martedì 10 gennaio 2017

ULTIM'ORA Card. Burke sconfessa Müller: "Amoris Laetitia è pericolo perla fede. La correzione del Papa ci sarà. Non temo di perdere la porporama temo di più il giudizio di Dio"


Dopo le recenti dichiarazioni del Card. Müller con cui escludeva pericoli per la dottrina e la fede, e le minacce paventate  dal decano della Rota Romana sullo "scardinalamento" dei 4 porporati dei dubia, il Card. Burke ha dichiarato che se il papa non provvederà a rispondere sulle 5 domande, l'atto di correzione formale del papa ci sarà. Eccome. 
In un intervista il Cardinale ha detto di non temere di perdere la porpora ma di temere di più il giudizio di Dio. 
Così dicendo egli ha dimostrato di essere alimentato e sostenuto da una vera e forte fede in Dio che gli permette di essere un vero e coerente ministro di Dio. 
.
Qui sotto l'intervista dal sito radio Spada Di oggi 10.1.2017

http://www.radiospada.org/2017/01/ancora-card-burke-amoris-laetitia-non-e-magistero-senza-chiarimenti-ci-sara-devastazione-non-temo-perdita-cardinalato-ma-giudizio-dio/

Roberto 

72 commenti:

  1. Un vero eroe del Vangelo

    RispondiElimina
  2. Avanti per amore della Verità. Grazie per l'Esempio

    RispondiElimina
  3. In realtà l'intervista a The Remnant è ben precedente alle parole di Müller a TGCOM24

    RispondiElimina
    Risposte
    1. A me risulta il contrario. L'intervista di Muller a TGCOM24 è dell'8 gennaio, quella di Burke a The Remnant è del 9 gennaio.

      Elimina
    2. Quindi non è da leggere come una sconfessione di Müller. Sbagli Arturo, l'intervista di Burke a The Remnant è stata diffusa sull'omonimo sito il 9 gennaio, ma il giornale (riservato agli abbonati, di cui faccio parte) in cui è apparsa originariamente è datato 25 Dicembre, ed è stata rilasciata (e cito) "una settimana dopo" la "Messa Alta Pontificale al Santuario di Nostra Signora di Guadalupe a Lacrosse" il 10 Dicembre.

      Elimina
    3. Sig. Carlo, guardi che non sarebbe comunque cambiato nulla! Le posizioni dei cardinali firmatari dei "dubia" sono comunque ferme e attendono una risposta ufficiale, indipendentemente dagli incroci delle date!

      Elimina
    4. Sig. Anonimo, guardi che sostengo i Cardinali dei Dubia al 110%, dalla richiesta privata alla successiva pubblicazione (contro Müller). Il mio era un intervento per amore di chiarezza: QUELLA intervista non andava vista come Burke che "sconfessa" Müller, come da titolo! Poi peraltro mi sono visto smentire dalla intervista di ieri per "La Verità", in cui Burke ha realmente contraddetto il Prefetto della CDF.

      Elimina
  4. Un uomo con la schiena dritta in una corte di lacché.

    RispondiElimina
  5. Secondo me il Signor Cardinale Burke si è montato la testa, oppure è una questione di regolamento di conti tra Lui è il Santo Padre. Comunque dal mio punto di vista manifesta poca conoscenza della dottrina cattolica che tanto Predica. Si legga la Pastor Aeternus, magari gli passa la voglia di correggere il Papa. Cosa peraltro MAI vista in ambito Cattolico e ripeto MAI vista. La dottrina sul Matrimonio e sull'Eucaristia è salda e AL non la cambia in nessun punto. Si chiede soltanto ai Pastori il discernimento della condizione (cosa molto Scolastica tra le altre cose) in cui si trovano i soggetti del secondo matrimonio e come "eventualmente" dopo attenta analisi ammetterli alla Santa Comunione. Certo è un passo in più rispetto alla costituzione Familiaris Consortio di GPII, ma la Chiesa è sempre in riforma per poter rispondere sempre meglio alle esigenze del tempo in cui si trova ad operare. Tra l'altro le affermazioni di F.C. non sono dogmi di fede quindi sono soggetti a mutazione. Prendiamo l'esempio delle Chiese Orientali hanno una diversa teologia del matrimonio ma non per questo non rispondono al comando Evangelico. L'uomo non è un Angelo e può sbagliare e correggersi, ma è naturale che se ci sono dei nuovi figli risulta difficile tornare indietro, non per questo quella persona dovrà essere bollata a vita come adultera e fornicatrice. La dottrina è chiara le situazioni della vita sono molteplici e vanno esaminate tutte. Perchè un aborto può essere perdonato (e non nel dettaglio sull'indulto per i presbiteri) e un errore come un matrimonio sbagliato no....! Meditate gente, invece di sputare sentenze a destra e manca.
    Cardinal Burke preghi e stia zitto invece di continuare a ciguettare.
    Grazie
    Davide83

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non bisogna essere superficiali.Facciamo attenzione alla situazione.Al Cardinale Burke ,essendo un autentico difensore della Fede,potrebbero levare il cardinalato.A Davide83 nessuno invece potrà mai levare l'imbecillato.

