venerdì 26 luglio 2019

Loreto: Giubileo per il Centenario della proclamazione della Vergine Lauretana a Patrona degli aviatori

La notizia  che rallegra il cuore dei fedeli che in tutto il mondo guardano con devoto affetto il Santuario della Santa Casa di Loreto: il Giubileo Lauretano per celebrare il Centenario della proclamazione della Vergine Lauretana a Patrona degli avitatori.  Poichè Loreto «ha l'immenso privilegio di ospitare una delle più importanti reliquie della Cristianità: la Santa Casa della Beata Vergine Maria. Vi si conservano infatti le tre pareti entro le quali Dio si è fatto uomo ed è iniziata la nostra Redenzione. In quella dimora la Madonna è stata concepita, è nata e ha ricevuto l'annuncio dell'arcangelo Gabriele. In quella abitazione è poi vissuta insieme a Gesù e al suo sposo San Giuseppe. Quello di Loreto, come scrisse papa Giovanni Paolo II, è il "primo Santuario di portata internazionale dedicato alla Vergine e, per diversi secoli, vero cuore mariano della Cristianità". L'Italia ha la grazia straordinaria di ospitare sul suo territorio una così insigne reliquia, che secondo la tradizione della Chiesa - e l'avallo di innumerevoli studi storici, archeologici e scientifici - è stata miracolosamente "traslata" nel territorio di Loreto, per il "ministero angelico"». (F.Catani, Il Miracolo della Santa Casa di Loreto)  
AC

Nel 2020. A Loreto il Giubileo dell'aria per piloti e viaggiatori (in aereo) 
di Vito Punzi 

Si vuole così celebrare il centenario della proclamazione della Vergine Lauretana a patrona degli aviatori Sarà il cardinale Parolin ad aprire la Porta Santa l'8 dicembre prossimo. 

Il 24 marzo 1920, accogliendo i desideri di molti piloti d’aereo reduci della prima guerra
mondiale, papa Benedetto XV, su richiesta del cardinale Agostino Richelmy, arcivescovo di Torino, e di altri cardinali e vescovi, proclamò la «Beatissima Vergine Maria, denominata di Loreto, la principale patrona presso Dio di tutti i viaggiatori in aereo». 
A quell’epoca l’Aeronautica militare italiana non era ancora una forza armata, ma fin dal momento della sua fondazione, avvenuta tre anni dopo, il 28 marzo 1923, in tutti i suoi reparti si venerava la Virgo Lauretana. 
Ancora oggi sono numerose le testimonianze nelle quali l’Aeronautica militare, attraverso la fede e la devozione di tanti suoi membri, dimostra una viva venerazione alla propria celeste patrona.  

Ed è in virtù di questo vincolo speciale che la lega alla Madonna di Loreto che è stata firmata ieri a Loreto, presso il Museo pontificio, un’intesa tecnica tra la Delegazione pontificia per il Santuario della Santa Casa e l’Aeronautica militare italiana, finalizzata al coordinamento e alla promozione di eventi per il 2020, anno centenario dalla proclamazione della Vergine Lauretana patrona degli aviatori. 

La cerimonia è stata presieduta dall’arcivescovo delegato pontificio, monsignor Fabio Dal Cin, e dal comandante del Centro formazione Aviation english di Loreto, colonnello Davide Salerno, i quali, utilizzando la stessa stilografica usata da papa Francesco il 25 marzo scorso per firmare nella Santa Casa la prima copia dell’Esortazione apostolica Christus vivit, hanno siglato l’accordo. Con l’occasione monsignor Dal Cin ha annunciato che «il Santo Padre ha concesso il Giubileo lauretano per i tutti i viaggiatori in aereo, militari e civili, e per tutti coloro che giungeranno pellegrini al Santuario della Santa Casa da ogni parte del mondo». 
«Ringraziamo papa Francesco di questo grande dono del Giubileo», ha aggiunto l’Arcivescovo, «che verrà aperto l’8 dicembre prossimo, solennità dell’Immacolata»

In quell’occasione il cardinale Pietro Parolin, segretario di Stato vaticano, presiederà la celebrazione di apertura della Porta Santa del Giubileo, che si concluderà il 10 dicembre 2020. 
L’indulgenza plenaria dell’Anno giubilare riguarderà i fedeli che varcheranno la Porta Santa per chiedere il dono della conversione a Dio e ravvivare la propria filiale devozione a Colei che ci protegge nei viaggi in aereo».

L’icona della “Santa Casa in volo” con Maria – ha concluso l’arcivescovo Dal Cin – «ci aiuterà a vivere spiritualmente la grazia del Giubileo per costruire insieme la grande casa del mondo per la gloria di Dio e la concordia di tutti gli uomini». 
Da parte sua il colonnello Salerno ha definito quella di ieri «una giornata particolarmente significativa. È la firma di un atto formale che suggella un legame che dura ormai da cento anni. Un legame che si estende a tutto il territorio che ci ospita e che ci vede presenti durante i diversi eventi religiosi quali il recente pellegrinaggio Macerata-Loreto ma anche eventi che invece ci coinvolgono attivamente come in caso di esercitazioni o calamità naturali per portare supporto alla popolazione». 
Al termine della cerimonia i presenti si sono trasferiti nella Basilica per la recita dell’Angelus dall’interno della Santa Casa.

Fonte: Avvenire QUI
Il Libro "IL MIRACOLO DELLA SANTA CASA DI LORETO" del giornalista cattolico Federico Catani ( Edizioni: Luci sull'Est- Spunti )  che sta avendo uno straordinario successo sia in Italia che all'estero. Questa pubblicazione sarà molto utile ai pellegrini dei nostri gruppi liturgici, soprattutto ai giovani, che si recheranno nella celebre Città Mariana per l'acquisto delle Sante Indulgenze in occasione del Giubileo straordinario del 2020.

Indice generale del libro: 
Introduzione - Tutto ebbe inizio da qui... 
Capitolo I - Com'è fatta la Santa Casa? - Ma è davvero la casa della Madonna? I baci alle pareti e il giro della Casa - in ginocchio - Perché la Madonna è nera? Com'è arredata la Santa Casa? Dove fu celebrata la prima Messa? La Casa dei miracoli 
Capitolo II - La Casa portata dagli Angeli - Le traslazioni storicamente accertate - II triplice miracolo nella prima Traslazione - Le due tavolette antiche - Prima tappa: Tersatto - Seconda tappa: Ancona Terza tappa: la selva della signora Loreta - Quarta tappa: il campo di due fratelli - Quinta tappa: la pubblica strada - Alcune precisazioni - Gli angeli o... la famiglia Angeli? - La misteriosa notte tra il 9 e il 10 dicembre...  
Capitolo III - Dove è nata la Madonna? Capitolo IV - La Chiesa non ha dubbi - La festa della Traslazione della Santa Casa - Le Litanie Lauretane - La voce dei Sommi Pontefici - La presenza dei santi Capitolo V - Loreto, baluardo dell'Europa cristiana contro l'Islam - La battaglia di Lepanto (1571) 103 - La battaglia di Vienna (1683) - La difesa eroica dello Stato Pontifìcio 
Capitolo VI - Dove i grandi si fecero pellegrini 
Appendice - Loreto, il santuario dei "princìpi non negoziabili" 
Bibliografia Siti e collegamenti Internet 

Immagine 1: La Traslazione angelica della Santa Casa di Loreto. Loreto, soffitto (fine sec.XIX) di un negozio di articoli religiosi in piazza della Madonna già sede di un oratorio assistenziale per i pellegrini.


 

Nessun commento:

Posta un commento

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.