lunedì 12 novembre 2018

Gallarate.Il nuovo altare delle "teste mozze": il trionfo del "clericalismo"

Immaginiamo di qua in avanti la celebrazione di un matrimonio nella Basilica di Santa Maria Assunta in Gallarate avendo come sfondo per le foto dei nubendi il nuovo altare consacrato ieri dall'Arcivescovo Capo-rito Ambrosiano Mons. Mario Delpini... 
Quale potrà essere la devota attenzione  che i fedeli potranno prestare ai riti  celebrati su quel nuovo altare? Ancora una volta i fedeli al posto della preghiera dovranno fare  dei difficili esercizi mentali per comprendere il significato delle tantissime "teste mozze" che costituiscono la base del nuovo altare.
Tutte quelle teste recise rappresentano  i Martiri  che hanno testimoniato con il loro sangue innocente la fedeltà a Cristo e alla Fede Cattolica oppure si tratta di un'ara di tendenza illuminista ? Avremmo voluto chiederlo all'Ufficio Liturgico dell'Arcidiocesi Ambrosiana quando abbiamo letto una specie di contorsione giustificativa dell'opera. (v.sotto)
Lo slogan  per sostenere i lavori di restauro della chiesa era  "la Basilica è parte di te" chissà però se i fedeli sono stati preventivamente informati, con dovizia di particolari, come sarebbe stato fatto il loro nuovo altare e sui relativi costi.
Anche questa volta si è scatenato più bieco "clericalismo" (modernista): la bestia che  sta  ancora  violentando gli spazi presbiteriali di tantissime chiese, piccole e grandi, antiche e moderne.
Sapete come andrà a finire "l'altare delle teste mozze" di Gallarate? ( lo chiamano già così...) Verrà lasciato per qualche anno poi con la scusa di un ennesimo "adeguamento" troverà posto in un museo locale...
AC 

Inaugurato il nuovo altare di Parmiggiani 
della Basilica di Gallarate 
alla presenza dell’arcivescovo Mario Delpini 
di Emmanuele Occhipinti 

... Realizzare il nuovo altare è stata una necessità sorta in seguito alla conclusione del Concilio Vaticano II che, tra le altre cose, invitava i fedeli a porre maggiore attenzione all’area del presbiterio. (sic! N.d.R.)
Inoltre gli altari precedentemente ospitati in Basilica sono sempre stati “temporanei”, già a
partire dagli anni dell’edificazione, in attesa di quello definito. (sic !!! N.d.R.)
L’ultimo progetto è stato quindi commissionato a Claudio Parmiggiani, prestigioso artista internazionale e rinomato esponente dell’arte contemporanea. 
Il nuovo altare di Parmiggiani è composto da volti tratti da opere dell’antichità a cui l’artista ha fatto un calco e una copia. 
Le teste presenti rappresentano l’umanità intera, unita, indivisibile e racchiusa tra le due lastre in onice. 
Queste rappresentano l’unione tra il flusso della storia e le persone, le quali sono chiamate ad essere una sola cosa con Gesù, il cui corpo viene offerto appunto sull’altare." 
( da Sempione news QUI

Scultura classica e arte contemporanea nel nuovo altare della Basilica 

In occasione del restauro strutturale e architettonico della Chiesa è stato consacrato il nuovo altare e ambone firmato da Claudio Parmiggiani. 
L’invito di Mons. Valagussa è quello di visitare l’opera e immergersi nel suo racconto.
Vi è tutta la storia dell’uomo (sic! N.d.R.) nella scelta iconografica del nuovo altare della Basilica di Santa Maria Assunta a Gallarate, firmato dall’artista internazionale Claudio Parmiggiani, che ne ha progettato anche l’ambone. 
Le teste, in onice bianco, che compongono i tre lati dell’altare sono il calco dei principali personaggi della storia, raccontati da alcune delle opere d’arte più famose dell’umanità: dal volto di Maria della Pietà di Michelangelo, alle statue del Bernini, Borromini e Canova, partendo dalla bellezza ideale di Fidia per arrivare fino alla storia più recente. 
Un lavoro durato oltre tre anni e realizzato con le più moderne tecniche esecutive. 
I volti, maschili e femminili, per lo più rimandano a un immaginario classico rafforzato dalla scelta del materiale vitale trasparente alla luce.
(da Varese news QUI

Foto: Da Internet (articoli citati con link) 


Ci  scusino i Lettori ma non abbiamo potuto fare a meno di fare un accostamento con uno dei tantissimi ossari cambogiani dopo la criminale repressione del famigerato dittatore comunista Pol Pot.

