venerdì 22 febbraio 2013

Cattoprotestantesimo renano

S. Em. Rev.ma card. Joachim Meisner, durante un'ispirata omelia

A furore teutonico libera nos Domine. Possa, tra il degnissimo Joseph Ratzinger (un'eccezione tra gli attuali prelati della sua terra) e il prossimo pontefice renano, trascorrere un periodo almeno pari a quello che ci separa dal precedente papa di quelle plaghe germano-batave (Adriano VI, nel Cinquecento).

Approfittando inelegantemente della sede ormai de facto vacante, e perfino accampando una sorta di placet papale che però il segretario del Papa, mons. Georg, avrebbe smentito (vedi qui), il cardinale di Colonia Meisner ha persuaso la Conferenza Episcopale Crucca - e non dev'essere stato difficile, considerato il livello dei suoi confratelli - a pubblicare una solenne dichiarazione che rende moralmente lecito l'uso della pillola  del giorno dopo in caso di violenza sessuale (qui il testo originale in tedesco, punto 8)

Il vulnus alla bioetica è molto grave, perché in questo caso non si tratta di semplice contraccezione, ma di un farmaco che impedisce l'annidamento dell'embrione già formato. E non c'è nemmeno da tutelare la vita della madre, come invece avviene in quei casi limite in cui l'intervento abortivo serve a salvare almeno una delle due vite (essendo altrimenti la madre e il feto destinati a morire).

E' vero peraltro che la dichiarazione dei vescovi si limita ad autorizzare l'uso di quella pillola quando ha un effetto contraccettivo e non abortivo; ma l'accertamento clinico della differenza nel caso concreto è assai difficile. E non illudiamoci: l'approvazione di un rimedio con effetti abortivi in un caso come quello dello stupro non è che uno stratagemma per rendere più 'potabile' e difficilmente contrastabile agli occhi dell'opinione pubblica un intervento che, dopo qualche tempo, si imporrà anche in casi di semplice disagio psicologico della potenziale madre. 

Nella stessa riunione e per soprammercato, il cardinale Kasper ha insistito affinché vengano ammesse al diaconato le donne, sia pure non attraverso un'ordinazione sacramentale, ma una 'benedizione' (ma che bisogno c'è? non fanno già le donne tutti i compiti in astratto riservati a un diacono?); mentre il cardinale Lehmann ritiene necessario procedere direttamente all'ordinazione sacerdotale femminile (vedi qui). Che sul punto si sia già pronunziato negativamente il magistero della Chiesa, ai tempi di Giovanni Paolo II, con affermazione espressamente qualificata come infallibile, non turba evidentemente il porporato.

Enrico

292 commenti:

  1. Vorrei vedere se ad essere violentata e messa incinta, magari da un parente o da un amico di famiglia fosse tua figlia di 11 anni come ti comporteresti!
    E' proprio vero il detto: "Tutti froci con il c..o degli altri"!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sempre i casi limite... quindi, seguendo il ragionamento, ammazziamo il bambino perchè colluso col violentatore!!!
      Wow! c.dalla1949 ci sei o ci fai, o entrambe le cose?

      Elimina
    2. Anch'io sono d'accordo con c.dalla1949. Basta con queste ipocrisie. Io sono tradizionalista fin da quando mio nonno e mio padre mi portavano in chiesa ma so bene che le donne sono da tutelare dai malintenzionati. Anche mio padre è sempre stato a favore degli aborti, solo in caso di violenze e grandi malformazioni. E anche io la penso allo stesso modo.

      Elimina
    3. Anonimo delle 09.46 non sono casi limite le violenze: accadono ogni giorno. Apri gli occhi e affronta il problema. Il problema esiste. A mali estremi, estremi rimedi. Sarò sempre a favore dell'aiutare una donna che ha subito violenza.
      Anche io sono a favore dell'aborto in caso di stupro. Al 100%.

      Elimina
    4. E quindi, prenderesti tu la decisione sulla pelle di tua figlia per farla abortire,per poi magari un giorno sentirti dire da lei:“Sono stata violentata e tradita da mio padre. Sono stata violentata di nuovo dagli abortisti.”
      Marco

      Elimina
    5. Marco tu non sei una donna.
      Io ti posso assicurare che se fosse capitata a me una violenza e mio padre, insieme al mio parroco mi avessero aiutata con l'aborto e supportata cristianamente ne sarei stata riconoscente in eterno.
      E pregherei ancora oggi Dio ringraziandolo per avermi aiutata nella sua misericordia a non rimanere incinta dopo una violenza che mi avrebbe distrutto la vita.

      Elimina
    6. Ma la vita del bambino non conta nulla, vero?
      Perchè il bambino dovrebbe pagare per un delitto (la violenza) con la sua vita? Si corregge una violenza con uan violenza maggiore, l'OMICIDIO!!!! Non è questione di tradizione o meno, ma di semplice logica... che tristezza infinita questi commenti.

      Elimina
    7. Concordo con Tiziano e Laura. "A mali estremi estremi rimedi". Neppure io sono per l'aborto e per la contraccezione ma nel caso dello stupro sono favorevole.

      Elimina
    8. Paolo, Tiziano, Laura, RobertoD... vi rendete conto che state giustificando un OMICIDIO?

      Elimina
    9. Edoardo, quindi tu stai dando la colpa di "omicidio" a una giovane che ha subito uno stupro?

      Un conto è se chi abortisce lo fa perchè vive in modo libertino e quindi di fatto se la va a cercare perchè vive fuori dalla grazia di Dio.

      Ma una donna che viene violentata, oltre a rimanerne traumatizzata a vita, la accusi pure di omicidio volontario?

      Non ragionare come facevano i farisei, in modo rigido e senza senso, come se Dio non esistesse e le Sue leggi fossero scritte dagli uomini.

      Purtroppo esiste il male in questo modo e la Chiesa deve tutelare i cristiani dal male.

      Uno stupro è MALE, non viene certo dal Signore. E i frutti del male sono sempre MALE.

      L'aborto va sempre condannato quando viene usato (come accade nel 90% dei casi) come soluzione al libertinaggio.

      Ma nell'altro 10% dei casi l'aborto serve per problemi seri e gravissimi, come in caso di stupro.

      La Chiesa fa bene a fare dei distinguo.

      Sono contrarissimo all'aborto in caso di libertinaggio.

      Ma in caso di stupro (quindi con denuncia dell'aggressore all'autorità giudiziaria), essendo un caso ben definito e ben circoscritto, sono favorevolissimo.

      Elimina
    10. L'aborto = uccisione di un bambino come lo chiami allora, Alberto?

      Elimina
    11. Analizzando la cronologia esistono addirittura dubbi che il presunto caso di stupro, poi gonfiato dai mass media per attaccare la chiesa, esiste realmente.
      A parte quest'osservazione rimano un dubbio ancora più grande: la tempistica - caso di presunto stupro - campagna mediatica - cedimento immediato del cardinale Meisner (il più conservatore e autorevole tra i vescovi tedeschi) con riferimento a "nuovi dati scientifici" sulla "pillola del giorno dopo" - due settimane dopo già la firma di convenzioni tra la chiesa cattolica e i Land (regioni) Nordrhein-Westfalen e Rheinland-Pfalz di introdurre la "pillola dopo" negli ospedali cattolici - altri cinque giorni dopo la conferneza episcopale si esprime a favore della "pillola dopo"??? Come ognuo sa che ha un minimo di esperienza burocratica che neanche in Germania, dove saranno più veloci e più efficaci, una convenzione tra chiesa e stato si firma entro pochi giorni. Ai primi contatti segue la nomina di commissione bilaterali, riunioni e sedute, prime bozze, poi aprovazioni dall'una e dall'altra parte e infine la firma.
      Stranamente i gruppo pro vita non sanno nulla di questi "nuovi dati scientifici" esplicitamente negati dall'associazione "medici per la vita".
      Il cardinale Meisner parlava addirittura di una "moltitudine" di nuove "pillole del giorno dopo". I critici vengono subito taciuti. La conferenza episcopale ha preso le distanze dal sito cattolico Gloria.tv. Categoricamente. Perché? Perché la redazione inglese (non quelle tedesca), che operano autonomamente (non esiste un capo redattore centrale) ha pubblicato una vigneta con tanto di croce uncinata in riguardo alla decisione dei vescovi tedeschi di ammettere la "pillola dopo". Un'atto più che discuttibile. Ma prendere le distanze da chi lotta in prima linea per la vita, cioè proprio quelli che sono stati completamente ignorati dai vescovi in questa decision (i gruppi pro vita non sono stati ne contattati ne sentiti ne c'era nessun dialogo, nonostante la loro competenza). I vescovi basano invece la loro "nuova" conoscenza esclusivamente su uno studio elaborato su incarico della lobby abortista senza aspettare una crritica verifica da parte terza.

      Il tutto da l'impressione come se i vescovi non aspettavano altro che scolarsi finalmente di dosso il peso della difesa della vita (o almeno di un aspetto che è diventato sempre più strozzante per loro). Es si sono liberati con una velocità estrema.

      Detto in altre parole: nel 1968 i vescovi tedeschi (austriaci e svizzeri inclusi) risposero alla enciclia profetica Humanae vitae di Paolo VI. con estrema resistenza (Konigsteiner Erklaerung). Da allora, purtroppo, sembra essersi cambiato poco. Appena che viene meno l'autorità di Pietro i vescovi tedeschi mostrano il vero volto: brutto quando riguarda la tutela della vita, addirittura eretico quando riguarda l'ordinazione femminile.
      Papa Giovanni Paolo II. non ha definito la sua decisione del 1994 in merito un "dogma" (e conosciamo il perché: il mondo moderno lo so soporterebbe), ma nonostante questo si pronunciato in modo infallibile. Perciò chi insiste come il cardinale Lehmann e i vescovi Furst e Bode sono eretici. Questo è la tragedia del mondo tedescho, il quale non è mai riuscito a superare il scisma protestante in senso positivo. I protestanti hanno tolto ai cattolici il bastone di guida (poi passato ad altri, ultimamente ai relativisti agnostici) e i cattolici non sono mai riuscito a riprenderselo.

      Elimina
    12. Mi spiace ma pure io sono a favore dell'aborto in caso di violenza. Senza se e senza ma.

      Elimina
    13. Laura,con i se e i ma ne sono piene le fosse e quello che scrivi non rispetta l'insegnamento della Chiesa ,punto.

