venerdì 27 luglio 2018

Famiglia Cristiana/Salvini: un Sacerdote ci ha scritto

Un Sacerdote diocesano ci ha scritto e volentieri  pubblichiamo.
Abbiamo appreso che diversi Sacerdoti e Religiosi hanno  scritto e stanno scrivendo al Ministro dell'Interno per esprimerGli solidarietà ed assicurarGli la loro preziosa preghiera (Cfr.MiL QUI).
AGGIORNAMENTO 28/07/2018
Ci pare particolarmente significativo il primo commento postato alle ore 11:37 del 27 luglio nel quale l'anonimo commentatore esalta il tentativo di imporre un cambiamento totale dell'ecclesiologia introducendo il "primato" della "accoglienza, corridoio umanitario, fino a perdere ogni traccia vivente di cristianità" (Cfr.Marcello Veneziani QUI ). 
Nel nome dell'immigrazionismo selvaggio (il business del momento) vengono spazzati via dogmi e  regole di disciplina ecclesiale  con la conseguente  stanilizzazione del sistema clericale. 

25/07/2018

Gentilissima redazione di “Messa in latino”, 

sono un Sacerdote,  lettore del VS sito. 
Intendo esprimere il mio profondo disgusto dopo aver veduto la copertina di “Famiglia Cristiana” di oggi 26 luglio con  l’immagine di un Ministro, membro del Parlamento, eletto democraticamente dal popolo sovrano con sotto lo scritto "vade retro Salvini" e la siluette di un Papa in procinto di fare un esorcismo.
Sembra che la nostra madre Chiesa sia divenuta matrigna: quello che viene riassunto nella copertina di Famiglia Cristiana è uno spettacolo vergognoso e squallido nonché tanto imprudente da mettere in pericolo i suoi stessi figli. 
Ora sembra che le anime contino poco, ora conta di più piacere al mondo che a Dio: una Chiesa che fa politica violenta schierandosi colpevolmente con quelle organizzazioni che con l’inganno portano troppi ragazzi africani a recarsi in Italia fra mille difficoltà anche per la loro giovane vita con una squallida nave sgangherata. 
La Carità da virtù teologale si è trasformata in sentimentalismo peloso, che in bocca a molti ecclesiastici o cristiani alla moda si è ulteriormente trasformata in qualcosa di così venefico che non ha timore di attaccare per puro spirito ideologico forme o anche istituzioni, in questo caso politiche considerandole il male assoluto.
Ci sono dei miei confratelli che stanno subendo la rabbia crescente nel popolo che non incontra i vip ecclesiastici (vescovi o cardinali alla moda) ma per la strada incrocia noi semplici preti. 
Io stesso, poco tempo fa, sono stato bonariamente redarguito nella piazza del centro storico del mio paese:  “è colpa vostra: voi preti ci state facendo invadere!” 
Ecco i risultati: complimenti ai vip della  CEI! 
Ecco cosa hanno ottenuto odio e frustrazione in un popolo che fino a qualche decennio fa
era al contrario più che devoto. 
Ci siamo spogliati della sacra veste, ci siamo spogliati della sacralità, ci siamo fatti borghesucci e non parliamo più dei Novissimi, quando ci si mondanizza il mondo chiede il conto e il suo conto è salato come sanno purtroppo bene i miei confratelli del Nicaragua!  
In questi ultimi mesi la CEI ha riempito i suoi giornali, un tempo cristiani ora marxisti e riviste non più ortodosse ma eterodosse e sfacciatamente comuniste, coi suoi inascoltati proclami  fatti di slogan vecchi odoranti di muffa anni ’70.
Viene da chiedersi dove erano quegli organi di stampa cattolici quando, conclusa l'éra San Giovanni Paolo II-Ruini- Ratzinger, era urgente continuare nella difesa dei "principi non rinunciabili" che nel Parlamento e nel governo non avevano trovato più posto e dileggiati dalla propaganda di massa progressista?
Mi permetto di concludere con dei paragrafi del Catechismo maggiore particolarmente utili a comprendere il mistero del male, il vero male che non è l’immigrazione o la simpatia o antipatia verso un politico: 
300. Dobbiamo sempre riconoscere la volontà di Dio nelle cose prospere od avverse della vita? Nelle cose psi prospere che avverse della vita presente dobbiamo sempre riconoscere anche la volontà di Dio, il quale tutto dispone o permette per il nostro bene. 317. Che cosa chiediamo nella settima domanda (del Pater, ndR): ma liberaci dal male? Nella settima domanda, ma liberaci dal male, chiediamo a Dio, che ci liberi dai mali passati,presenti e futuri, e specialmente dal sommo male che è il peccato e dall’eterna dannazione, che ne è la pena. 318. Perché diciamo: liberaci dal male e non dai mali? Diciamo: liberaci dal male e non dai mali, perché non dobbiamo desiderare di andare esenti da tutti i mali di questa vita, ma solamente da quelli, che non sono espedienti all’anima nostra, e perciò domandiamo la liberazione dal male in genere, cioè da tutto ciò che Dio vede essere per noi male. 319. Non è lecito domandare la liberazione da qualche male in particolare, per esempio da una malattia? Si, è lecito domandare la liberazione da qualche male in particolare, ma sempre rimettendoci alla volontà di Dio, il quale può anche ordinare quella tribolazione a vantaggio dell’anima nostra. 320. A che cosa ci giovano le tribolazioni che Dio ci manda? Le tribolazioni ci giovano per fare penitenza delle nostre colpe, per esercitare le virtù, e soprattutto per imitare Gesù cristo nostro capo, al quale è giusto che ci conformiamo nei patimenti, se vogliamo aver parte nella sua gloria. 
Cari Vescovi,Religiosi e confratelli Sacerdoti così si esprime la Chiesa e non come fate voi con slogan vergognosamente scandalosi e carichi di odio conto la verità e il bene delle anime. Prego per voi. 

