lunedì 27 gennaio 2014

Frati F.I.: lettera aperta al Papa da un lettore inquieto.



Lettera aperta al Santo Padre sui Frati Francescni dell'Immacolata
                                                                                                                                             

Santità, 
non voglio essere irriverente, ma nemmeno “ingessato”: mi rivolgo a Voi (e qui il plurale non vuole essere “maiestatis” ma indicare più persone, Lei e i Suoi più stretti collaboratori ed ispiratori) per avere qualche risposta e chiarimento.
Sono un cattolico perché credo non solo in tutto ciò che sta scritto nel Credo, ma anche in ciò che riportano i Novissimi, e penso anche che siano importanti, utili ad un buon percorso verso il Paradiso le devozioni all’Immacolata e ai Santi, le processioni, le novene, i tridui, la adorazioni Eucaristiche, i rosari, ecc…
Sono anche sicuro dell’opera ordinaria e straordinaria del demonio anche e specialmente oggi; opera che ha portato il mondo nell’attuale situazione di immoralità, di perversione, di rilassatezza, di allontanamento dal Cristianesimo.
In questo caos però c’è necessità di avere certezze e conferme su ciò che è bene, da perseguire, e ciò che è male, da evitare. 
Ora il Suo condivisibile predicare amore, carità, misericordia si scontra terribilmente con l’operato scandaloso di un Suo rappresentante, un Suo uomo di fiducia: il Commissario dell’Istituto dei Francescani dell’Immacolata.
Ciò che ha fatto questo padre Cappuccino in questi mesi parla da sé, l’elenco delle sue “imprese” si può trovare tranquillamente nei numerosi articoli e post su Internet, così come si può appurare che non c’è mai stata prova documentata e resa pubblica dei presunti misfatti dei quali sono accusati i Fondatori e l’ex “gruppo dirigente” dell’Istituto prima del commissariamento.
Accuse false, basate su insinuazioni e mistificazioni, che coloro che conoscono bene i Francescani dell’Immacolata sanno da dove provengono e perché.
Tutto nella norma: la persecuzione in atto è segno divino preannunciato già dallo stesso Gesù e quindi garanzia che sono sulla strada giusta; ci sono già passati in molti, uno fra tanti proprio quel San Pio da Pietrelcina del quale P. Stefano Manelli è figlioccio nonché perfetto interprete del suo pensiero.
Quello che scandalizza e sconcerta è l’assoluto silenzio da parte delle autorità vaticane, un silenzio assordante !
Santità, perdoni l’ardire, non aspetti oltre a pronunciarsi pubblicamente su questa vicenda, non lasci “girare voci” che molti sperano siano infondate …
Perché se Lei fosse al corrente di tutto ciò che di nefasto ha “combinato” il Commissario (come continua a dire P. Volpi e i suoi collaboratori senza sconfessione alcuna), allora Lei, condividendone l’operato, ne sarebbe corresponsabile se non addirittura mandante.
E se così fosse la Fede di molti vacillerebbe parecchio, traballerebbe la fiducia in colui che da sempre il Papa ha rappresentato: il Vicario di Cristo in terra !
P. Volpi con le sue azioni persecutorie ha di fatto creato nuovi martiri, ha contribuito non poco (suo malgrado) ad una futura causa di beatificazione di P. Stefano Manelli, ha suscitato un mare di solidarietà nei confronti dei “buoni” F.I. e dei loro Fondatori: e se si avesse la conferma che dietro a lui c’è il Papa, allora si verrebbe a creare un conflitto morale che irrimediabilmente porterebbe molti ad un allontanamento dalla Sua persona e dal Suo insegnamento.
 Orsù dunque, Santo Padre! Lei ha in mano un’occasione storica per la Chiesa, aspettiamo una Sua decisione in merito, che comporterà, come conseguenza, per migliaia di fedeli il riconoscersi o meno nei Suoi insegnamenti.
Sono quegli stessi fedeli che non hanno compreso, ad esempio, cosa c’è di male a celebrare anche la S. Messa in forma straordinaria, per fede vera e non per snobismo, adeguandosi alle indicazioni del Suo illustre predecessore e senza alcuna “deriva lefebvriana” come perfidamente insinuato.
E se mai questa fosse la colpa … la penitenza inflitta dal Commissario nei confronti dei Padri Francescani dell’Immacolata oltre che ingiusta parrebbe davvero sproporzionata, incomprensibile per chi dovrebbe invece essere testimone della carità cristiana, predicata ma non applicata.
Perché tanto accanimento perpetrato nei confronti di questi religiosi cattolici e di Padre Stefano Manelli in particolare, anziano e malato, relegato in un umido e freddo convento ad espiare non si sa che cosa ?
Non si fermi a ciò che Le raccontano il Commissario e la sua cricca, frati di Santa Maria Maggiore compresi: non a loro deve chiedere per sapere come stanno veramente le cose, ma a coloro che sono stati “puniti” con il trasferimento, destituiti dai loro precedenti incarichi: parli direttamente in camera caritatis con Padre Stefano, faccia una delle Sue sorprese a cui ci ha abituato e lo vada a trovare nella clinica dove è nuovamente ricoverato; se lo meriterebbe e lo aiuterebbe moralmente.
Senta dalle sue labbra la verità, scopra quanto sia innocente, fedele, umile ed obbediente alla Chiesa e al Papa e poi decida, ma faccia in fretta, queste ingiustizie stanno minando irrimediabilmente il suo corpo: anche lui merita la Sua carità ... o no ?
Sbugiardi così quei “stralunati” che La reputano un ”Papa da copertina”, legato e subordinato ad una potente lobby di cardinali e vescovi massoni, faccia vedere che si sbagliano di grosso ! E che non è vero che la persecuzione in atto nei confronti dei F.I. mira allo scioglimento dell’Istituto perché d’intralcio ai piani massonici !
L’Istituto dei F.I. è proprietà dell’Immacolata già dalla sua creazione, voluta dai fondatori: essendo proprietà della Vergine la difenda Lei, non permetta che rancori, invidie, vendette prettamente umane distruggano questa serafica famiglia di religiosi.
In questi giorni dovrebbe essersi riunito il Consiglio dei F.I., presenti P. Volpi e i cinque frati “ribelli”, ma nessuno dei “manelliani”, per stilare il resoconto degli ultimi mesi di commissariamento: perché non sono mai stati interpellati e ascoltati i Padri fedeli a P. Stefano sulle accuse a lui portate ? Ogni imputato in un paese civile ha diritto ai testimoni della difesa, ma non questi frati, questi no…  altro che inquisizione ! E’ una congiura vergognosa, specialmente perché perpetrata a Suo nome !
I lupi di cui parlava il Papa Emerito si sono trasformati in volpi: a Lei il compito di proteggere il gregge dalle falsità, menzogne, calunnie e ristabilire verità e pace.
Con riverenza e speranza.
                                                                                                          Fedele Inquieto