      Elimina
    14. La Chiesa, in Germania, ha invece detto che l'aborto in caso di stupro è possibile.
      La Chiesa è di Cristo e non sbaglia, tu che sei un uomo e sei limitato invece sbagli e non comprendi il grande disegno del Signore.

      Elimina
    15. Parole sacrosante, anonimo 13:06

      Elimina
    16. Che il Signore abbia misericordia di voi

      Elimina
    17. Che la Chiesa di Cristo abbia misericordia della tua superbia

      Elimina
    18. Tu giustifichi un omicidio e io sarei superbio?
      Hai bevuto troppo vino? O ti sei fatto una canna?

      Elimina
    19. Anonimo 14:38 il nostro pontefice Benedetto XVI ha detto che il preservativo non è consentito dalla Chiesa ma in certi casi molti precisi e limitati può diventare accettabile. L'hai già dimenticato?
      Solo la Chiesa può dirci cosa è giusto o è sbagliato. Non tu. La Chiesa dice che la pillola in caso di stupro è accettabile. Non vedo dove sia la polemica.

      Elimina
  2. Circa poi l'ordinazione al diaconato delle donne, questa è di istituzione apostolica e quindi...
    Vedere ad esempio: http://www.gallican.org/diacness.htm

    RispondiElimina
    Risposte
    1. c.dalla1949... ci fai, ci fai...
      Ma piantala di dire stupidate!

      Elimina
  3. Pensa un po' se il Card. Meisner venisse eletto Papa!! Infatti è nato il 25 dicembre 1933 e compirà gli 80 anni soltanto a dicembre; quindi entrerà di diritto in Conclave e potrebbe essere eletto.

    RispondiElimina
  4. Non speculiamo sulle tragedie umane.
    L'aborto e' comunque da condannare

    RispondiElimina
  5. PAOLO VI ha dialogato con loro , li ha protetti , ascoltati , favori in pieno , spalancato loro le porte ...........

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Giovanna ha sempre spalancato loro le porte...

      Elimina
    2. Chi è la Giovanna?

      Elimina
  6. Alla luce di quello che sta avvenendo, (e poi vedremo l'esito del conclave) inizio a pensare che la scelta di abdicare non sia stata opportuna.
    quella vecchia volpe di Mao diceva: punirne uno per educarne cento.
    Forse se BXVI avesse provato quella medicina (es. ridurre allo stato laicale un vescovo o un cardinale inaffidabile) non saremmo a questi risultati !

    Lorenzo

    RispondiElimina
  7. Orazione, digiuno, mortificazione.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mortificazione per aver aiutato una ragazza che ha subito violenza a non rimanere incinta del suo violentatore? Sei proprio da curare, hidalgo. Meno male che lo Spirito Santo illumina la Chiesa nonostante nostalgici protomedievali che non sanno vivere il loro tempo secondo il Vangelo.

      Elimina
    2. Hidalgo è sanissimo,la pillola sopra citata pare che sia abortiva,non vorrei essere al posto di questi vescovi,quando saranno giudicati.
      http://www.bastabugie.it/it/articoli.php?id=2055
      MARCO

      Elimina
    3. Se si smettesse di vivere coi paraocchi e si ragionasse bene sul problema, si potrebbero fissare i casi in cui la Chiesa accetta l'aborto, essendo essi pochi e circoscritti.

      E vi assicuro che una nuova legge per abolire l'aborto (esclusi i casi circoscritti come lo stupro che prevede una denuncia all'autorità giudiziaria), così concepita, sarebbe accettata dalla maggioranza degli italiani.

      E' per questo che invece oggi la maggioranza dei cittadini è favorevole all'aborto. Tutti pensano "e in caso di stupro?".

      Se la Chiesa comprendesse lo stupro come motivazione valida per l'aborto, come ha fatto già in Germania, la gente voterebbe a favore della legge contro l'aborto per tutti gli altri casi inerenti invece il libertinaggio che considera invece l'aborto come soluzione al problema di fare un figlio col proprio partner. In caso di libertinaggio l'aborto va sempre condannato e non dovrebbe essere reso possibile.

      Occorre fare dei distinguo razionali e non ragionare per slogan.

      E la Chiesa dei disdinguo li fa già, come hanno detto altri sotto, sia per i preti che si spretano che per l'annullamento del matrimonio, ecc.

      Elimina
    4. Concordo con Alberto.

      Elimina
    5. Placet ad Alberto

      Elimina
    6. Alberto tu pretendi di parlare a nome della chiesa e dimostri di non sapere chi e' la chiesa. Cosa significa essere chiesa. Da chi attinge gli insegnamenti la chiesa.
      Come fai a erigerti portavoce della chiesa?
      In Jugoslavia interi conventi di suore sono state stuprate.
      Chi rimase incinta di quegli stupri ricevette dispensa dalla chiesa a preoccuparsi della crescita di quel frutto di violenza.
      COME A DIRE. LA VITA PRIMA DI TUTTO E INNANZITUTTO. poi penseremo al dolore e alle mortificazioni.
      Se continuate a ragionare egoisticamente preoccupandovi della vittima dello stupro e fottendovene del frutto, per giunta, indifeso. C'e' poco da definirsi cattolici, siete come qualsiasi ateo o protestante o buddista o induista o come cavolo vi pare. Tra voi e gli altri non c'e' nessuna differenza.
      VI HANNO FOTTUTO L'ANIMA E NON VE NE SIETE NEMMENO ACCORTI.
      Un'altro risultato che hanno ottenuto e' che su questo tema tradizionalisti e modernisti la pensano allo stesso modo. I due estremi che si incontrano. Dio stara' facendo salti di gioia! Ci saranno un sacco di posti liberi in Paradiso per tutte quelle anime che anche se non cattoliche si sono comportati meglio dei cattolici.

      Elimina
    7. Anonimo 14:14, sei tanto ottuso da non voler capire?
      Benedetto XVI non ha forse detto che anche il preservativo non è poi così inaccettabile, pur facendo dei distinguo chiari e precisi sul suo utilizzo?
      Il Santo Padre dice delle cose molto chiare e significative e tu non l'ascolti neppure.
      Non sono io a parlare per la Chiesa.
      La Chiesa in Germania ha affermato che una donna innocente vittima di violenza possa prendere la pillola anticoncezionale.
      Il prossimo pontefice potrebbe ribadire con maggior forza quanto già detto dalla Chiesa in Germania.
      Ricorda le parole di Benedetto XVI.
      Come ha scritto qualcun altro la Chiesa di Cristo non può mai sbagliare, tu invece che sei una creatura di Dio e quindi limitato per tua stessa natura sbagli.

      Elimina
    8. Caro Gianni
      o ci fai o ci sei.
      Mi paragoni il preservativo all'omicidio.
      Sarebbe come a dire che masturbarsi e' altrettando grave quanto ammazzare un bambino in fascie.
      Tu ti sei bevuto il cervello caro Gianni!!!!!
      Se non hai ancora capito ti ripeto cosa ha fatto la chiesa di Roma con le suore stuprate in jugoslavia.
      Ha detto loro di preoccuparsi di quella vita che portavano in grembo che era diventata PIU' IMPORTANTE DELLA PROMESSA FATTA A CRISTO.
      E mi vieni a parlare di quattro vescovi dell'alemagna che probabilmente lo hanno detto per la DUREZZA DEL CUORE DEI PSEUDO CATTOLICI DELLA LORO REGIONE.
      hanno ragionato con con i testicoli e non con il Cuore. SICURAMENTE NON CON L'INSEGNAMENTO DI CRISTO!

      Elimina
    9. Anonimo 14:51, non mi interessa cosa pensi tu o quello che penso io.
      Ti ribadisco che Benedetto XVI ha detto che il preservativo non è accettato dalla Chiesa ma in alcuni casi ben determinati può divenire accettabile. Parola del Santo Padre, non mia.
      La Chiesa è guidata dallo Spirito Santo e sa meglio di te e me cosa è giusto e cosa è sbagliato.
      Benedetto XVI dice che il preservativo a volte è accettabile e la Chiesa in Germania dice che la pillola in caso di stupro è accettabile.
      Se non ti sta bene esci dalla Chiesa Cattolica e vai con gli altri eretici.

      Elimina
    10. Gianni
      o sei idiota oppure sei calvo!
      Siccome non ti vedo voglio sperare che tu sia calvo.
      Mi dici che cavolo c'entra il preservativo con lo stupro?
      Io non metto in dubbio la parola del Papa di cui potrei anche daccordo (non lo sono ma mi adeguo) ma che cavolo c'entra lo stupro con il preservativo?
      Siccome non capisci allora la faccio breve.
      Il papa si e' espresso sugli stupri? Se no (dalla sua viva voce) io non mi adeguero' mai al pensiero omicida di quattro cardinali che per me non sono PIETRO.
      Ti sta bene cosi'.
      Speriamo che tu abbia capito!!!

      Elimina
    11. Anonimo 15.16 ti piace insultare gli altri? Gianni dice il giusto, Benedetto XVI ha infatti detto che il preservativo può essere usato ma solo in certe situazioni molto gravi.
      Anch'io sono d'accordo con quanto ha detto la Chiesa in Germania e cioè che in caso di violenza sia possibile alla donna accedere alla pillola.
      La Chiesa non ha detto che l'aborto è accettabile sempre! Ha solo detto che è accettabile in caso di violenza.
      Spero che il nuovo papa sia molto chiaro quanto lo siano stati i suoi cardinali in Germania.
      Anonimo 15.16 devi proprio vivere fuori dal mondo e fuori dalla Chiesa se non comprendi perchè Benedetto XVI ha detto quelle parole sul preservativo e i Cardinali tedeschi sull'aborto.

      Elimina
  8. Questa gente fa schifo. Scusate la "parresìa" ma fa veramente schifo. E l'aspettare questo "tempo debole" di regno d'un Papa dimissionario per sbandierare ai fedeli documenti del genere dà ampiamente prova dello spessore morale e dottrinale di questa gente, della loro cattolicità!
    Altro che berrette rosse questi meritano solenni zampate nel centro del deretano, anche se sono quasi ottantenni, magari di piatto pieno all'altezza del còccige, ma una bella pedata data con sacrosanta misericordia ci vuole tutta. Medico pietoso fa la piaga purulenta: questa gente è lo stomachevole pus della piaga del modernismo malcurata, anzi propagata dall'ultimo concilio. E' necessaria l'amputazione.
    L.Mò

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io non sono d'accordo.

