venerdì 29 aprile 2016

Sanguis martyrum, semen christianorum. La Fontana di Trevi illuminata di rosso per i Martiri Cristiani dimenticati


Roma. La Fontana di Trevi illuminata di rosso per non dimenticare il sangue versato dai 200 milioni di cristiani perseguitati in tutto il mondo.
L'Associazione Pontificia, Aiuto alla Chiesa che soffre, iniziando alle 20 di questa sera - venerdì 29 aprile 2016- ha acceso dei fasci di luce color porpora, nel cuore della Città Eterna per ricordare i Martiri che nei nostri giorni vengono sistematicamente massacrati a causa della loro fede nel Signore Nostro Gesù Cristo.
L’odio nei confronti del Cristianesimo,  va crescendo in tutto il mondo: in Oriente, tentano  di soffocare il Cristianesimo nel sangue. 
In Occidente i "poteri forti",  spesso in diabolico accordo con membri fedifraghi del clero progressista, vogliono  estirpare le radici cristiane perseguitando soprattutto sul piano mediatico coloro che, fedeli all'insegnamento della Chiesa, si levano a difendere l’ordine naturale e cristiano  sempre più violato.
 
"Il sangue dei martiri, diceva Tertulliano, è seme di nuovi cristiani.  
Esso è anche linfa di unità per la Chiesa, mistico corpo del Cristo. ... 
al termine del secondo millennio, essa "è diventata nuovamente Chiesa di Martiri".
 San Giovanni Paolo II