88 commenti:

  1. I nuovi inquisitori contro Ratzinger. Ricomincia l’autodemolizione della Chiesa
    http://www.libertaepersona.org/wordpress/2014/01/i-nuovi-inquisitori-contro-ratzinger-ricomincia-lautodemolizione-della-chiesa/

    motus in fine velocior
    http://www.fidesetforma.com/2014/01/23/motus-fine-velocior/

    RispondiElimina
  2. Lettera che nasconde (ma non troppo) un giudizio negativo sul Papa regnante. Fra le righe si legge il senso di superiorità che qualsiasi tradizionalista ha nei confronti di tutti gli altri Cattolici e anche del Papa. Questo scrivente borioso e pieno di sé dispensa consigli al Papa di quello che deve e non deve fare. Il Signore ci liberi da voi...se vuole..
    Attilietto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche tu sei borioso. Il tuo intervento nasconde (ma non troppo) tra le righe il senso di superiorità che provi nei confronti degli altri fedeli, soprattutto di chi sei sente a disagio nell'attuale crisi della Chiesa. Sì, so che a te che forse non credi può importare poco, ma ci sono persone che ancora si sforzano di credere ciò che è stato creduto dagli apostoli e poi da tutta la Chiesa per secoli. E mentre gli abbracci e gli ammiccamenti con eretici, pagani, apostati ed atei si sprecano, questa gestione ecclesiastica rifila ai cattolici non poche randellate, se non vogliono sottomettersi al bel sol dell'avvenire.

      Elimina
    2. Ma quale giudizio negativo "nascosto". Il giudizio negativo su bergoglio è palese, aperto, lampante, lapalissiano.
      Per quello che mi riguarda è stato eletto Papa con tutti i crismi, ma poi con le sue eresie palesi e le sue assurdità
      eterodosse in campo di morale, dottrina e costume in conseguenza ineluttabile del dogma del Vaticano I sull'infallibilità
      papale, è decaduto dalla carica di Papa. Resta (come lui stesso s'affrettò a definirsi) Vescovo di Roma, ovvero uno dei tanti vescovi eretici che affliggono Santa Madre Chiesa.

      La vacanza romana di Bergoglio però finirà e la Chiesa potrà riavere un papa vero e siccome Dio non ci ha ancora
      fatti sparire perché magari vuole bene anche a noi, noi tradizionalisti sporchi brutti e cattivi saremo ancora qua quando Mariuccio l'argentino sarà a riposo in sepoltura.

      dopofrancesco

      Elimina
  3. Sono d'accordo con quanto ha scritto l'Anonimo, ma intelligentemente arguto, delle 16,11 : " Lettera che nasconde (ma non troppo) un giudizio negativo sul Papa regnante. Fra le righe si legge il senso di superiorità che qualsiasi tradizionalista ha nei confronti di tutti gli altri Cattolici e anche del Papa. Questo scrivente borioso e pieno di sé dispensa consigli al Papa di quello che deve e non deve fare. ".
    Aggiungo che ci siamo rotti abbondantemente che i FFII designino noi laici a parlare per loro e a farci difendere da loro ...mente essi, buoni, buoni, obbedienti, obbedienti stanno zitti !

    RispondiElimina
  4. Non riesco a capire il nesso tra un blog che si occupa di tradizione e liturgia e il caso dei Frati Francescani dell'Immacolata. Mi sembra riduttivo giudicare l'operato di un commissario apostolico partendo dagli effetti senza risalire alle cause. Credo che l'articolo non contribuisca a quel sereno discernimento e diventi l'ennesimo autogol di chi crede che alzando la voce ottenga lo "s-commissariamento". La Chiesa non funziona così e questo "modus procedenti" fa emergere invece quanto fosse necessario il provvedimento in corso per smontare una lobby e una indebita "beatificazione" in vita.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ottimo Anonimo delle 16,22 !!! Concordo !!!!

      Elimina
    2. Anonimo delle 16,22 ha centrato in pieno il vero problema. Più volte vi abbiamo invitato a separare la giusta difesa che voi fate della S. Messa tradizionale e della sana dottrina cattolica dalla situazione e dai problemi seri dei manelliani. Voi vi siete intestarditi. Manelli non è il paladino della tradizione: in quell’istituto dietro la facciata esterna tradizionalista, ci sono tanti e pesanti “panni sporchi”. Lasciate che il Commissario faccia il suo lavoro. Voi credete di difendere la tradizione invece difendete i “panni sporchi” di quell’istituto. Manelli vi ringrazia.

      Elimina
  5. il caso dei francescani dell'Immacolata è talmente eclatante che ne parla ance socci (non certo classificabile come tradizionalista)

    http://www.antoniosocci.com/2014/01/in-vaticano-ce-una-nuova-inquisizione-catto-progressista-perseguitano-con-accanimento-i-francescani-dellimmacolata-perche-hanno-fede-e-tante-voca/

    http://www.antoniosocci.com/2014/01/i-nuovi-inquisitori-contro-ratzinger-ricomincia-lautodemolizione-della-chiesa/

    RispondiElimina
  6. Il senso di superiorità che qualsiasi tradizionalista ha nei confronti di tutti gli altri cattolici e anche del Papa? L'anonimo non conosce certo tanti altri "buoni" cattolici esponenti di rilievo di movimenti e comunità ecclesiali, questi hanno quel "senso di superiorità" verso altri cattolici e verso il Papa? Eccome se sono impregnati di superiorità e saccenteria, ma a pagare e a caricare sulle spalle dei fedeli tradizionalisti è la maggioranza come anche l'anonimo di sopra. Abbiate pazienza, il caso dei FFI e della soppressione della Messa V.O. a Santa Maria Maggiore in Roma, è la volontà chiara e ferma del Papa. Questa è la realtà, ma sono decisioni che sgomentano e suscitano perplessità. Sarò un crpto Lefevrbriano? Placet e sia!
    alberto

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Li conosco bene ma mentre negli ultimi anni i "movimentisti" si sono dati una ridimensionata i tradizionalisti hanno perso ogni pudore (siti e blog docet).
      Il cugino

      Elimina
    2. Ci vuole più pudore a rimanere in silenzio davanti alla deriva in atto
      Katèchon87

      Elimina
  7. "P. Volpi con le sue azioni persecutorie ha di fatto creato nuovi martiri, ha contribuito non poco (suo malgrado) ad una futura causa di beatificazione di P. Stefano Manelli, ha suscitato un mare di solidarietà nei confronti dei “buoni” F.I. e dei loro Fondatori: e se si avesse la conferma che dietro a lui c’è il Papa, allora si verrebbe a creare un conflitto morale che irrimediabilmente porterebbe molti ad un allontanamento dalla Sua persona e dal Suo insegnamento"