      Elimina
    2. Sarà, temo, tempo sprecato, ma ti faccio notare che hai le idee ben confuse. Prima dici, citando addirittura la Pastor Aeternus, che il Papa MAI e poi MAI si può correggere, poi affermi che la Chiesa è sempre in cammino per rispondere alla esigenze del tempo e che si sono fatti passi avanti rispetto alla Familiaris Consortio di GPII. E' esattamente come dire che fumare fa male però un paio di pacchetti al giorno non possono che fare benone!

      Elimina
    3. Difficile riuscire a dire tante inesattezze tutte insieme. Davide 83 pero' ce l'ha fatta. Oltre a non conoscere la teologia fondamentale dimistra di non conoscere l'uso delle maiuscole!

      Elimina
    4. La tua testa e' proprio smontata!

      Elimina
    5. Leggiti San Paolo caro! Il vicario di Cristo e' a servizio della Chiesa e del Vangelo non viceversa! Se fa il contrario "sia anatema!" (Cit.)

      Elimina
    6. Mai si era visto un Papa che dava le dimissioni, ripeto Mai. Eppure poi si è visto...

      Elimina
    7. Mai si era visto un Papa che dava le dimissioni, ripeto Mai. Eppure poi si è visto...
      Si può fare come in Amoris L. lasciamo ferma la dottrina dell'infallibilità del Papa, però dopo adeguato discernimento, come prassi, ripeto senza toccare la dottrina, chiediamo la correzione formale dell'eresia.

      Elimina
    8. Caro Davide 83, se San Paolo non avesse caritatevolmente corretto San Pietro durante il Sinodo di Gerusalemme, la situazione della Chiesa sarebbe stata ben diversa e certamente San Pietro non ci avrebbe fatto una grande figura! Se il papà Sì il papa chiede il dono della parresiachiede il dono della
      parresia, voglia il cielo che ci siano tanti uomini di Dio come il cardinale Burke ad avere il coraggio di dire in faccia la verità! Altrimenti si tratta solo di cortigianeria, di un cristianesimo naturale che se ne frega altamente di Dio e della croce! Di naturalismo, ossia di una religione tutta umana che non era il legami col trascendente, basta e avanza quello che ha fatto la rivoluzione francese e tutti i danni che ne sono derivati all'umanità intera! Stefano 88

      Elimina
    9. La Madonna ha detto NEL 2011 che deriverebbero un uomo con tre NOMI nella Chiesa e causare confusione ... Preghiamo per la Chiesa di Gesù


      3.452 - 14 marzo 2011
      Cari figli, Cristo è la vostra speranza. Confidate in Lui, che vede ciò che è nascosto e vi conosce per nome. Non perdetevi d’animo. Inginocchiatevi in preghiera e testimoniate ovunque che siete unicamente del Signore. Vi chiedo di vivere coraggiosamente i miei appelli, perché desidero condurvi a Colui che è il vostro unico e vero Salvatore. Date il meglio di voi nella missione che vi è stata affidata. Sappiate che il Signore vi ricompenserà generosamente per tutto quello che fate in favore dei miei piani. Soffro per quello che vi attende. Accadranno fatti spaventosi e gli uomini sapienti resteranno confusi. Sono vostra Madre e sono venuta dal cielo per chiamarvi alla conversione. Tornate. Non rimandate a domani quello che dovete fare. Vivete nel tempo delle grandi confusioni spirituali. Quando un uomo si presenterà con tre nomi, ci sarà grande confusione nella casa di Dio. Pregate, pregate, pregate. Coraggio. Io intercederò presso il mio Gesù per voi. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.



      Il cardinale Burke è un uomo di Dio. Dobbiamo pregare per lui e gli abbiamo chiesto di essere forte in difesa della fede. Se si vuole capire tutto ciò che sta accadendo e che accadrà, leggere le profezie della Madonna di Anguera.

