Post in evidenza

Elenchi dei Vescovi (e non solo) pro e contro Fiducia Supplicans #fiduciasupplicans #fernández

Pubblichiamo due importanti elenchi. QUI  un elenco coi vescovi contrari, quelli favorevoli e quelli con riserve. QUI  un elenco su  WIKIPED...

sabato 16 marzo 2024

“Spe suffulti”, dagli atti di papa Fedele II #4. Lettera ai vescovi tedeschi in vista della visita ad limina

Cari lettori,
prosegue il rinvenimento di alcuni documenti del... futuro!
Si tratta, ormai lo sapete,  degli Atti di Fedele II, successore di Fedele I che ha retto per breve tempo il Pontificato, dopo Francesco.
Leggiamo la sua lettera inviata ai vescovi tedeschi prossimi alla visita ad limina. 
Qui gli altri Atti di Papa Fedele II
Roberto


Ex Actis P.P. Fidelis II, Patrum Pater

Epistula Apostolica ad Episcopos Germanicos


Venerabiles Fratres,

Spe suffulti et fiducia, ad limina Apostolorum visitaturos vos praestolamur. Prorsus de rebus Ecclesiae colloquemur adeo tantum contendentes ut salus perficiatur animarum quae Vestro ministerio sedulo sunt concreditae. Nobis est valde compertum qua causa animi vestri maerore quidem affligantur.
Olim gloria Ecclesiae in Europa et arx munitissima contra haereses, nunc autem temporis, infami Synodali itinere confecto, Christifidelium communitates Germanorum permultum descrescunt, minuuntur, attenuantur, nisi omnino deficiunt. Etiam divitiis opibusque quibus Ecclesia vestra adfluebat, cum vectigalia, quae ecclesiastica dicebantur quaeque odio fuerunt Christifidelibus, deleta sint, indigetis.
 Sacrae Aedes ad profana destinantur et, potissimum, homines vitam degunt arbitrantes nec Deum nec virtutes esse. Ne animum demittatis! Si enim redeatis ad praecepta Benedicti XVI Magni, noveritis omnia sub Dei providentia gubernari ut Ecclesia denuo nascatur ex semine parvo sed fecundissimo. 
Si enim altius respiciatis ad gregem pusillum, quam fructus uberrimos iam comparatis et mox plures comparabitis! Nam inter adulescentes sunt illi qui perpetua et stabilia quaeritantes cupiunt Evangelium Domini Nostri Iesu Christi nosse. Alii dein admirantes monumenta Fidei Christianae multi habent Traditionem Catholicam eiusque cultum erga pulchra et Sacram Liturgiam. Tirones ad Sacra maxima cum caritate ab Episcopis Africanis ad vos mittuntur qui doceant quomodo hominesnostrae aetatis, saecularibus fastidiantes, institutis vero parentes divinis, pacem inveniant et gaudium.
 Quapropter vobis libentissime Apostolicam impertio benedictionem ut Ecclesia apud Germanos augeatur ad maiorem Dei gloriam. 

*

Dagli Atti di Fedele II, Padre dei Padri

Lettera Apostolica ai Vescovi tedesci


Venerabili Fratelli,

Sostenuti da fiduciosa speranza attendiamo la vostra prossima visita ad Limina. Parleremo della vita della Chiesa con questo unico scopo: la salvezza delle anime che sono state affidate al vostro operoso ministero. 
Siamo ben consapevoli dei motivi della vostra afflizione. Le comunità cristiane della Germania, nel passato motivo di gloria per la Chiesa in Europa e difesa inespugnabile nei confronti delle eresie, oggi, dopo il famigerato cammino sinodale, sono in fase di rilevante decrescita, di diminuzione, di indebolimento, se non del tutto venute meno. Siete pure privi di quella disponibilità di mezzi finanziari di cui la vostra Chiesa abbondava, una volta venuta meno la Kirchenstuer diventata odiosa ai Cristiani. 
Le chiese vengono destinate a usi profani e, soprattutto, la gente vive negando l’esistenza di Dio e dei valori morali. Non vi scoraggiate! Tornando agli insegnamenti di Benedetto XVI Magno, potrete comprendere che tutti gli avvenimenti sono guidati dalla divina Provvidenza perché la Chiesa rinasca da un piccolo seme eppure pieno di rigogliosa fecondità. 
Se osservate infatti con maggiore attenzione il piccolissimo gregge, quanti frutti state già raccogliendo e ben presto molto ne raccoglierete di più numerosi! Infatti tra i giovani vi sono coloro che, alla ricerca di verità perpetue e solide, hanno il desiderio di conoscere il Vangelo di Nostro Signore Gesù Cristo. Altri poi, presi dallo stupore per le testimonianze della fede cristiana, hanno un’alta opinione della Tradizione cattolica, del suo culto per la bellezza e per la sua Liturgia. Seminaristi sono inviati in Germania grazie alla massima generosità dei Vescovi africani perché possano insegnare ai nostri contemporanei, oramai stanchi e quasi nauseati della modernità, come trovare pace e gioia nell’obbedienza agli insegnamenti di Dio. 
Per questo motivo di tutto cuore vi imparto la benedizione apostolica per lo sviluppo della Chiesa tedesca, a maggior gloria di Dio.

3 commenti:

  1. Gli insegnamenti di Benedetto XVI Magno sono quelli che avete deriso condividendo l'articolo della Siccardi, ove si accusavano di luteranesimo i contenuti del catechismo YouCat sui vari nomi dell'Eucaristia, contenuti presi direttamente pari-pari dal Catechismo del 1992 scritto quando Ratzinger era Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede: catechismo da lui mai rinnegato e anzi riproposto nel Compendio del 2005. Viste le contraddizioni tra i vostri post, verrebbe da pensare che: o non leggete gli articoli prima di pubblicarli, o avete vari redattori che vanno ognuno per la sua strada senza un indirizzo unitario, o fate un collage di articoli qualunque che abbiano il solo di farsi beffe di papa Francesco, confidando nell'incompetenza dei vostri lettori che non sono in grado di filtrare i contenuti. Quindi la domanda è: Benedetto XVI era un Papa "Magnus" dei cui insegnamenti tenere conto nei secoli a venire, o il luterano (come dicono i lefebvriani: vedi libro "La strana teologia di Benedetto XVI" di Mons Tissier de Mallerais) che ha scritto la trattazione sull'Eucaristia di cui al post della Siccardi da voi condiviso? Mettetevi d'accordo con voi stessi.

    RispondiElimina
  2. Meglio mandarli in Germania già ordinati e con un po' di esperienza: avranno una dura missione

    RispondiElimina
    Risposte
    1. In Germania ho sempre trovato ottimi sacerdoti ben preparati. E le celebrazioni sono sempre ben curate con musiche per organo anche alle messe feriali.

      Elimina

AVVISO AI LETTORI: Visto il continuo infiltrarsi di lettori "ostili" che si divertono solo a scrivere "insulti" e a fare polemiche inutili, AVVISIAMO CHE ORA NON SARANNO PIU' PUBBLICATI COMMENTI INFANTILI o PEDANTI. Continueremo certamente a pubblicare le critiche ma solo quelle serie, costruttive e rispettose.
La Redazione