giovedì 18 settembre 2014

Frati F.I: chiuso dai nuovi superiori un altro convento francescano. A Benevento.

Abbiamo ricevuto questa accorata lettere, e accogliendo l'auspicio della lettrice, diamo spazio su MiL a questa notizia e giriamo la sua domanda ai Superiori: al Commissario p. Volpi e al Segretario Generale p. Bruno. Purtroppo, cara Signora, mi sa che a qualcuno, della salus animarum dei fedeli, poco più importi. Prevalgono altri interessi terreni. E di questo dovranno rendere conto un giorno.
Roberto

Redazione Messainlatino,
salve,
sono una fedele della Chiesa di San Pasquale a Benevento, affidata da tempo ai Francescani dell'Immacolata. Voglio segnalare la chiusura del Convento di San Pasquale a Benevento per volere degli stessi superiori dei Francescani dell'Immacolata.
I Francescani dell'Immacolata da tempo hanno permesso al quartiere Ponticelli di Benevento la celebrazione quotidiana della Messa, seguita negli ultimi tempi da una quotidiana adorazione eucaristica. In più, dopo il Summorum Pontificum, permisero ai fedeli beneventani la presenza quotidiana della Santa Messa in Rito Romano Antico, Messa che attualmente nessun religioso né tantomeno nessun sacerdote diocesano celebra a Benevento.
I fedeli beneventani hanno dovuto subire non solo dopo il commissariamento dell'Ordine l'espropriazione della Santa Messa in Rito Romano Antico, vero e proprio tesoro di grazie e spiritualità, ma adesso si vedono espropriati anche della presenza stessa dell'Ordine, presenza - è bene ricordare - che risale sin dalla nascita dell'Istituto.
Fu infatti a Benevento, il 22 giugno 1990, solennità del Sacro Cuore di Gesù, che l'arcivescovo Carlo Minchiatti, per decisione del santo Padre, firmò il decreto di erezione dell'Istituto di Diritto diocesano dei Francescani dell'Immacolata, seguito immediatamente il giorno dopo, festa del Cuore Immacolato di Maria, dall'erezione effettiva dell'Istituto presso il Centro La Pace di Benevento, con la professione dei voti di circa 30 religiosi.
La domanda che sorge e a cui sono sicura darete voce tramite il vostro aggiornatissimo e seguitissimo blog: la riforma con cui il Commissario millantava di riportare l'Ordine allo spirito originario consiste nel chiudere Case Mariane e privare così i fedeli di una presenza  necessaria
- ora come non mai, a causa della diffusissima confusione dottrinale che pervade le Diocesi -
per la salus animarum?
Vorrei, infine, ringraziarvi per il servizio che, tramite il vostro blog, svolgete per la Chiesa e i fedeli.
In Cordibus Iesu et Mariae,

P.G. (lettera firmata)

19 commenti:

  1. Sempre più perplesso

    RispondiElimina
  2. Adesso che si credono potenti attuano ogni genere di prepotenze, ma un giorno ne dovranno rendere conto. Giorgio

    RispondiElimina
  3. Coraggio, adesso che le Iene mettono all'asta su ebay la papalina vera di PF x beneficenza, si raccatteranno un po' di soldini per la chiesa povera......povera di fede, altro che storie e storielle.....oh Signur!

    RispondiElimina
  4. Bravi questi santi Frati dell'Immacolata.
    Si fanno chiudere il convento ,ma non cedono di fronte allo dimonio.
    Allorquando molti scorreggioni della tradizione si mettono a fare i trattativisti o i diplomatici quando adesso persino dei cardinali di primissimo piano si sono messi finalmente e coraggiosamente contro l'anticristo.

    RispondiElimina
  5. Ma non sarà che Chiese e Conventi chiudono perché il Santone Fondatore è scappato con la Cassa, come è di consueta et italica maniera, e ha affamato tutti i santi fraticelli?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dicevano così pure di Padre Pio quando avevano messo gli occhi sulle offerte che gli arrivavano da tutto il mondo poiché certi loschi figuri dovevano ripianare dei buchi colossali........

      Elimina
  6. Con Papa Benedetto questo non sarebbe mai successo , ma ora che , come predetto a Fatima e da San Francesco " un personaggio NON canonicamente eletto siederà sul trono di Pietro" tutto è possibile, anzi è proprio lui che dietro le quinte fomenta la persecuzione ai danni dei Francescani dell'Immacolata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salutami satana quando vai all'inferno.... APOSTATA

      Elimina
  7. Anonimo delle 20:15, sei un miserabile! Lo sai benissimo che il Fondatore vive in povertà, oltre che prigioniero de facto. Bene hanno fatto i veri FFI a intestare le loro proprietà e beni a dei laici, così le hanno sottratte a questi schifosi persecutori che stanno in Vaticano. Fece così anche un santo come don Bosco.

