Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

domenica 18 settembre 2022

Novus horror Missae: profanazioni di vesti sacre: cane vestito con un camice da chierichetto in Diocesi di Avezzano (AQ)




Ogni volta è peggio (inter alia QUI Mil con il  parroco bresciano Don Fabio Corazzina).
Ora anche il cane vestito con una veste liturgica (un tempo l’alba era un paramento sacerdotale, foto a fianco).
Il sacerdote gaudente è don Andrea De Foglio (QUI, QUI e QUI), vice parroco in S. Rocco di Avezzano (L'Aquila).
Un pò di buon senso e di rispetto per il sacro no?
Forse gli abusi rimarcati da Papa Francesco in Desiderio desideravi valgono solo per le Messe Tridentine?
Anche fosse  uno scherzo è  molto di cattivo gusto.
Possiamo dire a certi sacerdoti (ma anche al suo vescovo) che l'8xmille se lo dovrebbero meritare?
Rimarchiamo al vescovo di Avezzano (QUI il sito della Diocesi) il nostro dolore e la nostra indignazione: curiamarsi@libero.it
Luigi


16 commenti:

  1. È sempre meno di cattivo gusto delle vostre vignette o delle stupidate del “monsignore”.

    RispondiElimina
  2. sarà una cosa di cattivo gusto, ma era un tentativo di fare una foto simpatica... leggiamola come un 'il tipo in basso a sinistra è il più sveglio dei cinque'
    parliamo di veri problemi, come i preti che usano la Preghiera Eucaristica II a Pasqua, Natale, Ognissanti etc oltre che tutte le domeniche e le ferie

    RispondiElimina
  3. Verrà un momento che non avremo più voglia di scherzare…

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siamo alle minacce sempre meno velate.
      Siete pronti ad atti terroristici? Sapevo che stavate andando in quella direzione: dall’accostamento pistola/rosario all’apparentamento coi complottisti novax che auspicano azioni di piazza al posto delle elezioni.

      Elimina
    2. Mi sa che qualcuno ha già iniziato: qualche giorno fa, un “fedele” novax ha aggredito un prete durante la messa perché non voleva dargli la comunione in bocca. Si è messo ad inveire e dargli del traditore. Fatto uscire, ha picchiato un operatore della parrocchia.
      Questo succede quando, in ambienti tradizionalisti, si elogiano estrema destra e lotta armata al “sistema”, dai vandeani ai franchisti. Continuate su questa lunghezza d’onda e non mancherà tanto che uno dei tanti svitati che vi frequentano faccia qualcosa di ancora più violento.
      Ma tanto farete spallucce come sempre: quello che fate voi va sempre tutto bene. Siete l’esercito dei santi e dell’amore.

      Elimina
    3. Personalmente spero torni la possibilità di poter ricevere la Comunione sulla lingua, però tanti fedeli non sono stati comprensivi della difficile situazione in cui tanti preti si barcamenano, ovvero proteggere il proprio gregge dal Covid e allo stesso tempo far ripartire tutte le attività comunitarie e liturgiche
      Molti fanno scelte discutibili, ma molte persone invece di comprendere e pregare hanno solo aumentato lo stress dei parroci
      L'aggressione è solo la punta dell'iceberg

      Comunque io faccio una proposta tradizionalista: il ripristino dell'ostiariato, per fermare all'ingresso questi disturbatori

      Elimina
    4. Gsimy, con me sfondi una porta aperta. Concordo al 100%. L’aggressione è solo la punta di un iceberg di disagi e turbe che si sono ammassate negli anni, esplose poi prepotentemente quando tanti preti (e anche qualche prelato) tradizionalisti hanno abbandonato la lotta antimodernista per darsi a quella antivaccinista.

      Elimina
  4. TUTTO CIO' STA DIVENTANDO INSOPPORTABILE. E' NECESSARIO CHE I FEDELI INIZINO A RIBELLARSI CONTRO QUESTI CONTINUI ABUSI FATTI, PURTROPPO, DA UNA PARTE DI SACERDOTI. SI CONTINUA AD OFFENDERE LA CHIESA MADRE DI NOSTRO SIGNORE GESU' CRISTO. ORA DAVVERO BISOGNA DIRE AD ALTA VOCE "BASTA!". SONO STUFO. NON ANDRO' PIU' A MESSA.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E non andare più a messa…ma chi te cerca?

      Elimina
    2. A messa bisogna andare ,ma potendo bisogna scegliere in quale chiesa andare.Personalmente evito certi sacerdoti anche a costo di andare a qualche chilometro di distanza.

      Elimina
  5. Riguardo il post della vignetta "armi di distruzione messa" che stranamente non ha la possibilità di commentare dico: non vi pare di esagerare? Siamo nel 2022 non nel Medioevo dove le donne dovevano restare a casa e non fare niente: ben vengano donne al servizio d'altare, ben vengano bambine chierichette, ben vengano ragazze e donne che proclamino (forse anche più solennemente degli uomini) la Parola di Dio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. la qualità dei lettori e dei ministri d'altare varia molto, sia per gli uomini che per le donne: ho sentito donne proclamare la Scrittura con grande solennità, altre invece non sapevano cosa stavano leggendo!

      Elimina
    2. Sì figuri.. è pieno di preti "donne". Trovare un sacerdote virile oggi è come cercare un ago in un pagliaio.

      Elimina
    3. Per tutte le cose che dici è inutile cambiare la Chiesa Cattolica, ci sono già i protestanti .Poi ognuno è libero di andare dove e con chi vuole.Ciao....

      Elimina
  6. George Carlin, il comico famoso, durante uno spettacolo fece capire come i conservatori sono antidonna. Non sono nemmeno prolife ma odiano le donne che è diverso. C'è il video sottotitolato in giro sul web. Odiare le donne è satanico

    RispondiElimina
  7. https://www.corriere.it/caffe-gramellini/22_settembre_21/sacra-ruota-2d5e3e76-3915-11ed-82bb-ebbcf266f7f2.shtml

    RispondiElimina

AVVISO AI LETTORI: Visto il continuo infiltrarsi di lettori "ostili" che si divertono solo a scrivere "insulti" e a fare polemiche inutili, AVVISIAMO CHE ORA NON SARANNO PIU' PUBBLICATI COMMENTI INFANTILI o PEDANTI. Continueremo certamente a pubblicare le critiche ma solo quelle serie, costruttive e rispettose.
La Redazione