(continua)

30 commenti:

  1. Da perdere la testa!

    RispondiElimina
  2. Poi vanno a lamentarsi per l’uso del colore nero bei funerali (“troppo lugubre”), o promuovono crociate contro Halloween (“festa macabra”).
    Soldi sprecati, e anche male; veramente in casi come questi sarebbe stato meglio dare quei soldi ai poveri.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "in casi come questi sarebbe stato meglio dare quei soldi ai poveri" parole sante!!! 400 mila euro dai poveri ( e ce ne sono tanti...)

      Elimina
  3. Più che alla Cambogia , il riferimento dovrebbe essere alle teste mozzate agli infedeli che i sostenitori della "religione di pace " di Bergogliana memoria hanno regalato al mondo cristiano. MISERERE DOMINE

    RispondiElimina
  4. le chiese sono piene di ossari e gli altari sono pieni di ossa, non c'è bisogno di andare in Cambogia..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. @ Anonimo13 novembre 2018 18:43 che ha scritto: "le chiese sono piene di ossari e gli altari sono pieni di ossa" DI SANTI E DI SANTE, DI MARTIRI CHE HANNO DIFESO CON LA LORO VITA CRISTO E LA VERA FEDE! E' una testimonianza dei PRIMI CRISTIANI che la Chiesa ha poi proseguito nel tempo! A lode di Dio e per rafforzare la fede della comunità cristiana!

      Elimina
  5. Il vaso di Pandora ormai è stato scoperchiato e da quel vaso ,fra le altre cose ,fuoriesce tutto il brutto che è nell'animo umano .Vorrei essere quel muratore che darà il primo colpo di mazzetta quel giorno....Giorno verrà presago il cor mel dice…..

    RispondiElimina
  6. Ma questi sono diventati pazzi ? E' orripilante. E' disgustoso. E' rivoltante.

    RispondiElimina
  7. Sono almeno due giorni che leggo le reazioni scandalizzate di voi tradizionalisti e sto crepando dalle risate per la puerilità delle vostre opinioni, continuate!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non esistono i tradizionalisti! Siamo cattolici e basta! Si è vero: siamo puerili e anche ingenui perchè ancora ci scandalizziamo per queste cose... speriamo di NON guarire da questa malattia...

      Elimina
    2. Il riso abbonda sulla bocca degli stolti.

      Elimina
    3. non è questione di scandalizzarsi, ma quando una cosa fa schifo fa schifo. Si è perso il gusto del bello! ruiferitelo al vescovo che ha fato una cossa pessima

      Elimina
    4. Proprio perchè siamo cattolici, voluti dal Signore per portare il suo Vangelo del mondo, come pretendiamo di farlo se una parte del popolo di Dio perde tempo ad osservare se l'altare di marmo è fatto di un blocco unico piuttosto che di un'accozzaglia di pietre o di teste mozzate, mentre un'altra parte si indigna perchè il Papa ha cambiato la Ferula? Speriamo piuttosto che in quest'ora storica in cui servono meno tifoserie e più testimoni, lasciamo che il Signore CI CONVERTA una volta per sempre e ci riporti TUTTI nel suo recinto, di cui il Santo Padre FRANCESCO è il solo, legittimo e INCONTESTABILE Custode.
      Non stiamo sempre a guardare il pelo mettendolo a confronto con ciò che è passato, il Signore è VIVO e vuole che costruiamo il suo Regno nel FUTURO... con una Messa Novus Ordo che potrà e dovrà essere migliorata, nel solco della buona tradizione, quella vera!
      Basta attacchi, basta piagnistei, CAMMINIAMO UNITI, ve ne prego!

      Elimina
    5. @ Anonimo 16 novembre 2018 04:33 che fra l'altro ha scritto "Speriamo piuttosto che in quest'ora storica in cui servono meno tifoserie e più testimoni, lasciamo che il Signore CI CONVERTA una volta per sempre e ci riporti TUTTI nel suo recinto, di cui il Santo Padre FRANCESCO è il solo, legittimo e INCONTESTABILE Custode." Nessuno contesta il Papa ma tutto quello che in suo nome, Lui silente, viene fatto per abbattere la Fede che la Chiesa ci ha donato in 2000 anni! Quanto alla "Messa Novus Ordo che potrà e dovrà essere migliorata, nel solco della buona tradizione" questo concetto, che stava molto a cuore a Benedetto XVI, per sua stessa ammissione non fa parte del programma dell'attuale Pontificato. I fatti lo stanno dimostrando, purtroppo. Quello che stiamo lamentando, non sono piagnistei, è il risultato dell'attuale apparente rivincita nella chiesa dell'ondata dei modernisti-progressisti. Il tempo giudicherà!

