lunedì 6 maggio 2019

Bulgaria: il Papa celebra con la stola sopra la casula


Durante il suo viaggio apostolico in Bulgaria il Papa ha celebrato la S. Messa indossando una (bella) stola bianca sopra la casula. 

Riprendiamo da questo blog la foto che ritrae la celebrazione a Sofia ieri (05.05.2019) e pubblichiamo una foto (del nostro AC) della Messa di Rakovsky  celebrata proprio questa mattina nella chiesa del Sacro Cuore. 




















Non capiamo il perché. 

(Conosciamo di qualche prassi (illegittima) in tal senso, ma non può certo essere che il Papa voglia assecondarla).  
E allora come mai? 
Forse perché trovandosi in Bulgaria, vuole avvicinarsi alle regole liturgiche di rito bizantino della Chiesa greco-cattolica bulgara? 

AGGIORNAMENTO mar. 7.5.2019

Il nostro caro amico Gregory DiPippo, esperto liturgista, anche di quella orientale) ci conferma che anche nel rito bizantino la stola, che pende sul davanti (epitrakhil, cioè "sulle spalle") viene indossata sul camice (lo stikhar) e sotto la casula (felon). 


Forse il Papa ha voluto imitare lo stolone che utilizzano i vescovi di rito bizandino che però è analogo al pallio del rito romano e non sostituisce la stola (che, anche i vescovi, indossano sempre sotto). 


Anche fosse, sarebbe un bel mix tra forma e sostanza: non si era mai vista una cosa del genere per le celebrazioni in rito romano (nemmeno con il Nunzio Angelo Roncalli che molto di adoperò in favore degli "uniati" e all'istituzione dell' esarcato esarcato apostolico cattolico con sede a Sofia).

Scrivete nei commenti le vostre ipotesi: le più belle e simpatiche verranno pubblicate qui sotto
Roberto

Alcuni dei Vostri commenti: 

- per abbellire la casula che era troppo brutta;  😂
- forse voleva coprire il pallio;
- mi pare già tantao che la usi; 
- le majorettes alla prossima; 
- A Sofia faceva freddo; 
- perché l'ha ricevuta dal primo ministro della Bulgaria quindi voleva utilizzarla in segno di ringraziamento

37 commenti:

  1. Il papa fa come gli pare ...

    RispondiElimina
  2. per abbellire la casula che era troppo brutta!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. http://www.cattoliciromani.com/16-liturgia/1267-stola

      state zitti se non sapete quel che dite...
      La stola è il simbolo sacerdotale x ECCELLENZA

      Perché volete a tutti i costi screditare il Papa
      Ricordatevi di essere sicuri quando puntare il dito perché qualcuno che sa si incontra sempre.....poi su una cosa elementare di questo tipo

      Elimina
    2. Caro Anonimo delle 01.13 che ci suggerisci il link del forum cattolici romani,
      non capiamo se ci sei o ci fai.
      Lo sappiamo bene (meglio di te, penso) che la stola è l'insegna del sacerdote. e che essa è obbligatoria per l'amministrazione dei sacramenti o degli atti docendi. Ma forse tu non sai che durante la Messa è obbligatoria portarla SOTTO alla casula/pianete.
      MA il Papa l'ha indossata SOPRA. Cosa vietata.
      Quindi non dirci si stare zitti. E le cose elementari ripassale tu.
      Inoltre, credici che se ci permettiamo di criticare il Papa (e lo facciamo molte meno volte di quello che vorremmo) è proprio perché è inevitabile e con ragion veduta.
      Stai bene.

      Elimina
    3. Non è la prima volta che Unknown (chissà perché non italianamente Sconosciuto)si fa notare per la sua ambiguità.
      E'uno che insiste a stare con un piede su due staffe, ciò che lo induce a dire sfondoni puntando, lui sì, il ditino del maestrino verso i presunti (da lui) ignoranti. E già, caro Sconosciuto, come tu stesso dici: "qualcuno che sa si incontra sempre".

      Elimina
  3. New Wave :movimento di rottura…….

    RispondiElimina
  4. Perché l’ha ricevuta dal primo ministro della Bulgaria, quindi, voleva utilizzarla come segno di ringraziamento.

    RispondiElimina
  5. Forse voleva coprire il pallio...

    RispondiElimina
  6. La Terza opzione.

    RispondiElimina
  7. Quando gli regalarono la Tiara fece la faccia schifata....

    RispondiElimina
  8. Gliela hanno infilata e lui se l'è tenuta, tanto per quello che gli importa...

    RispondiElimina
  9. Chiaro simbolo della protestantizzazione che sta operando nella Chiesa;
    Come i patori protestanti indossa la stola sulla casula

    RispondiElimina
  10. a questo punto mi chiedo cosa ci stanno a fare i cerimonieri... se lui non ci arriva non dovrebbe esserci qualcuno apposta che sappia cosa suggerire??? diversamente aboliamoli intanto per fare le belle (piu' o meno...) statuine...

    RispondiElimina
  11. A Sofia faceva freddo... L'ha usata come sciarpa!