      Mi fa più schifo chi non accetta l'aborto in caso di stupro, certo non la Chiesa che caritatevolmente invece si piega sui dolori delle donne innocenti che subiscono violenza da parte degli uomini.

      Così come la Chiesa annulla migliaia di matrimoni contratti davanti a Dio, così non vedo perchè una donna che abbia subito violenza da parte di un non cristiano non possa ricorrere all'aborto.

      Addirittura molti preti, "sacerdoti per sempre", per puro capriccio oggi possono ottenere la dispensa e vivere come se fossero dei laici, nonostante abbiano promesso di servire Dio come sacerdoti "per sempre"!

      Invece una donna che viene stuprata non può ottenere l'aborto?

      Siete patetici e ipocriti.

      La Chiesa non sbaglia e fa bene finalmente a trovare un escamotage moderno per risolvere questi gravi problemi.

      Elimina
    2. Guardi che non è la Chiesa, ma una sua parte, e pure andata a male...

      Elimina
    3. Lo dici tu Edoardo.

      Io frequento la FSSPX e i tutti i sacerdoti con cui parlo di questa cosa sono favorevoli all'aborto in caso di stupro (ribadisco a scanso di equivoci SOLO in caso di stupro), anche se pubblicamente ancora non si può dire.

      Elimina
    4. Bella menzogna anonimo delle 11.51, utile per portare acqua alla tua macina da mulino che ti stai legando al collo. Dimostra piuttosto con fatti verificabili che è vero che i sacerdoti FSSPX ammettono l'aborto.

      Elimina
    5. In caso di stupro si può sopprimere una vita innocente. A peccato si aggiunge peccato più grave. Tutto in nome di Dio, vero? Decidete voi se un essere umano può vivere, dipende dalla casistica!

      pepito sbazzeguti

      Elimina
    6. Pepito, la Chiesa in Germania ha detto che l'aborto in caso di stupro è accettabile. Non l'ha detto un uomo, l'ha detto la Chiesa.
      Io mi fido della Chiesa di Cristo guidata dallo Spirito Santo, non di un uomo con la sua visione limitata.

      Elimina
    7. Anonimo 13:16
      Per la durezza del vostro cuore la chiesa di germania o meglio certa chiesa di germania ha detto quello che ha detto.in jugoslavia la chiesa di Roma ha detto tutt'altra cosa. Ne sanno qualcosa le suore violentate.
      Tu continua a fare il cattolico di facciata in pantofole, gli altri sono pronti anche al martirio.
      I martiri sono quegli innocenti che i cattolici di facciata SOPPRIMONO!

      Elimina
    8. Brandisci il martirio come un uomo delle caverne la sua clava, anonimo 14:24.
      I martiri vivevano santamente, tu sei un santo?
      Perchè se non sei un santo, il Signore non accetterà i tuoi sacrifici, neppure fosse quello della tua stessa vita.
      Chi ha il cuore duro? Tu che nella tua superbia non accetti che una donna innocente vittima di violenza possa almeno assumere la pillola oppure la Chiesa che di fronte a tale malvagità, con le dovute distinzioni, permette alla donna abusata dall'uomo di poter prendere tale farmaco?
      Ho letto qui, tra i vari commenti intelligenti anche uno molto illuminante sull'apertura al preservativo del Santo Padre Benedetto XVI: solo in certi casi e a determinate condizioni.
      Lui, che è il successore dell'Apostolo Pietro, fa delle distinzioni e rende accettabile per la Chiesa il preservativo nonostante per tutti gli altri casi rimanga assolutamente interdetto.
      La Chiesa tramite i cardinali tedeschi ha detto che in caso di stupro una donna violentata possa ricorrere all'aborto ma tu dici che chi accetta questo ha il cuore duro?
      Illuditi di poter lavare i tuoi peccati con uno sterile "martirio" allora.
      Il tuo "sacrificio" sarà la tua condanna anzichè la tua liberazione.

      Elimina
    9. Infatti IDIOTA LEONARDO
      io non faccio sacrifici umani. Quelli li fai tu! Non solo li fai ma giustifichi anche gli altri che come te fanno questo. Di piu'. Pretendi anche che il Padreterno sia daccordo con te!!!
      Questo e' il massimo dell'idiozia umana!!!

      Elimina
    10. FINO AD ORA TUTTI HANNO PRESO LE DISTANZE DA BENEDETTO XVI.
      ORA INVECE TRADIZIONALISTI E NON LO TIRANO PER LA TONACA PER GIUSTIFICALE I LORO OMICIDI!!!!!

      Elimina
    11. Ma caro anonimo 14:58 cosa stai dicendo? Sei tu che parli di martirio. Il martirio è il sacrificare la propria vita a Dio.
      Tu non fai altro che insultare chi non è d'accordo con te.
      Insulteresti anche il Santo Padre quindi che ha detto che il preservativo a volte è accettabile?
      Insulteresti anche la Chiesa che in Germania ha detto che la pillola a volte (in caso di violenza precisamente) è accettabile?
      Rispondi.

      Elimina
    12. Io insulto te che attribuisci al papa cose che non ha mai detto!
      E siccome sei un IDIOTA e non sai piu' che pesci prendere tiri in ballo la storia de preservativo cosa ben diversa dallo stupro.
      Siccome sei un idiota patentato mi scuseranno chi ci legge e usero' un linguaggio da idiota per farmi capire da te che sei il non pluce ultra dell'idiozia.
      Secondo te trombare con il preservativo equivale a un omicidio? Se e' no , ficcati la testa nel cesso e tira lo scarico perche' fin'ora tu hai affermato questo.
      Quattro vescovi tedeschi non sono la chiesa, il fatto che il papa non si sia espresso non significa che avvalora la sua tesi.
      Te lo ripeto in jugoslavia le suore stuprate hanno tolto l'abito e sono andate a fate le mamme, con il benestare della Chiesa di Roma.
      Se non capisci questo e' inutile insistere.

      Elimina
    13. Secondo la Chiesa Cattolica, iracondo anonimo 15:33, trombare col preservativo se non sei sposato è un peccato MORTALE. Quindi sì, finisci all'inferno come un omicida.

      Elimina

  9. altro che carte bollate !!!!!!

    evviva sempre in eterno la FSSPX !!!!!!!!

    RispondiElimina
  10. Vedo già i progressisti che parlano di aborto. La pillola del giorno dopo non è abortiva ma contraccettiva, la feconazione avviene in almeno tre giorni, non è stata concessa la pillola abortiva, ma una pillola che evita la fecondazione. Certo i progressisti non stanno perdendo tempo a sbandierare l'apertura della Chiesa all'aborto. E' pura falsità. Quindi discutiamo se sia secondo tradizione questa scelta sulla contraccezione e non sull'aborto. Personalmente ho riserve anche sulla prima ma almeno discutiamo di cose reali.

    Tomista_87

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io sono favorevole alla contraccezione in caso di violenza sulle donne.

      Purtroppo i casi di stupro sono molti ed in aumento, è giusto che la Chiesa finalmente dia una risposta in tal senso.

      Ci sono mezzi moderni oggi che fino ad alcuni anni fa non esistevano.

      Condivido il pensiero di chi sopra ha scritto cha Chiesa prevede la dispensa per i preti che si spretano nonostante siano sacerdoti per sempre, è quindi più che giusto che la Chiesa aiuti le donne che senza colpa hanno subito uno stupro.

      I preti che si spretano lo fanno mettendo la volontà propria al posto di quella del Signore che li ha chiamati al sacerdozio, chiamata che loro rifiutano per poter vivere liberamente come fanno invece i laici.

      Anzi diciamo pure che spesso, come riportano i casi di cronaca, molti preti si spretano perchè hanno messo incinta la loro amante, quindi si spretano pure "con colpa".

      Invece una donna che ha subito violenza da parte di un aggressore, forse pure straniero e neppure cristiano, dovrebbe essere condannata a subire una gravidanza concependo il frutto di uno stupro? Con il padre magari in carcere per aver violentato più donne?
      Siamo seri per favore.

      Elimina
    2. Sì, appunto siamo seri, non diciamo stupidate e usiamo la logica: lei vuole uccidere un bambino per rimediare ad una violenza. Bel ragionamento!

      Elimina
    3. Non diciamo fesserie.
      Se violentassero mia moglie acconsentirei pure io all'aborto. Lei non avrebbe alcuna colpa.
      Anch'io sono favorevole all'aborto in caso di violenza.

      Elimina
    4. L'aborto = uccisione di un bambino come lo chiami allora, Mauro?

      Elimina
    5. Si potrebbero celebrare le esequie per il bimbo non nato.
      Io comunque in caso di stupro sono e sarò sempre a favore dell'aborto.
      La violenza è una tragedia umana che certi uomini, per fortuna non tutti anche da quello che leggo qui, non vogliono comprendere.
      Come hanno già scritto anche altri ma non vi rendete conto che sono stati i cattolici italiani a votare a favore dell'aborto proprio per questo motivo?
      E poi vi chiedete come mai non riuscite a raccogliere tra i cristiani italiani il numero necessario di firme per fare un nuovo referendum contro l'aborto?
      Si facesse anche questo referendum, per come è concepito e quindi per l'aborto non consentito anche in caso di stupro, perderebbe clamorosamente.

      Elimina
    6. Ma che cavolo dici TOMISTA ignorante!
      Basta leggere la rivista piu' stupida di embriologia per sapere che la fecondazione avviene gia' prima dell'impianto.
      La fecondazione e' gia' VITA!!!

      VA A FINIRE CHE SONO PIU' TRADIZIONALISTA IO, DEI TRADIZIONALISTI.

      L'OMICIODIO E' UN'AZIONE DA CONDANNARE SEMPRE. SENZA SE E SENZA MA!!!

      COME ANCHE LA VIOLENZA.
      E CHI SUBISCE VIOLENZA NON PUO' GIUSTIFICARSI CON UN'ALTRA VIOLENZA ANCORA PIU' SQUALLIDA NEI CONFRONTI DI UN ESSERE INDIFESO CHE NON HA COLPA DI NULLA SE NON DI UN COGLIONE CHE LO HA GENERATO.
      MI RENDO CONTO CHE AMARE IL PROPRIO NEMICO E' UMANAMENTE DIFFICILE., MA ALMENO NON COMMETTIAMO VIOLENZA A VIOLENZA.
      IL FRUTTO DELLA VIOLENZA HA DIRITTO ALLA VITA, SE POI UNO NON SE LA SENTE DI RICONOSCERLO, DOPO IL PARTO LO AFFIDA ALLE ISTITUZIONI. E FESTA FINITA. TANTO IL DANNO E' GIA' STATO FATTO. NON AGGIUNGIAMO DANNO A DANNO.