      2.570 - 03.09.2005
      Cari figli, Io vi amo come siete e desidero che siate fedeli al mio Gesù. Pregate molto e non allontanatevi dalla grazia del mio Signore. Abbiate cura della vostra vita spirituale e non permettete che le cose materiali vi allontanino dal cammino della salvezza. WALTER KASPER: per causa sua molti moriranno. I prescelti per difendere la verità la negheranno. Soffro per ciò che vi attende. Quel novembre di dolore si ripeterà. Il fiume Tago le scorre accanto*. Una grande montagna cadrà sulla terra. Pregate. Pregate. Pregate. Questo è il messaggio che oggi vi trasmetto nel nome della Santissima Trinità. Grazie per avermi permesso di riunirvi qui ancora una volta. Vi benedico nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo. Amen. Rimanete nella pace.



      www.apelosurgentes.com.br

      www.madonnadianguera.it


      Elimina
    10. Replico all'anonimo delle 14,17 dell'11.1 per affermare e confermare che attraverso una profezia di Padre Pio, da me conosciuta integralmente, la Santa Sede (Cardinale Bertone) conosceva bene fin dal 2009 che Papa Benedetto XVI sarebbe stato costretto a dimettersi precisando le motivazioni e la relativa regia.In fede. Davanti a Dio giuro che quanto ho scritto corrisponde alla verità assoluta, ma di più non posso dire in quanto per volere Divino soltanto la Chiesa deve conoscere il contenuto.

      Elimina
  6. Davide83 anche l'adulterio può essere perdonato, non solo l'aborto. Per accedere all'Eucaristia ci si confessa e si smette di compiere il peccato. Non mi pare che Burke dica cose diverse. Se invece ammettiamo al sacramento senza passare dalla confessione allora i dubbi vengono, e non solo a Burke...

    RispondiElimina
  7. "La dottrina è chiara e le situazioni della vita sono molteplici". Il trucco sofistico per scardinare la dottrina in modo indiretto attraverso i casi pietosi, inaugurato con il CVII.

    RispondiElimina
  8. E avvicinatisi dei farisei, per metterlo alla prova, gli domandarono: “È lecito ad un marito ripudiare la propria moglie?”. Ma egli rispose loro: “Che cosa vi ha ordinato Mosè?”. Dissero: “Mosè ha permesso di scrivere un atto di ripudio e di rimandarla”. Gesù disse loro: “Per la durezza del vostro cuore egli scrisse per voi questa norma. Ma all’inizio della creazione Dio li creò maschio e femmina; per questo l’uomo lascerà suo padre e sua madre e i due saranno una carne sola. Sicché non sono più due, ma una sola carne. L’uomo dunque non separi ciò che Dio ha congiunto”. Rientrati a casa, i discepoli lo interrogarono di nuovo su questo argomento. Ed egli disse: “Chi ripudia la propria moglie e ne sposa un’altra, commette adulterio contro di lei se la donna ripudia il marito e ne sposa un altro, commette adulterio”.
    Questo è il motivo !!!

    RispondiElimina
  9. Giusta la precisazione di Davide 83, alle circollocuzioni sofistiche: " la dottrina è chiara e le situazioni della vita sono molteplici" per giustificare lo scardinamento indiretto della dottrina, con il subdolo espediente, inaugurato con il CVII, che ha cambiato de facto nella prassi, anche se non il dettato, la dottrina cattolica.

    RispondiElimina
  10. Me lo immagino l'ex cardinale Burke a fare il lavapiatti pagato con i voucher

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ci sarebbe nulla di male.Il Regno di Gesù sulla Terra è regno di umiltà.Speriamo solo che nel ristorante dove si laveranno i piatti non vadano almeno a mangiare i Ravasi,Marini,Bergogli,Kapser ect. per ovvi problemi sanitari....

      Elimina
  11. @ David 83, non vorrei risponderti in quanto le cose che dici sono solo provocazioni; comunque ti ricordo che tu tutti quelli come te seguaci di Bergoglio e bergogliani e seguaci del nefasto concilio vat.II dovrebbero cospargersi e darsi fuoco, piuttosto che provare a portare all'eresia migliaia di persone. Tanto Dio vi punirà come Sodoma e Gomorra - solo che gli abitanti di quelle città avevano peccato e dato scandalo, mentre tu, oltretutto fai proselitismo in questi casi di portare la gente al peccato e addirittura il contrario di quello che dice bergoglio che dice di non fare proselitismo Cristiano. Vai, vai segui i tuoi lacchè conciliari sia cardinali che vescovi; poi se fossi prete stammi lontano migliaia di Km.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto. Proselitismo del peccato!


      "Chi scandalizzerà uno solo di questi piccoli che credono in me, gli conviene che gli venga appesa al collo una macina da mulino e sia gettato nel profondo del mare". (Matteo 18,6)

      Elimina
  12. L'ex cardinale Burke diventerebbe Papa al prossimo Conclave...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non penso proprio visto che fa la guerra alla Massoneria.