    Carissimo Fedele (più che Inquieto sembrerebbe Invasato) la sua letterina più che una lecita richiesta per preoccupazioni di carattere spirituale ha tutto il tono del messaggio malavitoso, dell'avviso al Papa al guardarsi bene da ciò che dovrà fare, o meglio, a fare sì qualcosa, ma secondo i suoi gusti altrimenti: "aspettiamo una Sua decisione in merito, che comporterà, come conseguenza, per migliaia di fedeli il riconoscersi o meno nei Suoi insegnamenti".... caspita! niente male!
    Ma dico: si rende conto di quello che scrive?
    E voi di MIL vi rendete conto di cosa pubblicate?
    Quindi secondo l'Invasato il Papa, che ha avvallato la scelta del Commissario, che ha stabilito le modalità di stretta collaborazione con la Congregazione, che con un Decreto chirografato ha dato avvio al Commissariamento FI, che viene costantemente aggiornato, come da Lui richiesto, sull'evolversi dei fatti dal Cardinale preposto, si dovrebbe guardare bene da prendere decisioni non secondo la verità dei fatti accertati (come dovremmo tutti auspicarci), non secondo Giustizia per le responsabilità di abusi e illeciti amministrativi, formativi ecc.eventualmente accertati, non secondo l'evidenza per le eventuali responsabilità personali, ma secondo il gusto, la sensibilità e le amicizie di Fedele Inquieto.
    Ed in conclusione Papa Francesco, quando la vicenda si concluderà (sarebbe meglio subito subito perché Fedele non vuole aspettare indagini lunghe) non dovrà esprimere il suo pronunciamento nella Verità, sia quella che sia, ma piuttosto dovrà dire ciò che non dispiace a Fedele Invasato e alla cricca dei suoi compagni di merende.
    Santo Padre Lei è buono e senz'altro anche uno così lo perdona e sta bene, però si fa fatica a sentire certe cose dette da persone che oltretutto si definiscono:
    "Sono un cattolico perché credo non solo in tutto ciò che sta scritto nel Credo, ma anche in ciò che riportano i Novissimi...."
    Una cosa è sicura, la conclusione della vicenda dei FI e il pronunciamento autorevole della Chiesa e forse direttamente il Suo, sarà per i Francescani dell'Immacolata il giorno di un nuovo "rimettersi in cammino" per la maggior Gloria di Dio, dell'Immacolata e della Chiesa, anche se quel pronunciamento a Fedele Inquieto non dovesse piacere. Ma stia tranquillo Santo Padre ai Cattolici veri ogni suo pronunciamento piacerà.
    fil

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bravo.
      Il cugino

      Elimina
    2. Padre Pio è stato sospeso a divinis,a Giovanni Bosco hanno proibito di confessare e ai Francescani dell'Immacolata proibiscono la Messa.
      Ma di quale rinnovamento della Chiesa stiamo parlando sotto Francesco I?

      Elimina
    3. I bergoglini si contorcono come degli avvelenati ad ogni afflato di tradizionalismo, e poi danno degli invasati a chi non ci sta con la distruzione della Chiesa! Bravo fil, vai avanti così.

      Elimina
    4. Ottimo l’intervento di anonimo 27 gennaio 2014 ore 17:18. Ha ragione quando, con grande delicatezza, afferma che con l’invasato inquieto siamo al delirio (ancora maggiore nelle parole di Anonimo 28 gennaio 2014 ore 09:35 che addirittura arriva alle minacce). In questa lettera si scrive al Papa per insultare e parlare male di un uomo (il Commissario) che si riconosce avere la fiducia del Papa. Si minaccia anche il Papa: se non fai quello che dico io, molti (?) si allontaneranno da te e dal tuo insegnamento, come se il vero papa fosse lui e tutti devono pendere solo dalle sue labbra. Da perfetto manelliano, allevato nelle batterie F.I., afferma che la verità è solo in manelli e in ciò che dice manelli, tutti gli altri dovrebbero prostrarsi ai suoi piedi, compreso il papa, la santa sede e tutti i cattolici. Più settarismo di così si muore. Più plagio di così forse non è possibile.

      Elimina
  8. Anonimo delle 16,11 /16 ,21/ 16,22/ 16,32 se sei un ammiratore tanto entusiasta del vdr cosa stai a perder tempo con noi ? E cosa c'e' da ammirare in un quasi ottantenne che gioca a fare il piacione con tuti e poi perseguita i FFI? Clermont

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il Blog ha per titolo "Messa in Latino", non " Non amo il Papa". Forse sei tu fuori posto Clermont.

      Elimina
    2. Pensi che sono sempre io? Illuso.

      Elimina
  9. La strumentalizzazione che della vicenda stanno facendo i gruppi vicini a De Mattei ed i suoi sodali sta aggravando la posizione dei FFII e mette a rischio la Messa in latino. De Mattei ed i suoi hanno già usato i FFII coinvolgendoli in una lotta contro il CVII e mettendoli sulla strada del fanatismo integralista. Oggi poi vogliono far sembrare l'intervento disciplinare come un attacco alla Messa in latino ma sono loro che hanno deciso di sacrificarla per i loro fini, in parte anche politici. E qualche tradizionalista fessacchiotto c'è pure cascato...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Bergoglio è progressista.
      Pertanto usa il suo potere per nascondere la sua insipienza.
      I francescani dell'Immacolata verranno soppressi per nascondere l'errorre del loro commissariamento.
      Padre Manelli Santo.
      Ps.Caro Nuovo sei migliorato tantissimo ,ha per caso fatto un master al ministero per l'educazione popolare?

      Elimina
    2. Stavolta Il Nuovo potrebbe avere ragione : ci rimetteranno tutti ( i fedeli tradizionali ) a forza di parlare ( anche a sproposito ) sui FI . Condivisibile lo scritto del Il Nuovo ( assai realistico ) : " La strumentalizzazione che della vicenda stanno facendo i gruppi vicini a De Mattei ed i suoi sodali sta aggravando la posizione dei FFII e mette a rischio la Messa in latino. De Mattei ed i suoi hanno già usato i FFII coinvolgendoli in una lotta contro il CVII e mettendoli sulla strada del fanatismo integralista. Oggi poi vogliono far sembrare l'intervento disciplinare come un attacco alla Messa in latino ma sono loro che hanno deciso di sacrificarla per i loro fini, in parte anche politici. E qualche tradizionalista fessacchiotto c'è pure cascato..."

      Elimina
    3. Il Nuovo beve troppo vino e non sarà certo colpa di De Mattei e compagni se la feccia modernista con a capo
      i tenerissimi del sudamerica spappolerà i poveri Francescani come stà spappolando la Chiesa tutta.

