Post in evidenza

Clamoroso: il Pellegrinaggio a Chartres in diretta TV (olte che su YouTube) #NDC2024 #pentecoste2024 #pentecoste

SEGUI LA DIRETTA Qui sul canale YouTube di Notre Dame de Chretienté tutte le varie dirette.  - sabato 18 maggio a partire dalle ore 6:00 la...

venerdì 18 marzo 2011

150 anni insieme: Italiani tra Chiesa e Patria. IV parte. I "nostri" cari Carabinieri e il Corpus Domini

**** **** ****
Angeli che con la loro familiare e storica divisa siamo da anni abituati a vedere accanto a N. S. G. C.
La Guardia al Santissimo non è un' "invenzione" dello Stato Unitario, ovviamente. Prima erano i militari degli Stati preunitari a scortare Gesù Sacramentato lungo le vie delle nostre città.
Ma fatto sta che dopo il 1861, la Benemerita è stata veicolo dei valori di identià e unità nazionale. Anche negli Stati annessi.
Nelle foto sono rappresentate scene di ieri e di oggi, a noi tanto care, che son passate negli occhi di generazioni di Italiani: baldacchino, torce, pie donne, sacerdote in piviale che porta il Santissimo lungo le strade di città del Sud o di paesini montani,... accanto due (o quattro) carabinieri coi pennacchi o con la tanto amata fiamma sul cappello.
Dal Nord al Sud, per la processione del Corpus Domini, stessa fede, stessa devozione. .
Persano (Sa) 1950
*
.
Orvieto
*
.
sul tradizionale cavallo bardato a Brindisi ieri...
.

... e oggi
*
.
Trieste
*
.
Terni
*
.

Cusano Mutri (Bn)
*
.
Palena (Ch)
quadro di P. Napoleone

*
.
Cappellania dell'Ospedale di San Martino (Ge)
*
.

Paesino in provincia di Ancona
*
.
paesino d'Italia, 1952
*
.
*

Bolsena (Vt) andata
.

... e ritorno
*
.
Reggo Calabria
*
.
Sassari
*
.
Prato
*
.

*
.
Gandino (Bg)
*
.
**** **** ****

7 commenti:

  1. secondo me la foto con didascalia <span><span>Cusano Mutri (Bn) è invece dell'infiorata di Brugnato (La Spezia)</span></span>

    RispondiElimina
  2. <span>Crocifisso nei luoghi pubblici: la corte europea assolve l'Italia.  
     
    http://www3.lastampa.it/cronache/sezioni/articolo/lstp/394013/</span>

    RispondiElimina
  3. Anche se non ci sono fotografie, mi risulta che ci furono anni in cui, quando due carabinieri erano ai lati di un sacerdote o un vescovo, lo facevano per arrestarli!!? Mai sentito parlare del Cardinale Sisto Riario Sforza, arcivescovo di Napoli?

    RispondiElimina
  4. Girolamo Savonarola19 marzo 2011 alle ore 15:22

    Chiesa Libera in LIbero Stato......i cristiani dovrebbero seguire la via stretta del Vangelo a prescindere dallo Stato assassino

    RispondiElimina
  5. Carabinieri o no la processione del Corpus Domini è la più bella espressione di fede verso Gesù Sacramentato che passa in mezzo alle nostre case. Non si deve perdere !!!! Sia lodato e ringraziato il Satissimo e divinissimo Gran Sacramento !! Se i carabinieri non ci sono (come al mio paese duranta tale processione ) non vuol dire che la scorta a Gesù non ci sia , al mio paese la scorta la fanno i Priori ,Massari , Bimbi della prima comunione e tutti noi che lo accompacnamo per il paese addobbato a festa per l'occasione : Anche gli stendardi delle antiche confraternite.seppur defunte,vengono portati : S. Giuseppe ,Figlie di Maria,S. Maurizio patrono Sacro Cuore .Tutto per onorare Gesù nell'ostia Divina

    RispondiElimina
  6. ma va là!!! ora esageri!!!

    RispondiElimina
  7. ma che cosa c'entra!!! è passato quel periodo. c'è stato, indubbiamente ed è riprovevole. ma poi la storia passa, i fatti si evolvono, ecc. E le cose cambiano. e i CC invece di arrestare cardinali, hanno finito per scortare Gesù Cristo e salutare il Santissimo, Cardinali e Vescovi con saluto marziale (vedi patti lateranensi e cerimoniale dell'Arma sul loro sito). 
    Solo perchè una volta son accaduti dei fatti spiacevoli, non si può sempre tirarli fuori e condannare lo stato italiano. eh suvvia!

    RispondiElimina

AVVISO AI LETTORI: Visto il continuo infiltrarsi di lettori "ostili" che si divertono solo a scrivere "insulti" e a fare polemiche inutili, AVVISIAMO CHE ORA NON SARANNO PIU' PUBBLICATI COMMENTI INFANTILI o PEDANTI. Continueremo certamente a pubblicare le critiche ma solo quelle serie, costruttive e rispettose.
La Redazione