    RispondiElimina
  12. La stola sopra la casula si trova nelle regole liturgiche di rito bizantino della Chiesa greco-cattolica bulgara. Evidentemente il Santo Padre attraverso la Sua augusta e sacra Persona ha voluto imprimere una "sintesi" efficamente visiva, tant'è che noi "romani" per primi abbiamo notato la cosa. Vediamo se la "trovata" pontificia gioverà alla fede di quella piccola comunità.
    Abbiamo notato anche lo zelo dei cerimonieri pontifici nell'utilizzare e nell'enfatizzare l'uso delle "chierichette". Fonti locali mi hanno detto che le chierichette ragazze NON hanno spazio delle normali celebrazioni liturgiche cattoliche in Bulgaria. Ma voilà... alla Messa del Papa sono state non solo utilizzate ma impiegate in modo tale che sia stato notato a livello universale. Come!!!??? La stola sopra la casula potrebbe essere un modo per "orientalizzare" quella liturgia specifica ma l'uso - improprio - delle chierichette ragazze - che gli orientali non concepiscono - non è un ostacolo grosso come un macigno della voluta orientalizzazione di quella stessa liturgia? Due pesi e due misure.

    RispondiElimina
  13. Le "chierichette" ... pfui ...

    RispondiElimina
  14. I disastri che Bergoglio sta procurando alla Chiesa, in svendita, sono molto più gravi e pericolosi di una stola sopra o sotto una casula. Anzi, dovremmo dire che si è convertito ricordando il suo rifiuto di indossarla per affacciarsi come 'signor buonasera' dopo l'elezione, definendola una carnevalata, della quale è un grande intenditore.

    RispondiElimina
  15. Non avete notato che le strade erano vuote e, proprio ora che per decenza gli conveniva andare in utililitaria, Bergoglio si è ostentato in papamobile?! La stola è l'ultimo dispetto. La sua faccia era viscida e il suo eloquio volgare: ha tirato fuori la trita metafora dei piatti che volano, come fece a Napoli e ad Assisi. L'innovazione liturgica di non genuflettersi alla consacrazione è cosa più misteriosa della stola sulla casula.

    RispondiElimina
  16. Questo uomo qua è un continuo scandalo, disorienta, confonde e fa perdere la fede “ai semplici” e non solo...

    RispondiElimina
  17. “Mi stupisce già che la usi” vale come risposta?

    RispondiElimina
  18. Non me frega nulla del vestiario. La gravità inaudita è che questo vuole distruggere i popoli, aprendo all'immigrazione incontrollata, vuole cioè la mescolanza razziale, etnica, culturale e religiosa (quando non ci saranno più indo-europei a difendere la cristianità, voglio vedere chi si ricorderà più della stola e della casula). Il cattolicesimo annacquato confluirà in un'unica grande religione "umanitaria", in pratica una morale ipocrita basata sui buoni sentimenti, nella quale il sacro non troverà alcun posto.

    RispondiElimina
  19. Eh sì, questi sono proprio i veri prblemi della chiesa..

    RispondiElimina
  20. Nella mia diocesi di Cassano all'Jonio (CS) il vescovo l'anno scorso alla messa crismale ha anche lui indossato la stola sopra la casula. Il cerimoniere ha detto che era un uso della liturgia dei primi secoli ...

    RispondiElimina
  21. Forse qualcuno gli ha fatto notare che l'emblema stesso del ordine sacro, che non utilizza mai per le benedizioni, doveva pur iniziare ad indossarlo per tacitare le malelingue!!!! Avete visto? Basta aver pazienza!!! Forse per ripararsi dal sole quest'estate recupera il triregno!!!

    RispondiElimina
  22. Le majorettes alla prossima...

    RispondiElimina
  23. Di sacco li vestirei io i preti... dal primo all' ultimo !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Semmai il contrario "Hai mutato il mio lamento in danza,
      la mia veste di sacco in abito di gioia,
      perché io possa cantare senza posa" (Salmo 29 - 30)

      Elimina
    2. Primula rossa8 maggio 2019 17:30

      Sconosciuto "Unknown", da che parte stai? Tu come ti vesti?

      Elimina
  24. “Mi pare già tanto che la usi” vale come risposta?

    RispondiElimina
  25. Il Primo Ministro Bulgaro ha donato al Papa la "STOLA DELLA TESTIMONIANZA" che e il Santo Padre per evidenziare quel dono l'ha indossata sopra la casula ed il Pallio ! Tutto qui.

    RispondiElimina
  26. Quindi se il Primo Ministro gli avesse regalato un grembiulino ricamato del folclore bulgaro se lo sarebbe messo subito?

    RispondiElimina
  27. Non ci resta che piangere...Ma sul serio!

    RispondiElimina
  28. Lo 'stolone' che i vescovi orientali indossano sopra il sakkos (non portano il felonion, che è proprio dei preti) si chiama omoforion.

    Può essere interessante, per uscir dalla vil polemica, ricordare che l'unico autorizzato a portare sopra il sakkos una stola (oltre a quella sotto), con ricamato il leone di S. Marco, è il Patriarca di Alessandria. Si chiama 'κριτάτον', ed è insegna del fatto che il Patriarca avesse il titolo di κριτής της οικουμένης, giudice di tutta la terra, avendo sanato una disputa tra il Patriarca Ecumenico ("di tutta la terra") e l'Imperatore Basilio II Bulgaroctono, che aveva il titolo di imperatore di tutta la terra.
    Discorso chiaramente ben diverso dall'abuso papale.

    RispondiElimina
  29. Per affermare e invitare al libertinaggio, già in atto da 6 anni nella nostra Chiesa, in cambio, accettara i migranti, soprattutto mussulmani!

    RispondiElimina
  30. Se conoscesse la differenza tra bello e brutto direi che ha voluto coprire la solita orrenda capsula-palandrana

    RispondiElimina
  31. Ma chi è il Papà? Benedetto o Francesco?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diccelo tu, maestrino sconosciuto.

      Elimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.