      Elimina
    2. MEGLIO CARDINALE, STA FACENDO COSE EGREGIE - DA PAPA I CONCILIARI E SINODALI BERGOGLIANI CERCHEREBBERO DI DISTRUGGERLO, SOLO PER IL FATTO CHE PREDICA LA VERA DOTTRINA CATTOLICA IMMUTABILE.

      Elimina
    3. Lasciamo fare allo Spirito Santo che Lui sa come e quando intervenire per la salvezza della Chiesa.

      Elimina
    4. Guido Villa perché scrivi "l'ex cardinale?

      Elimina
  13. Quando in una diga si apre anche solo una piccola falla, col tempo la diga crollerà. Matrimonio, Eucarestia, Confessione, sono tre dighe che poggiano una sull'altra, aprendo la fessura in una crolleranno anche le altre.
    Vera Misericordia è il perdono del peccatore.
    Falsa Misericordia è il perdono del Peccato.

    RispondiElimina
  14. Ma nessuno proibisce di confessarsi di nn essere adultero o di praticare il massimo dell'ascesi. Sono concessioni in più che si dàno agli altri. Chi ha figli separati risposati o figli omosessuali sa che questi avranno una vita meno difficile. Che noia vi dà?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse su questa Terra grazie a una Chiesa eretica. Quando saranno davanti al giudizio di Dio ne avranno parecchie di noie...la porta e' stretta ed entrano pochi, in quella larga della perdizione entrano in molti!

      Elimina
  15. Quando Dio manda la lepre, manda pure l'erba. Non può chiederti nulla senza darti la Grazia di affrontarla.L'indissolubilità matrimoniale non è un ideale da raggiungere, ma un dono Sacramentale, è già insito nel sacramento.

    RispondiElimina
  16. Ma lo vedete si che lo scisma è di fatto? ormai ci sono due chiese, una Cattolica, Apostolica e una chiamiamola chiesa due è quella modernista, quella conciliare che in 50 anni ha distrutto tutto ciò che è la Dottrina Cattolica immutabile dataci da Cristo tramite gli Apostoli - la nuova chiesa ha il potere temporale, mentre la Chiesa vera quella che ha fede in Cristo, ha la fede, i Sacramenti, i Comandamenti, le Leggi Divine di Cristo, ha e crede nella Rivelazione e nella Tradizione, è quella dei 260 Papi e dei 20 Concili dogmatici. Noi seguiamo la vera Chiesa Cattolica e facciamo finta di non vedere ne Bergoglio, ne i Bergogliani ne i seguaci delle nefaste riforme conciliari e sinodali.
    Speriamo solo che sorgano molti Cardinali Burke, Caffarra, Branduller eccc. ecc. e tanti Vescovi Cattolici veri Cattolici - tutto l'altro che è guidato dal demonio (e quest'anno siamo nel centenario di Fatima e delle apparizioni) si autodistruggerà da solo - Cristo ha detto ""sarò con voi fino alla fine dei secoli ecc. ecc.""

    RispondiElimina
    Risposte
    1. "Quando tornero' trovero' ancora la fede?"

      Elimina
  17. Si ma se anche venisse questa correzione formale.... sai a Bergoglio e alla sua corte quanto gliene importa?
    Sarà ancora occasione per buttare fango sui legalisti, induriti, ingessati tradizionalisti!

    RispondiElimina
  18. EM.ZA REV.MA LA GUIDA DEL SIGNORE E' CERTISSIMA E' LUI CHE CI GUIDA, E' LUI CHE CI SOSTIENE E' LUI CHE CI HA DETTO ""PORTAE INFERI NON PREVALEBUNT"", SE NOI NON CI OPPONESSIMO AGLI ERRORI ANCHE DEI PAPI O DEI VESCOVI, CI OPPORREMMO A DIO - ED IO VOGLIO OBBEDIRE A DIO PIUTTOSTO CHE AGLI UOMINI.

    RispondiElimina
  19. Dare la Comunione a chi vive oggettivamente in adulterio, farà si che questa prassi, piano piano si diffonda come dato di costume, come abito, da cui abitudine, poi i motivi attenuanti diventeranno sempre di più, fino ad arrivare al punto che nel popolo cristiano sarà normale farsi una seconda o terza famiglia, se fallisce anche la seconda, perché il dogma dell'indissolubilità diverrà un mero ideale. È inutile ribadire che la carne non si può mangiare, se poi mi servi la carne su un piatto d'argento, tutti prima o poi mangeremo. Non serve a nulla proclamare il dogma e poi fare il contrario, si cade tutti nell'abisso.

    RispondiElimina
  20. I HAVE A MUCH MUCH MUUUUUUCH BETTER IDEA!!
    POPE FRANCIS HAS MADE A GREAT MANY CARDINALS...SO HOW ABOUT MAKING ONE MORE...HIMSELF!! ..THEN BURKE FOR PAPACY!! PERFECT ����

    RispondiElimina
  21. Che il Signore dia forza al cardinale Burke e a quanti lo seguiranno! Sì vergognino Muller e Vallini!!