      Elimina
    7. Anonimo 12.31 stai blaterando contro il vento.
      La CHIESA, ripeto la Chiesa, in Germania ha detto invece che l'aborto è possibile in caso di violenza. A nessuno interessa quello che pensi tu nella tua limitatezza.
      La Chiesa non sbaglia perchè è di Cristo ed è guidata dallo Spirito Santo.
      E se la Chiesa dice che va bene, obbedisci con umiltà a Nostro Signore.

      Elimina
    8. Ancora questa storia del voler confondere a proprio comodo e a tutti i costi i cardinali tedeschi con la Chiesa tutta...

      Elimina
    9. Un Cardinale della Chiesa è membro della Chiesa e parla per la Chiesa.
      Se dice cose eretiche viene scomunicato.
      Non mi sembra che questo Cardinale sia stato scomunicato, anzi...
      Un Cardinale della Chiesa di certo è molto più credibile e a contatto con lo Spirito Santo di un semplice sottoposto o di un laico.
      Obbedire con umiltà alla volontà di Cristo è un voler rinunciare alla nostra superbia.
      Noi siamo uomini e come tali abbiamo un concetto limitato di Dio e del suo volere.
      Affidiamoci alla Chiesa che invece non sbaglia. Perchè Dio non sbaglia.
      Smettiamola con queste sterili polemiche.
      La Chiesa si è pronunciata, non un manipolo di uomini fanatici attaccati alle loro leggi umane.
      La Chiesa ha parlato e noi obbediamo.

      Elimina
    10. Ah, se lo dicono i TETESCHI bisogna dargli retta. Hanno sempre avuto ITEE CENIALI......Da Luther in poi....

      Elimina
    11. MA CHE CAVOLO STATE DICENDO!!!!!!!!
      SE NON L'AVETE LETTO VE LO RIPETO.
      LA CHIESA DI ROMA e non un gruppo sparuto della germania di merkel HA DATO UNA DISPENSA A QUELLE SUORE VIOLENTATE CHE RIMASERO INCINTE PER CURARE E FAR CRESCERE QUI LORO FIGLI FRUTTO DI VIOLENZA. LA VITA PRIMA DI TUTTO E INNANZITUTTO.
      Altro che quattro utili idioti dell'alemagna.
      O si e' con Cristo, fino alla morte e alla morte di croce o si e' contro Cristo.
      DECIDETEVI. NON CI SONO TRATTATIVE DA FARE!!!!!!

      Elimina
    12. Eppure Benedetto XVI, il papa mica tuo zio, ha detto che il preservativo in certe situazioni è ammesso.
      Io mi fido del Papa non di quello che pensi tu.

      Elimina
  11. Ma siamo poi così sicuri del meccanismo anticoncezionale piuttosto che abortivo di questi farmaci? Non credo che questioni così sottili e delicate possano essere affrontate con tanta disinvoltura.
    Personalmente -non avendo competenze medico scientifiche- mi traggo fuori dal discutere nel merito. Mi fa schifo -però- il metodo: si va avanti in modo autonomo, in questo momento critico e delicato, partendo dal caso tragico ed estremo e comunque specifico di un concepimento violento (altra fattispecie tutta da definire) per forzare con l'interpretazione terminologica prima e analogica poi e arrivare a ciò che era impensabile, appunto l'aborto. E' -in piccolo- lo stesso vecchio metodo dei modernisti nel Cv2: pensate a che faccia avrebbero fatto i padri conciliari se avessero parlato loro apertamente di messe/buffonate e di prediche co' pupazzi... e oggi invece pare la cosa più normale del mondo.
    Una sortita del genere per me è una dichiarazione di pusillanimità e carognaggine. L.Mò

    RispondiElimina
  12. Il prete teutonico si sente solo.
    Le Chiese sono vuote e il vice parroco che viene dal terzo mondo non lo vuole perchè viene considerato un parassita delle ricche casse cattoliche di grande germania.
    Invece la diaconessa di puro sangue ariano potrebbe riempirgli la giornata e viene spesata dal crucco cattolico medio con i proventi della kirkensteuer.
    In caso rimane incinta mi pare che ci siano le pillole del giorno dopo.
    Il comunicato degli alti prelati tedeschi mi pare chiarissimo per il candidato al soglio di Pietro che vuole i loro voti.
    Potrei aver sbagliato la traduzione dal tedesco ma il succo mi pare quello.
    avvocato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avvocato
      avevo preso le distanze da te,
      pur rimanendo mooolto distanti dal nostro essere Cristiani, questo discorsetto che hai fatto mi garba, perche' hai fatto un distinguo tra quattro imbecilli tedeschi e la Chiesa di Roma.
      Bravo!

      Elimina
    2. quattro preti imbecilli che vanno a letto con le diaconesse? Ma questi parroci indegni sono da sbattere fuori dalla Chiesa con disonore!

      Elimina
  13. L'aborto non è lecito in nessun caso se non quando c'è l'effettivo rischio di morte per la madre e per il concepito in modo da salvare almeno la madre.
    Non è uccidendo un innocente che si recupera al grave danno già provocato con la violenza sessuale.
    Si aiuti spiritualmente, moralmente, psicologicamente ed economicamente la donna violentata a portare a termine la gravidanza al termine della quale può liberamente decidere se tenere o dare in affidamento la creatura concepita.
    La vita è un principio non negoziabile e non disponibile alla volontà dell'uomo.
    Le altre sono solo chiacchiere ideologiche.
    Diamo la possibilità a Dio, con la nostra libertà, di poter scrivere dritto sulle righe storte degli uomini.
    Diamo la possibilità a un figlio di nascere anche se il concepimento è stato un abuso o una violenza, la sua uccisione non migliorerà il danno già provocato, la sua vita ha un immenso valore.
    Dispiace leggere che delle persone che si definiscono cristiane, cattoliche (e per di più tradizionaliste!) siano a favore dell'aborto!
    Ma vorrei sapere in quale Dio credete!!!
    Siete un po' confusi forse...

    Giacomo

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Giacomo vivi in un mondo che non esiste.
      Ti ricordo che tutti i cattolici hanno già votato A FAVORE dell'aborto.
      I cattolici si sono espressi in modo inequivocabile.
      E ancora oggi i cattolici italiani sono a favore dell'aborto perchè tutti quanti pensano al caso di violenza sulla donna.

      Elimina
    2. Esatto, Gianni. Io proprio non capisco la polemica.
      Come se i cattolici non si fossero mai espressi sull'aborto!
      Se si vuole affrontare il problema in modo serio e razionale occorre fare chiarezza e distinguere l'aborto in caso di violenza da quello in caso di libera scelta per non aver figli col proprio compagno (fidanzato o marito).
      Anch'io sono a favore dell'aborto in caso di stupro.

      Elimina
    3. L'aborto = uccisione di un bambino come lo chiamate allora?
      Il vostro è puro relativismo.

      Elimina
    4. Gianni caro,
      TU HAI VOTATO PER L'ABORTO.
      NON I CATTOLICI.
      LE LEGGI DELLO STATO NON SONO LE LEGGI DI DIO.
      COME LAICO PUOI SOTTOSTARE ALLE LEGGI UMANE.
      COME CATTOLICO DEVI SOTTOSTARE ALLE LEGGI DI DIO.
      E DIO NON HA MAI GIUSTIFICATO UN OMICIDIO. DI NESSUN TIPO, SE NON PER LEGITTIMA DIFESA.

      Elimina
    5. Placet,Giacomo Edoardo.
      Marco

      Elimina
    6. la Chiesa in Germania ha detto che l'aborto in caso di stupro è accettabile. Non l'ha detto un uomo, l'ha detto la Chiesa.
      Io mi fido della Chiesa di Cristo guidata dallo Spirito Santo, non di un uomo con la sua visione limitata.

      Elimina
    7. Non la Chiesa, ma alcuni cardinali tedeschi, che non sono la Chiesa...

      Elimina
    8. Quindi i cardinali ora non sono più parte della Chiesa?
      E Benedetto XVI allora che ha detto che il preservativo è accettato dalla Chiesa ma solo in certe situazioni?
      Anche Benedetto XVI non è nessuno per te allora?
      I Cardinali hanno detto la stessa cosa: l'aborto è possibile per la Chiesa solo a certe condizioni, non sempre.

      Elimina
  14. L'eresia tedesca (i lupi) che BXVI non ha potuto/voluto/saputo dichiarare e bollare ha iniziato alla grande la distruzione della Chiesa Cattolica. Glielo consentono proprio le dimissioni di BXVI. Volute, cercate, studiate, ed alla fine, con la collaudatissima tecnica del ricatto pedofilia, ottenute. Ora stiamo tutti già ragionando con criteri da "papa debole" introdotti da dimissioni illegittime che incartano e spiazzano la Chiesa Cattolica Romana aprendo scenari sleali e paludosi da sempre consoni alla Chiesa Tedesca. A questo punto (leggete Radaelli) con BXVI vivente, vi sono solo due uscite o un decente antipapa (ex bravo papa) o un pessimo antipapapa (ex eretico papa) vedo che quel poco che resta della Chiesa sana si sta allineando sulla prima opzione che comunque produce un antipapa, acecttando (de facto) BXVI papa anche dopo il 28 febbraio. Attenzione. Ancora una volta sarà proprio il suo dialogo tedesco a dar campo libero ai lupi. Tutto ciò detto con l'amarezza di chi per quarantanni ha visto in BXVI l'unico faro e maestro di fede. Lo dico con tutto il rispetto che mi resta. BXVI lascia perdere ragione e coscienza. Respira profondo, non ragionare. TU SEI E RESTI IL NOSTRO PAPA'. Mettiti "sull'attenti" e ritira le dimissioni. Mazzarino

    RispondiElimina
  15. E' incredibile che ci sia gente che si definisce cattolica e contemporaneamente favorevole all'aborto in alcuni casi. La scelta (comunque infelice) dei vescovi tedeschi è riferita all'uso contraccettivo della pillola, per favore smettiamola di parlare di aborto perchè facciamo il gioco dei progressisti. Diciamo piuttosto che anche la concessione di questo uso contraccettivo è comunque portatrice di molti aggiramenti e aggiustamenti a piacere proprio.
    Il ragionamento di immedesimarsi in una situazione del genere denota un approccio esistenzialista alle cose che mette al centro l'esperienza. Tutto questo porta alla supremazia della coscienza e quindi al rischio altissimo di errore.

