Post in evidenza

MiL ha bisogno di voi lettori: DONAZIONI

A sx (nella versione per pc) e su palmare (voce " Donazione ") troverete la possibiltà di donare. Vi speghiamo il perchè.  Potrete...

sabato 7 agosto 2021

Washington, il card. Gregory ribadisce il NO alla Messa pontificale prevista per il 14 agosto #traditioniscustodes #summorumpontificum


Facendo seguito al nostro post QUI, diamo contezza della "brutale" risposta del card. Gregory QUI, che ha ribadito il suo NO alla Messa pontificale, programamta una anno fa, per il prossimo 14 agosto 2021 presso la Basilica Santuario Nazionale dell'Immacolata Concezione a Washington D.C..
Insomma il pensiero di Sua Eminenza è:
SI' a padre Martin pro LGBT QUI. Ma NO alla Messa tradizionale


AZ

Traduzione:
Ho ricevuto la vostra comunicazione del 29 luglio 2021 con tutti gli allegati pertinenti. Riconosco che la mia decisione di implementare il più recentie motu proprio  Traditionis Custodes di Papa Francesco ha ricevuto una attenzione iniziale sia a sostegno che all'opposizione. Tuttavia, come scrive il Santo Padre nell'articolo 2 del motu proprio:

′′Appartiene al vescovo diocesano, in qualità di moderatore, promotore e custode di tutta la vita liturgica della particolare Chiesa affidatagli, per regolamentare le celebrazioni liturgiche della sua diocesi. Pertanto, è di esclusiva competenza autorizzare l'uso del Messale Romano 1962 nella sua diocesi, secondo le linee guida della sede apostolica.′′
 
Come ho scritto all'arcivescovo Thomas Gullickson, la liturgia che l'Istituto Paulus aveva pianificato per il 14 agosto 2021 presso la Basilica del Santuario Nazionale dell'Immacolata Concezione, può essere celebrata in latino secondo il Messale Romano promulgato da San Paolo VI e rivisto da San Giovanni Paolo II. Mi rammarico che la mia decisione, che è in linea con le direttive del motu proprio, e che ribadisco con questa lettera, di non consentire la celebrazione di questa Messa secondo il Messale Romano del 1962 promulgato da San Giovanni XXIII, sia stata una fonte di delusione.

8 commenti:

  1. Neanche una parola di giustificazione: “sic volo, sic jubeo, sit pro ratione voluntas”!

    RispondiElimina
  2. C'è qualcosa di inafferrabile...

    RispondiElimina
  3. Mi rammarico che la mia decisione [...] sia stata una fonte di delusione

    tradotto: ho preso questa decisione fregandomene di quelli che l'hanno subito e quindi ora verso qualche lacrimuccia da coccodrillo

    RispondiElimina
  4. Ha fatto bene, andate alla Messa del nuovo Messale rassegnatevi è finita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Solo chi si arrende è perduto

      Elimina
    2. Infatti, andassero a Messa ognuno nella sua parrocchia, come si è sempre fatto.

      Elimina
    3. Non è finita per nulla, caro Lei: fa i conti senza l’oste, cioè la Provvidenza. I barbari hanno invaso l’impero, e seminano la morte dappertutto; ma la Provvidenza non ha mai cessato, né cesserà mai, di difendere e esaltare la Roma eterna. Ne dovrebb’esser contento anche Lei, come cattolico e come italiano: la Provvidenza ci prepara delle sorprese: non nello scisma, non nella ribellione, ma nella rinascita della Chiesa e della patria. Spero che lo vedrà anche Lei e se ne rallegrerà.

      Elimina
    4. Tra dieci anni non ci andrà più nessuno alla Messa con il nuovo messale. Faremo le cose per conto nostro. Rasserenatevi.

      Elimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.