Post in evidenza

URGENTE APPELLO AI GRUPPI STABILI ITALIANI: comunicateci conferme o variazioni alle vostre Messe

ABBIAMO URGENTE BISOGNO DEL VOSTRO AIUTO!  Viste le ultime notizie sulla CEI e sulle risposte dei Vescovi  sul Summorum Pontificum i...

martedì 14 gennaio 2020

Libro BOMBA Benedetto XVI e Sarah a favore del celibato: versioni contrapposte e Ignatius Press mantiene le due firme!


Gli ultimi aggiornamenti (19:22) sulla vicenda della bomba Benedetto XVI e Sarah a favore del celibato:

  1. Tweet Sarah delle 23.24 di ieri con lettere allegate (vedere MiL QUI): "Gli attacchi sembrano implicare una bugia da parte mia. Queste diffamazioni sono di gravità eccezionale. Stasera do le prime prove della mia stretta collaborazione con Benedetto XVI per scrivere questo testo a favore del celibato. Parlerò domani se necessario. RS +".
  2. Tweet Sarah delle 8.28 di oggi: "Dichiaro solennemente che Benedetto XVI sapeva che il nostro progetto avrebbe preso la forma di un libro. Posso dire che abbiamo scambiato diversi test per stabilire le correzioni. Stamattina rilascerò una dichiarazione più dettagliata per ristabilire la verità. RS".
  3. Tweet Sarah 11.11 di oggi: COMUNICATO UFFICIALE (vedere Mil QUI).
  4. Comunicato Mons. Georg Gänswein all'ANSA (QUI): "Posso confermare che questa mattina su indicazione del Papa emerito ho chiesto al cardinale Robert Sarah di contattare gli editori del libro pregandoli di togliere il nome di Benedetto XVI come coautore del libro stesso e di togliere anche la sua firma dall'introduzione e dalle conclusioni". Vedere anche QUI Valli.
  5. Tweet Sarah 13.02 di oggi: "Considerando le controversie che hanno provocato la pubblicazione del libro Dal profondo del nostro cuore, si decide che l'autore del libro sarà per le pubblicazioni future: il card. Sarah, con il contributo di Benedetto XVI. Tuttavia, il testo completo rimane assolutamente invariato. RS +".
  6. Tweet Sarah 14.38 di oggi: "Confermo di essere stato in grado di parlare questa mattina con l'arcivescovo Georg Gänswein. Questo comunicato stampa [VEDERE SOPRA N. 3 e foto sopra e post di MiL] rimane la mia unica e unica versione dello sviluppo dei fatti. Ho anche avuto una conversazione con la direzione di Fayard per mettere in atto le richieste specifiche di mons. Gänswein. RS +".
  7. Ignatius Press, l'editore americano del volume CONFERMA QUI che manterrà i due autori nel titolo: "SAN FRANCISCO - Alla luce dei recenti sviluppi rispetto al titolo Ignatius Press "DALLA PROFONDITÀ DEI NOSTRI CUORI", Mark Brumley, Presidente di Ignatius Press, rilascia la seguente dichiarazione: “Ignatius Press ha pubblicato il testo così come lo abbiamo ricevuto dall'editore francese Fayard. Fayard è l'editore con il quale abbiamo collaborato ad altri tre titoli del Cardinale Sarah. Il testo che abbiamo ricevuto indica che i due autori sono Benedetto XVI e il cardinale Sarah. Questo testo indica anche che Benedetto XVI è stato coautore di un'introduzione e una conclusione con il cardinale Sarah, nonché del suo capitolo sul sacerdozio, in cui descrive come i suoi scambi con il cardinale Sarah gli hanno dato la forza di completare ciò che sarebbe rimasto incompiuto. Dato che, secondo la corrispondenza di Benedetto XVI e la dichiarazione del cardinale Sarah, i due uomini hanno collaborato a questo libro per diversi mesi, che nessuno dei saggi è apparso altrove e che un'opera comune definita dal Chicago Style of Style è "un'opera preparato da due o più autori con l'intenzione di fondere il loro contributo in parti inseparabili o interdipendenti di un insieme unitario,"Ignatius Press considera questa una pubblicazione coautore. Il cardinale Sarah indica che il contenuto del libro rimane invariato. Quel contenuto, come notato, include un'introduzione coautore, un capitolo di Benedetto XVI e una conclusione coautore di Benedetto XVI e del  cardinale Sarah ".
  8. Dichiarazione di Le Figaro: "C’est pourquoi l’édition italienne et les suivantes, ainsi que la seconde édition de l’édition française, devront indiquer pour l’introduction et la conclusion, la mention «rédigé par le cardinal Sarah, lue et approuvée par le pape Benoît XVI». Cette précision a été décidée d’un commun accord mardi matin par le secrétaire de Benoît XVI et le cardinal Sarah, lequel l’a twitté sur son compte” (per questa ragione l’edizione italiana e le seguenti, come la seconda uscita dell’edizione francese, dovranno indicare per l’introduzione e la conclusione «redatto dal cardinal Sarah, letto ed approvato dal papa Benedetto XVI». "
  9. Ricostruzione ultima di Tosatti sulla vicenda QUI.
  10. Lettera del Card. Hummes ai vescovi per un sostegno all'Esortazione sinodale che dovrebbe uscire: QUI Valli.
  11. Per un approfondimento dottrinale vedere QUI First Things.
Sarah pare non voler arretrare, almeno sostanzialmente.
Vi teniamo aggiornati
Luigi

3 commenti:

  1. Non capisco lo scalpore riguardo alla difesa del celibato. Un'ovvietà e scelta di vita abbracciata liberamente, sembra quasi che sia una scelta "politica" da cambiare attraverso il parlamento cardinalizio quasi la chiesa fosse un governo qualsiasi...

    RispondiElimina
  2. Mamma mia che macello!!! Ad ogni pie' sospinto malintesi e smentite reciproche!!! Ed è così non solo nella Chiesa ma pure nella società (cosiddetta) civile) che registra una conflittualità spaventosa!!! Segno dei tempi!!!

    RispondiElimina
  3. Non c’e alcun dubbio che il cardinal Sarah mai e poi mai avrebbe agito senza il consenso preventivo del Papa emerito, stante il profondo legame e la sintonia che li lega. E che traspare dal tono fiduciario con cui Ratzinger si esprime nelle lettere rese note. Dunque...siccome a pensar male si fa peccato ecc. è del tutto probabile che sia arrivato un altro “ceffone di Santa Marta”, che ha costretto Gaenswein alla ritrattazione. La Prefettura della Casa Pontificia è sempre stata un’anticamera del cardinalato...de hoc satis.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.