    RispondiElimina
  22. Voglio rispondere un pò a tutti.
    Innanzitutto le mie non erano provocazioni ma il mio modo di vedere le cose.
    Non sono seguace ne di Bergoglio ma di Gesù in modo indegno e da peccatore. Citando la Pastor Aeternus avevo in mente questo punto:

    "...tutti, pastori e fedeli, di qualsivoglia rito e dignità, sono vincolati, nei suoi confronti, dall’obbligo della subordinazione gerarchica e della vera obbedienza, non solo nelle cose che appartengono alla fede e ai costumi, ma anche in quelle relative alla disciplina e al governo della Chiesa, in tutto il mondo.

    Quanto a quelli che scrivono che verremo puniti come Sodoma e Gomorra dico che il Vangelo dice di guardare la propria trave nell'occhio non la pagliuzza nell'occhio del fratello.

    A chi mi dice di non conoscere la Teologia fondamentale, dico meno male, perchè se voi che la conoscete ragionate cosi, Dio me ne liberi.

    A chi cita il Vangelo, dico che Gesù ha dettato la dottrina che nessuno ha mai mutato, ma di fronte al peccatore ha sempre preferito il perdono e la misericordia vedi il brano della prostituta o del perdonare 70 volte 7; perché non si può applicarlo a chi ha sbagliato una volta sposando la persona errata. I farisei volevano più mogli per soddisfare il loro desiderio, qui stiamo parlando di una cosa diversa, ma la vs. mente è troppo ottusa per arrivare a capirlo.

    L'eucaristia, la confessione, il matrimonio e gli altri sacramenti non sono bastioni da difendere ma doni che ci sono concessi per arrivare a conoscere il Padre il Figlio e Lo Spirito Santo.

    Non capisco tutto questo vostro livore e perfino odio in alcuni di voi per il Santo Padre, spiegatemelo. Se siete Cristiani dovreste amare non odiare, ma purtroppo voi siete dei fondamentalisti uguali a quelli islamici, perché il fondamentalista è sempre un uomo che odia e non ama.

    Davanti al giudizio di Dio tremerò, ma di una cosa sono certo non per i peccati fatti, ma per il bene che non ho fatto, per non aver vestito, abbeverato, visitato, curato, insegnato a Gesù stesso che abita in ogni uomo povero o ricco che sia, come diceva la Santa di Calcutta ecc.!

    Mi spiace vedere come un sito cattolico, sia stato preso in ostaggio da gente sedevacantista, scismatica con cui è difficile ragionare.

    Vi lascio con queste parole che voi definerete, moderniste ed eretiche ma che in fin dei conti sono l'essenza stessa del Vangelo:

    « Ma poi c'è ancora un'altra cosa che è forse più bella. Lo Spirito Santo, che è l'Amore, è capace di vederci santi, immacolati, belli, anche se vestiti da mascalzoni e adulteri.
    Il perdono di Dio, quando ci tocca, fa diventare trasparente Zaccheo il pubblicano, e immacolata la Maddalena, la peccatrice. È come se il male non avesse potuto toccare la profondità metafisica dell'uomo. È come se l'Amore avesse impedito di lasciare imputridire l'anima lontana dall'Amore. “Io ho buttato i tuoi peccati dietro le mie spalle”, dice Dio a ciascuno di noi, e continua: “Ti ho amato di amore eterno, per questo ti ho riservato la mia bontà. Ti edificherò di nuovo e tu sarai riedificata, vergine Israele” (Ger 31,3-4). Ecco, ci chiama “vergini” anche quando siamo di ritorno dall'ennesima prostituzione nel corpo e nello spirito e nel cuore. In questo, Dio è veramente Dio, cioè l'unico capace di fare le “cose nuove”. Perché non m'importa che Lui faccia i cieli e la terra nuovi, e più necessario che faccia “nuovi” i nostri cuori. E questo è il lavoro di Cristo. E questo è il lavoro divino della Chiesa. Volete voi impedire questo “far nuovi i cuori”, scacciando qualcuno dall'assemblea del popolo di Dio? O volete voi, cercando altro luogo più sicuro, mettervi in pericolo di perdervi lo Spirito? » (Anonimo)
    Davide 83

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Boh. Non c'e' peggior sordo di chi non vuol sentire. La sua e' un'altra religione. Se la tenga e buon pro le faccia. Io cerco (indegnamente) di rimanere cattolico

