublime — plus qu'"extraordinaire": sublime! — que Paul VI, dans un coup de folie, a détruit! Qu'on ne me dise pas que ce pape était «un grand spirituel»! Prions pour le repos de son âme.

    RispondiElimina
  2. Sono daccordo con Atalaia
    don Bernardo

    RispondiElimina
  3. La didascalia "Domine sit in corde tuo" è errata. Correttamente è "Dominus sit in corde tuo". È imbarazzante che su un sito del genere tali errori passino non visti. Purtroppo ciò lascia percepire un certo provincialismo e superficialità nel trattare le cose sacre.

    RispondiElimina
  4. Di errori ve ne sono anche altri in questo post, p. e. mentre la Commissione Ecclesia Dei è pontificia, le congregazioni dal 1988 non sono più sacre, quindi non si mette davanti S. Ma arcibasilica non è solo quella Lateranense?

    RispondiElimina
  5. toc toc, p. Nuara dove sei? bello vederla per queste messe, ma non doveva essere il punto di riferimento per tutti i sacerdoti motupropristi italiani? e non dica in giro "ora ho un incarico ufficiale ci pensi qualcunaltro"... perchè si sa, di scrivanie inutili e vuote i pieno il vaticano! :)

    almeno don Camillo non cercò poltrone

    http://www.youtube.com/v/c6xcofsVAe0&feature" type="application/x-shockwave-flash" width="170" height="140

    RispondiElimina
  6. don camillo, non ci togliere pure quest'altra speranza!

    RispondiElimina
  7. è per questo, allora che è quella più profanata...

    RispondiElimina
  8. Caro Mic, la mia unica speranza la ripongo solamente in Dio e nella sua purissima Madre! gli uomini o sono come Pietro o come Giuda!

    Lle parole di Gesù: "quando il Figlio dell'uomo tornerà sulla terra troverà ancora la fede?" le prendo tremendamente sul serio!

    RispondiElimina
  9. Card. Enrico Dante10 maggio 2010 13:42

    Più che un errore ortografico stiamo attenti agli errori di forma (intesa del rito).
    E' inconcepibile che ad una messa celebrata da un membro della Pontificia Commissione Ecclesia Dei venga cantato il Confiteor alla Comunione.
    Sappiamo tutti benissimo che nelle rubriche Giovannee è stato abolito. 
    Che esempio dà allora l'Ecclesia Dei?

    RispondiElimina
  10. E invece sono contento che proprio un membro dell'Ecclesia Dei faccia ripetere il "confiteor"! Ciò dimostra che le cose insensate possono essere lasciate cadere senza troppe remore. Ditemi un pò se è mai possibile che proprio nella Messa tridentina i fedeli debbano accostarsi alla Comunione senza aver premesso un atto di contrizione!!!!
    D'altra parte il primo a dare il buon esempio circa il boicottaggio delle insensataggini fu proprio il B. Giovanni XXIII che si rifiutò di celebrare la Settimana Santa secondo il Rito Bugniniano!

    E non mi si dica che il Papa fa ciò che vuole...giacché nella Chiesa universale Roma costituisce il Modello, non l'Eccezione!

    RispondiElimina
  11. Scusate, ho scritto per distrazione "un pò" con l'accento anziché con l'apostrofo... ma visto la quantità di "Maestrine dalla penna rossa" che girano sul blog a dispensare perle di sapienza, meglio precisare....

    RispondiElimina
  12. In effetti Poetro e Giuda stanno sullo stesso piano!
    sia chiaro!
    MD
    PS Le auguro di campare un duecento anni! Sia mai che sia l'ultimo dei Moicani!

    RispondiElimina
  13. occhio all'apostrofo! scomunica dietro l'angolo!
    MD

    RispondiElimina
  14. Siamo arrivati al terrorismo linguistico. Ormai io ho paura di scrivere per paura di mettere un accento acuto al posto di uno grave o viceversa. Ai tradizionalisti piacciono molto  i virtuosismi del linguaggio ricercato e barocco.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.