Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

lunedì 13 giugno 2022

Il Cardinale Cupich designato come sicario anti-Tradizionalisti e della Messa Tradizionale #traditionis custodes

“Non temerò migliaia di persone che mi circondano: alzati, o Signore; salvami, o mio Dio” (Sal iii. 7)

Un durissimo atto di accusa, pubblicato da Tosatti, sul killer dei tradizionalisti, il card Cupich, arcivescovo di Chicago appeno nominato dal Papa (QUI) membro della Congregazione Culto Divino.
Preghiamo e combattiamo.
Luigi

6 Giugno 2022 

Carissimi StilumCuriali, mi sembra interessante portare alla vostra attenzione questo articolo apparso su One Peter Five, nella traduzione di Vincenzo fedele, che ringraziamo di cuore per il lavoro. Buona lettura e meditazione…

Il cardinale Cupich è stato designato come sicario anti-trad

Timothy S. Flanders 1 giugno 2022

La caduta del cardinale Sarah

Il 5 luglio 2016, il cardinale Sarah, allora prefetto della Congregazione per il culto divino, ha pronunciato un discorso in cui ha sostenuto ufficialmente la cosiddetta “riforma della riforma” che era stata intrapresa da Ratzinger. Questo movimento aveva incluso la liberalità per la Messa in latino e la promozione della riverenza e del rispetto nella liturgia, che ha contribuito a ispirare i nostri amici del Nuovo Movimento Liturgico a produrre il loro buon lavoro .
Ma nel giro di una settimana Papa Francesco ha contraddetto il cardinale Sarah dicendo che «parlare di ‘riforma della riforma’ è un errore!».
E così il progetto del cardinale Sarah non durò a lungo sotto questo pontificato. La sua influenza è stata marginalizzata dai commenti inerti e aggressivi di Francesco e dalle sue nomine.
La lotta è giunta al culmine nel 2020 quando il cardinale Sarah ha condannato i sacrilegi contro il Santissimo Sacramento durante l’emergenza COVID e ha confermato il diritto dei fedeli , dai tempi antichi, a ricevere il Santissimo sulla lingua. Ma questa posizione ufficiale è stata minata dopo che il vescovo Statunitense Stika ha tentato di vietare la comunione sulla lingua che era stata confermata a nome di Sarah , senza la sua vidimazione. Pochi mesi dopo, all’inizio del 2021, Papa Francesco ha accettato le dimissioni di Sarah.

Arthur Roche è stato nominato come suo sostituto nel maggio 2021.

Due mesi più tardi, Papa Francesco ha pubblicato Traditionis Custodes , che è stata condannata con termini molto duri dal cardinale Sarah : “Il sacro non si può decretare, si riceve da Dio e si tramanda… La posta in gioco è dunque molto più importante e grave di una semplice questione di disciplina. Se pretendesse un capovolgimento della sua fede o della sua liturgia, in nome di chi la Chiesa oserebbe rivolgersi al mondo? La sua unica legittimità è la sua coerenza nella sua continuità.

L’ascesa di Cupich

Nel frattempo, mentre il cardinale Sarah stava perdendo potere e influenza sotto questo pontificato, qualcunaltro stava accrescendo la propria influenza. Solo pochi mesi dopo che il cardinale Sarah aveva approvato ufficialmente la “riforma della riforma” nel 2016, nel novembre dello stesso anno il vescovo Cupich è stato elevato al cardinalato da Papa Francesco. Si era già fatto un nome come sicario anti-Trad.

Come vescovo di Rapid City, South Dakota, proibiì a una comunità di messa in latino di celebrare il Triduo chiudendo a chiave le porte, costringendoli a celebrarlo sul marciapiede ( Rapid City Journal , 27 maggio 2002).

Come reazione al Summorum Pontificum (2007), aveva scritto il manifesto The New Roman Missaal: A Time of Renewal , (il nuovo Messale Romano: un tempo di rinnovamento), che lodava il Novus Ordo contro il decreto di Papa Benedetto per la Messa in latino e per patrocinare una maggiore riverenza nella Messa del Novus Ordo.

