martedì 21 agosto 2018

La morte del Maestro, Canonico don Costantino Fefè di Camerino

Poco distante dalla sua amata Città di Camerino, sconquassata dal terremoto di due anni fa, si è addormentato nel Signore il Maestro Don Costantino Fefè, Canonico della Basilica Cattedrale Camerte, Rettore della chiesa di Capriglia di Pievetorina e Presidente onorario della Cappella Musicale del Duomo di cui è stato per molti anni Direttore. 
Ultimo dei Sacerdoti dell'Arcidiocesi di Camerino-San Severino Marche che hanno dedicato tutta la vita al ministero della Musica Sacra, fra i suoi titoli accademici spicca anche quello in Canto Gregoriano conseguito presso il Pontificio Istituto di Musica Sacra, don Costantino non ha mai smesso di celebrare la Santa Messa nel venerabile rito antico incoraggiando , soprattutto dopo la pubblicazione del Motu Proprio "Summorum Pontificum", i Confratelli a fare altrettando e sostenendo sempre con la preghiera e con la sua gentile ospitalità i gruppi spontanei dei fedeli che organizzavano nel territorio le celebrazioni
della "messa gregoriana".
La porta della canonica della rettoria di Capriglia di Pievetorina affidata a don Costantino è stata sempre aperta a coloro che lo andavano a visitare soprattutto per essere edificati nella buona dottrina e nell'amore per la Liturgia di sempre. Poi quel terribile 24 agosto 2016 "messer lo terremoto" l'ha sfasciata assieme a tutte le antichissime chiese che egli custodiva con somma cura. 
Con grande generosità don Costantino aveva acquistato anche due antichi "portativi" che regolarmente suonava facendoli portare nelle chiese che ne erano spovviste avendo egli avuto repulsione, una specie di allergia, per ogni tipo di elettrofono. 
Aveva pure sovvenzionato a proprie spese il restauro di alcuni Organi antichi vanto dei paesi montani dell'Arcidiocesi. 
Dopo la rinuncia, per motivi di salute, della direzione dell'antica Cappella Musicale della Cattedrale Camerte aveva favorito, aiutato dal suo carattere fermissimamente mite, la nascita e il consolidamento di alcune Scholae Cantorum in diversi paesi della zona montana fino a Colfiorito. 
Ci ripromettiamo di dedicare doverosamente un altro post a questo "gigante" della fede e della musica sacra della gloriosa terra camerte. 
In tanti  oggi nel vasto territorio camerte che giunge fino a Norcia confideranno delle preghiere di don Costantino che ha sempre amato quelle terre ricche di fede, di arte e di cultura.

Santa Maria "in via", San Venanzio Martire, Sant'Ansovino Vescovo, Santi e Beati di Camerino accogliete l'anima eletta di don Costantino e presentatela al trono dell'Altissimo.


Immagini:
1 Carlo Crivelli: Polittico o Trittico di San Domenico di Camerino, part. San Venanzio reca in mano la Città di Camerino  QUI
2 Carlo Crivelli: Polittico del Duomo di Camerino , part. Sant'Ansovino Vescovo e San Girolamo, che ha in mano la Cattedrale di Santa Maria di Camerino QUI