      Elimina
    2. Guardi mi spiace ma la sua è una altra religione se la vogliamo chiamare cosi.Io sono Cristiano, lei forse solo Cattolico Apostolico, ma senza Cristiano non va molto lontano!
      Il Cristianesimo è solo e soltanto l'amare e conoscere il Padre rivelato nel Figlio. Tutto il resto è commento umano.
      Davide83

      Elimina
    3. Queste sono poesie senza fondamento teologico, ti ricordo che è Gesù ad aver istituito i sacramenti, e vanno difesi non come bastioni, ma come vie di salvezza.
      Peccare, come disse Padre Pio, non è mancare ad una legge, è mancanza di amore a Dio ed al prossimo.
      Allora se Eucarestia, Confessione e Matrimonio non vanno difesi, come strumenti di salvezza, al posto che relativizzarli e renderli così soggetti alle mode dei tempi, facciamo come i protestanti, togliamoli.
      Se la salvezza è divenuta solo un caso di coscienza, in cui è essa stessa in ultima istanza a stabilire coda sia bene e cosa sia male,Gesù cosa è venuto a fare?
      Il giudizio di coscienza l'avevano già ben sviscerato i filosofi prima di Cristo.
      Il problema non è che chi non vuol dare la Comunione non voglia aiutare, ma proprio il contrario, se io te la dò, non ti sto salvando, non ti sto aiutando, ma confermando nel male, nel tuo male.
      Non dimentichiamo che il peccato, di cui non si parla più, manda all'inferno, e anche di questo non si parla più, ma la Madonna ci avvisa nelle sue apparizioni, che molti ci vanno, purtroppo.
      Le persone in adulterio possono, non volendo vivere in continenza, fare la Comunione spirituale, di desiderio, come indicò Benedetto Xvi,compito della Chiesa è aiutarli con amore a tornare in Grazia, non leggittimarli nel peccato.
      Il Signore la grazia di Conversione la fa arrivare lo stesso senza per forza pretendere una Comunione che non puoi avere in quanto tu stesso la rifiuti.

      Elimina
    4. "Chi mangia l'Eucaristia in peccato mortale mangia della sua condanna". Più chiaro di così.

      Elimina
  23. Ma chi è il Cardinale Burke, alla fin fine? E' uno dei circa 150 cardinali......secondo me si è montato la testa.......

    Secondo me più che la Porpora il Papa gli dovrebbe togliere l'attico da 417 metri quadri in cui vive e mandarlo in Africa a fare il missionario.

    Stare un pò con la povera gente forse gli farebbe bene!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Secondo me e' lei un deficente che non ha di meglio da fare che trollare su un blog cattolico. Si faccia una vita e stia meno al computer.

      Elimina
  24. Gentile Felice,

    Lei e i tanti che su questo sito la pensano come Lei state travisando una cosa importante. Da 2000 anni a questa parte è cattolico chi sta con il papa ed è scismatico chi si allontana.

    Quindi, se come dite, è in atto uno scisma, i cattolici sarebbero quelli che seguono Papa Francesco e gli scismatici (forse anche eretici) sareste voi.

    Non confondiamo per favore le acque....

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Acque putride...quelle in cui naviga la pseudochiesa raccontata nel terzo segreto do Fatima

      Elimina
    2. Ma stare con il papa non significa solo stare con Francesco: ce ne sono stati altri di papi da san Pietro in poi, e non hanno la data di scadenza come lo yogurt. Quando Francesco sta nel solco che hanno tracciato i suoi predecessori, siamo tutti con lui.

      Elimina
    3. Gentili Anonimo delle 17-07 e Davide 83: la teologia fondamentale e' una materia importante, va conosciuta, non la si puo' liquidare con una battuta. Non si e' eretici o scismatici solo perche' non si condivide un'affermazione del papa. Occorre valutare, sulla base di criteri che la dottrina della Chiesa (ribadita dal Vaticano II, ma che voi sembrate ignorare) precisa. Il papa, per pronunciarsi a livello magisteriale, non puo' discostarsi da Scrittura e Tradizione. Se lo fa il suo pronunciamento non ha valore di magistero autentico.

      Elimina
  25. Nessuno si vuole allontanare dalla chiesa Cattolica ,Apostolica , Romana ,anzi resteremo per la gioia del nostro amatissimo Francesco I.Lui intanto ci confonde o cerca di farlo nella Fede......

    RispondiElimina
  26. Il Signore illumini il card. Burke affinché possa andare avanti con la correzione insieme con gli altri cardinali, vescovi e fedeli che ci opponiamo alla vigliacca manipolazione della dottrina che la Chiesa ha sempre insegnato e che ci vogliono imporre dal più altro Soglio! NON PRAEVALEBUNT!