Che Dio abbia misericordia di tutti noi


Un Sacerdote

 Foto:
- 1 L'ormai stranota copertina di Famiglia Cristiana uscita il 26 luglio 2018;
- 2 Il Senato della Repubblica nella seduta del 27 luglio: i Signori Senatori di un partito di opposizione al Governo in carica nell'atto di agitare il citato numero di Famiglia Cristiana. Comunque sia la Redazione di FC è riuscita finalmente a "farsi notare" a livello nazionale e internazionale. Rimane ora da aspettare la reazione della Segreteria di Stato Vaticana dopo l'esposto-denuncia di alcuni cattolici per l'uso indebito in una rivista cattolica dell'immagine (silhouette) del Santo Padre.

60 commenti:

  1. caro Sacerdote, io non vedo l'invasione. Tu si. I Vescovi italiani (la CEI) no e sono loro che ti danno da mangiare. Tu come presbitero hai giurato obbedienza al tuo Vescovo e il tuo vescovo al Papa. Quindi se non vuoi obbedire al Vescovo e al Papa, vattene dai lefevbriani e fatti pagare da loro e non dalla CEI.
    Un po' di coerenza. Lo stipendio non te lo dà Salvini.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il caro amico anonimo che non vede l'invasione fa evidentemente parte del gruppo di affaristi che mangia a quattro palmenti alle spalle dei poveri immigrati e degli italiani tartassati che sostengono economicamente il peso di questo schifoso sistema.
      E' talmente abituato a non sputare nel piatto dove mangia, da pensare che questa sia l'unica regola dell'agire morale.
      ... e la consiglia anche a un sacerdote!
      Caro amico, un sacerdote non è un cane.
      Tu obbedisci pure a chi ti dà da mangiare, ma lascia che gli altri orientino le loro scelte in base a parametri più elevati e dignitosi.
      Che pena infinita!