Nel settembre 2014, a meno di due anni dall’inizio del pontificato di Francesco, il vescovo Cupich è stato trasferito nell’arcidiocesi di Chicago, una delle sedi più influeti negli Stati Uniti e nel mondo. È qui che i canonici regolari di san Giovanni Cantius hanno promosso la loro opera di rinnovamento liturgico attraverso la loro parrocchia e le risorse della messa in latino su sanctamissa.org . Questa parrocchia è una delle poche parrocchie di Chicago che ha visto una massiccia rinascita:

San Giovanni Cantius non ha un altare attorno al quale girare liberamente. Così, quando il cardinale Cupich vi si recò per ordinare un diacono, eresse una mensa d’altare per celebrare verso il popolo.

Mentre Sarah condannava Traditonis Custodes , il cardinale Cupich elogiava il crudele decreto come un’opportunità per continuare la medesima distruzione liturgica. Così nel decreto di Cupich di attuazione del TC nella sua diocesi (una mossa coordinata con Vatican News), vietava del tutto la messa in latino la prima domenica di ogni mese, e stabiliva che la messa versus populum doveva essere celebrata “ordinariamente” per “dare evidenza manifesta dell’unità di questa Chiesa locale” e «l’accoglienza dell’insegnamento del Concilio Vaticano II e dei suoi libri liturgici». (Questo ha spinto i fedeli cattolici di Chicago a organizzare raduni mensili per la recita del rosario fuori dalla cattedrale, il prossimo dei quali è questa domenica).




Questo ovviamente mostra la sua ignoranza del Concilio Vaticano II e delle sue riforme. Per fortuna, questa ignoranza può essere risolta guardando il recente documentario a questo collegamento.

Inserimento dell’agente anti-trad

Nell’ultimo concistoro dei nuovi cardinali, Francesco ha annunciato che l’arcivescovo Roche avrebbe ricevuto il cappello cardinalizio, e ora abbiamo la notizia che il cardinale Cupich si unirà a lui come agente anti-Trad presso la Congregazione per il culto divino (che presto sarà ribattezzata “il Dicastero per il Culto Divino e la Disciplina dei Sacramenti” in vigore dalla domenica di Pentecoste).

In questa nuova mossa vediamo una continuazione dei nemici della Tradizione che si fanno strada sotto l’attuale pontificato. La curia è pronta per eleggere Francesco II al prossimo conclave, e gli uomini a Roma che odiano l’antico rito romano hanno conquistato praticamente tutti gli incarichi influenti. Aspettatevi nuovi decreti come il massacro di Natale di Roche con Cupich che esclude i piccoli dalla messa del venerdì santo.

Alcuni dicono che la normale voluzione biologica salverà la Chiesa, poiché i cattolici tradizionali e fedeli hanno più figli e producono più vocazioni. Questo è vero, ritengo, fino a un certo punto. Viviamo anche sotto la Terza Pornocrazia, dove una minuscola minoranza di uomini in Vaticano può usare la macchina della burocrazia romana per perpetuare la loro progenie del diavolo nella prossima generazione.

Come mons. Gomulka osservava oggi, la mafia omosessuale si perpetua corrompendo i seminaristi più giovani per mezzo di peccati della carne contro natura. Lo stesso si può dire dell’ideologia generativa e iconoclastica che si arrende allo spirito dell’Anticristo presente nel mondo. Fino a quando questa pipeline di energia non sarà distrutta – visto che ha ottenuto con successo il controllo sulle ultime generazioni – la soluzione biologica è solo metà della battaglia.

Pertanto, che ogni uomo di Dio affronti di petto l’agente dell’Anti-Trad che guadagna terreno in Vaticano. Lo perdoniamo per quello che sta per fare, perché combatteremo come cristiani e ameremo i nostri nemici. Ma lo affronteremo con tutto lo zelo dei nostri antenati crociati che hanno già combattuto e vinto questa battaglia:

Finché continueremo a combattere con questo stesso zelo , ne usciremo vincitori. Pertanto invitiamo Nostra Signora di Fatima e il Beato Imperatore Carlo a pregare per noi, formando le nostre linee di battaglia con il segno della croce mentre affrontiamo ogni nemico.

“Non temerò migliaia di persone che mi circondano: alzati, o Signore; salvami, o mio Dio” (Sal iii. 7).

T. S. FLANDERS