    RispondiElimina
  27. Quel giuramento fatto davanti a Dio di fedeltà nella buona e nella cattiva sorte non può essere cancellato da una legge dello stato, secondo la quale ci si può risposare civilmente una seconda, una terza, una quarta volta... Il cristiano rispetta la legge di Dio, che non può essere cambiata per seguire le mode. Mi sembra di una chiarezza folgorante, inutile girarci intorno cavillando. Il divorziato risposato non ha alternative se non la comunione spirituale. Un Papa non può cambiare nemmeno una virgola di sua iniziativa in fatto di dottrina della Chiesa. Chiedo scusa della brutalità, non sono esperto di teologia, ma il concetto mi sembra chiaro e impossibile da modificare con arabismi e ghirigori.

    RispondiElimina
  28. Mi fermo nn si può ragionare con voi siete fermi nelle vostre stupide certezze. Felice se aprirsi un po' il cervello è inizi a usarlo magari un ragionamento sensato lo tiri fuori. Dottrina dottrina regole regole ma non avete capito che non funziona così il Vangelo....Amore Amore e misericordia. Siete figli del demonio, volete sottostare alla legge resterete schiavi della legge.Davide83

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le parole amore e misericordia sono presenti in tutte le religioni ed in tutte le culture, ed in ognuna ha significati diversi, dette così sono astratte,non vogliono dire niente. Per Gesù amore è perdonismo o perdonare? È neanche io ti condanno, o neanche io ti condanno, va e non peccare più? La creazione è intelligibile e notiamo che neanche un Papa può con tutti i decreti di questo mondo, abolire la legge di gravità, perché è così, e un dato di fatto inconfutabile, ed è Dio che ha fatto quella legge! E fare come non ci fosse è un suicidio, prova a gettarti in un burrone, perché se Dio è amore ti salva, supererà la legge, la forza di gravità ti farà sfracellare al suolo.
      Si deve amare rispettando le leggi di Dio, non facendo come non ci fossero. Tentando il Signore...
      Carità nella Verità scrisse una volta Benedetto Xvi.

      Elimina
    2. Ecco, bravo, si fermi.

      Veda anche di meditare un poco sull'umiltà, che mi pare le faccia difetto.

      Elimina
  29. Davide83,
    Lei cattolico?
    Ma se parteggia apertamente per gli scismatici eretici orientali, da cui prende esempio per una specie di matrimonio che non è certamente quello indissolubile istituito da NSGC!!!
    Loro hanno il divorzio sotto il nome di "matrimonio morto", esattamente come nello stato laico.
    Gli manca quel Sacramento!!!
    Nel cattolicesimo non sarà mai così, checché ne pensi il Bergoglio.
    Burke lo sa bene, perciò giustamente non molla.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le unioni post divorzio degli Ortodossi sono state imposte dagli imperatori bizantini dopo lo scisma del 1054 e non sono per nulla l'esito di una decisione delle vita cristoana comunità orientali.
      I divorziati risposati in Oriente come in Occidente fino allora erano scomunicati.
      Per gli Ortodossi il matrimonio sacramentale e'uno solo e non viene sciolto neanche con la morte.
      Infatti se un vedovo si risposa gli applicano lo stesso rituale che applicano ai d8vorziati risposati.
      Rituali inventati dagli imperatori bizantini nel secondo millennio e impianti alla Chiesa orientale perché i patriarchi orientali fino al 1054 si erano sempre opposti a certe soluzioni post divorzio.

      Elimina
  30. Tu dici : " Amore Amore e misericordia." . Siete figli del demonio, volete sottostare alla legge resterete schiavi della legge "
    Amore e misericordia innanzi tutto tra noi! Siamo fratelli in Cristo! Non apriamo questo utilissimo luogo di scambio e di crescita agli scorrazzamenti del DIA-BALLO !
    Dissento totalmente da quello che affermi e ti ricordo che come asseriva S. Alfonso Maria de' Liguori "Ne manda più all'inferno la misericordia di Dio che non la sua giustizia" .
    Però ti ringrazio per la passione che ci hai messo e per la tua buona fede. Preghiamo TUTTI che lo Spirito Santo ci illumini.

    RispondiElimina
  31. Vi invito a leggere l'omelia di Papa Francesco di Martedì a Santa Marta, risposta implicita ma anche esplicita nei confronti di sua Ecc. Il Cardinal Burke. Caro Marius io sono Cattolico tanto quanto lei, ma le sottolineo il fatto che Gesù non ha istituito nulla a solo ristabilito la regola originaria sul matrimonio. Regola che resta invariata per la Chiesa tutta. AL risponde ad altre esigenze di ordine pratico a cui ogni pastore è chiamato a rispondere sporcandosi le mani è i piedi nell'incontro della coppia che vive la difficoltà del secondo matrimonio. Voi vorreste la pappa pronta per stare chiusi in canonica è dire si fa così è così un bel prontuario...purtroppo questo non è quello che Cristo a fatto anzi andava in giro si sporcata le mani è i piedi pur di trovare il peccatore. Gianluigi anche io prego soprattutto per la gente di questo sito...affinché riescano a vedere il Cristo morto è risorto è il suo Amore è non solo la legge è la dottrina.Davide83

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si faccia protestante caro. Essere cattolico è altro, il Vangelo è chiaro, o con Dio o contro Dio!