      Polimar

      Elimina
    4. Bene Polimar, vedo che le batoste quotidiane che ormai prendi da più di 50 anni ti hanno rincretinito completamente. Se tutti i difensori dei FFII sono come te mi sa che quei poveracci sono messi davvero male... D'altro canto i risultati sono sotto gli occhi di tutti.

      Elimina
    5. Le batoste quotidiane che tu e gli altri della ganga modernista andate assestando, colpiscono solo e soltanto la Santa Chiesa e la stanno riducendo un postribolo. Certo quelli come te ci si trovano assai meglio rispetto alla Chiesa preconciliare, come potrebbe essere altrimenti?
      Per quello che mi riguarda personalmente io ho meno di 30 anni e quindi caro il mio "enologo stakanovista" il rincretinito non sono certo io.
      I poveri FFI sono difesi dall'Immacolata e chi li stà vessando dovrà rendere conto davanti a Dio delle iniquità e delle ingiustizie commesse. Tu magari fruirai di qualche attenuante visto il cronico stato di ebbrezza vaticanosecondista da vinello nuovo nuovo...

      ahahahahahaha sei talmente divertente.....

      ahahahahahaha le batoste.... ahahahahahaha i risultati poi...... ahahahaha

      Polimar

      Elimina
  10. Gli ultimi dei mohicani o gli umani nascosti del film "Il pianeta delle scimmie"? Siete di un'arroganza indescrivibile.
    Cugino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cugino, come Mussolini, ha sempre ragione.

      Elimina
  11. Non ci vorrà molto che il Sant'Uffizio dirà le parole definitive sul delirio di questi invasati che si permettono di rivolgersi al Papa come al proprio cameriere. Il cerchio si stringe per chi sa leggere... allora ce ne saremo finalmente liberati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ehm ,ma il Papa non era una volta il servo dei servi di Dio?
      E comunque ,in ogni caso, di quante divisioni dispone?
      Davai Stalinuuuuuuu!

      Elimina
    2. Anonimo delle 17,36 (e di tante altre ore)...sai che sei noioso forte?
      Io di invasati in questi mesi ne ho visti soltanto alle adunate oceaniche bergogliane, ad iniziare dalla vergognosa macarena ballata sulla spiaggia da una moltitudine di zucchetti di ogni colore. Quello non è delirio? Quelli non sono invasati? Riesci a trovarci qualcosa di cattolico,o sei uno di quelli che si rigira il catechismo a suo piacimento?

      Elimina
    3. Ha ragione Anonimo 27 gennaio 2014, 17:36. Effettivamente le parole della lettera di questo infedele invasato esprimono proprio un delirio. Bisogna però ringraziarlo, insieme all'ancora più delirante Anonimo 28 gennaio 2014 09:35, perché essi così gettano la maschera e ci mostrano la vera mentalità (dietro la facciata buonistica) con cui manelli li ha plagiati: la chiesa si sarebbe rifugiata o rintanata solo nei conventi F.I., fuori c’è solo “fumo di satana”, non conta la gerarchia della Chiesa, ma solo manelli e i suoi colonnelli, che sarebbero la vera gerarchia. Chi obbedisce loro obbedirebbe a “dio”, chi disobbedisce loro addirittura disobbedirebbe a “dio”, allo stessissimo modo come i kikiani-neocatecumenali pensano che obbedire o disobbedire a kiko e ai catechisti neocatecumenali sarebbe obbedire o disobbedire a “dio”. Il settarismo e il fariseismo odioso di queste posizioni trasuda da tutte le parti. Se anche ci fosse solo questo immenso delirio (e non anche altri tipi di illeciti e di abusi) tutto questo sarebbe sufficiente per tenersi lontani da questo istituto.
      Un ultima osservazione. Come mai manelli non smentisce mai i deliri di questi suoi adepti? O meglio ancora perché non li ferma, dal momento che, di certo, squalificano l’istituto e rendono un pessimo servizio alla nostra amata Messa tridentina? La nostra opinione è che è proprio lui a mandare questi suoi lupi travestiti (male) da agnelli (perché fingono di rivolgersi al Papa per poi insultarlo) e che le idee malvage che essi esprimono sono proprio le sue idee. Basterà aspettare ancora solo un poco e poi la verità esploderà.

      Elimina
    4. Bravo Anonimo 28 gennaio 2014 12:47 la tua fotografia dei manelliani è precisa ed accurata: dietro la facciata buonista (come per tutte le settarelle) sono arroganti farisei e inguaribili settari. Per confermare che il commissariamento riguarda innanzitutto gli abusi di vari aspetti della vita religiosa in quanto tale (dentro i quali stavano anche abusi nell'applicazione del Summorum Pontificum) basta riflettere che fino al 2006 manelli proibiva la messa in latino e che la gran parte di testimonianze pervenute sugli abusi di questo istituto riguardano molto anche il periodo precedente al 2007. Quindi questi abusi esistevano prima e indipendentemente della S. Mesa tridentina. Le due cose vanno quindi nettamente differenziate. Continuate a difendere e promuovere (come fate bene) la S. Messa tridentina, ma lasciate perdere manelli, altrimenti la sua caduta coinvolgerà negativamente anche la nostra bella S. Messa tridentina.

      Elimina
    5. Anonimo delle 13.49: veramente la "bella S. Messa tridentina" non è "nostra", ma di Dio per tutti i fedeli.
      Sei uno senza fede, come tanti qui dentro, che non hanno idea con cosa hanno a che fare. Alle tue parole si può solo rispondere con una sonora risata.

      Elimina
    6. Le persone ridicole sono quelle insignificanti che non sanno dare nessuna risposta sensata perché non hanno nessun argomento. Poverini: il plagio manelli che hanno subito impedisce loro di mettere in funzione il cervello. Hanno solo fanatismo e vivono della loro superstizione in questo personaggio ambiguo. Per voi la fede coincide nell'idolatrare questo vitello d'oro. Poverini: credono che non essere plagiati da manelli come loro significhi non avere fede. Pregheremo perché tu possa riacquistare la vera fede.

      Elimina
  12. Resto incredulo di fronte a tanto livore verso padre Manelli ed i suoi confratelli. Provo un'immenso sgomento davanti a tanti messaggi ricolmi di odio e disprezzo verso altri confratelli cristiani. Dove sono le prove dei crimini di padre Manelli? Ci sono solo calunnie.

    RispondiElimina
  13. Resto incredulo di fronte a tanto livore verso padre Manelli ed i suoi confratelli. Provo un'immenso sgomento davanti a tanti messaggi ricolmi di odio e disprezzo verso altri confratelli cristiani. Dove sono le prove dei crimini di padre Manelli? Ci sono solo calunnie.

