venerdì 30 giugno 2017

Ultim'ora - Card. Müller: oggi il Papa Francesco lo ha licenziato al termine del suo mandato

La notizia sembra proprio confermata: anche le fonti di MiL nonché quelle di Rorate Caeli darebbero per certo quanto riportato inizialmente da Roberto de Mattei su Corrispondenza Romana  (che di suo comunque sempre attendibile).
Sarebbe quindi caduto anche il penultimo pilastro della Curia Romana in difesa della dottrina cattolica. L'ultimo resta il Card. Sarah. 
Molto probabilmente al Prefetto dell'Ex Sant'Uffizio è stato comunicata la notizia dal Papa in persona, dopo essere stato ricevuto (come di consueto ogni venerdì) da Francesco questa mattina in udienza (si veda qui, dal sito della S. Sede, bollettino B0464). 
Se a questo punto il futuro dovesse vedere fatti diversi, sarà perché la fuga di notizie avrà consigliato maggior prudenza e maggior riguardo verso il porporato tedesco. Ma visto il trattamento riservato ai Card. Piacenza e Burke teniamo nessun retro front del papa. 
 
All'epoca della sua nomina (2 luglio 2012) avevamo espresso giudizi molto critici per la decisione di Benedetto XVI nello scegliere il card.Müller   alla guida del dicastero della Dottrina della Fede (Per via di alcune sue affermazioni ambigue sulla verginità di Maria, ecc). 
Col senno di poi, oggi soprattutto dal 13 marzo 2013, ringraziamo il Papa emerito perchè il Card. Müller si è distinto per coraggio e rettitudine nel difendere la teologia, ribadendo l'ortodossia in materia di indissolubilità del matrimonio, sull'impossibilità di dare la S. Comunione ai divorziati risposati, sull'infondatezza per i cattolici di celebrare il 500° anniversario di Lutero, ecc.
Roberto



FONTE: Corrispondenza Romana del 30.06.2017

Licenziato da papa Francesco il cardinale Muller 

Licenziato da papa Francesco il cardinale Muller.

Sua Eminenza il Cardinale Gerhard Ludwig Müller, Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede dal 2 luglio 2012, è stato licenziato da papa Francesco allo scadere esatto del suo mandato di 5 anni.
Il cardinale Müller è uno dei cardinali che hanno cercato di interpretare l’Amoris laetitia, secondo un’ermeneutica di continuità con la Tradizione della Chiesa. Ciò è bastato per annoverarlo tra i critici del nuovo corso imposto da papa Bergoglio.

11 commenti:

  1. è stato licenziato o è scaduto il mandato?

    RispondiElimina
  2. Notizia orribile da un lato, dall'altro Muller è 4 anni che è solo un pupazzo lasciato lì senza nessuna funzione, funzione che hanno assunto Bergoglio, Bianchi, Melloni, Schoenborn, Galantino, Spadaro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti...il prossimo sarà il Cardinal Sarah, che anche se è senza funzioni è una spina nel fianco del Bergoglione eretico per le sue dichiarazioni.

      Elimina
  3. DONNE DIACONO, COMINCIA LA PARTITA

    Come preannunciato a maggio, papa Francesco ha creato la Commissione di studio sul diaconato femminile L’ organismo, guidato dall’ arcivescovo gesuita Luis Francisco Ladaria Ferrer, segretario della congregazione per la Dottrina della Fede, è composta da dodici membri, metà uomini e metà donne
    03/08/2016
    di Antonio Sanfrancesco

    http://m.famigliacristiana.it/articolo/donne-diacono-comincia-la-partita.htm

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La partita comincia? Io direi che è già al secondo tempo. Non oso immaginare il lavoro minuzioso che i licantropi hanno già eseguito nell'ombra per fare un bel passo avanti verso il sacerdozio femminile. Attenzione: da questi luterani accoliti di satana c'è da aspettarsi di tutto.

      Elimina
  4. L'allontanamento, proprio alla fine precisa del mandato, contrariamente alla prassi, indica l'ansiosa liquidazione del pontificato di Benedetto XVI, fastidioso intralcio all'ideologia bergogliana, che vuole una dottrina manipolabile, da sostituire, come per tutte le nomine già avvenuta con adeguabili.

    RispondiElimina
  5. Salvate il Cristo dalla Chiesa cattolica!
    Propongo la lettura di questo testo, scaricabile gratuitamente per cinque giorni.
    https://www.amazon.it/dp/B073K313NT/
    Non facciamoci illusioni! L'Italia è destinata al fallimento e ormai anche se si bloccassero le migrazioni, i costi per quelli che sono già sul territorio sono sostenibili soltanto aumentando il debito pubblico e questo non può continuare per sempre.
    Almeno cerchiamo di capire i motivi che ci hanno portato a questo punto.

    RispondiElimina
  6. Dobbiamo ringraziare Bergoglio di non saper e/o non voler fingere. Avrebbe potuto, con sorrisi e falsi convenevoli, lasciare Muller per qualche altro mese. Ma, la sua ansia di rottura con la dottrina e i pontificati della storia, oltre alla paura di chi, autorevolmente, gli è contrario e lo mette in difficoltà, lo costringono a soluzioni brutali.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "La sua ansia di rottura con la dottrina e i pontificati della storia": bersaglio centrato.

      Elimina
  7. Per chi volesse approfondire la questione migratoria consiglierei di cercare una risposta studiando un personaggio conosciuto solo da pochi: Kalergi.

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.