      Elimina
    2. Stai zitto, Fariseo!

      Elimina
    3. La cultura di cui è espressione Famiglia Cristiana è uno dei motivi per cui la famiglia non è più cristiana.

      Elimina
    4. jajajajaja...Anónimo sólo ve lo que quiere ver, y ánimo no conoce - o no quiere conocer- ña Doctrina Católica-. Maranathá !

      Elimina
    5. Hey anonimous, obedience first and allways to GOD, and then to man!
      Capisci?

      Ivan

      Elimina
    6. E siccome la CEI la paghiamo noi se i preti ragionano come te caro Anonimo delle 11.37 e vogliono una chiesa sezione staccata del PD,io il mio 8x1000 non lo do più alla Chiesa Cattolica

      Elimina
    7. Caro anonimo, se il sacerdote ha promesso obbedienza al Vescovo, tu che sei laico ricorda che l’obbedienza la devi al sacerdote. Il carattere che imprime il sacramento dell’ordine lo rende sempre un tuo superiore sia dal punto di vista ontologico che gerarchico. Se non ti va bene, va dai buddisti.

      Elimina
    8. Ma neppure Famiglia Cristiana!! Il prete dunque ha espresso doverosamente le sue riserve verso un periodico che di cristiano ha solo il titolo e che non ha mai fatto copertine del genere contro politici pro gay e pro aborto, con cui anzi va a braccetto!!

      Elimina
    9. Mi sembra che anonimo sia stipendiato dal Signore luciferino Attali ?

      Elimina
    10. Eh no caro anonimo che sprizzi solo veleno, come al solito, non sono i vescovi a pagare il sacerdote, ma lo Stato con l’8 per mille e quindi il popolo che democraticamente si è espresso. Ma come al solito la democrazia è per certa gente un optional.

      Elimina
    11. Agli anonimi non si risponde anche se il post è vergognoso.

      Elimina
    12. Sei tuo " anonimo " che devi passare ai protestanti. Pieno appoggio al sacerdote e avanti con Gesu e Maria.

      Elimina
    13. Sei tuo " anonimo " che devi passare ai protestanti. Pieno appoggio al sacerdote e avanti con Gesu e Maria.

      Elimina
    14. Caro Anonimo di ieri 11:37 come si permette di rivolgersi a un Sacerdote Cattolico in quel modo così irriverente? Dalle sue livorose parole con toni di comando lei antepone alla buona dottrina del magistero immutabile della chiesa il nuovo dogma dell'immigrazione selvaggia e non controllata. Dalle sue parole virulente fanno evincere perfettamente lo "status" del regime dittatoriale ( altro che misericordia...) che la chiesa sta vicendo: "Quindi se non vuoi obbedire al Vescovo e al Papa, vattene dai lefevbriani e fatti pagare da loro e non dalla CEI". Stiamo parlando di immigrazione NON di questioni dogmatiche... Roba da pazzi !!!

      Elimina
    15. Quel sacerdote è fedele alla sua coscienza e alla Verità a Dio! Non a chi gli dà lo stipendio!!

      Elimina
    16. Caro Anonimo. Prima di "impartire" lezioni (invasione si – invasione no) a chi vi rompe gli schemi ideologici sorosiani modernisti, dovresti leggere e ragionare sulle cifre degli "accolti" degli ultimi 3 anni. Ma forse siamo già nell’epoca del libro di Orwell: se il Grande Fratello dice che 2+2 fa 5, allora 2+2 non fa 4 ma 5. E’ così?
      Circa la "congrua", mi dici da dove la Cei ed i suoi Vescovi "misericordiosi" prendono i soldini per "pagare" i parroci? Piovono dal cielo o sono "frutto" delle loro personali tasche? Lo IOR è limpido?
      Circa i lefrevbiani,perchè li disprezzate? Non siete "misericordiosi" ? Non amate l'accoglienza, il dialogo, il "non-muro"? Dialogate con gli scannatori musulmani ma con i tradizionalisti “alzate i muri”. Suvvia, un poco di coerenza.
      In tutto questo - rigidità, intolleranza, altruismo con i soldini degli altri (per questo si dice "altruismo") - sento puzza di sepolcri imbiancati ed ipocrisia.
      Comunque hai fatto bene a invitare il Sacerdote dissidente della lettera ad andare dai lefrevbiani. E' l'unico modo per mettere al sicuro la propria anima vista l'Apostastia dilagante nella Chiesa Ufficiale. Pace a te.