    Tomista_87

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tomista, ribadisco quanto scritto sopra ad anonimo.
      Vivete in un mondo che non esiste.
      Aprite gli occhi.
      I cattolici hanno GIA' VOTATO A FAVORE DELL'ABORTO perchè sono tutti a favore dell'aborto in caso di stupro.
      Se la Chiesa accettasse l'aborto in caso di violenza sulla donna allora sì che i cattolici sarebbero disponibili a votare una legge CONTRO l'aborto invece in caso di semplice libertinaggio.

      Elimina
    2. Una cosa giusta detta (incidentalmente?) da Paolo VI è che "rimarrà un piccolo gregge". A leggere i comemnti pro-aborto mi sa tanto che ormai ci siamo. Questi si dicono cattolici, addirittura tradizionalisti, e vogliono ammazzare bambini. Mah!

      Elimina
    3. Paolo VI, detta la Giovanna, era infatti a capo di un piccolo gregge oggi divenuto il movimento omosessualista che sta cercando di scalare i vertici della Chiesa

      Elimina
  16. Ho come l'impressione che questo post abbia subito l'attacco di uno o più troll abortisti

    RispondiElimina
  17. Edoardo, fai come gli struzzi che nascondono la testa nella sabbia per non vedere intorno.
    I cattolici italiani hanno votato in massa a favore dell'aborto.
    Già parecchi anni fa, non ieri.
    Te ne sei già dimenticato?
    Esiste il problema e va affrontato per comprenderlo e per poter abolire l'aborto usato solo come "preservativo".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La Verità non si misura in percentuali... Essa è immutabile.

      Elimina
    2. Edoardo, la Chiesa finirà con l'approvare l'aborto (chiamandolo con altro nome) nel caso di stupro. Come ha già fatto in Germania.
      I cattolici e tutti i cristiani sono a favore dell'aborto in caso di violenza.
      Tant'è che gli italiani hanno votato a favore dell'aborto in tutti i casi, pur di poterlo avere in caso di stupro.

      Elimina
  18. I cattolici italiani che hanno votato a favore dell'aborto hanno commesso peccato mortale, e prima ancora di andare contro la legge della Chiesa sono andati contro la legge di Dio. Quindi non lo chiamerei voto cattolico.

    Tomista_87

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Io ricordo bene quando ho votato a favore dell'aborto. Eppure sono tradizionalista, come lo erano i miei genitori. Pure loro votarono a favore.
      Condivido il pensiero di tanti commenti qui, tutti noi che abbiamo votato a favore dell'aborto lo facemmo pensando proprio all'eventualità della violenza su una delle nostre sorelle, figlie, mogli, madri.
      Tu sei molto più giovane di me.
      Se violentassero tua madre, avresti come fratello il figlio di un violentatore in carcere. Il violentatore sarebbe pure tuo patrigno.
      Accetteresti che tua madre rimanesse incinta di uno che l'ha violentata magari pestandola a sangue?
      Io no, caro tomista. No.

      Elimina
    2. Le leggi dello stato sono una cosa.
      Le leggi della chiesa sono un'altra cosa.
      In quella cavolo di cabina tu e i tuoi cari hai ragionato da uomo e non da cattolico. Come cattolico hai scazzato alla grande.
      Perche' nelle leggi della chiesa l'aborto e' comunque un omicidio.
      Anche l'esempio di tua madre e' forviante. Quella che tu descrivi e' una reazione umana. Ma noi non siamo animali possediamo un'anima, un cavolo di cervello che ti dice: se io sono figlio di Dio posso aggiungere cazzata a cazzata?
      Ti faccio una domanda.
      Cerca di ragionare da cattolico.
      Capisco che umanamente e' difficile convivere con il frutto di tale violenza. Anche se molti riescono fa farlo, chi non ci riesce o abortisce o non riconosce come figlio quel frutto e lo da in affido a qualche famiglia che lo vuole.
      Ma secondo te Cristo potra' mai giustifica l'omicidio di tua madre? Anche se frutto di violenza?
      Se la tua risposta e' si. Abbiamo una idea diversa su Cristo. Quello e' omicidio premeditato.
      In jugoslavia in molti conventi sono state violentate SUORE che hanno smesso di essere suore e hanno iniziato a fare le mamme. Con l'approvazione della Chiesa.
      Giusto per farti capire come ragiona CRISTO!

      Elimina
    3. In Germania, la Chiesa e non un uomo, ha detto invece che l'aborto in caso di stupro va bene.
      La Chiesa ha sempre ragione, gli uomini no.

      Elimina
  19. Scusate ,ma perchè continuate a discutere del nulla?
    Se una donna viene violentata da un uomo che non è il marito ,forse quella donna risponde di adulterio davanti a Nostro Signore?
    I vescovi tedeschi hanno detto una cosa ovvia per chi conosce il diritto canonico.
    Piuttosto riflettiamo se conviene legittimare in qualche modo le amanti dei presbiteri tedeschi.
    Secondo me si ,perchè tanto poi l'amante se la fanno lo stesso ed almeno con i loro sporchi soldi rubati la Chiesa Universale può aiutare gli affamati o sostenere i pochi luoghi santi dove ancora si fà cura pastorale.
    avvocato

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Le amanti dei preti?
      Ecco una bella cosa di cui discutere.
      Se sei un prete non puoi avere l'amante.
      Se hai l'amante allora non sei un prete.
      Spretati e abbi la dignità di dire al mondo che hai ingannato il Signore e i fedeli nascondendo la tua lussuria sotto l'abito sacerdotale.
      Un prete con l'amante è solo un uomo bugiardo e meschino.
      Un traditore del Cristo, come Giuda, che per i suoi istinti lussuriosi e per il piacere preferisce il mondo a Dio.

      Elimina
    2. Avvocato
      non ti defilare (se no ti ricuso nuovamente)
      Io non sono tradizionalista come te, ma se giustifichi l'aborto mi fai incazzare e non ti permettero' piu' di chiamarti nemmeno cattolico, altro che tradizionalista.
      Non svicolare, o prendi posizione o stai zitto.

      Elimina
    3. Placet ad avvocato e a Sandro

      Elimina
  20. Non sono troller abortisti. Sono truppe semiabortiste "tedesche" che sbarcano. Parola d'ordine: "Quei suonati del vaticano devono concludere: Tradizionalisti=Abortisti? meglio Progressisti-Semiabortisti"
    Redazione sveglia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimoooooooooo? Ci sei o ci fai?
      I cattolici italiani hanno votato a favore dell'aborto perchè in caso di violenza sono a favore dell'aborto.
      Te lo sei scordato?

      Elimina
    2. I cattolici italiani? Quelli che fino a quel momento erano cattolici e che, a meno che non si sisno pentiti e confessati, non lo sono più.
      Alex. Un pò di bromuro nell'insalata aiuta,, non si sente neppure.

      Elimina
    3. Bravo Alex! l'anonimo troglodita sembra ignorare che i cattolici italiani hanno già votato e persino parecchi anni fa a favore dell'aborto proprio perchè non vogliono che in caso di violenza le donne non possano abortire.
      Far finta che il problema non esiste non fa sparire il problema.

      Elimina
  21. 1)Chi e quando stabilisce che c'è stato uno stupro ? Non basta dire: sono stata violentata. SI deve avere una diagnosi di stupro - non sempre facilissima, specie se la donna non era più vergine, e se non ci sono troppi segni di violenza (PS: se un rapporto consenziente tra maggiorenni è particolarmente "caldo" o fatto in certe posizioni la mucosa vaginale o anale o buccale ed i tessuti perineali possono presentarsi infiammati, lacerati, ecc. senza che questo significhi stupro). Per non parlare dei cosiddetti stupri post sbronza...2)Ci vogliono poi alcuni giorni per sapere se si è incinte o no.Quindi, la pillola non può essere un anticoncezionale (che per definizione ha un effetto preventivo, di prevenire una gravidanza prima dell' atto sessuale),ma un abortivo. Infatti impedisce l'annidamento dell'ovulo fecondato nella mucosa uterina. Dopo un atto sessuale,e quando coincide con l'ovulazione, l'ovulo e lo sperma rimangono vitali per 24-48 ore, non certo 3 o più giorni. 3)Sono stata violentata- terribile- ci metto qualche ora a riprendermi, vado in ospedale, i medici confermano lo stupro, e mi fanno il test di gravidanza, perchè non sono sicura se ho ovulato o no nelle ore prima o subito dopo lo stupro; aspetto alcuni giorni: se sono incinta, avrò alcune settimane ancora, che mi aiuteranno a riflettere, se abortire secondo la legge, oppure tenermi il bambino. C'è LA LEGGE DELLO STATO: che biogno c'è di mettere in mezzo la Chiesa, i Vescovi, ecc ? Penso che in Germania abbiano una legge sull'aborto simile alla nostraa, che è piuttosto liberale. 4) A me sembra un modo truffaldino, come in Irlanda, per far accettare pillole ed abortio anche alla Chiesa cattolica. Si comincia con i casi limite - stupro + gravidanza e si finisce con acettere tutto. Déjà vu, con divprzio, aborto, PACT, ecc.Vedi quello che sta succedendo in Francia con gli omosessuali: prima i PACT, ora il matrimonio e l'adozione, poi la fecondazione assistita, ecc. ecc. E alle famiglie ed ai veri problemi dei giovani non ci pensa nessuno...
    Rosa, donna e medico
    PS: la pillola Diane, in commerico da anni, e ritenuta sicura, è stata sospesa in Francia alcune settimane fa per la morte di ragazze sotto i 20 anni per i suoi effetti collaterali. E viene soprattutto prescritta contro l'acne!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo 13:08 c'è stupro se c'è denuncia all'autorità giudiziaria.
      Quindi è facilmente identificabile come caso isolato e soggetto ad indagini della polizia.
      Anch'io plaudo alla Chiesa che in Germania ha finalmente considerato l'aborto accettabile in caso di stupro.

      Elimina
    2. La denuncia dev' essere corroborata dalla diagnosi medica. Le indagini richedono tempo... Nel frattempo se sei incinta , fai l'aborto "standard" - scusate il termine, ma è per capirci - e la pillola del giorno dopo non serve più, perchè a quel punto o l'embrione è attecchito e sta crescendo, o non c'è.