    RispondiElimina
  14. Questo epispdio è la punta dell'iceberg, tutto è avvenuto per volere del papa. Questa letterea è bella, la condivido, ma so che non succederà nulla. Telefona a tutti ma non a noi. Più che inutile la ritego superflua perché è come chiedere la grazia al boia che ti deve decapitare! Non aspettiamoci nulla di buono, Braz de Aviz e l'honduregno hanno affilato gli artigli lo si vede da come attaccano il buon mons. Muller, Prefetto del sant'Uffizio! Prevedo un triste futuro, ci consoli il fatto che la FSSPio X non è caduta nei loro infami tranelli.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Dio benedica Mons.Fellay per non aver firmato nessun accordo,se lo avesse fatto l'ultimo baluardo a difesa della Fede Cattolica sarebbe caduto definitivamente.

      Elimina
  15. Ma che cosa hanno fatto i FFI? Quando commissariarono i Legionari di Cristo si disse subito che era per la vita scandalosa del loro fondatore. Qui nessuno ha detto niente. E che hanno fatto? Rubato, ammazzato, fornicato, diffuso dottrine eretiche? E chi ha fatto questo con nomi e cognomi? Boh! Vorrei vedere chi difende Volpi & soci se fosse lui agli arresti da luglio e nessuno gli avesse fatto sapere di che cosa è accusato: scommetto che non ballerebbe la tarantella e non direbbe che giustizia è fatta.

    RispondiElimina
  16. Non so che crimini abbia commesso manelli per essere stato punito, però vorrei sapere perché non si dice nulla degli amori omo dichiarati e delle truffe di scarano......mysterium iniquitatis...

    RispondiElimina
  17. I commenti contro l'autore della lettera non contengono altro che insulti, insulti e insulti. Livore, rancore, rabbia, queste sono le virtù che emergono dai loro scritti. So che molti di questi interventi sono stati scritti direttamente dai ribelli FI, che sembra non abbiano altro da fare che passare ore e ore a navigare su Internet per poi rispondere come si è visto: il tono cordiale e caritatevole che avete usato la dicono lunga ... invece che controbattere civilmente portando, ad esempio, un qualche straccio di prova contro P. Manelli !

    RispondiElimina
  18. ma lei crede che il Commissariamento di un Istituto di diritto Pontificio si svolga con modalità da Talk Show dove ognuno sa tutto, partecipa di tutto e riveste ruoli da accusatore, difensore, spettatore a seconda del caso?
    La totalità dei "fedeli", come del resto lei, non sanno niente di queste indagini: ma ovviamente è sicuro che stanno proseguendo.
    Chi ha una sete insostenibile di notizie non ha che recarsi alla fonte: la Congregazione dei Religiosi e lì, se ha titolo, potrà forse attingere a qualcosa di certo.
    fil

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Il tuo legalismo è stato già condannato dal tuo papa: fai pace col cervello.

      Elimina
  19. Lettera inutile. E' inutile prendersela con Volpi. Lui agisce a nome del Papa. E' chiaro, con buona pace di De Mattei.
    Questa volta va riconosciuta alla Santa Sede una prudenza e una precisione di molto superiore rispetto all'affaire Lefebvre. E' chiaro che la volontà è quella di rendere i Francescani dell'Immacolata al pari di tutti gli altri ordini e congregazioni. Ai nostri cari frati, che giustamente vogliono essere fedeli alla Messa, non rimane che l'atto eroico dell'apparente disobbedienza. Preghiamo, perché il Signore gli conceda la grazia di seguire l'esempio di mons. Lefebvre. Quando ci sono i gioco questioni di fede, la "disobbedienza" non solo è legittima, ma doverosa. "Bisogna obbedire a Dio piuttosto che agli uomini". Sono certo che mons. Fellay e la Fraternità, non si tirerebbero indietro per dare una mani a chi volesse rimanere fedele alla Chiesa di sempre. Questa in fin dei conti sarebbe la vera obbedienza.

    RispondiElimina
  20. Egregio Don Efisio, probabilmente lei ha ragione, anzi quasi sicuramente, purtroppo. Ma a questo punto non solo i FI dovrebbero disobbedire. Tutti i sacerdoti e i religiosi che la pensano come loro, rispettosi del Magistero e Tradizione dovrebbero prendere posizione e allora ... il rischio di scisma c'è, eccome. Sa il Papa avvalla Volpi e le teorie di Maradiaga e Braz de Aviz ... dobbiamo adeguarci al nuovo corso ex-cattolico oppure ... che fare ? Io in questa nuova Chiesa non mi ci vedo più, forse la Fraternità è l'unica via da percorrere ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Piena sintonia con don Efisio e l'anonimo delle 20:46. Ormai la soluzione è solo una: scegliere il campo (come direbbe S. Ignazio) e rimanere cattolici, anche contro tutto e tutti.

      Elimina
    2. Lo scisma c'è già.

      Elimina
  21. Mi sembra anacronistico che definiate giustamente il Papa " vicario di Cristo in terra " e poi lo sbeffeggiate, lo offendete, lo calunniate.
    Penso proprio che non abbiate le idee chiare su come vanno le cose.
    Elio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. bene, illuminaci tu, ma fai in fretta per favore.

      Elimina
  22. Di sicuro è chiaro quando parla come Simone e quando come Pietro(assai raramente purtroppo)

    RispondiElimina
  23. Quel Mueller che vi è diventato improvvisamente simpatico, che vi piaccia o no sta studiando la definizione della dogmaticità del Concilio Ecumenico Vaticano II e conseguentemente tutti gli aspetti dell'eresia della vostra amata fraternità. La quale quasi si leccava i baffi pregustando la preda, e tuttavia ora è nello scorno datosi che la preda si è salvata e non uno dicasi uno dei buoni frati si è fatto fregare, compreso il semi-rincitrullito fondatore, avendo scelto San Francesco piuttosto che san Fellay.
    Ricchissima è la documentazione lasciata dall'Emerito poveri voi, ce n'é quanto basta per augurarvi buon viaggio senza biglietto di ritorno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Muller sarà simpatico a lei.Per quanto riguarda la dogmaticità del Conciglione,avrà il suo bel da fare visto che panzane come la libertà religiosa e la nuova concezione di ecumenismo e di chiesa collegiale sono l'esatto opposto di quanto la Chiesa ha sempre insegnato.La Vergine a La Salette e a Fatima ci ha già avvisato che la serpe sarebbe arrivata ad avere influenza anche tra la Gerarchia,la S-Scrittura già ci ha parlato della grande Apostasia.La ferocia della chiesa della Misericordia nei confronti di chi osa rimanere Cattolico sta aprendo gli occhi a molte anime semplici e in buona fede.Noi,con l'aiuto di Dio, resistiamo Saldi nella Fede tramandata per 20 secoli dalla Chiesa, consci che avete già perso...del resto chi segue satana ,il perdente per antonomasia,non può certo aspettarsi risultati differenti.W CRISTO RE

      Elimina
    2. Fratello,lascia perdere.Te l' ho già detto :prega ,lotta ed ama.
      E lascia perdere forum e commenti su internet da cui non si cava un ragno dal buco e cha purtroppo non convincono nessuno.
      Incomincia ad elevarti per la tua missione.
      Ad maiora..

