Post in evidenza

URGENTE APPELLO AI GRUPPI STABILI ITALIANI: comunicateci conferme o variazioni alle vostre Messe

ABBIAMO URGENTE BISOGNO DEL VOSTRO AIUTO!  Viste le ultime notizie sulla CEI e sulle risposte dei Vescovi  sul Summorum Pontificum i...

mercoledì 24 marzo 2021

Il Vescovo di Foggia, "Ostie consacrate rivendute a 50 euro da gruppi satanici": un altro "regalo" della Comunione in mano

Noi è da un po' che lo diciamo: il problema è la Comunione in mano!
Mons. Pelvi infatti ha denunziato espressamente che questo gravissimo fenomeno è dovuto al fatto che l'Ostia "
Non viene rubata nel tabernacolo ma è qualcuno che si accosta e non la mangia". 
Luigi

Foggia città aperta
22-3-21

Ostie consacrate rivendute anche a 50 euro. A lanciare l'allarme, nella giornata di festa patronale per la Madonna dei Sette Veli è l'arcivescovo della diocesi di Foggia - Bovino, monsignor Vincenzo Pelvi.

I GRUPPI 'SATANICI'. Proprio al termine della messa in Cattedrale, il vescovo ha chiesto una "preghiera di liberazione". Lo ha fatto spiegando che "alcuni giorni fa nella villa comunale di Foggia è stata trovata una particola consacrata. Da qui - ha proseguito -, attraverso ricerche abbiamo scoperto che a Foggia ci sono alcuni gruppi 'satanici' che girano per le parrocchie e che invece di prendere l’eucarestia e nutrirsi la trattengono sotto la mascherina o in mano e ne fanno poi alcuni usi impropri".

LA SUPERFICIALITA'. Stando alla ricostruzione di monsignor Pelvi, "è stato scoperto che in un solo mese sono state trafugate una trentina di particole". E qui, una ulteriore accusa: "Anche noi sacerdoti siamo diventati superficiali e dobbiamo sentirci in colpa se non custodiamo con dignità la sacra eucarestia".

L'ATTENZIONE. Infine, l'appello ai fedeli: "Non viene rubata nel tabernacolo ma è qualcuno che si accosta e non la mangia. Chiediamo pertanto la collaborazione dei fedeli e prestare attenzione se si accorgono di qualcuno che la nasconde senza consumarla. Può essere utile per ostacolare questo sacrilegio".

9 commenti:

  1. Ma nessuno si pone la domanda sul perché ci siano in giro dei gruppi satanisti decisi a profanare ciò che c'è di più sacro e ben organizzati per portare a termine i loro blasfemi propositi?
    Serviva scoprire una profanazione per accorgersene?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il problema non sono i satanisti (sempre esistiti), ma le profanazioni portate avanti ed avallate dai membri stessi della Chiesa: a partire dalla comunione in mano per finire coi canti e balli attorno al SS. Sacramento (?)

      Elimina
  2. Bisogna assicurarsi che viene ingoiata. Sono un seminarista e questa cosa della comunione sulla mano non mi è mai piaciuta.

    RispondiElimina
  3. Sarebbe opportuno organizzare un servizio d'ordine parrocchiale, che miri, invece di fare accomodare alle poltrone, alla persuasione non violenta, alla stregua dei katanga, rivolta a coloro che assumono una la comunione sulla mano.

    RispondiElimina
  4. Una modalità che presume che possa essere resa inutilizzabile è che sia assunta in ginocchio e che l'Ostia sia prodotta in maniera il più sottile possibile. Chi cura il sito si faccia portavoce nei confronti dell'arcivescovo di Foggia e di tutti gli altri vescovi delle diocesi della terra italica. Affinché il vescovo capo dei vescovi se ne faccia una ragione. È chiaro che dovrà essere abolita la cessione di Dio sulla mano, ma anche l'uso di comunicarsi in piedi. È soprattutto una questione chimico fisica. Il fattore del composto acqua e farina reso sottile e il tempo d'assunzione impedirebbe la riutilizzazione anche dopo aver sputato, che Dio perdoni me per questo linguaggio, perdoni chi compie tali azioni, ma soprattutto usi la misericordia per quei pastori che sanno e lo permettono

    RispondiElimina
  5. Gesù,fa in modo che si convertano tutti i cuori malvagi che compiono questi sacrilegi. Perdonaci, donaci la grazia di non offenderti mai e di custodire al meglio il tuo santo corpo.

    RispondiElimina
  6. La donna della foto non mi sembra foggese ma sudamericana. Vedo in questo un filo di razzismo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, è filippina. È un'istantanea della "messa papale" di qualche anno fa...e non la più dissacrante.

      Elimina
  7. Vedere un vescovo che si indigna, dopo che la comunione in mano è addirittura obbligatoria de facto in molti luoghi da decenni, suscita per lo meno ilarità!
    Tranquillo Monsignore, ci sono seri dubbi che le particole uscite dai vostri riti non siano nemmeno consacrate, difatti i satanisti preferiscono le ostie provenienti dalle vere Messe cattoliche. Perfino loro hanno più Fede nella Presenza Reale di voi!

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.