      Elimina
    3. Anonimo, per verificate lo stupro basta andare al pronto soccorso al più presto in modo che i medici possano fotografare le lesioni e stilare il referto medico.
      Le indagini per trovare il colpevole, nel caso sia uno sconosciuto, ci metteranno il loro corso ma intanto la donna viene tutelata e aiutata.
      Lo stupratore potrebbe anche finire in carcere dopo 50 anni, col DNA tanto non sfugge.
      Ma la violenza sulla donna presenta lesioni inopinabili e immediatamente riscontrabili dal personale medico, quindi la pillola può essere assunta immediatamente.

      Elimina
    4. Ragionate da uomini non da credenti!

      Elimina
    5. La Chiesa, in Germania, ha stabilito che l'aborto in caso di violenza sulla donna è possibile.
      La Chiesa di Nostro Signore non sbaglia, tu che sei un uomo e sei limitato invece sbagli.
      Io sto con Gesù Cristo, non con gli uomini che ragionano solo per slogan.
      Se la Chiesa dice che l'aborto in casi circoscritti e precisi è possibile io sono d'accordo.
      Come scrivono altri, forse che un prete non può spretarsi per puro capriccio?
      E allora il Signore a maggior ragione avrà misericordia di una donna senza colpa che ha subito violenza e che prende la pillola del giorno dopo.

      Elimina
    6. Placet,Rosa
      Marco

      Elimina
    7. Condivido quanto scritto da Ubremo, Stefano e anonimo 14:09.
      La Chiesa ha detto che la pillola può essere somministrata alla donna che ha subito violenza, solo in questo caso, e a voi non sta bene?
      Io credo nella Chiesa del Cristo Risorto non in quello che pensa un uomo qualsiasi.

      Elimina
  22. Caro anonimo delle 13.03,
    se è per questo sono favorevole anche all'eutanasia in certe condizioni.
    Non posso imporre una sofferenza inaudita ad un mio fratello o una mia sorella in nome di un Dio che viene ogni giorno bestemmiato ed ignorato nei fatti e nelle parole.
    Mi pare una posizione ipocrita.
    avvocato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Placet, avvocato.

      Elimina
    2. Avvocato,
      per me sei un tradizionalista di facciata.
      Sei piu' progressista tu di kiko arguello.
      Non c'e' piu' da fidarsi nemmeno dei tradizionalisti che risultano piu' progressisti dei progressisti.
      E' propio vero. Gli estremi non solo si incontrano ma si fondono.
      Mi hai deluso avvocato!

      Elimina
    3. Anonimo 13:47 qui siamo tutti tradizionalisti, non solo tu.
      Porta rispetto per l'egregio avvocato che con rispetto e molta delicatezza esprime i suoi pensieri, che tra l'altro condivido.
      A giudicare dal placet precedente, per un anonimo perso ne ha guadagnati ben due.

      Elimina
  23. Sto leggendo tutte le e-mail riguardo alla demenziale decisione dei vescovi tedeschi.
    Personalmente votai contro l'aborto e voterò sempre contro l'aborto anche se la Chiesa (e ne dubito) facesse dei distinguo e li approvasse.
    Penso che, come qualcuno ha già scritto, non si può aggiungere male (lo stupro) a un male peggiore (l'aborto) e che ci sono altri modi per aiutare una creatura a nascere nonostante sia il frutto di un gesto malvagio.
    Mi sorprende e mi addolora che alcuni di coloro che qui scrivono si dicano cattolici a favore dell'aborto che è un crimine.
    Volevo chiedere alla Redazione se poteva pubblicizzare a mezzo stampa (v.Famiglia Cristiana) ed i telegiornali, di invitare a non partecipare al conclave il Card. Joachim Meisener. Infatti, con questa decisione, mi sembra non sia più in grado di intendere ciò che è bene non solo per la Chiesa, ma bensì per l'uomo. Cordialmete. Rocco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rocco, anche tu fai finta di essere un marziano che non vive sulla terra.
      La stragrande maggioranza dei cattolici italiani ha votato a favore dell'aborto in tutti i casi pur di poterlo avere in caso di violenza sulla donna.
      Anch'io votai a favore dell'aborto tanti anni fa, per questo motivo.
      Se la Chiesa, come sta facendo per i preti che si spretano dando loro una dispensa nonostante il giuramento "per sempre" fatto davanti a Dio, inizia a fare dei distinguo per cui l'aborto possa essere approvato è solo perchè si trova altrimenti in una condizione ipocrita.
      Un prete può spretarsi scatenando l'ira divina, un uomo per puro piacere rifiuta il suo ministero divino ma una donna senza colpa che subisce violenza non può prendere la pillola anticoncezionale?
      Spiacente Rocco, ma io sto con la Chiesa.
      Come scrivono già in molti qui la Chiesa non sbaglia perchè Dio non sbaglia.
      Gli uomini come te invece sbagliano.

      Elimina
    2. Gianni, tu stai con il principe di questo mondo...

      Elimina
    3. Stai insinuando che il Cardinale e tutta la Chiesa in Germania sta col principe di questo mondo?
      Non mi importa di quello che pensi tu, sei solo un uomo.
      A me importa solo quello che dice Gesù Cristo attraverso la nostra Chiesa.
      Attento a quello che dici, anonimo 14:08 perchè il nuovo pontefice tra pochi anni potrebbe veramente sorprenderti se pure lui ribadisse che la Chiesa può fare delle distinzioni per consentire l'aborto in caso di violenza su una donna innocente.

      Elimina
    4. Ti ricordo che Benedetto XVI ha affermato che anche il preservativo non è poi così inaccettabile, pur facendo dei distinguo chiari e precisi sul suo utilizzo.

      Elimina
    5. Cardinali anti-cattolici ce ne sono, nessuna meraviglia...
      e finchè resterà cattolico, il Pontefice non mi sorprenderà mai con idee atee come le tue, Gianni.

      Elimina
    6. Anonimo 15:09 parli come se Benedetto XVI non contasse nulla per te. Rispetta il nostro pontefice.
      Comunque è vero che Benedetto XVI ha detto che il preservativo si può accettare a certe condizioni. Non capisco la polemica se i Cardinali hanno detto che la Chiesa in Germania approva la pillola in caso di stupro.
      La Chiesa di Cristo ha ragione.

      Elimina
    7. Si tutta la Chiesa di Germania sta da tempo col principe di questo Mondo.

      Elimina
    8. Vuoi insinuare che allora anche il nostro papa tedesco, Benedetto XVI, sta da tempo con il principe di questo Mondo?

      Elimina
  24. E continuano a sbandierare la loro falsa motivazione,la coscienza li sta mordendo,hanno contribuito a far morire milioni di bambini.In Messico ci sta la scomunica per sto finti cattolici.
    marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Un conto è l'aborto di milioni di bambini a seguito di lussuria vera e propria, come accade nel 90% dei casi di aborto.
      Altra cosa è parlare di donne vittime di stupro.
      Ci sono donne libertine che abortiscono anche più di 3 volte nella loro vita, secondo gli studi.
      Una donna se viene stuprata abortisce solo quella volta e basta.
      Non facciamo di tutta un'erba un fascio.
      Leggiti i documenti sugli studi dell'aborto e risulta che i milioni di aborti fatti nel mondo sono quasi tutti fatti a seguito di libertinaggio dei costumi.
      La Chiesa fa bene a fare quindi delle opportune distinzioni per consentire l'aborto in caso di violenza su una donna innocente.

      Elimina
    2. Leonardo,non ci sono embrioni A e embrioni B,hanno eguali diritti.

      Elimina
    3. Vallo a dire al padre violentatore...

      Elimina
  25. Che Giovanni Paolo II si sia espresso negativamente in maniera infallibile sul sacerdozio femminile se ne fanno tutti un baffo...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Forse perchè esistevano sacerdotesse devotissime e sante anche riportate nella Bibbia...

      Elimina
    2. Osservazione molto acuta, caro anonimo 14:26.

      Elimina
    3. Perdoni l'ignoranza, può fornire i passi scritturistici dove Cristo istituisce il sacerdozio femminile?

      Elimina
    4. Ovviamente anonimo non poteva riferirsi a Gesù, altrimenti direbbe eresie! Però è vero, di sacerdotesse e profetesse la Bibbia ne parla eccome. Senza contare che le profezie sulla fine dei tempi oltre che alle apparizioni di Lourdes, Fatima, ecc. attraverso i secoli sono state sempre rivelate in stragrande maggioranza a donne, religiose o laiche, quasi mai se non in minima parte a uomini. E' una realtà di cui tener conto.
      Oggi è Venerdì e solitamente nella Chiesa Cattolica si recita la coroncina della Divina Misericordia: Gesù Cristo ne chiese l'istituzione apparendo e parlando direttamente a Suor Faustina Kowalska. Avrebbe potuto parlarne direttamente con un sacerdote, vescovo, cardinale, persino col pontefice ma Gesù preferì invece apparire ad una semplice donna...
      Non dobbiamo rimanere chiusi nel nostro piccolo mondo, il Signore non ragiona come noi!

      Elimina
  26. Sul caso della pillola abortiva tedesca non si è pronunciata la Chiesa Cattolica Apostolica Romana, ma solo un pugno di vescovo della Chiesa Cattolica Apostolica Romana. Questa decisione non gode di infallibilità, è solo la decisione di un pugno di vescovi tedeschi, e non si sa bene se all'unanimità o con qualche voto contro. Quindi non tiriamo in ballo lo Spirito Santo che in queto periodo deve badare a ben altro. Lo stupro di una donna è un peccato gravissimo che sicuramente verrà punito dal nostro eterno Giudice con le pene più terribile che si possano immaginare. Tuttavia se da questo rapporto sessuale viene generata una Vita umana, essa va tutelata senza se e senza ma. La stuprata quindi è bene che porti a termine la gravidanza senza poi riconoscere la creatura, affidandola quindi a terze persone. La Chiese deve essere maestra nel dire che cosa è peccato e che cosa non lo è, perché ne va della salvezza dell'anima nell'aldilà. Posto che lo stupro è peccato e l'aborto è peccato, il singolo, dotato di libero arbitrio decida. Questa povera donna, si vuole o non si vuole salvare? Lo stupro non può essere una prova divina per testare la nostra fiducia verso le leggi della natura e quindi divine? Perché ci dimentichiamo una cosa: restare gravide dopo un rapporto sessuale è una cosa naturale, quindi voluta da Dio, sia che esso sia il frutto di amore o che non lo sia. Quindi per prima cosa dobbiamo sempre rispettare l'ordine naturale delle cose, poiché esso è istituito da Dio. E se quel bambino che nsce da uno stupro dovesse in futuro essere chiamato alla santità? Che facciamo? Lo uccidiamo? Le vie del Signore sono infinite.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anonimo 14:47, tu dimentichi che Benedetto XVI, il nostro Santo Padre, ha affermato che anche il preservativo non è poi così inaccettabile, pur facendo dei distinguo chiari e precisi sul suo utilizzo.
      Non fissarti su cose senza senso.
      La Chiesa fa bene ad acconsentire all'aborto in caso di stupro. Occorre fare delle distinzioni.
      Non si può buttare tutto o accettare tutto.
      Occorre giudizio.
      E la Chiesa ne è capace, non noi uomini.
      La Chiesa tedesca ha anticipato la linea del Vaticano.