      Elimina
    2. A quando una ALA (Amoris Laetitia Alius) per

      "rispondere ad altre esigenze ... blah, blah ... nell'incontro della coppia che vive la difficoltà del terzo matrimonio"? e poi "del quarto matrimonio"? e poi "del quinto matrimonio"? e poi ... e poi ... e poi ...?

      Perché se Cristo perdona 70 volte 7, significa che possiamo peccare (o, come Lei dice, "sbagliare") 70 volte 7, no?
      Ed allora chi siamo noi per giudicare un cristiano che "sbaglia" sposando 7 volte 7 persone errate?
      (e facciamo lo sconto sul 70)

      Elimina
    3. Infatti Gesù Amore dice va e non peccare più. Le persone vanno aiutate con tutti noi stessi, con preghiere, opere, ascolto, pazienza, ma l'Eucaristia no.
      Darla mina i fondamenti della morale al cuore, non è solo un problema dei due conviventi. Oltretutto non somministrandola creo il desiderio di riceverla, quindi di conversione, se la dò a chi vive stabilmente in peccato, si sente legittimato a rimanerci.
      Caffarra è un sant'uomo, è una persona meravigliosa, buono, umile, si fa in quattro per gli altri ed è riconosciuto non dimentichiamo come forse la piu grande autorità nella Chiesa nel campo del sacramento del matrimonio, nonostante questo è trova che nel cap. 8 di AL c'è più di qualcosa che non va... È tutto gli si può dire, ma non che sia un uomo dal cuore di pietra, è di una dolcezza di una bontà che non immagini, te lo dice chi lo conosce bene, eppure hai posto i dubia. Che sono lo specchio della totale confusione che regna nella Chiesa a causa di quel Capitolo 8.

      Elimina
  32. Spero che Dio ci metta una pezza, qualcuno però ricordava che non ha mani e piedi, e agisce con quelle degli uomini.

    RispondiElimina
  33. Se Giovanni Paolo II è un Santo della Chiesa Cattolica e ha detto che non si può fare la Comunione continuando ad avere rapporti sessuali con il nuovo coniuge dopo il divorzio rimaniamo saldi in ciò. Nessuno non ama gli altri... . Non li ameremmo se li invitassimo a fare dei sacrilegi... . Gli apostoli protestarono con Gesù dicendo che se la "dottrina" era quella non conveniva più sposarsi ma Gesù fu irremovibile ed anzi invitò : "siate perfetti come è perfetto il Padre..".
    Non disprezziamo la Santa Dottrina.. quasi non fosse invece la medicina che ci guida alla felicità del paradiso: inoltre se non ci fosse una dottrina unica non saremmo più Chiesa ma sette. Preghiamo tutti incessantemente gli uni per gli altri e per i nostri sacerdoti a tutti i livelli, sotto attacco.

    RispondiElimina
  34. X Davide83 ( intervista del 14/1 )
    Attenzione, dice Caffarra: "Qui si fa una grande confusione. Tutti i peccati e le scelte intrinsecamente disoneste possono essere perdonate. Dunque 'intrinsecamente disonesti' non significa 'imperdonabili'. Gesù tuttavia non si accontenta di dire all'adultera: 'Neanch'io ti condanno'. Le dice anche: 'Va' e d'ora in poi non peccare più'. (Gv. 8,10). San Tommaso, ispirandosi a sant'Agostino, fa un commento bellissimo, quando scrive che 'Avrebbe potuto dire: va' e vivi come vuoi e sii certa del mio perdono. Nonostante tutti i tuoi peccati, io ti libererò dai tormenti dell'inferno. Ma il Signore che non ama la colpa e non favorisce il peccato, condanna la colpa.… dicendo: e d'ora in poi non peccare più. Appare cosi quanto sia tenero il Signore nella sua misericordia e giusto nella sua Verità' (cfr. Comm. a Gv. 1139). Noi siamo veramente, non per modo di dire, liberi davanti al Signore. E quindi il Signore non ci butta dietro il suo perdono. Ci deve essere un mirabile e misterioso matrimonio tra l'infinita misericordia di Dio e la libertà dell'uomo, il quale deve convertirsi se vuole essere perdonato".

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.