      Elimina
  2. Caro confratello. Condivido quello che scrivi. Su un punto mi sento di aggiungere una considerazione: la gente ci rimprovera, dicendo che Papa, vescovi eccetera predicano un'accoglienza irragionevole. Basta rispondere che questo non è magistero ma sono le singole idee del singolo Papa, vescovo eccetera, che bisogna rispettarle ma non necessariamente condividerle, e che in effetti io personalmente non le condivido. Ecco che il volto dell'interlocutore si illumina. Basta dire la verità, così com'è.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Attenzione! Non semplifichiamo ! L'autorità di un papa è tale che ogni sua affermazione può essere considerata di fatto come atto magisteriale in tema di dottrina.

      Elimina
  3. Famiglia ( Cristiana ?!) che nei decenni è andata sempre più accentuando il suo linguaggio sovversivo e protestantoide, carpendo la buona fede delle famiglie cristiane allora in grande maggioranza nella società, ignorando il magistero della Chiesa e operando come un giornale di setta scismatica, ora, in totale crisi maniacale, consapevole della sua fine, sta cantando il suo funerale.

    RispondiElimina
  4. Risposta vergognosa a un commento pacato.Vi state agitando,si vede,avete l'acqua alla gola,vi manca poco,ormai.

    RispondiElimina
  5. Anonimo, non hai capito nulla!

    RispondiElimina
  6. Giuseppe Crippa27 luglio 2018 13:21

    Caro Sacerdote, La ringrazio molto per la Sua lettera, che condivido pienamente. Le esprimo poi la mia solidarietà per il tono arrogante ed il contenuto offensivo delle parole del commento di un lettore, che mette in relazione l’obbedienza (che è cosa ben diversa dalla possibilità di ragionare e di esprimere il proprio parere) e la retribuzione del proprio compito (che il Vangelo dice chiaramente essere dovuta “Restate in quella casa, mangiando e bevendo di quello che hanno, perché chi lavora ha diritto alla sua ricompensa.” Luca 10, 7). Sono lieto di vedere che ci sono Sacerdoti come Lei. Grazie!

    RispondiElimina
  7. Un prete promette obbedienza in materia di fede, di disciplina ecclesiastica e di costume e morale. In materia di opinioni politiche uno pensa quello che gli pare.

    RispondiElimina
  8. Un grazie infinite a questo sacerdote diocesano che ha avuto il coraggio di esprimere il suo pensiero condiviso da molti veri cristiani,a noi non ci interessa dello stipendio, la fedeltà a Cristo vale più di ogni altra cosa. In questo tempo noi fedeli abbiamo un grande bisogno di sacerdoti coraggiosi che credono e amano la sacralità. Dio la benedica caro sacerdote diocesano.

    RispondiElimina
  9. Caro anonimo che mi hai preceduto tra un po' i preti non riceveranno neppure più lo stipendio. Milioni di italiani hanno tolto l'8 per mille alla chiesa cattolica. Io ad es pur essendo cattolico lo dò alla Chiesa Ortodossa in Italia che custodisce meglio la Tradizione di quanto faccia la nuova Ong costituita dal rosso Bergoglio

    RispondiElimina
  10. Caro anonimo imbecille. Gli sputi in faccia prendili tu. Leggi bene la lettera prima di sparare a zero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. gentilissimo signor anonimo delle 15,39 dalla sua risposta si deduce l'azione mancata della sua signora Madre e del suo signor Padre.