      Elimina
    3. Appunto c.v.d.
      ciao, buon viaggio

      Elimina
  24. L estensore non sa cosa è capitato nei conventi dei f i. Senta l interviste dei fuoriusciti circa 500 son stati vommessi anvhe reati

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo delle 21, 44 ha scritto : " L estensore non sa cosa è capitato nei conventi dei f i. Senta l interviste dei fuoriusciti " . E' naturale che chi esce da una comunità ne dice peste e corna. Però obbiettivamente "qualcosa" deve essere accaduto che noi non possiamo ne' dobbiamo sapere. Ci sono troppi fuoriusciti ...

      Elimina
    2. I fuoriusciti sono nell'ordine di più di centinaia. Non è vero che tutti necessariamente dicono male dell'istituto. E' manelli che ha allevato i suoi manelliani nell'idea che chi esce è un diavolo, è un nemico, che va all'inferno e farà una vita depravata. Tutti i fuoriusciti che segnalano abusi a illeciti - di diversi tipi - devono invece essere ascoltati con rispetto e verificare le loro affermazioni. Alla santa sede sono arrivate centinaia di segnalazioni di illeciti e abusi, come con garbo evidenzia Anonimo 27 gennaio 2014, ore 17:18, ed è chiaro che una volta proceduto alle verifiche e alle conferme, è giusto che contro questi abusi e questi illeciti si proceda. Solo la Santa Sede, con la sua prudenza e discrezione, può decidere quando renderli noti. I veri cattolici attendono con fiducia, stima e riconoscenza per il lavoro che si sta facendo.

      Elimina
  25. Certo che una cosa è strana: dopo molti mesi di indagini del commissario non è mai stata evidenziata alcuna prova, solo insinuazioni o accuse vaghe non circostanziate. Certo, l'indagine è ancora in corso e non siamo in un talk-show come detto in un precedente intervento, però nel frattempo le punizioni sono arrivate, eccome: divieto di celebrare VO, destituzioni, allontanamenti, chiusure seminario e vari insediamenti, diviato di collaborare con Casa Mariana, ... come se l'indagine fosse già conclusa da parecchio tempo e il verdetto di colpevolezza pronunciato. ... mah ! forse non hanno tutti i torti coloro che si lamentano di questo modo di procedere.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Appunto, quello che lei scrive, riguardo ai provvedimenti sinora adottati non le fa venire in mente che forse, dico forse, qualche problemino ci sia?? Oppure pensa davvero che per noia qualcuno stia facendo un 48??
      ma dai!?!
      fil

      Elimina
  26. non serve a nulla scrivere e perdere tempo....sono falsi profetti...pieni di superbia..ipocriti!

    RispondiElimina
  27. queste lettere inviate a vari giornali vanno regolarmente cestinate, e' certo che il Romano Pontefice ha ben altro da fare che leggere queste {monate}, dai un po piu di serieta' e obbedienza; il Concilio Vat.II e' ormai storia accettata da tutti, l'autorita del Pontefice non e' mai stata impugnata come ai nostri tempi; siete o non siete Cristiani Cattolici Romani? allora se lo siete abbandonate questi stupidi criticismi, chinate il capo e accettate la volonta' del buon Dio. Quello che mi ridere di compassione e' vedere il Cardinal Burke andare in giro per l'italia come un Dio in terra con tanto di strascico e paramenti ammuffiti rispolverando un passato che non tornera' piu'.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah ecco..avevo il sospetto che quando dicesse "siete o non siete...", Raphael si chiamasse fuori. La sua non cattolicità infatti viene fuori tutta quando schernisce gli ornamenti della Chiesa e dei suoi ministri che ogni cattolico apprezza ed ama, in quanto lasciano vedere un fascio di quella luce del Paradiso che spera un giorno di ottenere. Chi cattolico non è, come il nostro, è chiaro che nulla di questo incontra il suo interesse e si trova bene in una parachiesa "al ribasso" dove non si chiede rinuncia dei propri peccati, cambio di vita, ossequio a dottrine, fedeltà alla preghiera...i papaveri del modernismo anticattolico come Fodde qui sopra si chiedano un attimo se una parachiesa che niente chiede...forse non ha niente da offrire?

      Elimina
  28. A parte gli insulti e gli interventi di sgradevole contenuto, nessuno ha risposto alle questioni poste nella lettera: perchè non sono stati sentite le testimonianze dei cosidetti manelliani o perchè tanto accanimento o perché è condannabile celebrare il VO.
    Il punto sta proprio qui: si vuole eliminare la Tradizione e la s. Messa di sempre. I FI sono i primi, altri saranno colpiti a ruota.
    Occorre togliere di mezzo chi si può opporre alla nuova dottrina dei vari Rahner, Mancuso, Melloni,...
    Vescovi contro Vescovi, Cardinali contro Cardinali : vi ricorda niente ?

    RispondiElimina
  29. A questi tradizionalisti (alias ultimi dei mohicani) non va bene nulla.
    I Cappuccini? Per carità;
    I Gesuiti? Dio ce ne liberi;
    I Salesiani? Scompaiano;
    CL? Affaristi;
    CN? Eretici;
    RnS? Pazzi esaltati;
    Medjugorje? Appare il Diavolo;
    Ecc ecc
    Solo voi siete nel giusto, si....
    Che arroganza, siete proprio antipatici. All'inizio ero favorevole al SP ma dopo aver visto come siete diventati, come avete fatto uscire il represso dai vostri animi, spero vivamente che venga al più presto abolito.
    Cugino