      Elimina
    2. La Chiesa tedesca è contro la linea della Chiesa Universale: L'Humanae Vitae.
      Ripeto. La Chiesa Tedesca è la Chiesa Tedesca, non la Chiesa Universale.

      Elimina
    3. Lo dici tu. La Chiesa tedesca è in piena comunione con Roma. Non abbiamo forse un papa tedesco?
      Oppure sei un sedevacantista?

      Elimina
    4. La Chiesa tedesca è sempre stata la rovina del Cattolicesimo. Ha tentato la demolizione del Cattolicesimo Romano nel post Concilio. E tenta ora la soluzione finale, poichè vede nella debolezza del Papa un segnale propizio. E' di fatto scismatica ma BXVI "ovviamente" non poteva sancirlo per cui così la peste è giunta a Roma. O noi. O loro. Noi mai con loro. Ieri, ora, e sempre.

      Elimina
    5. Anonimo 16:47, sei un fanatico. Benedetto XVI ha fatto molta chiarezza sul preservativo come ora i Cardinali tedeschi ne hanno fatto sulla pillola per le donne violentate.
      La Chiesa Cattolica è sempre fonte di luce grazie allo Spirito Santo, tu invece sembri solo un fanatico.

      Elimina
  27. "Legano infatti pesi opprimenti ,difficili da portarsi e li impongono sulle spalle degli uomini ,ma essi non li vogliono muovere neppure con un dito".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stai parlando dei preti che si spretano chiedendo la dispensa al papa per poter sposare l'amante incinta?

      Elimina
  28. Ritengo che la Chiesa debba essere contro l'aborto in ogni sua forma poiché è innaturale. E' invece naturale che una donna rimanga incinta dopo un rapporto sessuale. Quindi essa deve indicare che cosa è possibile fare o non è possibile fare agli occhi di Dio per conseguire la salvezza eterna dell'anima. Il problema qui nasce dal fatto che la Chiesa gestisce degli Ospedali, quindi essa potrebbe comunque proporre la pillola abortiva alla stuprata gravida, ma prima di somministrargliela dovrà dirle: l'aborto è contro Dio e contro la vita umana, vuoi tu ribellarti a Dio e alla sacralità della vita umana? Alla stuprata, dotata di libero arbitrio e quindi libera di decidere della sua salvezza o della sua dannazione, l'ardua sentenza. Si appelli poi alla misericordia di Dio. La Chiesa indichi cosa è lecito e non è lecito per raggiungere la salvezza eterna, ai fedeli la libertà di scegliere la vita eterna o la morte eterna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche il preservativo è innaturale ma papa Benedetto XVI ha detto che in alcune occasioni può essere accettato dalla Chiesa.
      Non prendere solo quello che ti piace della Chiesa e far finta che il resto non esista altrimenti sei davvero peggio dei farisei che Gesù condannava aspramente.
      Se la Chiesa in Germania ha detto che una donna possa prendere la pillola vuol dire che in certe occasioni l'aborto può essere accettabile.
      Non sta a noi giudicare.
      La Chiesa sa giudicare.

      Elimina
    2. Placet Gianni. Questi finti cristiani fingono di non sapere neppure quello che dice il nostro Santo Padre!

      Elimina
  29. Io sono d'accordo con la Chiesa e sono a favore dell'aborto se la donna è stata violentata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' il momento di chiarirsi le idee.

      Elimina
    2. Anch'io sono a favore della pillola per le donne violentate. La Chiesa ha fatto davvero una grande chiarezza finalmente.

      Elimina
    3. Mi associo. Se mia figlia o mia moglie fossero violentate le porterei io stesso a prendere la pillola.

      Elimina
  30. Mauro, la tua posizione è modernista, questa apertura porterà inveitabilmente ad altre aperture a catena fino a da arrivare all'accetazione completa dell'aborto da parte delle autorità ecclesiastiche.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Modernista io? Ti sbagli. In famiglia ho anche un vescovo e numerose suore. Siamo tutti tradizionalisti da generazioni, quando ancora non esisteva il tradizionalismo ma solo la Chiesa Cattolica.
      Voi non capite nulla.
      Sopra ho letto un commento che spiega molto quanto alcuni di voi abbiano una mentalità edun cuore chiusi a Dio.
      Benedetto XVI sostiene che il preservativo possa essere utilizzato ma solo in certe condizioni.
      Perchè dovresti quindi pensare che ora il preservativo deve essere accettato sempre?
      La stessa cosa con l'aborto. Se si accetta in caso di violenza, perchè si dovrebbe accettare anche quando una donna libertina ha rapporti sessuali con uomini diversi dal marito?
      Idem per il matrimonio. Se si accetta il matrimonio tra uomo e donna allora dobbiamo accettarlo anche tra omosessuali?
      Occorre saper giudicare e la Chiesa sa giudicare meglio di noi semplici uomini.

      Elimina
    2. Forse a carnevale, qualche tuo parente si e' travestito da vescovo e le tue sorelle o cugine da suore. Questo si, lo credo. Per il resto non credo tu sia neanche cattolico. Molto probabilmente sei un radicale pannelliano o boniniano che si diverte a prendere in giro questo blog.
      Fatica sprecata. Qui non raccatti voti!!!!

      Elimina
    3. Placet, Mauro!

      Elimina
  31. dice un tizio (con altri simili): la Chiesa fa bene a permettere l'aborto in caso di stupro ecc.....

    ?!?

    il V Comandamento della Legge di Dio dice:
    NON UCCIDERE.
    E' Dio, l' Autore della vita, che comanda di
    NON UCCIDERE NESSUN essere umano, per NESSUN MOTIVO,
    che non sia quello di LEGITTIMA DIFESA, ma questa da attuarsi in rarissimi casi, e da soppesare, dopo il delitto occorso in difesa, molto attentamente alla luce della Giurisprudenza !
    (es. rapine a mano armata etc.)

    Ma siamo ammattiti, per caso? l'embrione sarebbe colpevole di qualcosa, per cui deve essere ucciso? e la Chiesa dovrebbe permettere l'omicidio con quale pretesto?
    il/i blogger faciloni (cattolici o catto-ATEI?) dimenticano che si tratta di un essere umano come tutti gli altri, che ha DIRITTO A VIVERE, perchè chiamato da Dio alla vita, sia pure in circostanze drammatiche e ingiuste ?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stai per caso dando del matto a Benedetto XVI che ha concesso l'uso del preservativo ma solo in certe situazioni?
      Attento che la scomunica è dietro l'angolo, caro finto cristiano.

      Elimina
    2. Anonimo 15:31
      No, tu non sei IDIOTA.
      Tu sei un imbeccille qualsiasi che si diverte a provocare.

      Elimina
    3. Anonimo non riesci proprio a non insultare? L'idiota qui sembri tu.

      Elimina
    4. Oh mario,
      mi sembra di avere a che fare con la gallina che fa l'uovo e il gallo si lamenta che gli brucia il cu.o!
      Chi provoca deve accettare le conseguenze della sua provocazione.
      Questo dice la legge della giungla.
      Siccome qui non si parla piu' di Cristo ma ti uomini assassini insulsi parlo il loro linguaggio per farmi capire.
      Se tu non sei daccordo mi dispiace per te.
      Io ho la reputazione di Cristo da difendere e se e' il caso anche in modo energico!!!!

      Elimina
    5. Anonimo 16:09 Cristo parla attraverso il Papa e i suo Cardinali.
      Quindi rispetta chi è più in alto di te in santità e obbedisci a quanto loro stabiliscono.
      Se la Chiesa dice che la pillola va bene in caso di stupro, va bene.
      Fattene una ragione

      Elimina
    6. Il papa non ha mai detto questo. Fattene una ragione!!!
      Il papa di Roma ha invitato suore violentate incinte di abbandonare l'abito e dedicarsi ai figli dello stupro.
      Perche' la vita e piu' importante dell'abito che indossano.
      Fattene piu' di una ragione!!

      Elimina
    7. Anonimo 16:50 ti sfugge che la Chiesa non ha mai fatto santa una suora stuprata che abbia deciso di partorire il figlio. A me risulta che la Chiesa abbia fatto sante sempre e solo quelle donne che pur di non farsi violentare sono morte.
      Santa Maria Goretti ad esempio, si fece uccidere eppure poteva farsi stuprare e poi partorire e dedicarsi al figlio concepito durante la violenza, no? No, non ha voluto concepire un figlio col suo aggressore e piuttosto si è fatta uccidere.
      La Chiesa Cattolica l'ha canonizzata per questo suo martirio.
      Rispetta almeno i Santi, se non riesci a rispettare i Cardinali ed il Papa.

      Elimina
  32. Come è cattivo il tuo Dio che chiama a vivere un essere umano tramite uno stupro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Superplacet anonimo 15:25!
      Il loro Dio esiste solo nella loro testa perchè la Chiesa di Cristo invece non pensa come loro e permette l'aborto in caso di violenza sulle donne.
      Sia lodato Gesù Cristo!

      Elimina
    2. Il mio Dio si batte per la VITA!!!
      IL TUO DIO E' UN DIO DELLA MORTE!
      A ogniuno il suo, quindi.

      Elimina
    3. Il tuo dio dice quindi agli uomini di violentare le donne? A me sembra si chiami Satana il tuo dio...

      Elimina
    4. Scusa, anonimo 15:53
      non avevo capito che eri un cerebroleso.
      Ti chiedo scusa.
      Ora vai dalla mamma e fatti spiegare il vangelo.