      Elimina
  11. SE LEI NON VEDE L'INVASIONE SI METTA GLI occhiali... :)

    RispondiElimina
  12. Leggete qui sopra, ad opera di Anonimo 11:37, un insigne esempio di sensibilità, intelligenza e misericordia.

    RispondiElimina
  13. Anch'io la vedo l'invasione, forse tu, anonimo, vivi in un quartiere di lusso dove lì dentro non li fate entrare nemmeno come turisti.
    Sei anche un po' ignorante sulle questioni di Chiesa; infatti non sai che il giuramento di fedeltà alla gerarchia riguarda solo il corretto annuncio del Vangelo e la Scrittura tutta.
    Per cui al di fuori di quell'ambito, l'obbedienza è solo servilismo, anzi, chinare il capo davanti agli errori è un peccato davvero grave di cui si dovrà rendere conto a Dio.

    RispondiElimina
  14. L'obbedienza va sempre data anche se certe prese di posizione del magistero non le condividiamo. Questo vale per tutti sia per i semplici fedeli che per i consacrati. Qando però detto magistero ci fa sapere magari per interposta persona e non che l'inferno non esiste, che l'anima dei malfattori si dissolve, e quindi l'anima immortale non esiste, che Dio non è cattolico, che il proselitismo è una solenne sciocchezza, che la Trinità litiga, che la Madonna sotto la croce dice che Dio l'ha ingannata, che la coscienza è l'ultima istanza del bene e del male, oppure che non si può sapere nulla di quello che ha detto Cristo perchè allora non esistevano i registratori, oppure su Pannella, s'è detto che è stato uomo di grande spiritualità, una grande perdita per questo nostro Paese, ha speso la vita per gli ultimi in difesa della dignità di tutti e magari tra poco lo faranno santo insieme a Lutero, senza tralasciare colui che ha detto che "Sodoma fu graziata da Dio", che "Lutero è stato uomo di grande spiritualità" (uno che ha dato le ostie consacrate alle vacche, oltre che omicida e suicida) che non si identifica con quelli che dicono il rosario fuori dai consultori, mi dice lei se dobbiamo andar dietro a questi apostati che hanno occupato un posto che non è per loro ?
    Se viene predicato il falso, è falso anche il predicatore, che dunque non merita di certo il riguardo dovuto a quello vero. Tacere sulle eterodossie è una gravissima mancanza verso Dio e la Chiesa e non va data obbedienza !
    Suggerisco il don a venir fuori anche su questi temi. E' ora che bisogna gridare dai tetti che questa gente è eretica se non apostata. Ne va della salvezza di milioni di anime.

    RispondiElimina
  15. Fortissimi questi sacerdoti DIOCESANI che vedono Messainlatino di nascosto nella loro sacrestia col tablet comprato coi soldi della Cei e scrivono parole al vetriolo nemmeno firmandosi!
    VOI SI CHE AVETE LA SCHIENA DRITTA!!! COMPLIMENTI!!!

    Viva Mons. Lefevbre che ha salvato il cattolicesimo e la Messa Cattolica mettendosi contro anche il Papa!

    RispondiElimina
  16. Se uno no vede e/o non vuole vedere è questione di vista ma, purtroppo, all'intelletto non bastano occhiali. A quel sacerdote non da lo stipendio la CEI ma il popolo cattolico. Poiché ha giurato obbedienza dovrebbe andare contro la Verità, la dottrina e la tradizione, come Bergoglio e tanti vescovi. Ma sia sereno la grande maggioranza è con lui; gli insulti dell'Anonimo e dell'agonizzante FC che i cattolici non vogliono più leggere, sono del tutto inefficaci.