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Siccome è proprio il Suo favore che stavamo aspettando, ci strapperemo i capelli perché non l'abbiamo. Lei ha stilato un elenco misto di ordini/movimenti/luoghi di apparizioni che ancora sono sotto osservazione. In poche parole, ha generalizzato. Nessuno però vedo che Le ha dato dell'arrogante o dell'antipatico, come Lei si è riservato di fare nei confronti di un gruppo, credo eterogeneo, di persone che neanche conosce singolarmente, né sa a quale Messa queste vadano la domenica, io ad esempio vado nella mia parrocchia, dove non si è mai celebrato niente di diverso dalla Messa nuova, né il parroco si sognerebbe mai di farlo. Ogni tanto vado fuori. Ma proprio perché ho occhi per osservare, vedo quello che succede nella realtà remota (ma non troppo) di cui faccio parte, con indifferenza per l'Eucarestia, messale interpretato, ecc. In 10 anni la chiesa si è svuotata, contrariamente al quartiere. Che succede? Doveva accadere il contrario, se la Chiesa si è avvicinata al popolo. Invece l'hanno abbassata al livello del popolo, il che è diverso. Senso del sacro, del mistero che si sta celebrando? Dove sono finiti? Sembra una conferenza di un'ora, la gente ha la faccia triste per quanto si parli di gioia, di amore e misericordia. I riti sono stati privati di segni importanti, il sacrificio ha lasciato il posto allo spezzare il pane. Le riverenze e il rispetto ai movimenti meccanici. Nessuno giudica l'altrui spiritualità, la Chiesa ha il dovere di ritenere quello che è buono e scartare quello che non lo è per le anime dei fedeli. Ma quando a fare le spese dei nuovi modi di vivere la Fede è Dio (per sacrilegi, mancanza di rispetto, dottrina distorta) beh, rimanere in silenzio è un'omissione. Allora Lei può continuare a giudicare generalizzando chi non conosce, io non lo farò. Qui non si additano le persone, si additano i fatti, cosa ben diversa. Se poi Le dà così fastidio la Messa antica, non ci vada. Se Le dà tanto fastidio leggere opinioni diverse dalla Sua, vada altrove. Ma prima di pubblicare i prossimi commenti, controlli bene chi insulta per primo, siamo cristiani e adulti possiamo permetterci il lusso di parlare usando il cervello e in maniera civile invece di fare i bambini tignosi.

      Elimina
    2. A Lei invece che è la simpatia fatta persona chi piace? Con tutti i limiti e i difetti che pure ha il mondo tradizionalista
      parla chiaro e non fa certo sconti a chi vive nell'ipocrisia e nel compromesso che poi è sempre menzogna.

      Io non spero, io SO che quando Cristo tornerà nella Gloria i tiepidi e gli ipocriti saranno vomitati nell'abisso, per questo
      me ne fotto di quello che spera Lei.

      Polimar

      Elimina
    3. Mettere Medjugorie insieme ai Gesuiti o ai Cappuccini è una minchiata. I gloriosi ordini hanno dimostrato nei secoli la loro grandezza. Medju è una realtà ancora priva di uno status preciso. Quindi calmino.

      Elimina
    4. ObscultaFiliPraeceptaMagistri ha risposto in maniera impeccabile

      Elimina
  30. Il Lista parla chiaro: solo la riscoperta di Raimondo di Sangro ci libererà da questa miserevole condizione.
    Ala sinistra

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma non dimenticare la beata Marie Claire du Plessis e il gran veggente Pinuccio di Cantù.

      Elimina
  31. Gia le nuove monografie sull'ingegnere napoletano Rolando Sminchiatelli e sul brigante partenopeo Rubalizio De Furtis vanno a ruba. Il Lista ha colpito nuovamente nel segno. Grande.
    Portiere

    RispondiElimina
  32. ehi, VDR, tu che vieni dalla fine del mondo sei avvisato!!! Bada bene a quello che dici perché Fedele Inquieto ti rimette sull'aereo e ti ri-spedisce nella pampa. Invece di star lì a telefonare a questo e a quello, va di corsa alla clinica dove è ricoverato il vero papa, quel certo manelli che tu "perseguiti".... che magari se sei fortunato e ti ritiene Cattolico (i suoi giudizi in materia sono molto selettivi) ti riceve in udienza, e non ti scordare di portargli le arance!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Questo pensano veramente i fanatici ed esaltati manelliani: solo loro sono la vera chiesa, solo loro sono i veri cattolici, tutti gli altri sono eretici o nelle tenebre. Solo Manelli è “dio” in terra e chi si permette di smascherare le loro (vere) malefatte sarebbe un diavolo che andrà all’inferno. Questa è la mentalità manelli, questo è l’insegnamento con cui si viene allevati in quell’istituto. Basterebbe solo questo fariseismo certo e questo abnorme settarismo malato a giustificare il giustissimo commissariamento che preghiamo e speriamo giunga fino alle radici manelliane di questa aberrazione mentale, ben espressa da questo signore che, da come parla, sembra più un saccente malavitoso che un fedele. Sicuramente non cattolico, perché il suo papa, come lui stesso dice, sta oggi in un ospedale.

      Elimina
    2. Ben detto
      bravo

      Elimina
    3. E smaschera smaschera, dai sono mesi che aspettiamo, magari fosse, ma questi sono più ridicoli della procura di Cremona, tanto fumo e niente arrosto.
      Solo carrierismo sulle spalle dell'ignaro avventore di turno.

      Elimina
  33. Beh, visto che sei così cristianamente caritatevole, potresti compiere tu una delle 7 opere di misericordia e portargli le arance....Autogoal.

    RispondiElimina
  34. Povero Anonimo, quando si è cattivi dentro non si vede che la propria cattriveria.

    RispondiElimina
  35. Non è che non condivido il senso della lettera, vorrei però ampliare il punto di vista.
    I primi tempi anch'io mi sono sentito profondamente offeso dall'operato dell'attuale vescovo di Roma.
    A questo punto invece, penso sia più logico lasciarlo andare per la sua personalissima strada.
    Voglio dire, quando i nostri antenati nella fede erano schiavi in Egitto, non credo scrivessero lettere aperte al faraone di turno per ottenere legittimazione, visto l'autorità legittima viene da Dio, non dagli uomini, tanto meno quelli che dimostrano di essere privi di fede.
    E' lo stesso atteggiamento ipocrita che per anni hanno mostrato i nemici di Cristo nei confronti di Benedetto XVI, silenzio indifferenza, politica del sospetto e morbosa dietrologia.
    Noi possiamo fare molto meglio, cominciamo a concentrarci su cose pratiche:
    - niente 8 xmille
    - dirottiamo i nostri oboli a sacerdoti di provata fede
    - chi dispone di spazi adeguati si dia da fare per organizzare sante Messe in casa, sfruttando un discreto passaparola per coinvolgere i vicini, amici o parenti. Non disperdiamo le nostre risorse per organizzare raccolte di firme inutili quanto patetiche.
    - i tempi sono questi, non per nostra scelta, nei primi secoli i cristiani si organizzavano per celebrare non per fare sit-in o sommosse popolari.
    - se poi ci fosse anche del buono nell'operato di Bergoglio lasciamo che il tempo faccia il suo lavoro, anche nel sinedrio qualcuno disse di lasciare in pace Pietro e i suoi, perché se veniva dal maligno prima o poi il cristianesimo sarebbe finito, mentre se veniva da Dio guai a metterselo contro.
    - avanti con le opere pratiche, non aspettiamoci la pappetta pronta, perché questi loschi personaggi non vogliono ma in fondo neanche possono farci buoni frutti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Quando ci chiederanno in pubblico del vdr, basterà dire poche parole, la verità: che ci sembra uno che si sforza di sembrare simpatico ma che quando parla di cose serie non si capisce cosa dica. Senza spocchia o acredine, nient'altro che la verità. Vedrete che alla fine, goccia dopo goccia, se c'è del buono verrà fuori altrimenti il tempo si porterà via tutto, come già successo con tanti predecessori. A roma non per niente si dice "morto un Papa se ne fa un altro".
      Coraggio, è molto più semplice di quel che sembra.