      Elimina
    6. Si d'accordo, argomenta virgolettando, ma la sostanza è che qui dentro NON AMATE IL SOMMO PONTEFICE, bensì uno, due, al massimo tre di essi... ed amate soprattutto voi stessi e il vostro cumulo di conoscenze. Anche questo si chiama RELATIVISMO, che il buon Benedetto XVI non ha MAI smesso di condannare.
      Il tempo giudicherà? Giudicherà uno solo... NOSTRO SIGNORE e giudicherà sicuramente con Misericordia... ma soprattutto con GIUSTIZIA. E LO FARA' ANCHE CON VOI, ANCHE CON ME!
      Questi polveroni che ogni singolo giorno sollevate sistematicamente sono PECCATI CONTRO LA COMUNIONE DELLA CHIESA... e potrete recitare quanti rosari volete, ma nel frattempo l'avrete colpita a morte peggio dei vari apostati o modernisti che paventate tali ogni giorno.
      CONVERTIAMOCI!

      Elimina
    7. PER il Vecchio, CHE HA COMMENTATO IL 15 novembre 2018 ALLE 09:20
      Inutile che fai il gradasso...... noi non siamo che POLVERE E CENERE...... ed i tuoi interventi, come i miei, verranno giudicati dal Signore. Se davvero credi in lui, sii gentile, TACI o quantomeno argomenta con cognizione di causa!

      Elimina
    8. Anonimo delle 23:03, che colpa ne abbiamo noi se questo Papa ha fallito?

      Elimina
    9. Ha fallito secondo la TUA IDEA DI CHIESA. Per fortuna c'è la stragrande maggioranza della Chiesa Cattolica che lo ama e prega per lui. Quindi rassegnati e impara ad amare e seguire il Papa, chiunque esso sia, che indossi il camauro o meno!

      Elimina
  8. Voglio vedere fin dove si spingeranno nel culto del "brutto"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Di certo non si spingeranno cosi lontano verso il FALSO ed il DIABOLICO che molti di voi su questo blog rappresentano degnamente..... alcuni dei quali forse senza nemmeno rendersene conto.....

      Elimina
    2. Anonimo delle 23:07 - E te frequenti assiduamente un blog che non ti piace e che ti manda fuori di testa. Pensa come sei messo...

      Elimina
    3. Il fuori di testa come tu lo chiami non va oltre il farmi quattro risate. Per il resto ho una vita e soprattutto una consapevolezza lucida della situazione della Chiesa, due di quelle cose che a te ed a molti altri qui dentro mancano totalmente. Persevera con la tua spocchia e contribuirai solo al mio divertimento!
      Continua a sbellicarmi........

      Elimina
  9. Un volo nella cretinità (teste o mozzarelle?).

    RispondiElimina
  10. https://www.google.it/search?q=claudio+parmiggiani+moglie&sa=X&biw=1282&bih=862&tbm=isch&source=iu&ictx=1&fir=035GzG4_YZ2bEM%253A%252CfrsnSwXFna_AmM%252C_&usg=AI4_-kQB3NsAy6kVx0rFa69jk7-ZCwiKJQ&ved=2ahUKEwj9vZ7dhtXeAhVFw4sKHRE0BPsQ9QEwB3oECAYQEA#imgrc=035GzG4_YZ2bEM:

    E' lui l'autore ? C'e' anche il calco della sua capoccia e di coloro che lo hanno approvato ?

    RispondiElimina
  11. ma non era stato detto che la mensa rappresenta Cristo? Non si era detto che non doveva contenere reliquie di santi ne' doveva avere corpi di Santi? Allora che significato avrebbe questo obbrobrio? Vergonga

    RispondiElimina
  12. è un'idea, un incentivo per gli islamici... ne faranno a decine di altari così ma con teste vere,

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma taci, tu non sai nemmeno di cosa stai parlando!

      Elimina
  13. Come riciclare materiale inerte.

    RispondiElimina
  14. Il vostro “guru” Mons. Viganò è stato condannato per truffa ai danni della sorella e del fratello Sacerdote/disabile e voi, suoi estimatori farisei anti Papa, fate finta di non sapere nulla. Forse perché siete come lui ossia: fate la morale a Papa Francesco mentre siete marci dentro e fuori!!!

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.