    RispondiElimina
  17. L'ultimodeimohicani27 luglio 2018 18:41

    Che dire di questo cretinetto qui sopra, cattocomunistello,topo di oratorio, mai cresciuto, ignorante, insignificante omuncolo frustrato? Sono tutti cosi, senza fede, senza cultura, senza anima, senza amici, senza la stima di nessuno. Insomma, capra!
    Tutta la mia comprensione al sacerdote del quale comprendo la delusione ed il dispiacere. Coraggio, verrano giorni di festa!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gentilissimo signor ultimo dei mohicani: capra detto da Lei è un complimento.
      Ex ore tua Te iudico.

      Elimina
  18. Caro anonimo delle 11,37 l'8 x 1000 lo pagano i cattolici e non la CEI che semmai lo usa per ostracizzare i preti rimasti cattolici.
    Quindi non darò l'8x1000 finche la CEI non rinsavirà e do invece una mano ai Sacerdoti cattolici perseguitati a colpi di misericordia perché intendono perseverare nella Fede

    RispondiElimina
  19. L'intervento di Anonimo 11.37 è davvero sprezzante e gretto. E non c'entra niente con l'argomento esposto dal Sacerdote.

    RispondiElimina
  20. il solito Anonimo che scrive per dare aria alla gola... forse siamo in troppi per te che "vediamo l'invasione", fattene una ragione e stai zitto!

    RispondiElimina
  21. Cosa c’entra la coerenza? Percepire una giusta retribuzione per il lavoro apostolico svolto, secondo le vigenti normative che regolano i rapporti tra la chiesa e lo stato, non implica il fatto di sposare le idee politiche di nessuno. Non è per il fatto che un dipendente riceve il suo dal datore di lavoro, che deve uniformare il suo pensiero a quello di quest’ultimo.

    RispondiElimina
  22. Commento insulso a un post corretto. Per un prete lo stipendio non deve essere il primo pensiero.

    RispondiElimina
  23. Complimenti all'anonimo troll: il sacerdote non ha parlato di invasione, ha richiamato la CEI da figlio devoto a non usare slogan violenti e irrispettosi di una persona (in questo caso il ministro) con un intrusione in tema politico che la stessa si è ben guardata dal fare quando altri governi hanno legalizzato unioni civili e DAT...

    RispondiElimina
  24. ERRATA CORRIGE. Com'è possibile che ci si rivolga a un Sacerdote Cattolico in quel modo dittatorialmente irriverente come ieri ha fatto Anonimo delle 11:37? Le livorose parole con dei toni di vero comando hanno dimostrato perfettamente che prima della buona dottrina del magistero immutabile della chiesa attualmente bisogna aderire al nuovo "dogma" dell'immigrazione selvaggia non controllata. Le virulente parole di Anonimo di ieri denotano lo "status" del regime dittatoriale ( altro che misericordia...) della chiesa nei nostri giorni: "Quindi se non vuoi obbedire al Vescovo e al Papa,- sulla questione dell'immigrazione selvaggia e non cotrollata- vattene dai lefevbriani e fatti pagare da loro e non dalla CEI". Stiamo parlando di immigrazione selvaggia e non controllata e NON delle questioni dogmatiche o morali... Cose da non credere !!!
    PS Non è la CEI a pagare i preti ma il popolo italiano cattolico attraverso l'8/1000!!!

    RispondiElimina
  25. Dal momento che lo stipendio dei sacerdoti è pagato con i soldi dell' 8x 1000 che noi cittadini cattolici liberamente doniamo...mi vien da pensare che, il crollo stesso delle donazioni , sia un messaggio chiaro di protesta verso le attuali politiche sociali della Chiesa, idee che evidentemente non sono quelle della maggioranza dei fedeli.