      Elimina
    5. Nella Bibbia non si dice che gli uomini devono violentare le donne. Gli uomini che abusano di donne anzi vengono messi a morte.

      Elimina
    6. Leggi meglio,
      c'e' anche scritto che partorirai con dolore e non di abortire. Come c'e' anche scritto lasciate che i fanciulli vengano a me e non di sopprimerli prima che nascano.

      Elimina
    7. Parla di donne incinte del marito. Eva con Adamo. Non di una Eva libertina che va con tizio, caio e sempronio. Se non sai capire neppure questo...

      Elimina
    8. Santa Maria Goretti si fece uccidere pur di salvagardare la sua verginità.
      Non poteva invece farsi stuprare e accudire il figlio del violentatore?
      Certi uomini proprio non capiscono niente di purezza.
      La Chiesa invece che è Santa sa quello che dice quando afferma che per la donna violentata è possibile assumere la pillola.
      Per fortuna abbiamo la Chiesa a cui credere e non gli uomini come anonimo 15:46

      Elimina
    9. Condivido quanto dici Nadia. E' proprio vero. Non a caso la Chiesa ha fatto Santa la povera Maria Goretti che piuttosto che mettere al mondo un figlio del diavolo si fece uccidere.
      E oggi ci sono ancora uomini che non comprendono tale tragedia per una donna. Mi vergogno di essere uomo pensando a loro.

      Elimina
    10. Se cosi e', rendiamo l'aborto libero solo alle libertine.
      Sei una libertina che si dice cattolica? Hai problemi di coscienza e vorresti che la chiesa estendesse l'opportunita' anche a te?
      Io saro' tonto. Ma tu sei falso.
      Passi dallo stupro al libertinaggio con molta facilita'.
      Forse non sai neppure chi sei.
      Di sicuro non sai che dire. Non hai argomenti e ti diverti a sfottere. Sei un utile idiota dellachiesa protestante!!!

      Elimina
    11. Cara Nadia,
      abortendo quindi una donna violentata riaquista la verginita' e la purezza? E' questo che affermate tu e il tuo compagno ERNESTO?
      A questo non ci avevo pensato. Con tutta la mia buona volonta' ma a questo non ci sarei mai arrivato.
      Mi si e' illuminato il mondo con questa affermazione.
      GENIALI!!!!!!!!

      Elimina
    12. Lo stupro è un crime orribile e la Chiesa infatti rende possibile l'accesso alla pillola solo in caso di stupro in Germania.
      Se una donna va a letto con l'amante invece l'aborto non deve essere consentito.
      Neppure se col marito ha una gravidanza "inattesa".
      La Chiesa è molto chiara su questo, come è molto chiara sul preservativo: non va utilizzato ma in certi casi gravissimi può essere accettabile, così come ha detto Benedetto XVI.
      Tu che sei un uomo forse non sai giudicare la diversità dei casi evidentemente ma la Chiesa giudica diversamente e fa bene.

      Elimina
  33. Io consiglio agli amanti del preservativo ,di metterlo in testa.
    Marco

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Stai dicendo a Benedetto XVI?

      Elimina
    2. No lo dico a te.
      Anzi per fare prima, inseriscilo subito nel TUo orifizio rettale cosi' non si perde tempo e non senti dolore.
      Sto facendo una campagna contro la sofferenza nel mondo!

      Elimina
    3. Forse mi confondi con qualche prete-checchina che frequenti...

      Elimina
    4. No mi riferisco proprio a te!!
      Anonimo 17:16
      Nessun altro che non sia te!

      Elimina
  34. Tutti i cattolici che qui si dicono favorevoli all'aborto in caso di stupro, non sono cattolici, non sono in comunione con Roma, nè con la Chiesa tedesca. Sono invece contro la legge naturale, quindi contro la vita e contro Dio. Chi è contro Dio merita la dannazione eterna.
    La Chiesa tedesca non ha mai parlato di aborto in caso di stupro e non si sognerebbe mai di farlo poiché sarebbe in contraddizione con il magistero, ma di pillola del giorno dopo che impedisce il rilascio dell'ovulo dale ovaie è un anti-ovulatorio. Non bisogna quindi confondere la pillola del giorno (un contraccettivo pstumo di emergenza) con il Mifepristone, il farmaco utilizzato invece per l'interruzione volontaria della gravidanza, meglio noto come RU-486. Il Mifepristone è infatti uno steroide sintetico utilizzato come farmaco per l'aborto chimico nei primi due mesi della gravidanza.
    Per informazioni leggete qui:
    http://www.mainfatti.it/anticoncezionali/Chiesa-tedesca-ok-dopo-stupro-pillola-giorno-dopo-non-abortiva_048306033.htm

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tu che ti ergi contro la decisione della Chiesa tedesca meriti quindi l'inferno? Non ti giudico io, ti giudicherà il Signore.
      Io sono favorevole alla pillola del giorno dopo per le donne che subiscono stupro.
      Ha fatto bene il Cardinale tedesco a dire che la Chiesa è vicina alla tragedia della violenza sulle donne.
      Benedetto XVI è tedesco, buon sangue non mente.

      Elimina
    2. Meno male che qualcuno dice come stanno le cose. La Chiesa Cattolica Tedesca non ha parlato di aborto in caso di stupro, ma solo di "pillola del giorno dopo" anticoncezionale postumo, non la pillola abortiva. Quindi anche in questo caso rispettiamo il magistero della Chiesa e abbiamo fede in esso il quale dice che l'aborto è sempre un crimine, anche in caso di stupro. Infatti i vescovi tedeschi non hanno liberalizzato la pillola abortiva che uccide l'ebrione, ma solo quella anticoncezionale che va somministrata entro 72 ore dopo il rapporto sessuale. Se la donna non assume l'anticoncezionale dopo questo lasso di tempo si tiene il pupo. Amen.

      Elimina
    3. Qualsiasi donna violentata va al pronto soccorso entro 72 ore dopo il fatto.
      Sono contento che la Chiesa finalmente sia dalla parte delle donne.

      Elimina
    4. Sempre che l'ovulo non sia stato fecondato subito, allora l'anticoncezionale è inutile, e l'aborto impossibile secondo le attuali leggi della Chiesa.

      Elimina
    5. Anonimo 17:01
      Tu vivi di fantasia,
      la chiesa e' dalla parte di quelle anime innocenti,
      pur consapevole della sofferenza della donna che ha subito violenza a cui va tutto il sostegno della stessa e il disprezzo per il violentatore.

      Elimina
    6. Quindi tu asserisci che la Chiesa non sta con le donne? Lo pensi tu e mi sta bene.
      La Chiesa invece la pensa diversamente e fa concretamente qualcosa per le donne e mi sta bene così!

      Elimina
  35. Interessante articolo su aborto e stupro.

    AIUTIAMO LE DONNE VITTIME DI STUPRO AD ABORTIRE ED E' TUTTO RISOLTO: FALSO!
    Sembra strano, ma la maggior parte delle donne che rimangono incinte per una violenza sessuale non vuole abortire

    http://www.bastabugie.it/it/articoli.php?id=2189&testo_ricerca=stupro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Santa Maria Goretti si fece uccidere pur di non rimanere incinta del suo stupratore.
      Vergognati anonimo 16:47.
      La Chiesa ha reso santa la povera Maria Goretti non le donne che si fanno stuprare per crescere i figli dello stupratore.
      La Chiesa infatti non la pensa come te.

      Elimina
    2. Esattamente, Nadia!

      Elimina
    3. Cara Nadia
      Il tuo tentativo di assoggettare la chiesa alla tua miseria umana crolla miseramente quando invita le suore violentate in jugoslavia ad accudire quei figli dello stupro e a lasciare l'abito.
      La chiesa non permette l'aborto nemmeno in presenza di stupro. La vita innocente vale di piu' del tuo stupro.
      Il Papa non puo' contraddire se stesso e soprattutto non puo' contraddire Cristo.

      Elimina
    4. Comunque ha ragione Nadia, non le puoi dare torto. Maria Goretti è Santa perchè pur di non farsi stuprare è morta.
      Il Papa ha detto che il preservativo si può utilizzare in certe condizioni come i Cardinali tedeschi hanno detto che la pillola del giorno dopo si può assumenre in cliniche cattoliche da parte di donne violentate.
      Tu pensala come vuoi, io la penso come Nadia, come il Papa e come la Chiesa.

      Elimina
  36. E se l'ovulo è già stato espulso?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per cartellino rosso? Allora si discute con l'arbitro.

      Elimina
    2. Se l'ovulo è già stato fecondato la donna deve tenersi l'embrione, che poi sarà feto, poi bambino e finalmente uomo. Infatti secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità: "la pillola del giorno dopo non è in grado di impedire né l'ingresso dello spermatozoo nell'ovulo, né l'annidamento dell'ovulo fecondato nell'utero". Ripeto. I vescovi tedeschi non hanno liberalizzato la pillola abortiva, ma solo quella "del giorno dopo" che è semplicemente un'anticoncezionale che blocca l'ovoluzazione nel caso l'ovulo non sia ancora uscito dalle ovaie e quindi non può essere fecondato dagli spermatozoi in attesa nell'utero. Quindi torno a ripetere che la Chiesa non consente l'aborto in nessun caso, nemmeno in caso di stupro. I Vescovi tedeschi danno semplicemente la possibilità all'ovuolo di non essere fecondato in caso di rapporto sessuale violento. Ma se esso è già stato fecondato la donna non può abortire se non vuole incorrere in un gravissimo peccato mortale.

      Elimina
    3. Ti ringrazio perla preziosa informazione,
      anionimo 17:06
      Speriamo finalmente che possa servire a fare un po' di chiarezza.
      Quando mettiamo al centro l'uomo non si pensa piu' a Dio. Questo e' il problema di tanti cristiani!

      Elimina
    4. Forse è il tuo problema, anonimo 17:17.
      A me sta bene se la Chiesa dia la possibilità di dare la pillola finalmente anche nelle cliniche cattoliche tedesche alle donne violentate.

      Elimina

L'inserimento senza moderazione dei commenti è limitato ai soli post usciti nella medesima giornata di inserimento e nel giorno precedente. Per i post più vecchi, i commenti saranno sottoposti a moderazione.
Qualora fosse attiva la moderazione, possono passare anche alcuni giorni prima del controllo da parte della Redazione.