      Elimina
  36. Garabandal 1961-1965
    A cura di P. Pablo Martín
    http://www.preghiereagesuemaria.it/libri/le%20apparizioni%20di%20garabandal.htm

    RispondiElimina
  37. L'unica cosa sensata sarebbe non dar loro più i soldi dell'8 x 1.000 purtroppo poi vengono fagocitati dallo stato italiano ovverosia banda di ladri viziosi-viziati che ci succhiano il sangue....alla chiesa farebbe bene non avere davvero fondi che vengono usati per fini affatto nobili e caritatevoli, vedasi Ior, ma questa è utopia....

    RispondiElimina
  38. Garabandal ed il minimo solare
    http://fidesetforma.blogspot.it/2010/06/garabandal-e-il-minimo-solare.html
    http://garabandal.it/it/documentazione/dichiariazioni-della-santa-sede-su-garabandal

    RispondiElimina
  39. l'unica cosa sensata e' non sparlare siete degli infelici manelliani ma non cristiaNI,MA PREGATE-----

    RispondiElimina
  40. al signor ObscultaFiliPraeceptaMagistri vorrei dire che i cappuccini salesiani gesuiti e rns non sono sotto osservazione...l'rns è un associazione ecclesiale...da 40 anni...si informi prima di parlare a vanvera...noi siamo nella chiesa...e amiamo la chiesa....io faccio le stesse devozioni che fate voi....vado a messa tutti i giorni...prego il rosario tutti i giorni,il sabato sera facciamo l'adorazione eucaristica con il gruppo dell'rns--recitiamo le novene,tutti insieme abbiamo fatto la consacrazione al cuore immacolato di maria e al sacro cuore di gesù...e il martedi sera ho la preghiera comunitaria con il gruppo dell'rns....percio' mi dica dove vede quelli del rinnovamento nello spirito eretici...benedetto sedicesimo ci ha incontrati spesso e ha speso bellissime parole per noi,come giovanni paolo 2 paolo 6 e altri....si legga bene cosa dicono tutti questi papa di noi e poi ne riparliamo...compreso benedetto :)io ho incontrato gesù e lo seguo ogni giorno...o almeno mi impegno per farlo...cerco di mettere in atto le parole del vangelo...ascolto ogni giorno la sua parola e mangio il suo pane....prego la madonna tutti i giorni...leggo le vite dei santi..ogni sabato adoro gesù eucarestia...e prego tutti i giorni lo spirito santo...non capisco cosa ha di sbagliato il rinnovamento nello spirito...nella convocazione nazionale a rimini viene sempre angelo comastri e tanti cardinali e vescovi...monsignore giovanni d'ercole sta sempre in prima fila...siamo dei peccatori e andremo tutti all'inferno perchè nelle messe usiamo le chitarre..e non elettriche..semplici chitarre...siamo eretici perchè prima della preghiera facciamo canti di gioia e cioè battiamo le mani....però intanto il signore converte tantissime persone e le avvicina al suo amore...all'amore per lui e maria,,,all'amore per la santa madre chiesa,per i santi,per il papa,per i santi....portiamo la parola di dio alla gente,nelle case,nelle piazze,nelle scuole, e se un opera è buona si vede dai frutti....tantissimi giovani drogati sono guariti e ora fanno un cammino di fede con gesù....tantissimi atei incontrano il signore e cambiano vita....lo stesso che fate voi...perchè siamo tutti fratelli...DIO usa tutti....solo in modi diversi....se gesù ci ama e ci vuole nella chiesa e si vedono i frutti perchè voi ne parlate male quando noi invece supportiamo tutti gli ordini religiosi..non lo capisco...allora è vero che credete di essere gli unici giusti...assomigliate ai farisei nel tempio....perchè tutti noi siamo parte di una famiglia cattolica...noi siamo cattolici di roma...non siamo protestanti o eretici...attenzione con le parole....p.s. io vado dai francescani dell'immacolata a cassino...è bellissima la messa tridentina...a casalucense....conosco tutte le suore e madre michela...spesso le aiuto al convento di villa santa lucia dove c'è il postulandato....angela e sara del mio gruppo 'eretico e esaltato' del rinnovamento nello spirito sono entrate nelle francescane dell'immacolata...hanno preso i voti...e daniele l'ex fidanzato di mia sorella,ora è fra giona..sto offrendo la novena di maria che scioglie i nodi per i francescani dell'immacolata e padre stefano...un santo uomo...che dio vi benedica

    RispondiElimina
  41. Fccio questo, quello, prego, medesime parole del fariseonel Vangelo.......purtroppo sono dieci mesi infelici manelliani che statte contaminando ingiustamente Padre Volpi.il Santo Padre, siete accecati per la difesa del santo uomo.......Chi prega ed e' cristiano non e' seguace di Manelli, che continuo a dire non ho niente contro di lui ma ha abusato del potere,un santo soffre in silenzio anche sen non festeggia a Frigento il compleanno, la tomba dei genitori che poi non capisco perche' deve stare nella chiesa, di proprieta' di Manelli??????si puo'visitare in qualsiasi momentoe non fare tanto chiasso..Non chiamate dissidenti quei frati che dopo anni hanno avuto il coraggio didenunciare sono stati coraggiosi.Se e' santo Padre Manelli dobbiamo diventare religiosi evangelici......

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non dire la menzogna perchè non puoi ingannare. Siccome Padre Mannelli è figlio spirituale del Santo Padre Pio come me, non è anima zozza come tu vuoi dare a vedere. Non conosci e non puoi sapere chi sono le anime che il Padre si è preso in carico, non parlo di me che non sono che niente, ma gli altri sono tutti fiori ai piedi di Maria e Padre Mannelli è uno di questi. Che il Santo Padre Pio sveli e provveda per gli ipocriti e i lupi vestiti da agnello portando a conoscenza la vergogna che invece è su tanti cosidetti figli della Chiesa che della Chiesa figli non sono.

      Elimina
  42. vedo con grande ritardo questa lettera e la ritengo un appello del tutto onesto a che si proceda con procedure di comune giustizia nei confronti di accusati a cui non è data la facoltà di discolparsi, una cosa molto grave non solo di fronte a Dio, ma perfino in termini di giustizia terrena

    RispondiElimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.