    RispondiElimina
  8. I Francescani dell'Immacolata commissariati per il nulla, addirittura trattati peggio dei Legionari di Cristo, il cui fondatore fu accusato di pedofilia, per dire . Davvero non capisco cosa papa Bergoglio voglia da loro ... evidentemente la sua "misericordia" è applicabile solo a divorziati, gay, atei e pagani.

    RispondiElimina
  9. Le Suore F.I. vanno via da Firenze, il convento dove stava p. Serafino Lanzetta. Avevano la libreria e pregavano.
    Voglio essere chiaro: io sono uno di quelli che il "dialogo" e altre cavolate inventate dagli esperti del concilio non le sopporta, ma darei la Comunione ai divorziati risposati (coniuge che ha subito il divorzio) perché credo che Gesù Cristo sia il Dio che toglie e rimette i peccati del mondo .
    Proprio per questo mi chiedo: perché perseguitare senza sosta né pietà e pure in ogni modo un ordine religioso i cui preti quando dicono "in alto i nostri cuori" guardano Dio, vera Fonte di Misericordia e vera Pace, invece di rivolgere il sed*re al Tabernacolo come invece va di moda oggi?

    Questo non capisco e tremo...davvero brutti tempi!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il coniuge che ha subito il divorzio può comunicarsi ogniqualvolta gli pare e piace , purché non commetta il peccato di adulterio.

      Elimina
    2. Le suore francescane dell'Immacolata sono andate via da Firenze di loro spontanea volontà, forse proprio per quello spirito di comunione e di collaborazione che continuava ad animarle anche con i frati del "nuovo corso" e che infastidiva le loro superiore e alcuni invadenti frequentatori di Ognissanti.

      Elimina
  10. La chiarezza non è di qsti tempi, perché il demonio é il maestro l'equivoco, attraverso il quale...beffa le anime tiepide e le fa sue. Prendiamo le dovute distanze quindi da chi fa proposte equivoche, che dicono e non dicono,che dicono con le parole e subito dopo contraddicono con i fatti. Solo nel Vangelo, finché non lo cambieranno(!!!!!) (perché presto faranno anche qsto sacrilegio), c'é chiarezza,linearità,concretezza e vero insegnamento per chi vuol essere autentico seguace di Gesù. L'autentico cattolico non ha bisogno e non cerca...surrogati della sua Fede, non cerca scuse per fare la sua volontà e non qlla del Padre. NON CI PRENDIAMO E NON FACCIAMOCI PRENDERE IN GIRO! VIGILATE E DIFENDETE SEMPRE COLUI CHE CI HA SALVATI CON LA PROPRIA VITA DALLA MORTE ETERNA!

    RispondiElimina
  11. Ma perchè diffondere tante offese, calunnie contro chi è stato chiamato da Dio a rappresentarlo sulla terra. E' grave che questo blog che si dichiara sano e santo critichi e diffami quelli che sono considerati diversi . Perchè tanta malvagità contro la Chiesa e i suoi rappresentanti. Discutere è lecito accanirsi e offendere è diabolico. Dato che ci si vanta di altri sono diabolici. Logica incoerente e irrazionali. Siamo come quelli dell'ISIS. Siamo vergognosi ome coloroche in nome di Dio scannano le persone. Che cristiani siamo. Desidero che questo mio commento venga pubblicato.
    Per rispetto della libertà di pensiero e di comunicazione come la chiamate voi.. Giustina

    RispondiElimina
  12. Chiaramente e lo spero di cuore. Altrimenti siete come quelli che condannate

    RispondiElimina
  13. Cari lettori non lasciamoci ingannare da chi accusa, grida, lancia invettive, ma soprattutto crea confusione .Perchè interpretare il vangelo a proprio usa e consumo. La Chiesa vive da più di duemila anni e non insegna l'odio , la maldicenza. perchè continuare a smantellare? Guardiamoci dentro e convertiamoci o siamo solo dei distruttori di pace e di giustizia. Parliamo solo perchè la Chiesa ci scomoda. Se frati hanno inestato i beni ai laici sono liberi di fare quello che sentono ma se realmente sono e si dichiarano poveri non capisco perchè tanta "rabbia" ( del resto propria degnli animali perchè irrazionali)

    RispondiElimina
  14. Quale approvazione quella che da' ragione a chi demolisce? Spero solo che siate obiettivi e onesti. Grazie. Giustina

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.