    RispondiElimina
  26. Gentile anonimo delle 8,32. Non sono per nulla livoroso. Sono molto razionale. E' vero che è il popolo italiano a lasciare l'8 / 1000 ma lo lascia alla Chiesa Italiana cioè alla CEI.
    Quindi per quanto riguarda la politica italiana, come ha detto S.S. Papa Francesco f.r. essa è l'unica che ha voce in capitolo.
    Ergo il presbitero obbedisce al Vescovo e il Vescovo al Papa
    se non si chiama scisma (ovvero Lefbvre) e la CEI dà la linea politica dei vescovi.
    P.S. io in chiesa non lascio offerte, sufficit l'8/1000.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Perché, i soldi che danno i cattolici per i sacerdoti, la CEI e/o il papa potrebbero loro negarli facendoli passare per loro carità ?

      Elimina
  27. Bravo il Padre e bravo lei che risponde alla babosa rabia del Anonimo (27 luglio ) e che debe essere uno della Cei

    RispondiElimina
  28. l'invasione si è arrestata proprio grazie a Salvini. Ora si tratta di rimpatriare tutti coloro che non essendo profughi non hanno diritto di stare in Italia.

    RispondiElimina
  29. Abbasso i "buoni-sti" viva i "cattivi".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. D'accordo. E come diceva qualcuno: le vie dell'inferno sono lastricate di buone intenzioni. Nel corso della storia gli idealisti hanno sempre fatto più danni dei realisti (anche perché prefigurano una realtà che non esiste).

      Elimina
  30. Infatti da quest'anno 8x1000 alla Chiesa Ortodossa e 5x1000 alla Fraternità Sacerdotale S. Pio X....L'unico modo di fare male a questi qua è colpirli nel portafoglio. Per il resto non mi va di aggiungere altro.

    RispondiElimina
  31. È finita la pacchia per certe organizzazioni "cattoliche" che lucrano sul traffico di esseri umani. Addirittura iniziano ad accorgersene anche Bergoglio e Mattarella, parlando di "nuovo schiavismo".

    RispondiElimina
  32. Carissimi io vi chiedo con tutta onestà e franchezza di organizzarvi e fondare una una nuova religione. Chiamatela come volete, fondatela su quello che volete, ma vi prego di lasciare stare il Vangelo. Prendete un po' di tradizione qua e là, celebratevi le messe nel rito che vi piace di più, con i paramenti migliori che trovate. Fate quello che volete insomma ma non metteteci di mezzo il Vangelo e nostro Signore. Perché guardate quello non c'entra proprio nulla con quello di cui parlate voi. Senza nessun rancore o acredine. Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Te hai una visione distorta e strampalata del Vangelo, mi sa che hai sbagliato confessione religiosa (ammesso che esista una confessione religiosa che si adegua al mainstream e i cui cardini vengono continuamente stravolti).

      Elimina
    2. Scusa ma il mainstream oggi come oggi mi sembra quello del fascismo di questo governo e di altri come Orban o Trump. quindi direi proprio che Papa Francesco non è nel mainstream ma proprio controtendenza come è tipico di chi annuncia il Vangelo. Ma credo che voi non lo leggiate spesso. Ho visto addirittura che adesso siete pure favorevoli alla pena di morte! Complimentoni!

      Elimina
  33. Primula Rossa2 agosto 2018 08:58

    Carissimo Amore, con chi ce l'ha? Con Bergoglio & Company, spero.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh credo che quelli che professano una religione che non c'entra per nulla con il Vangelo sono quelli di sto sito! Il Santo Padre Papa Francesco direi che è più che legato alle Sacre Scritture e agli insegnamenti di Gesù!

      Elimina
    2. Si come no soprattutto in tema di famiglia l'attinenza con le parole di Gesu è massima....ma mi faccia il piacere!!! :-)

      Elimina
    3. 1) non vedo dove sta la distanza tra quello dice Papa Francesco e la sacra scrittura

      2) ma secondo voi la dottrina cristiano-cattolica si limita ai principi non negoziabili? Mt 25 voi lo avete strappato e saltate direttamente al capitolo dopo? Beh e non solo quello.

      Elimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.