Post in evidenza

Intervista di MiL al prof. Andrea Grillo sulla liturgia tradizionale: "La Chiesa non è un club di notai o di avvocati"

Durante la Tre Giorni su don Primo Mazzolari (vedere foto sotto) che si tiene ogni anno in Diocesi di Cremona, a Bozzolo, il Vostro ha inco...

lunedì 25 giugno 2018

Ordinazioni sacerdotali FSSP con un novello sacerdote italiano

.
Ordinazioni sacerdotali della Fraternità San Pietro a Wigratzbad. Pubblichiamo di seguito alcune foto della meravigliosa cerimonia (QUI il link per molte altre foto).
Tanti cari auguri e ad multos annos al novello sacerdote Don Dimitri Artifoni che attualmente presta il suo servizio alla Parrocchia di SS. Trinità dei Pellegrini.

L







 Don Dimitri


5 commenti:

  1. Purtroppo sempre una "riserva indiana"

    RispondiElimina
  2. Inutile dopo averla biecamente pugnlata con il post di Liverpool moltiplicare i post eleogiativi della FSSP, magari perchè un domani nuovo sacerdote italiano può servire.
    Ci vogliono scuse ufficiali, non un colpo al cerchio e uno alla botte.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Può servire a cosa? A pulire le scarpe rosse e sistemare i pizzi e merletti a Burke?

      Elimina
    2. noto che la redazione, usa a censurare scrupolosamente i commenti scomodi e filtrare le notizie delle Messe a seconda di da chi e da dove provengano, e chye si è resa resonsabile, e con lei i gruppi di cui sono espressione, dell'attacco alla fssp, non si perita di moderare quelli insultanti nei confronti del card. Burke. Sempre peggio.
      Ribadisco: subito un post di scuse ufficiali alla S. Pietro. E sarebbe bene che si dissociassero subito anche gli altri gruppi: non basta la mewsletter su don DImitri, inviata come se niente fosse, nè la partecipazione degli 'alti rappresentanti' alla Messa a Bergamo: nessuno è fesso.

      Elimina
    3. ahahhahahaahhahahaah

      Elimina

AVVISO AI LETTORI: Visto il continuo infiltrarsi di lettori "ostili" che si divertono solo a scrivere "insulti" e a fare polemiche inutili, AVVISIAMO CHE ORA NON SARANNO PIU' PUBBLICATI COMMENTI INFANTILI o PEDANTI. Continueremo certamente a pubblicare le critiche ma solo quelle serie, costruttive e rispettose.
La Redazione